Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

MILAN-UDINESE 1-0 PAGELLE ROSSONERE

Condividi 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
orvix
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Precedo Nonsi, e mi cimento in una pagella finalmente buona x i ns giocatori. Ieri ho visto finalmente un buon Milan, determinato, combattivo ma anche con una manovra abbastanza fluida e veloce, contro un avversario sempre ostico, anche se un po' spuntato davanti, come l'Udinese di Guidolin

Gabriel 6.5: ottimo esordio con paratona su punizione micidiale di Di Natale, un po' di incertezza all'inizio ma ci sta..promettente.

Abate 7 : giocasse sempre cosi' Ignazio, preciso in difesa e continuo davanti

Zapata 6.5: buona partita, senza sbavature e deconcentrazioni

Silvestre 6.5: come Zapata, sembra affidabile, speriamo torini il Silvestre dei tempi di Catania

Costant 7: ottima partita, ma ho fatto caso che Costant contro le avversarie medio piccole gioca quasi sempre bene, quando pero' il livello si alza.....

Montolivo 8 : NEL SUO RUOLO (capito Allegri) fa girare la squadra ed offre qualita' e quantita' a fiumi.....

Poli 7.5 : preferirgli, come a Torino, Muntari o Nocerino e' follia, centrocampista universale alla Marchiosio che fa bene tutto

Muntari 5 : scarso come sempre, e come sempre gioca con la presunzione di uno che si crede bravo. Prende un'ammonizione stupida, quindi da lui....

Birsa 7 : una delle poche note positive di questo inizio stagione, se avesse anche continuita' (ma ieri veniva da un infortunio) sarebbe un giocatore di altissimo livello...tecnico, resistente,rapido,essenziale nelle giocate e con un tiro micidiale...e dimenticavo, sembra un bravo ragazzo che non sfoggia eccentrcita' varie. Bravo Walter!

Robinho 6.5 : ci mette cuore,corsa, impegno, siccome la tecnica ce l'ha, il contributo e' piu' che positivo

Matri 5: impalpabile, certo pensare di farlo giocare sempre titolare con Balotelli dietro e lasciar fuori gente come Robinho o, quando finalmente rientrera', Elsha, mi sembra follia

Niang 6 : 8 per l'impegno e la voglia che ha messo, finalmente, 4 per come vede la porta e per come tira!

Kaka 7 : mamma mia, un'apparizione, ho visto 20-25 minuti del Riccardo dei tempi d'oro, fuoriclasse fantastico. Aspetto ulteriori riprove ma in questa squadra Riki sarebbe fondamentale

Allegri 6: chissa', ma non credo, se questa partita lo abbia illuminato, magari in una cosa semplice semplice....che se a centrocampo giocano De Jong Muntari e Nocerino non si vedra' mai uno straccio di gioco, se invece affidi la cabina di regia al Monto, fai giocare sempre Poli e magari prendendo a gennaio un buon giocatore come Honda, vuoi vedere che giochiamo mille volte meglio?

2
nonsidirebbe
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
La  fortuna che ha la squadra rossonera che gioca a San Siro è che le avversarie meno blasonate sembrano comunque sempre affrontarla come se avessero di fronte il Milan.
Mai vista una Udinese così rinunciataria, timida, coperta e priva di velocità da quando la allena Guidolin.
Sia come sia, è arrivata una vittoria limpida e meritata, al termine di una partita giocata perfino bene, o meglio, nel miglior modo in cui questo Milan può esprimersi. Tra le squadre di mezza classifica probabilmente potrà anche emergere, e la qualificazione all’Europa League potrebbe anche essere raggiunta.
Qualche nota positiva si può trarre dalla partita di ieri sera, soprattutto grazie alle seconde linee, che Allegri manda in campo solo quando è costretto, e che invece hanno dimostrato di essere più utili di altri più celebrati compagni di squadra. Ma non vado oltre. Tre punti ottenuti, in attesa del Barcellona e della prevedibile grandinata che si abbatterà su questi poveri ragazzi.

