Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Pensieri, Sentimenti, Poesie e Riflessioni....

Condividi 

Vai alla pagina : Precedente  1 ... 21 ... 38, 39, 40  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 39 di 40]

951
Raggiodiluna
Raggiodiluna
Viandante Storico
Viandante Storico
Pensieri, Sentimenti, Poesie e Riflessioni.... - Pagina 39 1003601_805282572833358_58540912_n


Se non ti importa quello che dice la gente hai già mosso il primo passo verso il successo.

(Paulo Coelho)

952
Raggiodiluna
Raggiodiluna
Viandante Storico
Viandante Storico
Pensieri, Sentimenti, Poesie e Riflessioni.... - Pagina 39 10629872_706497299442346_4379328869114853275_n

953
Lady Joan Marie
Lady Joan Marie
Viandante Storico
Viandante Storico
Vivi il presente,
sogna il futuro
e impara dal passato.

954
Raggiodiluna
Raggiodiluna
Viandante Storico
Viandante Storico
Pensieri, Sentimenti, Poesie e Riflessioni.... - Pagina 39 10696394_742818575755956_8194843631807015579_n

955
Raggiodiluna
Raggiodiluna
Viandante Storico
Viandante Storico
Pensieri, Sentimenti, Poesie e Riflessioni.... - Pagina 39 1450055_857750900913252_6289400465724327278_n

956
Hara2
Hara2
Viandante Storico
Viandante Storico
@Raggiodiluna ha scritto:Pensieri, Sentimenti, Poesie e Riflessioni.... - Pagina 39 10629872_706497299442346_4379328869114853275_n

Durante i 26 anni del suo papato, Giovanni Paolo II ha elevato a santità 483 persone, più santi di tutti i precedenti papi assieme, come viene riferito.

Ci fu un personaggio che beatificò ma che non ebbe il tempo di canonizzare perché non visse abbastanza, cioè Madre Teresa, la suora cattolica di origini albanesi che sedeva a tavola con i ricchi e i famosi del mondo mentre veniva considerata una ardente difenditrice dei poveri. Beniamina dei media aziendali e dei governi occidentali, oggetto di adorazione al pari di una celebrità, Teresa è stata per molti anni la donna più riverita sulla Terra, inondata di riconoscimenti e premiata con un Nobel per la pace nel 1979 per il suo “lavoro umanitario” e la sua “ispirazione spirituale”.

Ciò che di solito è passato inosservato sono le grandi somme che riceveva da ricchi contribuenti, compreso un milione di dollari dal bancarottiere condannato per la crisi della Lincoln savings & loan Charles Keating, per conto del quale lanciò personalmente un appello alla clemenza al giudice che presiedeva.

In quella occasione fu invitata dal procuratore a restituire il dono di Keating, dal momento che si trattava di denaro rubato. Non lo fece mai. Piuttosto accettò somme rilevanti donatele dalla brutale dittatura Duvalier e sottratte regolarmente alla tesoreria pubblica di Haiti.

Gli “ospedali” di Madre Teresa per gli indigenti in India e altrove si rivelarono poco più che magazzini umani in cui persone seriamente ammalate giacevano su materassini, a volte cinquanta o sessanta persone in una stanza senza il beneficio di un'adeguata assistenza medica. Generalmente i loro malanni non venivano diagnosticati. Il cibo era nutrizionalmente insufficiente e le condizioni sanitarie deplorevoli. C'era poco personale medico sul posto, più spesso suore e preti impreparati.

Tuttavia, quando si occupava dei propri problemi di salute, Teresa si rivolgeva ad alcuni dei più costosi ospedali e reparti di cura del mondo per trattamenti allo stato dell'arte.

