Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Fiorentina - Milam 0-2: pagelle rossonere

Condividi 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
nonsidirebbe
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
E adesso tutti a esaltare Seedorf? Dopo che per 10 giorni stampa, società e anche la NSA e la CIA non hanno fatto altro che metterlo in discussione?
La cosa che mi preoccupa di più è la società: chiami Seedorf d’urgenza a gennaio, finalmente stufa di Allegri. Dopo due mesi, e dopo quattro risultati negativi, lo metti in discussione? E adesso, dopo una ottima partita, vinta strameritatamente sul campo di un’avversaria certamente non facile, ridiventa il salvatore della patria?
Se hai scelto Seedorf è perché credi in lui, nelle sue idee, nel suo carisma e nelle sue capacità. Se gli dai in mano una squadra fatta secondo i suoi principi (non parlo di top-players, ma di uomini da lui scelti secondo il budget) può fare belle cose. Questa è l’unica logica. Se no era meglio lasciare al Tasso la squadra fino a giugno.
Tolto il sassolino, stasera ci sono poche palle: il Milan ha vinto senza se e senza ma. La Fiorentina non è mai stata pericolosa davvero, e i rossoneri sono stati compatti, uniti e (pur con gli evidenti limiti tecnici) molto più abili nel gestire l’incontro. Una piccola soddisfazione ci voleva, dopo tutta la cacca che ci è stata tirata addosso, e sul campo di Della Valle, questa soddisfazione non è nemmeno così piccola.
Non parliamo di obiettivi: l’obiettivo unico adesso è selezionare chi farà parte del Milan di Seedorf da luglio e chi no.

Abbiati 6: A parte un paio di uscite fatte con tempismo e coraggio non deve fare niente. I viola tirano sempre fuori.
Bonera 5: Tremavo a pensarlo contro Cuadrado, e facevo bene. Si limita a fare l’orso del luna park, perennemente infilato in velocità. Per fortuna c’è sempre chi raddoppia e lo aiuta. Imbarazzante da centrale nelle scorse partite, figuriamoci cosa poteva fare da laterale contro una freccia come Cuadrado, e meno male che Pasqual esce subito.
Rami 7: Nella linea difensiva è sempre attento. Salva su Cuadrado nel primo tempo e non sbaglia un anticipo o una posizione.
Mexes 7: Mezzo voto in più perché segna il gol del vantaggio. Dietro è meno sicuro di Rami, e il peggio lo fa quando perde completamente Matri (11 milioni abbiamo speso per questo qui grazie ad Allegri…) che tutto solo riesce a colpire di testa fuori. Ma anche in avvio è lento su Cuadrado e Joaquin. Poi, galvanizzato dal gol, non sbaglia più nulla. Quando lo vedo giocare così mi domando chi sia il vero Mexes. Quello di stasera sembra uno che ci tiene, e che è anche capace di fare la differenza.
Constant 6: Bel primo tempo, di fisico e di anticipi e anche di tecnica. Cala di brutto nella ripresa consentendo a Joaquin troppe giocate e sbagliando troppi disimpegni. Non ci sarà col Chievo ma è un peccato, perché stasera ho rivisto il Constant della scorsa stagione.
De Jong 7,5: Per me il migliore in campo. Pressa, ringhia, recupera e gioca con intelligenza. Mai saltato facile. Da un suo lancio per Honda la punizione del 2-0. Da una sua palla recuperata la bella occasione di Taarabt nel primo tempo. Corre fino alla fine quando Kakà lo libera addirittura al tiro in corsa, alto. Bravissimo.
Muntari 6,5: Degno compare di De Jong, ci mette qualche minchiata delle sue, ma nel complesso è il principale artefice della bella tenuta difensiva e la buona fase di rilancio del Milan di stasera. Servito due vote da Honda, fa un gran tiro deviato da Neto e poco dopo sparacchia male.
Honda 6: Si sbatte anche nella fase difensiva, che non è proprio il suo pane, ma almeno ci prova. Cresce col tempo e in fin dei conti non sfigura, anche se a volte sembra un marziano capitato lì per caso. Esordisce con un orrendo liscio su invito di Kakà, ma dà anche due buoni inviti a Muntari, recupera diversi palloni da trasformare in ripartenze, anche se a volte li gioca nel modo meno efficace.
Kakà 5,5: L’assist per Honda all’inizio, e quello per De Jong ala fine. Negli altri novanta minuti la solita sequenza di controlli sbagliati, palle perse, lanci approssimativi, contrasti in ritardo. Lo ho riaccolto nel mio cuore rossonero perché ci mette impegno, anche se oggi non vale il peggior Rosina (per dirne uno), ma se, come sembra, sta già ricominciando a batter cassa, allora davvero che se ne vada per sempre.
Taarabt 6: Ottimo primo tempo sempre a gran velocità. Bel tiro parato da Neto, bella azione che porta Honda al cross per Muntari, una brutta conclusione in avvio di ripresa su invito di Balotelli. Crolla fisicamente nel secondo tempo e perde palloni su palloni finchè viene sostituito. Però io uno così, visto il Milan di quest’anno, se sta bene lo metto titolare tutta la vita.
Balotelli 6: E’ l’uomo decisivo, perché dalla sua punizione respinta viene il gol di Mexes, e segna il 2-0 con un’altra punizione. Però nell’arco della partita è di nuovo troppo nervoso e troppo per terra, e a parte le due azioni di cui sopra, lo si vede solo quando dà a Taarabt una buona palla che il marocchino sbaglia. In ogni caso per me vale il discorso di sopra: con un Milan così, uno come lui per me è titolare a prescindere.

