Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Stadio Olimpico/Curva Sud

Condividi 

Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 5 di 5]

101
euvitt
euvitt
Viandante Storico
Viandante Storico
@Magonzo ha scritto:
@Candido ha scritto:
@Automaalox ha scritto:

Anzi, direi addirittura che il primato è consolidato e che ormai l'assegnazione dello scudetto è una formalità.

Queste cose diciamole serenamente, non sarete mica scaramantici?
Zitto, malnato juventino, zitto, quella parola nun se deve pronuncia'... no 
Candido, a Firenze questa è un'istituzione retorica:
si chiama Fiatata, e coi miei amici ci si gioca spesso... SGHIGNAZZARE 

visto che c'è in programma l'Udinese, qui ancora si ricordano di un "biscotto" che costò la B alla Viola...
ricordo bene...ma allora salvammo il culo all'Udinese
a mente ricordo che era l'ultima di campionato e in B ci andavano o l'Udinese o la Fiorentina
la Fiorentina era zeppa di buoni giocatori ma per vari motivi andava male, il presidente della Fiorentina era Cecchi Gori figlio che era riuscito a farsi odiare da tutti specialmente dai tifosi della Roma che non volevano che la Roma vincesse....ricordo che esultarono quando Carnevale sbagliò un gol

102
Automaalox
Automaalox
Viandante Storico
Viandante Storico
@kohkarunagi ha scritto:
@Candido ha scritto:Comunque su una parte del discorso maloxista concordo, quando se la prende con gli strisciati che fanno i maramaldi avendo spesso soldi ed arbitri dalla parte loro. Crepa, juventino di mer..! SGHIGNAZZARE 
E se tuo padre o tuo figlio fossero juventini? Scriveresti la stessa cosa? Spero proprio che la tua risposta sia affermativa.
In caso contrario sarebbe doveroso scriverti " taci, ipocrita di mer..! SGHIGNAZZARE  "
 
 
A questo ci ho pensato spesso, intendo alla possibilità di parentele strisciate, non agli sberleffi da stadio (comprensivi di versi della scimmia, augurio di morte, professioni delle familiari, ecc; considera che chi compie profonde e allarmanti analisi sociologiche sulla base di queste manifestazioni stupidine e curvaiole sta messo peggio dei grillini).
 
Allora, il problema del padre strisciato per quanto mi riguarda è scongiurato. Lui il calcio non lo segue, a livelli di disinteresse inarrivabili; del tipo che potrei tranquillamente convincerlo che l'ultima Coppa Italia l'hanno vinta i Boston Red Sox.
 
Il problema (potenziale) del figlio invece preoccupa. Cioè, la prima cosa che uno si augura ovviamente è che il proprio figlio sia sano e che poi possa indirizzare la propria vita dove vuole, l'importante è che stia bene. Ma cristosantodiddio, che diventi strisciato no! Non mi andrebbe giù.
 
Significherebbe proprio aver fallito come genitore. Insomma, tu ce la metti tutta per insegnare a tuo figlio che nella vita i traguardi e i successi si trovano al termine di un percorso ricco di ostacoli e ghignate sui muri (o bastonate sulle gengive, fate voi), e che lo sport è proprio una metafora della vita e non certo uno spettacolo confezionato nel quale scegli il prodotto migliore, poi un giorno scopri che si vanta con gli amici di averne vinti 31 (o quanti diavolo saranno) sul campo.
 
No, questo non deve accadere.
Quindi, nel caso, la procedura sarà questa: eviterò di parlargli di calcio o, come fanno molti, addirittura di costringerlo a seguirlo. Nel frattempo però mi paro il culo coi messaggi sublminali (tipo che gli juventini amano infilarsi le cose nel sedere oppure che Emilio Fede è diventato così perché è milanista, e cose del genere); poi magari crescendo si renderà conto che gli ho detto delle bugie (tranne quella su Emilio Fede che in un certo senso è vera), e allora magari un giorno verrà da me e mi chiederà di spiegargli la parabola della mitragliatrice e del culo dei gobbi; e capirà.
 
@euvitt ha scritto:ricordo bene...ma allora salvammo il culo all'Udinese
a mente ricordo che era l'ultima di campionato e in B ci andavano o l'Udinese o la Fiorentina
la Fiorentina era zeppa di buoni giocatori ma per vari motivi andava male, il presidente della Fiorentina era Cecchi Gori figlio che era riuscito a farsi odiare da tutti specialmente dai tifosi della Roma che non volevano che la Roma vincesse....ricordo che esultarono quando Carnevale sbagliò un gol
 
 
No, il Presidente della Fiorentina era ancora Mario Cecchi Gori.