Teresa attraversò il globo per ingaggiare campagne contro il divorzio, l'aborto e il controllo delle nascite. Alla cerimonia per l'assegnazione del Nobel, dichiarò che “il più grande distruttore di pace è l'aborto”. Una volta in un" Discorso pronunciato nel 1979 per la consegna del Nobel per la pace.
"...non voglio etichettare l'AIDS come un flagello di Dio, ma mi sembra che sia la giusta punizione per una condotta sessuale impropria"

"Secondo me è bellissimo che i poveri accettino il loro destino, che lo condividano con la passione di Cristo.Penso che la sofferenza della povera gente sia di grande aiuto per il mondo" Conferenza stampa del 1981 in occasione dell'apertura di un Centro Accoglienza a Washington.

Da tutto questo si dovrebbe facilmente evincere che la novella santa VOLEVA la povertà, la considerava utile enecessaria, che non ha mai avuto la benchè minima intenzione di alleviare le sofferenze dei poveracci che raccoglieva lungo le strade, che il suo ideale ( ma a quanto pare solo per gli altri e non per sè ) era una vita di stenti, di sofferenze e di privazioni.

Teresa alimentò un flusso costante di disinformazione promozionale su se stessa. Sosteneva che la sua missione a Calcutta sfamasse più di mille persone ogni giorno. In altre occasioni questo numero arrivava a 4000, 7000 o 9000. In realtà le sue mense per poveri sfamavano non più di 150 persone (sei giorni a settimana), compreso il suo seguito di suore, novizie e preti. Sosteneva che la sua scuola nei bassifondi di Calcutta ospitasse 5000 bambini quando gli effettivi iscritti erano meno di un centinaio.

Teresa dichiarò di avere 102 centri di assistenza per famiglie a Calcutta, ma Aroup Chatterjee, da lungo tempo residente a Calcutta e autore di un'ampia indagine sul campo sulla sua missione, non ha potuto trovare un singolo centro.

Come uno dei suoi devoti spiegava, “Madre Teresa è tra quelli che meno si preoccupano delle statistiche. Ha ripetutamente affermato che ciò che conta non è quanto lavoro si compie, ma quanto amore si mette nel lavoro”. Ma Teresa era davvero indifferente alle statistiche? Al contrario, le sue inesattezze numeriche andavano consistentemente e opportunamente in una sola direzione, esagerando abbondantemente i suoi risultati.

Durante i molti anni in cui la sua missione era a Calcutta, ci furono circa una dozzina di inondazioni e numerose epidemie di colera dentro o vicino alla città, con migliaia di vittime. Molte organizzazioni di soccorso rispondevano ad ogni disastro, ma Teresa e i suoi non si vedevano, eccetto che brevemente in una occasione.

Quando qualcuno chiedeva a Teresa come la gente senza denaro né potere potesse rendere il mondo un posto migliore, lei rispondeva “Dovrebbero sorridere di più”, una risposta che affascinava alcuni interlocutori. Durante una conferenza stampa a Washington DC, quando le venne domandato “Insegnate ai poveri a sopportare il proprio destino?” rispose “Penso che sia molto bello per i poveri accettare il loro destino, condividerlo con la passione di Cristo. Penso che il mondo tragga molto giovamento dalla sofferenza della povera gente”.

Ma lei stessa visse eccessivamente bene, godendo di lussuose sistemazioni nei suoi viaggi all'estero. Sembra che sia passato inosservato che come celebrità mondiale trascorreva la maggior parte del suo tempo lontano da Calcutta, con soggiorni prolungati presso opulente residenze in Europa e negli Stati Uniti, volando da Roma a Londra a New York su aerei privati.

Madre Teresa è il supremo esempio di quel tipo di icona accettabilmente conservatrice diffusa da una cultura dominata dalle élite, una “santa” che non ha espresso una parola critica contro le ingiustizie sociali, e che ha mantenuto comode relazioni con i ricchi, i corrotti e i potenti.

