Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

I Cup Cake della Ninfaeco

Condividi 

Vai alla pagina : 1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 3]

1
NinfaEco
NinfaEco
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
I Cup Cake della Ninfaeco Cam00130


Ve lo dico subito prima che me lo chiediate anche voi....

No, quella che c'è in cima non è diarrea  Sorriso Scemo 



Trattasi di Cup Cake a cioccolato che ho fatto senza comprare pivottini e costose decorazioni di zucchero.
Sono Cup Cake low cost insomma...


Volevo fotografare tutto ma mentre scioglievo lo zucchero e mi accingevo a lavare la bacinella, ho rotto l'uovo che avevo nella mano con cui reggevo la bacinella. L'uovo mi è caduto sul piede e sul tappeto. Il gatto ha iniziato a leccarlo e io sono inciampata nel gatto.

... insomma mi è passata l'ispirazione di fotografare il tutto  Sorriso Scemo 


Ricetta:


Montate a spuma 120 gr di burro e 100 gr di zucchero, aggiungete 2 uova intere e poi 120 gr di farina, 2 gr di lievito, vanillina, limone grattugiato e 4 cucchiai di cacao amaro colmi.
In ogni pivottino stanno circa 2 cucchiai di impasto ( a me ne sono venuti 10).
Vanno cotti a 180° per 20 minuti.

Mentre si raffreddano montate a spuma il burro e intanto che montate il burro fate sciogliere 150 gr di zucchero con 50 ml di acqua. Aggiungete lo sciroppo facendolo colare a filo dentro ad una bacinella in cui avete 6 rossi d'uovo. Montate sempre e non smettete finchè non è freddo. Poi questo intruglio lo mettete nel burro montato a spuma, aggiungete 6 cucchiai di cacao e montate.

Lasciate in frigo 1 ora.

Poi con la carta forno fatevi una sac a poche . Io ho seguito queste istruzioni

I Cup Cake della Ninfaeco Come-realizzare-una-sac-a-poche

Riempitela bene e schiacciate fino a coprire i Cup Cake.
Mettete in frigo e mangiate dopo un'oretta.

2
kohkarunagi
kohkarunagi
Viandante Storico
Viandante Storico
Inorridisco. Non mangio dolci e quelle merendine, sebbene di bell'aspetto, paiono dolci da morire.  SGHIGNAZZARE 
Complimenti per la manualità, ma quanto al resto sono la persona meno indicata per apprezzare un dolce.

3
SergioAD
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Ooh! Ma sei brava!

... a noi s'è rotta la molla dello sportello del forno, apertosi bruscamente non so come forse per il calore s'è rotto il vetro esterno ora siamo in fase pippe mentali per forni multifunzionali, pirolitici, etc... intanto gli ugelli del gas sopra il forno hanno ridotto l'intensità di erogazione del gas, abbiamo scoperto che il tubo è vecchiotto e va cambiato... per qualche strano motivo la caldaia perde pressione... infine v'è un accumulo di condensa in cucina che provoca muffa nella sua stessa estensione effettuata grazie alla concessione comunale di allargamento delle case!

Il forno pirolitico è in competizione con quello catalitico a cui però vanno sostituiti i pannelli dopo un paio d'anni! Ma perché? Perché non i vecchi forni senza funzioni assurde da cambiare ogni 5 anni invece di questi eternamente puliti e prestanti che tanto appena escono nuove funzionalità assurde e rarissime chi non l'ha è obsoleto insieme al suo forno?

Abbiamo una bellissima macchina da cucina a legna in campagna, piace a tutti ma guai a suggerire di trasferirla in città!

Poi, cara Ninfa, vengono fuori prelibatezze come questa tua che io già mi piaci e allora pirolitico sia!

Oggi sono solo in mattinata e faccio i supplì di riso.

4
Megara
Megara
Viandante Storico
Viandante Storico
Ne voglio uno.... Adesso!  fame 

5
Zadig
Zadig
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
quei cosi fanno diventare culone...

6
Megara
Megara
Viandante Storico
Viandante Storico
Ma magari ne vale la pena...

7
SergioAD
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Be' che ve devo di' voi abbiate culone senza timori! C'è sempre l'aspetto poetico le natiche - Zadic stai fermo! Ah ah! Se il culo non è poesia dimmi tu a ndo' sta la poesia!

