Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Milan - Parma 2-4: pagelle rossonere

Condividi 

Visualizza l'argomento precedente Visualizza l'argomento successivo Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
nonsidirebbe
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Una squadra a pezzi. Questo è il Milan visto oggi.
A pezzi fin dall’approccio iniziale, evidentemente moralmente a terra dopo la figuraccia di Madrid, le polemiche, gli attriti in spogliatoio, la contestazione della curva.
A pezzi dopo 5 minuti, quando resta in dieci.
A pezzi atleticamente, come si vede in modo impietoso ogni volta che il Parma si affaccia in avanti. L’inferiorità numerica è troppo per le gambe già imballate dei rossoneri, e l’abisso a livello di rapidità che si schiude ogni volta che Biabiany o Schelotto (quest’ultimo sembrava Overmars, tanto lasciava piantato il suo avversario ad ogni accelerazione) erano lanciati suonava come una campana a morto su ogni velleità di salvare almeno la faccia.
Eppure, dopo un ineccepibile doppio svantaggio, il Milan riusciva comunque a tornare sul 2-2, e lasciamo stare come. Ma poi giustamente il Parma, inspiegabilmente intimidito dopo il 2-0, rimetteva fuori la testa  e con semplicità totale tornava in vantaggio, fino a chiudere impietosamente con il 4-2 che suona forse fin troppo severo.
Ho pochi commenti da fare: credo che Seedorf abbia ragione nel dire che non è colpa sua, e che ha trovato una squadra atleticamente e fisicamente a terra, per colpa della politica pessima della società e della gestione Allegri. Sta però di fatto che dopo un inizio incoraggiante anche Clarence sembra avere perso la trebisonda, e la sua gestione non sta dando più frutti. Non c’è più tempo da perdere: l’ora delle scelte, su chi puntare e chi mandare a mare deve cominciare da adesso, senza buonismi. Avanti con chi ci crede e chi tiene alla maglia rossonera, e solo con quelli.

Abbiati 5,5: Pronti via e Schelotto gli arriva lanciato da solo. Esce alla disperata, va anche sul pallone ma travolge l’attaccante. Rosso e rigore.
Abate 5,5: Lui è uno di quelli che mostra di tenerci. Fa quel che può in avanti: un buon cross per Balotelli a fine primo tempo, un suggerimento a smarcare Poli e il  lancio per Montolivo da cui il rigore del pari. Dietro balla come tutti per via dell’inferiorità numerica, e ripete in fotocopia il disorientamento di Madrid quando il Parma fa il 2-0. Molta foga e altrettanta imprecisione.
Mexes 5: Comincia con buona personalità, poi si assenta dal suo stesso cervello per metà primo tempo, quando lascia al Parma tre occasioni non chiudendo su Acquah e Biabiany e facendo quasi autogol su un cross innocuo. Rischia di brutto il rosso già nella prima metà. Anche lui a spasso sull’azione del 2-0 del Parma, non basta qualche buon piazzamento a liberare quando alcuni compagni dormono.
Bonera 6: Non c’è avversario ormai che faccia fatica a saltarlo in velocità. Ripeto che è inadeguato alla Serie A. Eppure non è direttamente responsabile su nessuno dei quattro gol del Parma, anzi in due occasioni è provvidenziale a salvare su errori altrui (o, come nel caso di Biabiany, ad un suo stesso errore). Quando esce Emauelson va a sinistra e fa meglio dell’olandese. Poi esce anche lui.
Emanuelson 5: Ha colpe evidenti sull’episodio che cambia la partita: si perde completamente Schelotto e da lì il rigore del 1-0. Colpe anche sul 2-0, perché la palla che innesca l’azione del gol passa accanto a lui, che non interviene. In avanti un paio di cose decenti le fa, ma è dietro che è un pianto: Schelotto sembra Garrincha, Bruno Conti, Overnars.. fate voi. Non  lo vede mai. Lascia il posto per disperazione.
Essien sv: Sacrificato per far posto ad Amelia dopo 5 minuti.
De Jong 5: Per buona parte della partita è il migliore del Milan. Ma tutto quello che ha fatto di decente viene cancellato dagli ultimi venti minuti. In realtà già prima non è esente da colpe insieme con molti suoi compagni sul 2-0 di Cassano, ma poi (ormai sulle ginocchia) fa disastri. Subito dopo il 2-2 perde la palla a centrocampo che lancia Schelotto, ed è in ritardissimo fatale su Amauri che fa il 3-2. Pochi minuti dopo si perde Biabiany, e alla fine se lo riperde, e quello fa il 4-2.
Poli 6,5: Fin dall’inizio si vede che è uno dei più carichi. Un paio di scambi con Balotelli potevano portare a miglior finalizzazione. Non si dà mai per vinto, corre per tre, e non si scompone anche se cambia posizione in campo almeno tre volte. Finisce addirittura da terzino sinistro, e fa miglior figura dei suoi compagni anche lì. Peccato che sul 4-2 del Parma respinga male di testa dando di fatto l’assist a Biabiany.
Montolivo 5: Sembra tra i più  intimiditi e frastornati dalla contestazione della curva. Parte trequartista, ma dopo 5 minuti è di nuovo nel suo ruolo. Sbaglia l’inenarrabile: passaggi su passaggi, contrasti su contrasti. Tramortito da un paio di pallonate in faccia, finisce pure contuso dopo una brutta caduta sulla schiena. Nel secondo tempo aveva fatto qualcosa di meglio, procurandosi il rigore del provvisorio pareggio, almeno.
Kakà 4,5: Ma seriamente: sono solo io che vedo che questo giocatore non azzecca mai una giocata? Un passaggio, un dribbling? La spizzata di testa su corner da cui il palo di Balotelli, e poi niente di niente: sempre anticipato sui passaggi verso di lui, sempre stoppato sui tentativi di dribbling, decine di palloni persi.
Balotelli 5,5: Il più beccato dalla curva, cerca di tenere i nervi saldi, ma logicamente non gioca sereno. Eppure è lui che becca il palo su corner, è lui che segna il rigore del 2-2, e se qualche cosa che non sia mediocre si vede, nasce da lui (un paio di azioni con Poli, un suggerimento a Kakà). Potrebbe fare di più, si sconforta e perde o gioca male troppi palloni, ma non credo che si meriti il peggio che la tifoseria riserva al Milan. Così lo si distrugge, e non mi pare una buona idea.