Ha dichiarato di essere al di sopra della politica quando era di fatto marcatamente ostile verso ogni tipo di riforma progressista. Teresa era amica di Ronald Reagan, e intima del conservatore magnate britannico dei media Malcolm Muggerridge. Era una gradita ospite del dittatore haitiano “Baby Doc” Duvalier, e aveva il supporto e l'ammirazione di una quantità di dittatori centro e sudamericani.



CITAZIONE
nei suoi "centri di accoglienza" faceva dormire la gente su tavole di legno, non usava antidolorifici, metteva i malati contagiosi insieme ai sani e, candelina sulla torta, battezzava in punto di morte persone di altre fedi religiose.

CITAZIONE
una delle caratteristiche di questi "ospedali" era il non uso di antidolorifici anche in caso di malati terminali. La motivazione non era economica (sono farmaci poco costosi e teresa ha sempre avuto a disposizione fiumi di denaro), ma filosofica: per la "santa" il dolore avvicina a dio, è un dono del signore e pertanto non andava eliminata questa manna di dio.
A me personalmente è capitato di dover soffrire fisicamente e vi garantisco che in quei momenti ci si sente in guerra col mondo intero e se dio esistesse e si potesse strozzare lo si farebbe, solo una "santa" malata di estremo sadismo poteva pensarla così, comunque questa è una posizione molto diffusa fra i "pensatori" della chiesa ed è per questo che le cure palliative in italia si sono poco sviluppate.

Il giornalista britannico Christopher Hitchens ha scritto un libro dal titolo provocatorio The Missionary Position: Mother Teresa in Theory and Practice[18] e un articolo pubblicato da le Monde Diplomatique;[19] ha lungamente seguito criticamente le attività di Madre Teresa arrivando a definirla «il rapace di Calcutta»[20] e sostenendo che spendeva il denaro donato per la cura dei poveri in altri progetti.[21] Anche Sanal Edamaruku, Segretario Generale dell'Associazione Razionalista Indiana, ritiene che l'ordine di madre Teresa sia pochissimo attivo nella lotta contro la miseria indiana. Secondo lui, madre Teresa avrebbe imbrogliato un grande numero di gente onesta nascondendo le sue relazioni con i dittatori cosí come si distingueva nella scarsa visibilità alla destinazione dei fondi. raccolti.[22]

Charles Keating è un affarista condannato a dieci anni per truffa, racket e cospirazione[23]. Prima della condanna fece una donazione di 1.250.000 dollari a Madre Teresa.[24] Quando Keating fu sottoposto a processo per le sue attività criminose, Madre Teresa inviò una lettera alla corte in cui affermava di non essere a conoscenza degli affari di Keating.[25] I pubblici ministeri le risposero informandola che questi affari consistevano nella truffa di risparmiatori, e che quindi anche il denaro da lei ricevuto avrebbe avuto quella provenienza, quindi se ella avesse voluto fare qualcosa anche per questi bisognosi, avrebbe potuto restituire tutto quel denaro. Madre Teresa non rispose alla lettera, né restituì la somma ricevuta.[3] Anche Michaël Parenti, figura conosciuta del movimento progressista nordamericano, ha criticato le sue relazioni con alcuni personaggi quali Keating o "Baby doc", il dittatore haitiano Jean-Claude Duvalier. Secondo lui madre Teresa avrebbe usato soprattutto per se stessa le donazioni raccolte. Inoltre ha accusato Madre Teresa di avere avuto la tendenza a mentire riguardo la lotta alla miseria in India.[26]

Madre Teresa é stata oggetto di inchieste giornalistiche da parte della stampa e della televisione[27]. Il Guardian nel 1996, in una sua inchiesta, denunciò le condizioni dei bambini orfani (che vivevano nelle strutture di Madre Teresa) oggetto di abbandono e di sevizie fisiche e psicologiche. Il metodo di lavoro e le condizioni dei suoi assistiti vennero criticati da un documentario televisivo inglese del 1997 dal titolo "Mother Teresa: Time for Change?"[28].

