Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Milan - Spezia 3-1: pagelle rossonere

Condividi 

Visualizza l'argomento precedente Visualizza l'argomento successivo Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
nonsidirebbe
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Poco più di un allenamento, avversario inferiore di molto, partita chiusa dopo mezz’ora, nonostante la formazione di partenza del Milan fosse molto “sperimentale”.
Sì, va bene, ma da quanto tempo non scrivevo una cosa così? E’ difficile frenare l’entusiasmo, oggettivamente esagerato, per avere eliminato lo Spezia dalla Coppa Italia, ma non posso spegnere la gioia che mi dà non vedere più la faccia di Allegri su quella panchina di cui è stato indegno possessore per tre anni e mezzo. Dirò di più: resto per ora dell’avviso che col Tasso si sarebbe potuto finire il campionato, senza chiamare subito Seedorf, ma forse è proprio il Tasso che non ha voluto.
In ogni caso, anche prendendola alla stregua di un’amichevole estiva, alcune cose non si possono negare: con Montolivo centrale l’azione è più fluida e meno prevedibile, e soprattutto ho rivisto (a tratti) il pressing alto in stile sacchiano che col livornese non si è mai visto.
Forse condizionato dall’assurda cronaca Rai, ho già paura che Seedorf inventi cose strambe, rispolverando il “4-2-fantasia” di Leonardo con cui facemmo pena pur avendo ancora una squadra forte. Però mi consolo, perché sono gli stessi commentatori che hanno visto Rami come un ottimo difensore…
Basta così per stasera, perché la tentazione di esagerare con l’entusiasmo per il Tasso è forte.

Abbiati 6,5: In una serata dove l’avversario è quasi sempre lontanissimo da lui, alla prima palla fa una brutta uscita alta. Però prima su Ferrari, e poi sulla stessa azione del gol fa due belle parate, quando la squadra ha abbassato la guardia, rivelando comunque che la difesa resta un problema grave.
Zaccardo 6: Sarà brutto da vedere, limitato tecnicamente, e insieme coi suoi compagni dorme un po’ sull’azione del gol spezzino, ma se si vede quanto ha fatto in avanti non si può negargli la sufficienza: la torre di testa per Pazzini che sbaglia,  l’assist a Poli che tira malissimo, un altro assist per Pazzini su cui Leali è bravissimo, e poi due tentativi personali non banali. Insomma, ho visto di peggio.
Rami 5,5: Visto così per la prima volta mi metto le mani nei capelli. Mi pare un armadio con piedi di legno, stupido e lento. Sì, può fare “buh” agli avversari per via della stazza, ma poco di più. Non ha colpe dirette sul gol dello Spezia, ma veramente mi domando dove siamo andati a prenderlo. Più che cannonate a casaccio non spara, quando cerca di giocare la palla è inguardabile, e sembra uno che fino a ieri giocava a rugby. Un Senderos più bello di viso, ma forse pure più scarso di piedi. Spero mi faccia ricredere presto, se no tutta la vita avanti con Zapata e Mexes!
Mexes 6: Inizia scazzato in un modo che mi fa venire i nervi. Supponente, sembra appena sceso dal letto. Nel primo tempo l’unico “pericolo” dello Spezia viene da un colpo di testa su corner dell’uomo che Mexes si è dimenticato. Nella ripresa si sveglia, forse gli hanno dato un caffè. Anche lui dorme un po’ sul gol dello Spezia al 90esimo. Bello un suo tiro da fuori alto di pochissimo nel primo tempo.
De Sciglio 6,5: In fase difensiva il suo salvataggio sulla brutta uscita di Abbiati all’inizio compensa il concorso di colpa sul gol dello Spezia. In costruzione e attacco invece è sempre luciido, e copre la sua fascia senza alcun problema, pur non entrando nelle azioni più significative.
Poli 6: Molto dinamico ma altrettanto arruffone ed impreciso. Sembra dover dimostrare qualcosa, perciò gli manca spesso la lucidità, e l’irruenza è troppa. In una partita giocata quasi sempre all’attacco, si distingue per l’assist per il gol di Pazzini e un'altra bella iniziativa nel finale. Ma fa anche un tiro orrendo su invito di Zaccardo.
Montolivo 8: Mi darete dell’esagerato, ma sta di fatto che non sbaglia praticamente una palla. Messo in mezzo detta i tempi di gioco, variandoli. Non sarà mai Pirlo, ma fra quelli in rosa è l’unico che sappia costruire dal basso in modo apprezzabile (come nel girone di ritorno dell’anno scorso, peraltro).  In fase offensiva emerge soprattutto nel secondo tempo, col gran tiro sulla cui respinta segna Honda, e con due gran palle (una per Honda e una per Zaccardo) che creano pericoli veri. Ma la cosa più notevole è che nel suo ruolo è capacissimo di contrastare e recuperare palla. Solo quell’idiota di Allegri non sa che ci sono giocatori che uniscono bella tecnica e visione alla giusta capacità di interdizione, e che vanno messi in mezzo al campo. Chissà cosa sarebbe di Pogba, se lo allenasse Allegri…
Cristante 5,5: Stasera non mi ha convinto. Poco efficace, spesso anticipato o in ritardo sui contrasti, niente di notevole da segnalare, se non la buona personalità e il senso della posizione. Ha 18 anni: non è certo una bocciatura!
Honda 7: Mentre gli assurdi telecronisti narrano di un Honda fuori dal gioco, io osservo questo tipo che non ha paura di dettare sempre il passaggio, che rarissimamente perde palla, che sembra passeggiare ma è sempre dove deve essere, che fa sempre la cosa intelligente. Ed è pure concreto. Segna il terzo gol ribattendo la respinta sul tiro di Montolivo.  Ma soprattutto, è sempre nel vivo delle azioni pericolose: duetta bene con Robinho, ispira Poli, ruba palla sulla trequarti e la dà a Pazzini che sbaglia… Insomma, non  è certo un comprimario.
Robinho 6,5: Comincia molto bene, duettando con Honda e andando a mettere in gol il cross di Pazzini. Ha voglia di correre e di giocare, e anche se piano piano sparisce dal campo, è stata una bella partita la sua.
Pazzini 6,5: Decisamente un altro pianeta rispetto a Matri. Non è solo un diavolo dell’area, ma sa dialogare e svariare. Il suo assist per Robinho è bello tanto quanto il gol in semi-rovesciata con splendido inserimento sul pallone di Poli. Peccato però che nel primo tempo si mangi un gol sulla punizione di Honda toccatagli da Zaccardo, e soprattutto che concluda orrendamente il contropiede innescato da Honda che ruba palla sulla trequarti e gli dà un pallone su un piatto d’argento, che lui sparacchia alle stelle. Però, ben ritrovato, grande Pazzo!