Gabriel 6: O forse 6,5, non so. Dipende dal decidere se la deviazione sulla punizione di Di Natale che sbatte sulla traversa è decisiva o no. Per me no, quindi 6. Comunque debutto fortunato, in tutti i sensi, sia perché gli avversari non lo impensieriscono mai, sia perché la squadra vince. Nelle poche occasioni in cui è chiamato in causa (prese facili, rare uscite) la sensazione che mi ha dato è quella di uno capace. Vedremo.
Abate 6,5: Ancora lontano dalle sue migliori prestazioni, ma è decisivo per il risultato quando chiude alla grandissima su Muriel che stava per tirare da solo. Noto che spesso i compagni si appoggiano a lui, dimostrazione del fatto che è uno dei leader di questa squadra. Lui di personalità ne ha, ma stasera è molto più efficace sulla difensiva che in avanti.
Zapata 6: Certamente meno impegnato di altre  volte, se la cava senza patemi. Una volta però Danilo in stacco gli dà 20 centimetri (ma colpisce male), e quando prova un coast-to-coast finisce per perdere la palla. Nel complesso comunque abbastanza tranquillo.
Silvestre 6: Grandissima concentrazione, e pochi fronzoli. Di testa è sempre in anticipo, e non vuole fare altro che quello per cui è pagato, così non sbaglia mai. Nessun miracolo, e anche una brutta respinta che può creare problemi, ma sufficienza piena.
Constant 5,5: Lui deve decisamente fare di più. Ha davanti Basta, che non è una pippa, e se ne sta spesso rinchiuso a coprire. Bravo a sbrogliare un paio di situazioni pericolose. Ma quando prova ad andare avanti, dove in passato l’ho apprezzato di più, non fa niente di notevole e anzi, un paio di volte cerca il numero finendo stoppato dall’avversario più veloce di lui (Basta o Heurteaux).
Poli 5,5: Per gran parte della partita è molto meno dinamico di quanto sia abituato a vederlo: impreciso e fuori posizione, non incide mai. Nella ripresa continua sulla stessa falsariga, finchè ha due lampi a pochi minuti di distanza, quasi in  fotocopia: si libera con dribbling secco ed entra in area dal vertice  destro e la prima volta cerca il passaggio sconsideratamente, mentre la seconda finalmente tira, ma Kelava para. Comunque troppo poco.
Montolivo 7,5: Messo davanti alla difesa come nella seconda metà del campionato scorso, ricomincia come aveva finito: padrone del centrocampo, sempre lucido nell’impostare, e quanto a palle recuperate non sono certo meno di quelle solite di De Jong. Tanto per dimostrare che non c’è bisogno, come vuole Allegri, che davanti alla difesa ci sia un bulldog senza classe (Pirlo lo ha fatto e lo fa da più di 10 anni…). Logicamente è meno visibile in fase di finalizzazione, anche se dà una buona palla a Niang nel finale.
Muntari 5: Rieccolo nella sua versione peggiore. Pochissima qualità, lanci nel nulla, poco efficace in contrasto. La cosa migliore è la palla rubata che avvia l’azione del 1-0, quella peggiore una pallaccia persa male che innesca l’azione sulla quale Abate salva la partita.
Birsa 7: Il gol è davvero bellissimo per esecuzione. Ha mirato e tirato lì. La tecnica non gli manca, e la voglia di fare è fin troppa, tanto che alla fine è sulle ginocchia. Però fa mezz’ora di assoluto livello: non solo il gol, ma altre tre azioni importanti, con un buon  tiro in avvio, e due contropiede condotti con velocità e lucidità, a liberare Matri una volta e a crossare pericolosamente nell’altra.
Robinho 5,5: Fa arrabbiare perché la tecnica che ha è superiore alla media di quelli in campo. Ma la fa vedere pochissimo, e non riesce mai a fare qualcosa di davvero pericoloso. Mette una sua parte nel gol di Birsa,  e prova a volte a scambiare con Matri, ma in fin dei conti non fa paura a nessuno.
Matri 5,5: Rischia di diventare un caso (se già non lo è). Continuo a pensare che non sia scarso, e che come tecnica sia meglio di Pazzini, ma quanto a presenza offensiva non c’è paragone. Di palle buone ne arrivano poche, ma lui non ne conquista mezza. E’ sempre quella frazione di secondo in ritardo, quel particolare che fa la differenza tra un attaccante convinto e uno depresso come sembra lui.