Nel 1998 il settimale tedesco Stern pubblicò un articolo fortemente critico su Madre Teresa, dal titolo "Madre Teresa, dove sono i tuoi milioni?" frutto di una inchiesta durata un anno che spaziava su tre continenti[29]. La conclusione finale diceva che il suo ordine era sicuramente di carattere religioso, ma non aveva nulla a che fare con la caritá.

http://it.wikipedia.org/wiki/Madre_Teresa_...delle_donazioni

Madre Teresa ha anche condotto delle campagne contro il divorzio, che individuò come un immorale abominio e che sostenne dovesse essere reso illegale.

http://www.uaar.it/ateismo/opere/47.html

Christopher Hitchens, un giornalista inglese che ora vive a Washington, ha descritto l'organizzazione di Madre Teresa come una setta che ha incoraggiato la sofferenza e non ha aiutato i bisognosi. Hitchens ha scritto che le parole sulla povertà della stessa Madre Teresa provano che "la sua intenzione non era quella di aiutare la gente". Ha citato il discorso di Madre Teresa a una conferenza stampa del 1981 nella quale le fu chiesto: "Lei insegna ai poveri a sopportare la loro sorte?" Lei rispose: "Penso sia molto bello per i poveri accettare la loro sorte, dividerla con la Passione di Cristo. Penso che il mondo sia molto aiutato dalla sofferenza della povera gente."

Hitchens inoltre sostiene che Madre Teresa abbia mentito ai donatori circa l'utilizzo dei loro contributi. Ai donatori fu detto che il denaro serviva a costruire infrastrutture mediche in India e in altri luoghi. Delle prove mostrerebbero invece che sono stati ampiamente spesi in lavori missionari e che Madre Teresa controllava personalmente alcuni di questi fondi: non sarebbe stato costruito alcun ospedale. Nel 1994 Hitchens ha pubblicato un articolo su "The Nation" titolato "Il demone di Calcutta".

Hitchens, insieme al giornalista britannico Tarik Alì, ha co-prodotto un documentario televisivo per la britannica Channel 4 chiamato "Hell's Angel" (L'angelo dell'Inferno), basato su un lavoro di Aroup Chatterjee. Benché egli non fosse mai entrato nel merito delle conclusioni del documentario, Chatterjee criticò ciò che aveva definito l'"approccio volto al sensazionale" di questo lavoro. L'anno successivo Hitchens pubblicò "La posizione della missionaria: teoria e pratica di Madre Teresa", che aveva gli stessi contenuti, ma più particolareggiati.

Il dottor Aroup Chatterjee, l'autore di "Madre Teresa: il verdetto definitivo" (2003), ha sostenuto che l'immagine di Madre Teresa come aiuto ai poveri, agli ammalati ed ai morenti è fuorviante ed esagerato; il numero di persone aiutate dal più grande dei ricoveri non è nemmeno vicino alla grandezza che gli occidentali credono che abbia.

Anche Chatterjee ha dichiarato che molte delle operazioni dell'Ordine non si impegnano assolutamente in alcuna attività di carità. I fondi sarebbero utilizzati per il lavoro missionario. Secondo quanto è stato da lui detto, nessuna delle strutture gestite dalle Missionarie della Carità in Papua Nuova Guinea ospita dei bisognosi; il loro unico compito è quello di convertire la popolazione al Cattolicesimo. Alcuni di coloro che difendono l'Ordine hanno controbattuto facendo notare che l'attività missionaria - dichiarata con il nome stesso dell'Ordine - è stata una parte basilare della vocazione di Madre Teresa. In una lettera aperta scritta a quest'ultima, Chatterjee ha chiesto delucidazioni in proposito. Chatterjee cita i Madre Teresa e le sue stime (57.000 persone aiutate in una sola struttura, 250.000 in un'altra, centinaia di persone soccorse ogni giorno in una terza) ed avanza dubbi in proposito. Secondo quanto scritto in un rapporto sulla Suora apparso sullo "Stern Magazine", l'associazione umanitaria protestante "Assemblea di Dio" serve ogni giorno 18.000 pasti nella città di Calcutta: molti di più di quelli serviti in tutte le strutture delle Missionarie della Carità messe insieme.