Amelia 6: Becca lui tutti e quattro i gol, e su quello di Amauri ha anche le sue colpe, ma prima è bravo a salvarsi dal quasi-autogol di Mexes, è tempestivo in una uscita non facile in mezzo all’area e nel finale esce bene su Schelotto lanciato (tanto per cambiare) da solo, evitando il 2-4, che arriverà però poco dopo.
Rami 6,5: Bello e di forza il gol del 1-2. Poi indietro fa quello che può, cercando di alzare la barriera e il fisico contro i parmigiani lanciati.
Pazzini 6: Oppure senza voto. Non gli arriva una palla giocabile che sia una. Lui si mette dove deve, lotta e sgomita con Lucarelli, crea spazi, detta i passaggi, ma non gliene arriva una.

Seedorf: Il piano tattico è ingiudicabile, perché salta dopo 5 minuti. Mi lascia perplesso in partenza la scelta di Essien, ma non si fa in tempo a capire se invece era giusta. Tarda troppo a togliere Emanuelson da una zona dove il Parma fa quel che vuole. Cambia moduli e posizioni n continuazione, finchè in qualche modo si raggiunge il pari. Poi crollo totale. La squadra non solo non ha testa, ma non ha gambe. Come dicevo, è ora di abbandonare i buonismi e di puntare solo su chi ci  crede e tiene alla maglia, su chi è professionista e non fighetta. Ma è anche ora di toccare i  totem, senza paura: un Kakà così non serve a niente, anzi è dannoso. Perché Taarabt fuori?

2
orvix
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
una cosa abbiamo capito, come diceva Euvitt se volevamo risollevare la stagione in qualche maniera non era sicuramente da affidare la squadra a Seedorf che e' pur sempre un tecnico neofita, ma ci sarebbe voluto un tecnico pratico e navigato come Reja, Ranieri, Spalletti, persino Del Neri mi viene da dire. Il cambio del tecnico di solito serve a questo, e' pleonastico dire che hai trovato una brutta situazione, se non fosse stato cosi' non ti avrebbero chiamato per migliorarla.....
Detto questo, concordo invece su quello che Clarence fa capire e che cioe' lui e' gia' proiettato sulla prossima stagione e che questa gli serve per capire tante cose e vedere i giocatori...anzi meglio cosi', con un altro tecnico magari avremmo fatto qualche risultato in piu' e avremmo dovuto fare l'inutile e modesta Europa league con contorno di partite il giovedi' sera..per carita'...ricordiamoci come si e' ricostruita la Juve di Conte, primo anno senza coppe.
I miei dubbi , forti, sono per adesso sulle scelte dei giocatori, insistere su Bonera e Mexes lasciando fuori Zapata e Rami mi sembra quasi folle, riproporre Essien e' folle senza il quasi....non capisco.

3
istinto
istinto
Viandante Storico
Viandante Storico
Questa partita era l'ultima con la sfida infrasettimanale e volendo a tutti i costi giustificare alcune scelte si puó dire che voleva far recuperare alcuni giocatori. Ma questa è l'ultima, da dome ica prossima gli alibi sono finiti, dentro solo gli utili alla prossima stagione !

4
rebel
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Seedorf: fora dai bal!  SGHIGNAZZARE 

Allenatore senza esperienza e senza classe. Richiamiamo Allegri che è meglio, non credo che il toscano abbia mai imputato ad altri i suoi fallimenti.