Birsa 6: Gioca mezz’ora al posto di Honda e lo fa con ordine e tranquillità, concedendosi anche qualche buona giocata.
Petagna 6: Rileva Pazzini a partita conclusa, e non fa nulla se non correre e metterci il fisico. Secondo me è piuttosto pippa.
Nocerino 6: Venti minuti in una posizione non chiara, non incide e non fa danni.

Tassotti: Che dire? E’ bello vedere il suo nasone adunco in panca senza avere accanto quella merda di un livornese. Manda in campo una formazione rimaneggiata (come è ovvio contro lo Spezia in Coppa Italia), ma con una logica di gioco che perfino i telecronisti Rai hanno percepito come diversa: l’azione parte più indietro, quindi con più alternative, e soprattutto ho avuto più sussulti quando ho visto quelle cinque o sei occasioni di pressing alto sulla trequarti avversaria… Il Tasso li ha vissuti quegli anni:  non può esserseli dimenticati! A questo punto sta a Clarence convincerci che lui saprà fare ancora meglio, con questi uomini.

2
Magonzo
Magonzo
Viandante Storico
Viandante Storico
@nonsidirebbe ha scritto:
Tassotti: Che dire? E’ bello vedere il suo nasone adunco in panca senza avere accanto quella merda di un livornese.
oh, ma ca' sei, pisano ?!
che sia andato son contento, ma piantala col "livornese" !  Milan - Spezia 3-1: pagelle rossonere 689565 

3
nonsidirebbe
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
@Magonzo ha scritto:
@nonsidirebbe ha scritto:
Tassotti: Che dire? E’ bello vedere il suo nasone adunco in panca senza avere accanto quella merda di un livornese.
oh, ma ca' sei, pisano ?!
che sia andato son contento, ma piantala col "livornese" !  Milan - Spezia 3-1: pagelle rossonere 689565 

 sorriso  Ma non dico "livornese" in senso dispregiativo...
Sta di fatto che è di Livorno! Che ci posso fare?