Chatterjee inoltre pone in rilievo come non sarebbero stato concesso alle famiglie dei ricoverati nelle strutture dell'Ordine visitare i propri cari e come le Missionarie della Carità di Madre Teresa siano le uniche associazioni caritative, tra quelle presenti in India, che si rifiuterebbero di rilasciare un proprio rapporto finanziario. "Direi che è ormai una certezza il fatto che milioni di persone sono morte a causa del suo lavoro, e che molti altri milioni sono stati resi ancora più poveri, più stupidi, più malati, più debilitati, più intimoriti e, infine, più ignoranti" - dice Hitchens.

Battesimo dei moribondi [modifica]

Alcuni hanno accusato Madre Teresa di battezzare i malati in punto di morte, senza chiedere il loro parere. Tali critiche avrebbero preso spunto da una dichiarazione di Madre Teresa, nella quale la suora dichiarava di offrire ai malati "uno speciale biglietto per San Pietro". [citazione necessaria]

In realtà, Madre Teresa si riferiva all'assistenza spirituale che dava ai suoi assistiti e per la quale si era accordata con un iman musulmano, un religioso indù, un sacerdote cattolico e un pastore protestante i quali si occupavano dei malati della propria religione. [11]

Atteggiamento con i leader politici [modifica]

Madre Teresa lasciò alcune dichiarazioni pubbliche riguardanti leader politici che hanno prodotto svariate controversie. Dopo la sospensione delle libertà civili attuata dal Primo Ministro indiano Indira Gandhi, disse: "La gente è più soddisfatta, ora c'è più lavoro e, certamente, non ci sono scioperi". Questi commenti di approvazione sono stati visti come un risultato dell'amicizia tra Madre Teresa e il Nationalist Congress Party e sono stati criticati addirittura dai media di orientamento cattolico. Nel 1981 fece un viaggio ad Haiti per accettare un'onorificenza da parte di François Duvalier, che era noto come repressivo cleptocrate, celebrando la famiglia Duvalier in quanto "amica dei poveri di Haiti".[citazione necessaria]

Nel 1989 ritornò in Albania dopo la morte del dittatore Enver Hoxha, che in vita non le permise mai di tornarvi: neppure quando morì sua madre. In questa occasione Madre Teresa fece visita alla vedova, si recò al cimitero dove si trovava la tomba del dittatore e mise un mazzo di fiori sulla sua lapide. Secondo il Nunzio Apostolico Ivan Dias "Tale gesto, pieno di carità, fu apprezzato da tutti, cristiani e non cristiani, e anche da coloro che erano stati vittime delle feroci persecuzioni del dittatore". Hoxha fu un leader fortemente stalinista a capo del Paese nel periodo della Guerra Fredda, che dichiarò illegale la religione e che in alcune occasioni represse brutalmente delle manifestazioni religiose, tra le quali anche quelle della Chiesa Cattolica.

Un altro esempio dei presunti allontanamenti di Madre Teresa dalle sue convinzioni, nei momenti in cui fossero coinvolte persone famose o di potere, sarebbe la questione del divorzio. Nonostante la sua ostilità a questa pratica, disse al Ladies Home Journal, riferendosi al matrimonio del Principe Carlo d'Inghilterra e della sua amica Principessa Diana: "È un bene che sia finito. Nessuno dei due ne era più contento". Poco prima, aveva invitato gli Irlandesi a votare contro il diritto di divorzio nel referendum che si teneva in quei giorni in Irlanda[12].