Birsa 6: Venti minuti scarsi al posto di Taarabt, a dare più lucidità e calma al possesso palla. Praticamente non la vede mai.
Zaccardo sv: Rileva Balotelli per un finale iperprudente.

Seedorf: Per me lui è l’allenatore dell’anno prossimo. Quel che fa quest’anno sono prove, e le sue scelte sono dettate dalla necessità di ridare fiducia all’ambiente, e al contempo testare tutti quelli che può, così da capire su chi lavorare l’anno prossimo. La formazione di partenza è obbligata stante le assenze. Avrei a un certo punto tolto Honda, ma a conti fatti ha avuto ragione lui. Avanti con Clarence!

2
orvix
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
ovviamente concordo con te, fiducia a Clarence che secondo me e' giudicabile solo al termine del prossimo campionato visto che probabilmente dovra' assimilare una squadra con parecchi nuovi giocatori......
Ho solo qualche perplessita' su alcune scelte insistite su certi singoli a danno di altri....ovviamente Bonera, me lo spiego solo perche' erano compagni di squadra e Daniele e' uno dei grandi vecchi del Milan, bravo ragazzo che fa anche spogliatoio..ragioni tecniche non ne vedo. Inoltre, pur con tutti i suoi limiti, Zapata e' il centrale piu' forte e piu' veloce che abbiamo, non gioca piu'...boh.....
Costant e' in po' meglio di Emanuelson in fase difensiva, peggio in fase di attacco, il problema e' che Clarence propone entrambi anche quando aveva Di Sciglio e Abate a disposizione. Scelte che mi convincono poco, su Honda per il momento non ci sono alternative ma speriamo che non diventi un suo pallino. Su Essien piu' volte titolare spero che abbia capito che per il momento e' improponibile.

3
Don Chisciotte 83
Don Chisciotte 83
Tutor Corriere della Pera
Tutor Corriere della Pera
Abbiati 6,5: Non deve compiere nessuna parata, ma si fa trovare sempre pronto nelle uscite.
Bonera 6: Cuadrado non è mai pericoloso e sicuramente il merito va a lui, avanti come è immaginabile non si vede mai.
Rami 7: Roccioso, solido, deciso. Anche quando è in difficoltà a causa della maggiore velocità degli avversari, si fa valere grazie al suo fisico.
Mexes 7,5: Unico errore, il perdersi Matri che di testa manda fuori. Per il resto partita perfetta e il goal che apre la partita.
Constant 6: In difesa è abbastanza affidabile (un abisso con Emanuelson), in attacco nullo o dannoso.
De Jong 7,5: Partita eccezionale. Di nuovo a livelli altissimi. Un vero muro davanti la difesa e bravo anche in impostazione.
Muntari 6,5: Buonissima partita anche per il senegalese, sempre aggressivo e presente. Sfiora il goal con un paio di tiri molto potenti. Peccato che ogni tanto fa una dei suoi classici errori assurdi.
Honda 5: Inizia con un liscio imbarazzante, cammina in campo per tutta la partita, rallenta tutte le ripartenze. In compenso aiuta in difesa e conquista la punizione del 2-0.
Kakà 5,5: Qualche buono spunto, ma troppo poco, solo l'essenziale. Anche lui aiuta molto in difesa.
Taarabt 6: Buonissimo primo tempo, secondo tempo in calo.
Balotelli 7: Da due sue punizioni arrivano entrambi i goal, la prima sulla respinta di Neto con il goal di Mexes e il secondo direttamente in rete. Per il resto molto più volenteroso del solito, aiuta i compagni anche in copertura e da solo mette in apprensione la difesa viola. Peccato per il solito giallo per proteste.