Scusaci Ninfa sto doppio senso è terribile! Vinci tu e basta!

8
FUCKTOTUM
FUCKTOTUM
Viandante Storico
Viandante Storico
Image hosted by servimg.com

Odio i cup cake.

Son terrone, ho avuto l'imprinting della sfogliatella e coltivo il culto del baba.
La "guantiera" è per me indissolubilmente legata alla festa, alla famiglia, agli amici.
Mi son (de)formato in Francia fra millefeuilles ed eclair e fò una mousse au chocolat che, ai fini del "dammela", funge meglio dello champagne.
Sull'isola su cui sto non esiste pasticceria autoctona, solo cagate d'importazione.
Essenzialmente donuts, muffin e sti cazzo di cup cake che sembrano sfornati da nonna Papera. Enormi, fluo e a occhio, dal peso specifico plumbeo.
C'è poi la croissanterie francese ma è come il Mc Donald, un risvolto della globalizzazione.
Mi sono avvicinato ai muffin (al cacao con pepitoni di cioccolato e mou: da carenza affettiva)  ci do ogni tanto di donut (versioni suine/ripiene) ma a sti cosi da cartoon non mi sono mai avvicinato; mi terrorizzano.

Grazie Ninfa per i tuoi cup cake impressionisti dal volto umano.

9
euvitt
euvitt
Viandante Storico
Viandante Storico
@FUCKTOTUM ha scritto:
Son terrone, ho avuto l'imprinting della sfogliatella e coltivo il culto del baba.
sono romano....ma Roma non è particolarmente brillante per quanto riguarda i dolci
pastiere e sfogliatelle napoletane nel mio cuore se la battono con la pasta di mandorle siciliana

10
FUCKTOTUM
FUCKTOTUM
Viandante Storico
Viandante Storico
@euvitt ha scritto:
@FUCKTOTUM ha scritto:
Son terrone, ho avuto l'imprinting della sfogliatella e coltivo il culto del baba.
sono romano....ma Roma non è particolarmente brillante per quanto riguarda i dolci
pastiere e sfogliatelle napoletane nel mio cuore se la battono con la pasta di mandorle siciliana

In sicilia ho mangiato un gelato al gelsomino che resta una delle esperienze più "eteree" del gusto che ricordi.
Hanno cose spettacolari (cannoli in primis) ma, in line di massima, arabeggiano troppo per i miei gusti: troppo zucchero (e miele), risultati stucchevoli.

11
Magonzo
Magonzo
Viandante Storico
Viandante Storico
@FUCKTOTUM ha scritto:In sicilia ho mangiato un gelato al gelsomino che resta una delle esperienze più "eteree" del gusto che ricordi.
Hanno cose spettacolari (cannoli in primis) ma, in line di massima, arabeggiano troppo per i miei gusti: troppo zucchero (e miele), risultati stucchevoli.
la Campania per la cucina è assolutamente head & shoulders above, su tutto, non ci sono katsi da appendere;

di alto livello ci sarebbe anche quella piemontese che ha anche un'ottima cucina di carne e una pasticceria cioccolatosa e continentale di rilievo; e poi la Puglia, la migliore delle cucine popolari, dato che Napoli e Piemonte sono tradizioni aristocratiche e borghesi, inarrivabili;

lo speziato della cucina e pasticceria siciliana pure è tanta roba, anche se capisco che può sembrare eccessivo, come son loro; però la cassata, quella vera, prodotta dalle suorine di Erice, è un'esperienza mistica;
detto questo, ricce e pastiera a colazione tutta la vita, e poi i dolci di De Riso a Minori.