Charles Keating [modifica]

Charles Keating, affarista condannato a dieci anni per truffa, racket e cospirazione, fece in precedenza una donazione di $1 250 000 a Madre Teresa.[13]

Quando egli fu sottoposto a processo per le sue attivita' criminose, Madre Teresa invio' una lettera alla corte in cui affermava di non essere a conoscenza degli affari di Keting.[14] I pubblici ministeri le risposero informandola che questi affari consistevano nella truffa di risparmiatori, e che quindi anche il denaro da lei ricevuto avrebbe avuto quella provenienza, quindi se ella avesse voluto fare qualcosa anche per questi bisognosi, avrebbe potuto restituire tutto quel denaro.

Ella non rispose alla lettera, ne' restitui' la somma ricevuta.[15]

L'analisi ufficiale della Chiesa Cattolica sulle critiche [modifica]

La Chiesa Cattolica non ha trascurato le critiche a Madre Teresa, ed in particolar modo quelle raccolte nel libro di Christopher Hitchens. Seppure in maniera non ufficialmente assimilabile a quello che veniva una volta chiamato istituto dell'Avvocato del Diavolo (abolito nell'83), egli fu chamato a rendere la sua testimonianza durante la causa di beatificazione presso Padre O'Connor della Arcidiocesi di Washingon. [16]. Cio' non costitui' un ostacolo per la canonizzazione di Madre Teresa.

957
davidkepesh
davidkepesh
Viandante Residente
Viandante Residente
Possesso di Osho Rajneesh

Non essere possessivo, perché quando sei possessivo, stai solo mostrando di essere un mendicante.

Quando cerchi di possedere, mostri solo che non possiedi nulla; altrimenti non dovresti fare uno sforzo. Se sei già il padrone, perché sforzarti?

Per esempio, se ami una persona e cerchi di possederla, non la ami. Non sei neanche certo che la persona ami te. Ecco perché crei tutte quelle misure di sicurezza, la circondi di trucchi e furbizie di ogni genere, proprio perché così non potrà lasciarti. Ma così uccidi l'amore. L'amore è libertà, l'amore dà libertà, l'amore vive nella libertà. L'amore è, nel suo nucleo più essenziale, libertà.

Se ami veramente, non occorre possedere; possiedi già con tanta profondità, a che servirebbe? Non pretendi nulla, qualsiasi pretesa apparirebbe superficiale. Quando possiedi veramente, diventi non possessivo. Ma è qualcosa che devi imparare, tienilo presente. Non cercare di possedere nulla. Al massimo usa e sii grato che ti è stato permesso di usare, ma non possedere.

Il possesso è una forma di avarizia, e un avaro non può fiorire. Un avaro è sempre in uno stato di costipazione spirituale, è malato. Devi aprirti, condividere. Condividi ciò che hai e crescerà; condividi di più e crescerà. Continua a dare, e riceverai ancora. La sorgente è eterna, non essere avaro. Di qualsiasi cosa si tratti - amore, saggezza… qualsiasi cosa, condividi. Non possessività vuol dire condividere.

Dovunque tu sia, devi solo comprendere la possessività e lasciarla andare. Non c'è nulla di sbagliato nella moglie - solo non dire mia moglie. Lascia cadere il 'mio'. Non c'è nulla di sbagliato nei bambini - sono bellissimi, figli del divino. Ti è stata data l'opportunità di servirli e di amarli: usala, ma senza dire “miei.” Sono arrivati attraverso di te ma non appartengono a te. Appartengono al futuro, appartengono al tutto. Tu sei stato un passaggio, un veicolo, ma non sei il proprietario.

Resta dove sei, resta dove sei stato posto dall'esistenza e vivi in modo non possessivo, e di colpo inizierai a fiorire. Le energie fluiranno, non sarai bloccato, diventerai un flusso. E fluire è bellissimo; vivere bloccati e congelati vuol dire essere brutti e morti.

Arriva alla purezza del centro. Quella è la meta.