Birsa s.v.
Zaccardo s.v.

Seedorf 7,5: Nonostante le assenze, schiera un Milan battagliero e unito. Tutti i giocatori si aiutano in campo e il Milan è ordinato e pericoloso.

4
euvitt
euvitt
Viandante Storico
Viandante Storico
copioincollo:
Secondo quanto riporta calciomercato.com, il Milan torna all’attacco per Ljajic. Il giovane serbo, non è tra i preferiti di mister Garcia e Galliani sarebbe pronto ad approfittare della situazione offrendo come contropartita alla Roma, Alessandro Matri.
La Roma è in cerca di una punta vice Destro, l’attuale attaccante della Fiorentina, potrebbe essere il giocatore giusto. Ljajic invece sarebbe l’ideale per il 4-2-3-1 di Clarence Seedorf.

L’attaccante 29 enne non verrà riscattato dalla Fiorentina e quindi a fine stagione tornerà a milanello. Il Milan vuole usarlo come contropartita non solo con la Roma ma anche con la Lazio, nella speranza di arrivare a Candreva. L’unico ostacolo è l’alto stipendio di Matri che si aggira intorno ai 2,7 milioni di euro.

.............
ok dar via Ljajic ...ma che male abbiamo fatto per prenderci Matri?
....parer mio: Ljajic non è male ma qualcuno deve farlo giocare come sa e incoraggiarlo seguirlo motivarlo...ecc ecc...
però in un 4 3 3 come laterale è ottimo, se azzecca la giornata è letale, con lui da una parte e il faraone dall'altra viene fuori un qualcosa di probabilmente pericoloso per gli avversari

5
emme
emme
Viandante Residente
Viandante Residente
ah! qui si parla anche di calcio?

e chi mi muove più!

datemi un gelato variegato al giorno
del cioccolato
una sambuca
una russa di 34 anni che adora lvt e non si rassegna a perddre la sua straordinaria bellezze giovanile e....

sarò vostro per questa temporanea eternità

6
istinto
istinto
Viandante Storico
Viandante Storico
Lvt?

7
nonsidirebbe
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
@euvitt ha scritto:copioincollo:
Secondo quanto riporta calciomercato.com, il Milan torna all’attacco per Ljajic. Il giovane serbo, non è tra i preferiti di mister Garcia e Galliani sarebbe pronto ad approfittare della situazione offrendo come contropartita alla Roma, Alessandro Matri.
La Roma è in cerca di una punta vice Destro, l’attuale attaccante della Fiorentina, potrebbe essere il giocatore giusto. Ljajic invece sarebbe l’ideale per il 4-2-3-1 di Clarence Seedorf.

L’attaccante 29 enne non verrà riscattato dalla Fiorentina e quindi a fine stagione tornerà a milanello. Il Milan vuole usarlo come contropartita non solo con la Roma ma anche con la Lazio, nella speranza di arrivare a Candreva. L’unico ostacolo è l’alto stipendio di Matri che si aggira intorno ai 2,7 milioni di euro.

.............
ok dar via Ljajic ...ma che male abbiamo fatto per prenderci Matri?
....parer mio: Ljajic non è male ma qualcuno deve farlo giocare come sa e incoraggiarlo seguirlo motivarlo...ecc ecc...
però in un 4 3 3 come laterale è ottimo, se azzecca la giornata è letale, con lui da una parte e il faraone dall'altra viene fuori un qualcosa di probabilmente pericoloso per gli avversari

Magari! Soprattutto se lo prendesse la Lazo e ci desse Candreva! Guarda, ci metto pure Honda!  YES 
Ljajic, invece, mi sta tremendamente sulle palle e credo che non sia niente di che. Certo, pur di dar via Matri prendo anche lui, ma per girarlo a qualcun altro, per esempio alla Lazio per Candreva!  Linguino

8
Don Chisciotte 83
Don Chisciotte 83
Tutor Corriere della Pera
Tutor Corriere della Pera
like per nonsi! :D

9
euvitt
euvitt
Viandante Storico
Viandante Storico
Ljajic non piace neanche a me però esiste una vaga possibilità che qualcuno lo capisca (o che lui cresca) e diventi un campione
Candreva è un buon giocatore ma non credo che vorrei scambiarlo per Florenzi
Comunque il primo (Ljaljic) è una punta vera e propria mentre Candreva è il classico esterno
Matri invece è solo un bidone della Juve pagato più del doppio del suo reale valore ed è emblematico del mercato pazzoide del Milan

10
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Torna in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.