4
orvix
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@nonsidirebbe ha scritto:
@Magonzo ha scritto:
@nonsidirebbe ha scritto:
Tassotti: Che dire? E’ bello vedere il suo nasone adunco in panca senza avere accanto quella merda di un livornese.
oh, ma ca' sei, pisano ?!
che sia andato son contento, ma piantala col "livornese" !  Milan - Spezia 3-1: pagelle rossonere 689565 

 sorriso  Ma non dico "livornese" in senso dispregiativo...
Sta di fatto che è di Livorno! Che ci posso fare?



Nonsi, per i giocatori che abbiamo, secondo me il modulo giusto e' proprio il 4-2-3-1.....permette a Montolivo di giocare nel suo ruolo ed a De Jong di fare l'interditore centrale di centrocampo senza compiti di imposstazione, come ha sempre fatto. Poi abbiamo una sterminata scelta su chi far giocare dietro a Balo o Pazzini....direi Kaka' Honda e quando stara' bene il Faraone come titolari, Robinho,Saponara e Birsa come ricambi. Purtroppo il problema e' dietro ed un problema proprio di valore tecnico di gioocatori non da Milan, magari buoni per squadre di medio livello, ma imparagonabili alla tradizione di difensori Milan, da Tassotti a Cafu, da Maldini a Serginho, passando per Costacurta,Filippo Galli,Baresi ,Stam, Nesta, Thiago Silva....

adesso hai Zapata Mexes Rami Silvestre ,Zaccardo, il vecchio Bonera, l'acerbo Di Sciglio, l'inutile Vergara, il tutto sommato modesto Abate, l'innominabile Costant, il discontinuo e non buon difensore Emanuelson...con in porta Abbiati sul viale del tramonto ed un pazzo come secondo portiere. Questa situazione si risolve solo mettendo mani al portafoglio, e non per comprare un Astori che sposta poco gli equilibri (buono nel Cagliari ma il Milan e' un'altra cosa) ma difensori di altissimo livello gia' affermati....altrimenti mediocrita' per altri anni.....

5
euvitt
euvitt
Viandante Storico
Viandante Storico
@orvix ha scritto:
@nonsidirebbe ha scritto:
@Magonzo ha scritto:
@nonsidirebbe ha scritto:
Tassotti: Che dire? E’ bello vedere il suo nasone adunco in panca senza avere accanto quella merda di un livornese.
oh, ma ca' sei, pisano ?!
che sia andato son contento, ma piantala col "livornese" !  Milan - Spezia 3-1: pagelle rossonere 689565 

 sorriso  Ma non dico "livornese" in senso dispregiativo...
Sta di fatto che è di Livorno! Che ci posso fare?



Nonsi, per i giocatori che abbiamo, secondo me il modulo giusto e' proprio il 4-2-3-1.....permette a Montolivo di giocare nel suo ruolo ed a De Jong di fare l'interditore centrale di centrocampo senza compiti di imposstazione, come ha sempre fatto. Poi abbiamo una sterminata scelta su chi far giocare dietro a Balo o Pazzini....direi Kaka' Honda e quando stara' bene il Faraone come titolari, Robinho,Saponara e Birsa come ricambi. Purtroppo il problema e' dietro ed un problema proprio di valore tecnico di gioocatori non da Milan, magari buoni per squadre di medio livello, ma imparagonabili alla tradizione di difensori Milan, da Tassotti a Cafu, da Maldini a Serginho, passando per Costacurta,Filippo Galli,Baresi ,Stam, Nesta, Thiago Silva....

adesso hai Zapata Mexes Rami Silvestre ,Zaccardo,  il vecchio Bonera, l'acerbo Di Sciglio, l'inutile Vergara, il tutto sommato modesto Abate, l'innominabile Costant, il discontinuo e non buon difensore Emanuelson...con in porta Abbiati sul viale del tramonto ed un pazzo come secondo portiere. Questa situazione si risolve solo mettendo mani al portafoglio, e non per comprare un Astori che sposta poco gli equilibri (buono nel Cagliari ma il Milan e' un'altra cosa) ma difensori di altissimo livello gia' affermati....altrimenti mediocrita' per altri anni.....
se dico che la rosa del Milan, pur se da livello medio alto, è priva di senso logico un motivo c'è
hai ragione a dire che siete pieni di mezze punte per il 4 2 3 1 ma col cavolo che avete laterali buoni per difendere nella difesa a 4...per cui o ti inventi che il De Jong quando attacchi faccia il terzo difensore (alla moda spagnola) oppure fai la difesa a 3 ...a questo punto con Mexes Zapata Bonera ti blocchi dietro e i laterali che tanto non sanno difendere li alzi un po' verso il centrocampo.....tanto o un buco di qua o uno di la.....non ne esci facile