958
Hara2
Hara2
Viandante Storico
Viandante Storico
Dateci qualche cosa da distruggere,
Una corolla, un angolo di silenzio,
Un compagno di fede, un magistrato,
Una cabina telefonica,
Un giornalista, un rinnegato,
Un tifoso dell'altra squadra,
Un lampione, un tombino, una panchina.
Dateci qualche cosa da sfregiare,
Un intonaco, la Gioconda,
Un parafango, una pietra tombale.
Dateci qualche cosa da stuprare,
Una ragazza timida,
Un'aiuola, noi stessi.
Non disprezzateci: siamo araldi e profeti.
Dateci qualche cosa che bruci, offenda, tagli, sfondi, sporchi
Che ci faccia sentire che esistiamo.
Dateci un manganello o una Nagant,
dateci una siringa o una Suzuki.
Commiserateci.

P.Levi

959
Raggiodiluna
Raggiodiluna
Viandante Storico
Viandante Storico
Pensieri, Sentimenti, Poesie e Riflessioni.... - Pagina 39 10689965_765372576841818_5361030520131831501_n

Fluisci quanto più ti è possibile, in modo selvaggio.
Non credere ai limiti, e non permettere a nessuno di confinarti, per nessun motivo.
Non permettere mai a nulla di diventare una tua prigionia.
Continua a fluire, a muoverti, a scorrere; più sei simile a un fiume, più ti avvicinerai all'oceano.

(Osho)

960
Raggiodiluna
Raggiodiluna
Viandante Storico
Viandante Storico
Pensieri, Sentimenti, Poesie e Riflessioni.... - Pagina 39 10645316_765365850175824_1365476332712021547_n

Ho un sogno
e ti ci devo portare.

961
Raggiodiluna
Raggiodiluna
Viandante Storico
Viandante Storico
Pensieri, Sentimenti, Poesie e Riflessioni.... - Pagina 39 10675564_765356506843425_8066838903466037495_n

Ci sono amori così,
che nascono come fiori tra le macerie.
E sono i migliori.

962
Raggiodiluna
Raggiodiluna
Viandante Storico
Viandante Storico
Pensieri, Sentimenti, Poesie e Riflessioni.... - Pagina 39 10408574_765354576843618_3562802749419729157_n

Questo messaggio lo dedichiamo ai folli.
A tutti coloro che vedono le cose in modo diverso.
Potete glorificarli o denigrarli,
ma l'unica cosa che non potete fare è ignorarli.
Perché riescono a cambiare le cose.
E mentre qualcuno potrebbe definirli folli,
noi ne vediamo il genio.
Perché solo coloro che sono abbastanza folli
da pensare di poter cambiare il mondo,
lo cambiano davvero.

(M. Gandhi)

963
Raggiodiluna
Raggiodiluna
Viandante Storico
Viandante Storico
Pensieri, Sentimenti, Poesie e Riflessioni.... - Pagina 39 10703725_765415036837572_1163688085538803377_n

La ragione non urla,
la ragione si siede ed aspetta.

(S. Randall)

964
paolo iovine
paolo iovine
Viandante Mitico
Viandante Mitico
la prigionia non esiste, è solo un errata concezione della libertà.

965
Hara2
Hara2
Viandante Storico
Viandante Storico

Pensieri, Sentimenti, Poesie e Riflessioni.... - Pagina 39 Uomo-nella-fossa-di-SAlfonso
Vuoi tu peccare?

Vuoi tu stesso scriverti la sentenza di morte eterna, e condannarti ad ardere per sempre nell'inferno?
«No», tu mi dici, «non voglio dannarmi, voglio salvarmi; se farò questo peccato, appresso me lo confesserò».
E mi dici: «spero di ricuperarla colla confessione ».?

Ma se poi non la ricuperi?

E se viene la morte?