12
FUCKTOTUM
FUCKTOTUM
Viandante Storico
Viandante Storico
@Magonzo ha scritto:
@FUCKTOTUM ha scritto:In sicilia ho mangiato un gelato al gelsomino che resta una delle esperienze più "eteree" del gusto che ricordi.
Hanno cose spettacolari (cannoli in primis) ma, in line di massima, arabeggiano troppo per i miei gusti: troppo zucchero (e miele), risultati stucchevoli.
la Campania per la cucina è assolutamente head & shoulders above, su tutto, non ci sono katsi da appendere;

di alto livello ci sarebbe anche quella piemontese che ha anche un'ottima cucina di carne e una pasticceria cioccolatosa e continentale di rilievo; e poi la Puglia, la migliore delle cucine popolari, dato che Napoli e Piemonte sono tradizioni aristocratiche e borghesi, inarrivabili;

lo speziato della cucina e pasticceria siciliana pure è tanta roba, anche se capisco che può sembrare eccessivo, come son loro; però la cassata, quella vera, prodotta dalle suorine di Erice, è un'esperienza mistica;
detto questo, ricce e pastiera a colazione tutta la vita, e poi i dolci di De Riso a Minori.

Cazzo Mago, che dici me devo da preoccupá? Sono (quasi) d'accordo su tutta la linea.
(Ho notato che succedede solo quando si blatera di cose serie  I Cup Cake della Ninfaeco 214252  )
Puglia: una rivelazione. Piemonte, sotto influenza cianfrese, sfodera la miglior cioccolateria dello stivale ma secondo me, il bue di Carrù, alla chianina, je fa una pippa. (La sua cucina tradizionale è troppo pesante per i miei gusti.)
Per il pesce grandi sorprese da Veneto e soprattutto Liguria.
Mensione speciale all'emilia per il culatello e il parmigiano: senza eguali sul pianeta.

13
Magonzo
Magonzo
Viandante Storico
Viandante Storico
@FUCKTOTUM ha scritto:
Puglia: una rivelazione. Piemonte, sotto influenza cianfrese, sfodera la miglior cioccolateria dello stivale ma secondo me, il bue di Carrù, alla chianina, je fa una pippa. (La sua cucina tradizionale è troppo pesante per i miei gusti.)
Per il pesce grandi sorprese da Veneto e soprattutto Liguria.
Mensione speciale all'emilia per il culatello e il parmigiano: senza eguali sul pianeta.
la cucina italiana è tutta buona, soprattutto deve ci sono pesce e verdure, Liguria meglio del Veneto, anche se Venezia città ha notevoli tradizioni; li frega la campagna povera e un po' il clima, che invece in Liguria favorisce;
se ti piacciono i salumi e passi da Montalcino, il capocollo di lonza senese aromatizzato al finocchio - vabbè, per una volta non ci diventi Sorriso Scemo - è al livello del culatello,

il punto in Italia è che le cucine regionali sono fondate sui buoni prodotti, ma quasi mai sulle tecniche e la cultura; tranne che nelle due capitali, Napoli e Torino, dove dalle Corti partiva una gara all'emulazione che si trasmetteva a tutta la piramide sociale;
Roma, che è stata solo capitale della mortificazione pretesca, non ha borghesia, né cultura, e infatti abbiamo solo quattro piatti poveri e pecorili, frattaglie, pecorino, carciofi; buoni, però è niente... testata contro il mu 

14
FUCKTOTUM
FUCKTOTUM
Viandante Storico
Viandante Storico
Ti dirò a Siena ho mangiato le meglio fiorentine (Papei, di sicuro conosci) il finocchio negli insaccati non mi sconfinfera. Crudo in insalata con arancia si (rivelazione eugubina).
Maglia nera, per me, in Italia e non a caso: Basilicata e Molise. Seguono Calabria e Abruzzo.
La cucina tradizionale romana non fá per me e poi a Roma, per mangiar bene, devi mediamente lalasciarci la pelle del culo.