Niang 5: Prende il posto dell’esausto Birsa e fa solo danni. A parte un tiro decente nel finale del recupero, le sue giocate sono inutili nel migliore dei casi, e quando ha occasioni non banali (su inviti di Montolivo e Kakà) tira nel peggiore dei modi.
Kakà 6,5: Voto commisurato ai venti minuti scarsi. Ho visto alcuni movimenti da “vecchio Kakà”, ivi compresa l’azione sul fondo da cui un’occasione per Niang. Chiaro che, visto il livello in campo, anche passeggiando lui si vede che è diverso, ma mi sbilancio in un granello di ottimismo. Magari non è proprio completamente un ex-giocatore?
Nocerino sv: Pochissimi minuti a fare volume in mezzo al campo.

Allegri: Posso condividere la scelta di Gabriel, visto che Amelia sarà in porta martedì. Il coraggio lo premia. Per il resto, formazione logica, visti quelli a disposizione, e cambi opportuni e ai momenti giusti. Forse forse poteva fare uscire Robinho per Kakà, evitando di umiliare Matri, restando 20 minuti senza centravanti…

3
Don Chisciotte 83
Don Chisciotte 83
Tutor Corriere della Pera
Tutor Corriere della Pera
Gabriel 6,5: Poco da fare per tutta la partita, bella parata su Di Natale, qualche uscita, niente di più ma si fa trovare pronto e reattivo.
Abate 6,5: Qualche affondo in avanti, attento dietro, miracolosa chiusura su Muriel, che salva la vittoria.
Zapata 6: L'Udinese avanti è nulla e non ha molto da fare.
Silvestre 6: Come per Zapata poco da fare, non sfigura.
Constant 6: Qualche azione offensiva, qualche uno-due interessante, dietro regge abbastanza bene.
Poli 6,5: Nel primo tempo si vede pochissimo, secondo tempo di grandissima volontà, recuperi, corsa e grandi numeri in fase offensiva.
Montolivo 7,5: Davanti la difesa è un altro giocatore, chiusure miracolose a ripetizione, imposta il gioco alla grande. Fenomenale
Muntari 5,5: La solita partita di Muntari, vaccate e qualche cosa buona...
Birsa 7: Nel primo tempo è fenomenale, alcune azioni offensive molto interessanti, corre come un forsennato e segna un bellissimo goal, secondo tempo senza fiato viene sostituito da Niang.
Robinho 5,5: Potrebbe fare di più, sicuramente in crescita dalle ultime stagioni, ma ha i numeri per lasciare davvero il segno. Bello comunque l'assist per Birsa per l'1-0.
Matri 5: La mancanza di un goal gli pesa da pazzi ed è ancora una volta un corpo estraneo dell'attacco rossonero.

Niang 6: Difficile da valutare, sempre propositivo e si fa vedere in ogni occasione offensiva rossonera, ma sbaglia tanto in fase conclusiva. La voglia, la corsa e l'impegno c'è, ma vanno migliorati gli altri aspetti.
Kakà 6,5: Sembra tornato per un po' il giocatore del Milan di 4 anni fa... speriamo non sia solo uno spezzone di partita...
Nocerino s.v.

4
nonsidirebbe
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Bellissime queste pagelle triple!
vedo Orvix forse un po' più "tifoso" di me e Don, preso dall'entusiasmo con grandi voti e baci a tutti...
Però in sostanza fa piacere che siamo quasi allineati. Forse io resto quello più critico in negativo...
Bella ragazzi, adesso vediamo domani sera...
Forza Diavolo!!!