6
Magonzo
Magonzo
Viandante Storico
Viandante Storico
@orvix ha scritto: Purtroppo il problema e' dietro ed un problema proprio di valore tecnico di gioocatori non da Milan, magari buoni per squadre di medio livello, ma imparagonabili alla tradizione di difensori Milan, da Tassotti a Cafu, da Maldini a Serginho, passando per Costacurta,Filippo Galli,Baresi ,Stam, Nesta, Thiago Silva....

adesso hai Zapata Mexes Rami Silvestre ,Zaccardo,  il vecchio Bonera, l'acerbo Di Sciglio, l'inutile Vergara, il tutto sommato modesto Abate, l'innominabile Costant, il discontinuo e non buon difensore Emanuelson...con in porta Abbiati sul viale del tramonto ed un pazzo come secondo portiere. Questa situazione si risolve solo mettendo mani al portafoglio, e non per comprare un Astori che sposta poco gli equilibri (buono nel Cagliari ma il Milan e' un'altra cosa) ma difensori di altissimo livello gia' affermati....altrimenti mediocrita' per altri anni.....
io non capisco una mazza di calcio in senso tecnico, perciò, probabilmente hai ragione;

tuttavia, sebbene difficilmente abbia visto un giocatore davvero scarso o mediocre trasformarsi, se non in un fuoriclasse, in uno autonomamente di alto livello, credo che in serie A - e probabilmente anche in mezza B - il livello tecnico di base sia comunque eccellente, e probabilmente una grande differenza la fa anche la capacità dell'allenatore, della società, dell'ambiente in genere di motivare, infondere ottimismo, tranquillità e concentrazione; la perizia del tecnico nell'individuare e comporre al meglio i ruoli;

non so quanto i tifosi di una certa età ricordino più volentieri Lentini, Borghi, e forse lo stesso Savicevic - non per la qualità, ma per gli effetti del loro inserimento in un gruppo compatto - rispetto a Colombo, Evani, Icardi e persino Tassotti, che - mi ricordo perfettamente - quando fu preso dalla Lazio, passava per un cagnaccio di S.Basilio, grintoso e ruvidissimo, sempre a rischio del giallo o del rigore, e poi è diventato un campione;

poi, certo, quei 4 o 5 che fanno la differenza, per puntare in alto li devi avere; ma magari li hai già, e quello che manca loro è il supporto del gioco.

7
euvitt
euvitt
Viandante Storico
Viandante Storico
@Magonzo ha scritto:
tuttavia, sebbene difficilmente abbia visto un giocatore davvero scarso o mediocre trasformarsi, se non in un fuoriclasse, in uno autonomamente di alto livello, credo che in serie A - e probabilmente anche in mezza B - il livello tecnico di base sia comunque eccellente, e probabilmente una grande differenza la fa anche la capacità dell'allenatore, della società, dell'ambiente in genere di motivare, infondere ottimismo, tranquillità e concentrazione; la perizia del tecnico nell'individuare e comporre al meglio i ruoli;

non so quanto i tifosi di una certa età ricordino più volentieri Lentini, Borghi, e forse lo stesso Savicevic - non per la qualità, ma per gli effetti del loro inserimento in un gruppo compatto - rispetto a Colombo, Evani, Icardi e persino Tassotti, che - mi ricordo perfettamente - quando fu preso dalla Lazio, passava per un cagnaccio di S.Basilio, grintoso e ruvidissimo, sempre a rischio del giallo o del rigore, e poi è diventato un campione;
.
in serie A tolte le pippe o quelli scarsi abbiamo
A) quelli che sono anche bravi ma solo a certe condizioni
B) quelli che comunque vada il dovere loro lo fanno
C) quelli che oltre a fare il loro rendono tutto facile per gli altri

Il Milan attuale i C) non li ha più ....ha molti A) e qualche B)
un Mexes tanto per dire è un A) e anche molto bravo ma solo se.....
per dire uno così è più forte sia fisicamente che tecnicamente del più quotato Chiellini ma se lo lasci giocare in una squadra disorganizzata aggiunge casino al casino
se Tassotti & Seedorf sbrogliano il casino vedrai rifiorire un bel po' di gente che ti assicuro farebbe la fortuna di mezza serie A