P.s però due filetti di baccalá coatti all'obitorio mo me li farebbi fame 

15
Zadig
Zadig
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@Magonzo ha scritto:
@FUCKTOTUM ha scritto:
Puglia: una rivelazione. Piemonte, sotto influenza cianfrese, sfodera la miglior cioccolateria dello stivale ma secondo me, il bue di Carrù, alla chianina, je fa una pippa. (La sua cucina tradizionale è troppo pesante per i miei gusti.)
Per il pesce grandi sorprese da Veneto e soprattutto Liguria.
Mensione speciale all'emilia per il culatello e il parmigiano: senza eguali sul pianeta.
la cucina italiana è tutta buona, soprattutto deve ci sono pesce e verdure, Liguria meglio del Veneto, anche se Venezia città ha notevoli tradizioni; li frega la campagna povera e un po' il clima, che invece in Liguria favorisce;
se ti piacciono i salumi e passi da Montalcino, il capocollo di lonza senese aromatizzato al finocchio - vabbè, per una volta non ci diventi Sorriso Scemo- è al livello del culatello,

il punto in Italia è che le cucine regionali sono fondate sui buoni prodotti, ma quasi mai sulle tecniche e la cultura; tranne che nelle due capitali, Napoli e Torino, dove dalle Corti partiva una gara all'emulazione che si trasmetteva a tutta la piramide sociale;
Roma, che è stata solo capitale della mortificazione pretesca, non ha borghesia, né cultura, e infatti abbiamo solo quattro piatti poveri e pecorili, frattaglie, pecorino, carciofi; buoni, però è niente... testata contro il mu 
mi sa che tu conosci poco la cucina sicula...

16
FUCKTOTUM
FUCKTOTUM
Viandante Storico
Viandante Storico
@Zadig ha scritto:
@Magonzo ha scritto:
@FUCKTOTUM ha scritto:
Puglia: una rivelazione. Piemonte, sotto influenza cianfrese, sfodera la miglior cioccolateria dello stivale ma secondo me, il bue di Carrù, alla chianina, je fa una pippa. (La sua cucina tradizionale è troppo pesante per i miei gusti.)
Per il pesce grandi sorprese da Veneto e soprattutto Liguria.
Mensione speciale all'emilia per il culatello e il parmigiano: senza eguali sul pianeta.
la cucina italiana è tutta buona, soprattutto deve ci sono pesce e verdure, Liguria meglio del Veneto, anche se Venezia città ha notevoli tradizioni; li frega la campagna povera e un po' il clima, che invece in Liguria favorisce;
se ti piacciono i salumi e passi da Montalcino, il capocollo di lonza senese aromatizzato al finocchio - vabbè, per una volta non ci diventi Sorriso Scemo- è al livello del culatello,

il punto in Italia è che le cucine regionali sono fondate sui buoni prodotti, ma quasi mai sulle tecniche e la cultura; tranne che nelle due capitali, Napoli e Torino, dove dalle Corti partiva una gara all'emulazione che si trasmetteva a tutta la piramide sociale;
Roma, che è stata solo capitale della mortificazione pretesca, non ha borghesia, né cultura, e infatti abbiamo solo quattro piatti poveri e pecorili, frattaglie, pecorino, carciofi; buoni, però è niente... testata contro il mu 
mi sa che tu conosci poco la cucina sicula...
Mi sa che non hai letto tutto. I Cup Cake della Ninfaeco 73990920 

17
Zadig
Zadig
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@FUCKTOTUM ha scritto:Ti dirò a Siena ho mangiato le meglio fiorentine (Papei, di sicuro conosci) il finocchio negli insaccati non mi sconfinfera. Crudo in insalata con arancia si (rivelazione eugubina).
Maglia nera, per me, in Italia e non a caso: Basilicata e Molise. Seguono Calabria e Abruzzo.
La cucina tradizionale romana non fá per me e poi a Roma, per mangiar bene, devi mediamente lalasciarci la pelle del culo.

P.s però due filetti di baccalá coatti all'obitorio mo me li farebbi fame 
l'obitorio è sceso di livello, così come anche il negozio di filetti di baccalà che sta a via dei giubbonari, ahimè.

Non è vero che si spende necessariamente tanto per mangiare bene.