I risultati parlano chiaro: Seedorf è riuscito a fare peggio di Allegri, se riteneva che la squadra facesse così schifo doveva evitare di prenderla in corsa. Se dopo che l'ha presa in corsa si accorge che atleticamente la squadra non c'è e continua a farla giocare con un modulo (?) che richiede un gran dispendio di energie, significa che come allenatore non vale una ceppa.

Seedorf proiettato alla prossima stagione e fa prove? Con Mexes-Chuck Norris? Andiamo su... Lo sanno tutti che Mexes farà le valigie ed è inaffidabile come pochi giocatori al mondo, manda in campo uno della primavera, piuttosto.

Credo anche io che sia ora di toccare i mostri sacri: mettiamo dentro Pazzini dall'inizio e facciamo partire Balotelli dalla panca. Questo sì avrebbe una sua logica.

5
Don Chisciotte 83
Don Chisciotte 83
Tutor Corriere della Pera
Tutor Corriere della Pera
Abbiati 5: Esce alla disperata su Schelotto: rigore e cartellino rosso dopo 5 minuti.
Abate 5,5: Dietro fa quello che può, anche se non è la sua fase migliore, avanti si fa vedere qualche volta.
Mexes 5: Fino al 2-0 gioca bene, poi causa anche la disattenzione sul 2-0, perde la tranquillità e rischia di farsi buttare fuori per un paio di interventi fallosi da già ammonito. Rischia anche l'autogol su cross da destra.
Bonera 5,5: Primo tempo decente, nella ripresa è sulle ginocchia e ben fa Seedorf a sostituirlo. In velocità facilmente superato e di testa raramente si vede.
Emanuelson 4: Schelotto (che non è Cristiano Ronaldo) lo salta sempre e lo umilia ogni volta che viene avanti. In avanti non si vede mai. O lo si mette più avanzato, togliendogli/riducendogli la fase difensiva o meglio far giocare qualcun altro.
Essien s.v.
De Jong 5: Colpevole su 3 dei 4 goal del Parma (tutti tranne il primo). Lento, imballato. Crolla fisicamente dopo metà primo tempo.
Poli 6,5: Migliore in campo per i rossoneri, corre come un forsennato, rientra, si inserisce. Uno dei pochi degni di restare.
Montolivo 5,5: Conquista il rigore, ma per il resto sbaglia troppo.
Kakà 4,5: In 10 e due partite nella stessa settimana non fanno più per lui. Sbaglia moltissimo, irriconoscibile. In velocità Acquah lo umilia e gli recupera un paio di metri come fosse nulla. Unica cosa buona la spizzata che dà a Balotelli il pallone che l'attaccante calcia sul palo.
Balotelli 6: Un palo colpito, goal sul rigore e buone giocate offensive. Unica sua colpa è che non lotta per la squadra ma spesso trotterella per il campo.

Seedorf: 5,5. Giocare in 10 tutta la partita, sullo 0-1 e dopo il poker preso dall'Atletico cambia tutto, ma insistere ancora con Emanuelson che non sa difendere e che ci fa perdere tutte le partite e far giocare due partite ravvicinate a Kakà che non le regge sono errori gravi. Le sostituzioni sono azzeccate. Lascia perplessi far giocare ancora Bonera titolare.
Amelia 5,5: Salva su Mexes e in alcune altre occasioni, ma comunque anche se non colpevole subisce 4 goal.
Rami 6,5: Entra e segna l'1-2 tra due difensori su corner e scuote la squadra. Dietro chiude alla meglio su un Parma arrembante.
Pazzini s.v.

6
xmanx
xmanx
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
sad 

7
Mononeurone
Mononeurone
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Sinceramente vedendo ancora una volta mexes capisco perchè la roma l'ha ceduto senza banfare e mi chiedo come possa giocare in serie A.

8
euvitt
euvitt
Viandante Storico
Viandante Storico
@Mononeurone ha scritto:Sinceramente vedendo ancora una volta mexes capisco perchè la roma l'ha ceduto senza banfare e mi chiedo come possa giocare in serie A.
Mexes è unico nel suo genere....forse, per te che sei juventino posso dirti che ricorda vagamente Zebina che conosco per averlo avuto nella Roma, ma Mexes forse è stato un po' meglio
Giocatore che nei momenti migliori impone le sue enormi capacità fisiche e ti dirò anche tecniche....
Il fatto è che in testa non ha un cervello con due emisferi ma due criceti che ogni tanto giocano o trombano.....in quei momenti perde palla, posizione, causa rigori, litiga, si fa buttare fuori.....
Nei momenti migliori l'ho vist o annullare letteralmente i più bei attaccanti del campionato.....nei momenti peggiori è meglio Bonera......e ho detto tutto

9
Contenuto sponsorizzato

Visualizza l'argomento precedente Visualizza l'argomento successivo Torna in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.