8
orvix
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Euvitt, secondo me la difesa a 3 e' per squadre mediocri, ci metto la stessa Juve, non mi ricordo una vincitrice di champions degli ultimi 10-15 anni che difendeva a 3...forse il Barca, ma non ne sono sicuro....
In realta' la difesa a 3 non esiste, e' un modulo ultradifensivo e consiste nel togliere un centrocampista ed aggiungere un difensore, in realta' la difesa e' a 5....
Magonzo, secondo me invece sei molto competente nei discorsi tecnici e l'osservazione che hai fatto e' piu' che giusta, hai ragione su Tassotti, pero' in generale credo che per far emergere difensori o centrocampisti od attaccanti non eccelsi financo mediocri, in grandi squadre, devi avere un'organizzazione di gioco perfetta, non a caso mi citi giocatori del periodo sacchiano, oggi mi viene in mente il Bayern Monaco che gioca a memoria con sincronismi perfetti, tanto da far apparire ottimi giocatori difensori mediocri come Dante o Van Buyten etc etc...

9
euvitt
euvitt
Viandante Storico
Viandante Storico
purtroppo, in questo periodo il Milan non è una grande squadra anche se vi auguro di ritornare a vincere
direi che la priorità attuale sia quella di sbrogliare la matassa, cercare di capire in prospettiva chi tenere e chi cacciare, qualificarsi se possibile in zona uefa, far emergere qualche ragazzo (noi con la fallimentare stagione zeman+ andreazzoli se non altro abbiamo guadagnato più di 80 milioni tra Marcos Lamela Osvaldo)
neanche a me piace la difesa a tre
i miei moduli preferiti sono il 4 2 3 1 e il 4 3 3 ....certo, bisogna vedere gli interpreti

10
Magonzo
Magonzo
Viandante Storico
Viandante Storico
@orvix ha scritto:
Magonzo, secondo me invece sei molto competente nei discorsi tecnici...
 SGHIGNAZZARE 
grazie, ma se, quando ho una certa competenza parlo a ragione veduta, di calcio, inteso tecnicamente, moduli, ruoli e potenzialità dei giocatori a livello di fine-tuning, davvero non capisco una cippalippa Sorriso Scemo
magari, avendone viste tante da tifoso, mi sono rimaste impresse quelle situazioni paradossali o straordinarie, anzi, straordinèrie, visto che hai citato Sacchi;
certo, la filosofia di gioco deve essere comprensibile e semplice, ordinata, altrimenti porta via troppe energie e concentrazione sul campo;

poi ho sempre una certa paura che si diano via giocatori di grandi potenzialità per miopia o incapacità di gestirli, come fu per Daavids, uno dei pochi in grado di saltare l'uomo, o Vieira, che se non ricordo male avevamo 19enne;
guarda che ti dico: anche se a conti fatti la cessione di Pirlo è stata l'errore che sappiamo, in una certa misura l'età e la prospettiva di un calo di motivazione potevano anche essere una motivazione ragionevole; ma per darlo all'estero, non per la cessione ad una concorrente, scelta che secondo me era di tipo "politico".

11
orvix
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@Magonzo ha scritto:
@orvix ha scritto:
Magonzo, secondo me invece sei molto competente nei discorsi tecnici...
 SGHIGNAZZARE 
grazie, ma se, quando ho una certa competenza parlo a ragione veduta, di calcio, inteso tecnicamente, moduli, ruoli e potenzialità dei giocatori a livello di fine-tuning, davvero non capisco una cippalippa Sorriso Scemo
magari, avendone viste tante da tifoso, mi sono rimaste impresse quelle situazioni paradossali o straordinarie, anzi, straordinèrie, visto che hai citato Sacchi;
certo, la filosofia di gioco deve essere comprensibile e semplice, ordinata, altrimenti porta via troppe energie e concentrazione sul campo;

poi ho sempre una certa paura che si diano via giocatori di grandi potenzialità per miopia o incapacità di gestirli, come fu per Daavids, uno dei pochi in grado di saltare l'uomo, o Vieira, che se non ricordo male avevamo 19enne;
guarda che ti dico: anche se a conti fatti la cessione di Pirlo è stata l'errore che sappiamo, in una certa misura l'età e la prospettiva di un calo di motivazione potevano anche essere una motivazione ragionevole; ma per darlo all'estero, non per la cessione ad una concorrente, scelta che secondo me era di tipo "politico".


esattissimo, considerando che la Juve cercava come il pane un giocatore con quelle caratteristiche...e gli abbiamo dato il migliore sulla piazza....in nome di sinergie e amicizie societarie dai contorni, mi spiace dirlo, poco chiari....

12
Contenuto sponsorizzato

Visualizza l'argomento precedente Visualizza l'argomento successivo Torna in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.