18
Zadig
Zadig
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@FUCKTOTUM ha scritto:
@Zadig ha scritto:
@Magonzo ha scritto:
@FUCKTOTUM ha scritto:
Puglia: una rivelazione. Piemonte, sotto influenza cianfrese, sfodera la miglior cioccolateria dello stivale ma secondo me, il bue di Carrù, alla chianina, je fa una pippa. (La sua cucina tradizionale è troppo pesante per i miei gusti.)
Per il pesce grandi sorprese da Veneto e soprattutto Liguria.
Mensione speciale all'emilia per il culatello e il parmigiano: senza eguali sul pianeta.
la cucina italiana è tutta buona, soprattutto deve ci sono pesce e verdure, Liguria meglio del Veneto, anche se Venezia città ha notevoli tradizioni; li frega la campagna povera e un po' il clima, che invece in Liguria favorisce;
se ti piacciono i salumi e passi da Montalcino, il capocollo di lonza senese aromatizzato al finocchio - vabbè, per una volta non ci diventi Sorriso Scemo- è al livello del culatello,

il punto in Italia è che le cucine regionali sono fondate sui buoni prodotti, ma quasi mai sulle tecniche e la cultura; tranne che nelle due capitali, Napoli e Torino, dove dalle Corti partiva una gara all'emulazione che si trasmetteva a tutta la piramide sociale;
Roma, che è stata solo capitale della mortificazione pretesca, non ha borghesia, né cultura, e infatti abbiamo solo quattro piatti poveri e pecorili, frattaglie, pecorino, carciofi; buoni, però è niente... testata contro il mu 
mi sa che tu conosci poco la cucina sicula...
Mi sa che non hai letto tutto. I Cup Cake della Ninfaeco 73990920 
ho letto, ho letto, e non credo proprio che la cucina partenopea sia superiore a quella sicula.

19
An Boum
An Boum
Viandante Storico
Viandante Storico
Cupcakes vade retro con tutti quei coloranti di sintesi puah ...
Belli da vedere ma non li mangerei neanche sotto tortura.
A sto punto meglio quelli della Ninfa anche se una spolveratina di zucchero a velo li avrebbe messi un pò più in tiro per la foto
 I Cup Cake della Ninfaeco 73990920

20
Magonzo
Magonzo
Viandante Storico
Viandante Storico
@Zadig ha scritto:ho letto, ho letto, e non credo proprio che la cucina partenopea sia superiore a quella sicula.
Za, a me piacciono tantissimo alcune siculerie; il fatto è che si tratta di una cosa un po' troppo fusion per avere una fisionomia precisa ed è poco diffuso un patrimonio "tecnico" uniforme, come invece in Campania e Piemonte;

in Campania, gente che cucina male i fondamentali non la trovi proprio; non ne faccio tanto una questione di piatti comparati, dove è un po' questione di gusto, ma di tradizione e approccio medio: pure un nerd 20enne salernitano ha una sensibilità tecnica quasi da novelle cuisine, perché è proprio il Genius loci; ma li hai mai sentiti parlare ? quelli si arrapano solo a descrivere quello che mangeranno, come lo prepareranno... fanno i simposi e stanno a discutere per ore tirando in ballo nonne e bisnonne sulla teoria; nel resto d'Italia hai certamente delle eccellenze basate sulla valorizzazione di prodotti e tradizioni, ma non a quel livello di fissa Sorriso Scemo

21
FUCKTOTUM
FUCKTOTUM
Viandante Storico
Viandante Storico
E poie a Napule ce sta a muzzarell!

(che lutto!  I Cup Cake della Ninfaeco 73990920 )