S. Alfonso Maria de Liguori, Dottore della Chiesa, "Apparecchio alla Morte"

966
Raggiodiluna
Raggiodiluna
Viandante Storico
Viandante Storico
Pensieri, Sentimenti, Poesie e Riflessioni.... - Pagina 39 10622902_764997693545973_2189081000257483324_n

In ogni donna c'è una bambina che senza dire nulla chiede sicurezza,
protezione ed un paio di braccia robuste dove addormentarsi

967
paolo iovine
paolo iovine
Viandante Mitico
Viandante Mitico
io le braccia robuste ce le ho; se ti va ti porto per grotte e anfratti, strapiombi, abissi marini e cime montane e a caccia di belve feroci; in modo che tu sia la donna del cacciatore; ti prometto cene di vino e selvaggina e dormite che non conosci, che quando ti svegli hai un energia che illumineresti il Sahara.

968
Hara2
Hara2
Viandante Storico
Viandante Storico
Un ditalino è decisamente meno stressante, vero Biba? Pensieri, Sentimenti, Poesie e Riflessioni.... - Pagina 39 827538

969
Raggiodiluna
Raggiodiluna
Viandante Storico
Viandante Storico
@paolo iovine ha scritto:io le braccia robuste ce le ho; se ti va ti porto per grotte e anfratti, strapiombi, abissi marini e cime montane e a caccia di belve feroci; in modo che tu sia la donna del cacciatore; ti prometto cene di vino e selvaggina e dormite che non conosci, che quando ti svegli hai un energia che illumineresti il Sahara.

Sul serio?
L'idea non è male.... a parte il fatto che non caccerei le belve feroci perché amo gli animali...
e non mangerei "selvaggina" per lo stesso motivo ed anche perché non mi piace.
Per quanto riguarda "dormite che non conosco" che cosa intendi?

Raggiodiluna

970
paolo iovine
paolo iovine
Viandante Mitico
Viandante Mitico
intendo il silenzio dell' aperta campagna, un silenzio senza confini, un volta stellata che si muove col passar delle ore finchè l' alba non sbiadisce il tutto per far posto al nuovo giorno.

971
laura18
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
Ma Paolo... no
Prima fai dichiarazioni a Cenerina, adesso a Corricoilupi qui..... Ma si fa?

972
paolo iovine
paolo iovine
Viandante Mitico
Viandante Mitico
per me la femmina è poesia.

973
Raggiodiluna
Raggiodiluna
Viandante Storico
Viandante Storico
@paolo iovine ha scritto:intendo il silenzio dell' aperta campagna, un silenzio senza confini, un volta stellata che si muove col passar delle ore finchè l' alba non sbiadisce il tutto per far posto al nuovo giorno.

Devo dire che messa sotto questo aspetto la cosa è davvero invitante...
Dormire sotto un manto di stelle guardando la Luna sopra di noi che
illumina i nostri corpi.... è davvero bello ed anche romantico...
Pochi sono gli uomini che apprezzano ancora queste cose....  sorriso

Raggiodiluna

974
paolo iovine
paolo iovine
Viandante Mitico
Viandante Mitico
mah, sai, sono un po' all' antica; corte spietata.

975
Raggiodiluna
Raggiodiluna
Viandante Storico
Viandante Storico
@paolo iovine ha scritto:mah, sai, sono un po' all' antica; corte spietata.

La corte per la donna è e resterà sempre cosa bella e piacevole,
sempre se saputa fare.... con stile, educazione e gentilezza....
Mentre quella fatta in altro modo, può risultare non piacevole,
fastidiosa ed a volte quando si eccede, anche disgustosa...
Poi esiste anche quella da "presa in giro"....poverino/a chi
ci capita... ma quella è un'altra storia...  sorriso

Raggiodiluna

976
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Torna in alto  Messaggio [Pagina 39 di 40]

Vai alla pagina : Precedente  1 ... 21 ... 38, 39, 40  Seguente

Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.