5
orvix
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@nonsidirebbe ha scritto:Bellissime queste pagelle triple!
vedo Orvix forse un po' più "tifoso" di me e Don, preso dall'entusiasmo con grandi voti e baci a tutti...
Però in sostanza fa piacere che siamo quasi allineati. Forse io resto quello più critico in negativo...
Bella ragazzi, adesso vediamo domani sera...
Forza Diavolo!!!

io forse sono il meno attendibile...mi entusiasmavo anche per il Milan di Castagner quando mieteva record in serie B, adoravo quella squadra e i vari Verza Battistini Pasinato diventavano ai miei occhi dei fuoriclasse! Scherzi a parte, mi rendo conto dei grandi limiti attuali, ma visto quello che abbiamo passato e sopratutto quello che abbiamo vinto, degli annetti di transizione sono pronto a viverli regolarmente, l'unico rimpianto e' che, visto il tutto sommato notevole potenziale offensivo della squadra, fors eil migliore della serie A, sarebbe bastato qualche innesti di spessore a centrocampo ed in difesa per fare un camionato di vertice, Allegri permettendo......Vediamo a gennaio, ma temo che sia troppo tardi.

6
Magonzo
Magonzo
Viandante Storico
Viandante Storico
@orvix ha scritto:
io forse sono il meno attendibile...mi entusiasmavo anche per il Milan di Castagner quando mieteva record in serie B, adoravo quella squadra e i vari Verza Battistini Pasinato diventavano ai miei occhi dei fuoriclasse! Scherzi a parte, mi rendo conto dei grandi limiti attuali, ma visto quello che abbiamo passato e sopratutto quello che abbiamo vinto, degli annetti di transizione sono pronto a viverli regolarmente, l'unico rimpianto e' che...
uguale;
a me, più che i risultati - se la squadra è palesemente non all'altezza, vivo il campionato un po' come il palio di Siena: primo: che non vincano quelli che mi stanno antipatici Sorriso Scemo - manca un po' un'idea emblematica di spirito di squadra, con qualche intelligenza brillante che la rappresenti, tipo Seedorf;

ecco, ho un po' nostalgia degli olandesi intelligenti e spavaldi, alla Gullit, che imparano bene l'italiano perché vogliono integrarsi col gruppo, portando anche un po' di allegria e relax, un'idea non isterica del calcio, sdrammatizzante, in cui sai che daranno tutto applicando un modulo riconoscibile e ti fa venir voglia di guardare la partita anche senza grandi prospettive di successi immediati.

7
orvix
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@Magonzo ha scritto:
@orvix ha scritto:
io forse sono il meno attendibile...mi entusiasmavo anche per il Milan di Castagner quando mieteva record in serie B, adoravo quella squadra e i vari Verza Battistini Pasinato diventavano ai miei occhi dei fuoriclasse! Scherzi a parte, mi rendo conto dei grandi limiti attuali, ma visto quello che abbiamo passato e sopratutto quello che abbiamo vinto, degli annetti di transizione sono pronto a viverli regolarmente, l'unico rimpianto e' che...
uguale;
a me, più che i risultati - se la squadra è palesemente non all'altezza, vivo il campionato un po' come il palio di Siena: primo: che non vincano quelli che mi stanno antipatici Sorriso Scemo-  manca un po' un'idea emblematica di spirito di squadra, con qualche intelligenza brillante che la rappresenti, tipo Seedorf;

ecco, ho un po' nostalgia degli olandesi intelligenti e spavaldi, alla Gullit, che imparano bene l'italiano perché vogliono integrarsi col gruppo, portando anche un po' di allegria e relax, un'idea non isterica del calcio, sdrammatizzante, in cui sai che daranno tutto applicando un modulo riconoscibile e ti fa venir voglia di guardare la partita anche senza grandi prospettive di successi immediati.

giustissimo, l'era dei grandi olandesi e' stata fantastica, chi non la rimpiange, pero' anche la colonia brasiliana, il Dida paratutto dei primi anni, Cafu', Serginho, Leonardo, Ronaldo, fino a Thiago, Pato, Ronaldinho....niente male....

8
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Torna in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.