22
Zadig
Zadig
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@Magonzo ha scritto:
@Zadig ha scritto:ho letto, ho letto, e non credo proprio che la cucina partenopea sia superiore a quella sicula.
Za, a me piacciono tantissimo alcune siculerie; il fatto è che si tratta di una cosa un po' troppo fusion per avere una fisionomia precisa ed è poco diffuso un patrimonio "tecnico" uniforme, come invece in Campania e Piemonte;

in Campania, gente che cucina male i fondamentali non la trovi proprio; non ne faccio tanto una questione di piatti comparati, dove è un po' questione di gusto, ma di tradizione e approccio medio: pure un nerd 20enne salernitano ha una sensibilità tecnica quasi da novelle cuisine, perché è proprio il Genius loci; ma li hai mai sentiti parlare ? quelli si arrapano solo a descrivere quello che mangeranno, come lo prepareranno... fanno i simposi e stanno a discutere per ore tirando in ballo nonne e bisnonne sulla teoria; nel resto d'Italia hai certamente delle eccellenze basate sulla valorizzazione di prodotti e tradizioni, ma non a quel livello di fissa Sorriso Scemo
è quello il problema: troppo parlare, mentre i fatti spesso lasciano a desiderare.
Sono bravissimi ad elogiare ed a supervalutare ogni scoreggia che fanno (hai presente Blably?)
Ma ostentare quello che si sa fare non significa saperlo fare, molto spesso.
Come il non ostentare non significa non saper fare.
Posso dirti che forse non ho mai mangiato del pesce peggiore come in costiera amalfitana... roba da star male.
Non si fanno scrupoli a mollarti porcherie, io ho notato questo.

23
FUCKTOTUM
FUCKTOTUM
Viandante Storico
Viandante Storico
@Zadig ha scritto:
@Magonzo ha scritto:
@Zadig ha scritto:ho letto, ho letto, e non credo proprio che la cucina partenopea sia superiore a quella sicula.
Za, a me piacciono tantissimo alcune siculerie; il fatto è che si tratta di una cosa un po' troppo fusion per avere una fisionomia precisa ed è poco diffuso un patrimonio "tecnico" uniforme, come invece in Campania e Piemonte;

in Campania, gente che cucina male i fondamentali non la trovi proprio; non ne faccio tanto una questione di piatti comparati, dove è un po' questione di gusto, ma di tradizione e approccio medio: pure un nerd 20enne salernitano ha una sensibilità tecnica quasi da novelle cuisine, perché è proprio il Genius loci; ma li hai mai sentiti parlare ? quelli si arrapano solo a descrivere quello che mangeranno, come lo prepareranno... fanno i simposi e stanno a discutere per ore tirando in ballo nonne e bisnonne sulla teoria; nel resto d'Italia hai certamente delle eccellenze basate sulla valorizzazione di prodotti e tradizioni, ma non a quel livello di fissa Sorriso Scemo
è quello il problema: troppo parlare, mentre i fatti spesso lasciano a desiderare.
Sono bravissimi ad elogiare ed a supervalutare ogni scoreggia che fanno (hai presente Blably?)
Ma ostentare quello che si sa fare non significa saperlo fare, molto spesso.
Come il non ostentare non significa non saper fare.
Posso dirti che forse non ho mai mangiato del pesce peggiore come in costiera amalfitana... roba da star male.
Non si fanno scrupoli a mollarti porcherie, io ho notato questo.

Un punto a Zadig
Sai quante volte mi son sentito dire:
"Chest' nun'è pe vuie"

24
Zadig
Zadig
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
a me la sicumera partenopea, e pure quella romana, mi stanno parecchio sul cazzo...

Sono convinti di essere superiori, ma superiori de che?
Poi anche io adoro la buona cucina partenopea, ovvio, che a mio parere però la fama è ingigantita a dismisura.
Ed ho notato anche che alcuni piatti sono scopiazzati da altre regioni e fatti propri.
Pure in altri posti di Italia si cucinano piatti di altre regioni, ma non se ne prende la paternità come fanno i partenopei.

25
FUCKTOTUM
FUCKTOTUM
Viandante Storico
Viandante Storico
@Zadig ha scritto:a me la sicumera partenopea, e pure quella romana, mi stanno parecchio sul cazzo...

Anche a me ma è così che gira. Considera che in costiera ci va gente che mette il katchup sulla frittura di pesce e pasteggia a cappuccino.
Ci son dei posti, però, (apparte gli stellati michelin) dove - se conisci- mangi roba inarrivabile.

26
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Torna in alto  Messaggio [Pagina 1 di 3]

Vai alla pagina : 1, 2, 3  Seguente

Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.