103
Magonzo
Magonzo
Viandante Storico
Viandante Storico
@euvitt ha scritto:
@Magonzo ha scritto:
@Candido ha scritto:
@Automaalox ha scritto:

Anzi, direi addirittura che il primato è consolidato e che ormai l'assegnazione dello scudetto è una formalità.

Queste cose diciamole serenamente, non sarete mica scaramantici?
Zitto, malnato juventino, zitto, quella parola nun se deve pronuncia'... no 
Candido, a Firenze questa è un'istituzione retorica:
si chiama Fiatata, e coi miei amici ci si gioca spesso... SGHIGNAZZARE 

visto che c'è in programma l'Udinese, qui ancora si ricordano di un "biscotto" che costò la B alla Viola...
ricordo bene...ma allora salvammo il culo all'Udinese
a mente ricordo che era l'ultima di campionato e in B ci andavano o l'Udinese o la Fiorentina
la Fiorentina era zeppa di buoni giocatori ma per vari motivi andava male, il presidente della Fiorentina era Cecchi Gori figlio che era riuscito a farsi odiare da tutti specialmente dai tifosi della Roma che non volevano che la Roma vincesse....ricordo che esultarono quando Carnevale sbagliò un gol
ecco, mi pare che questo genere di situazioni tipo Palio di Siena - dove si pensa molto ad ostacolare il rivale con qualsiasi mezzo, corruzione inclusa - mostri chiaramente che il tifo calcistico sta alla sportività come il culo alle quarant'ore;

se vuoi che un figliolo diventi uno sportivo vero e leale, meglio si fratturi qualche ossicino o si rompa qualche tendine giocando a rugby; ma le curve del pallone sono una presa per il culo; divertente, che condivido; ma lo sport e lo spirito sportivo c'entrano i' giusto; cioè poco...

104
Automaalox
Automaalox
Viandante Storico
Viandante Storico
@Magonzo ha scritto:ecco, mi pare che questo genere di situazioni tipo Palio di Siena - dove si pensa molto ad ostacolare il rivale con qualsiasi mezzo, corruzione inclusa -  mostri chiaramente che il tifo calcistico sta alla sportività come il culo alle quarant'ore;

se vuoi che un figliolo diventi uno sportivo vero e leale, meglio si fratturi qualche ossicino o si rompa qualche tendine giocando a rugby; ma le curve del pallone sono una presa per il culo; divertente, che condivido; ma lo sport e lo spirito sportivo c'entrano i' giusto; cioè poco...
Assolutamente no.

Innanzitutto fai un miscuglio di situazioni diverse, cioè dello sportivo che pratica sport e dello sportivo che segue lo sport.

Lo sportivo che segue lo sport, a sua volta, può farlo per passione (tipo, un appassionato, un amatore o exgiocatore ecc, che segue i tornei professionistici per un legame di tipo emotivo o tecnico con quello sport) o per tifo.

L'essere tifoso non necessariamente comporta un legame particolare con lo sport che si segue, ma comporta NECESSARIAMENTE (esclusi, guarda caso, gli strisciati) un legame di tipo TERRITORIALE con l'atleta o la squadra che si SOSTIENE.

In entrambi i casi, lo sportivo per passione e il tifoso, i valori sportivi sono percepiti in maniera indiretta, cioè è l'atleta che: fatica migliorando le proprie capacità atletiche e tecniche, e impara ad accettare le regole della competizione, sconfitta compresa.
Allo sportivo per passione interessa la prima parte, al tifoso la seconda (primariamente, poi è ovvio che impari ad apprezzare anche lo sport indipendentemente dal tifo).

E qui veniamo al punto importante: il tifoso può essere più o meno sportivo, cioè più o meno obbiettivo. Meno è obbiettivo e meno sarà sportivo.

Quando obbiettività e sportività giungono allo zero si hanno gli strisciati, cioè coloro che addirittura rinunciano a qualsiasi tipo di legame territoriale in cambio delle vittorie.

Caso OGGETTIVAMENTE unico nel mondo del tifo sportivo, riscontrabile solo nel tifo "atipico" degli eventi finalizzati all' intrattenimento basato sulla messinscena, tipo il Wrestling o il Grande Fratello.

105
Magonzo
Magonzo
Viandante Storico
Viandante Storico
@Automaalox ha scritto:L'essere tifoso non necessariamente comporta un legame particolare con lo sport che si segue, ma comporta NECESSARIAMENTE (esclusi, guarda caso, gli strisciati) un legame di tipo TERRITORIALE con l'atleta o la squadra che si SOSTIENE.

In entrambi i casi, lo sportivo per passione e il tifoso, i valori sportivi sono percepiti in maniera indiretta, cioè è l'atleta che: fatica migliorando le proprie capacità atletiche e tecniche, e impara ad accettare le regole della competizione, sconfitta compresa.
Allo sportivo per passione interessa la prima parte, al tifoso la seconda (primariamente, poi è ovvio che impari ad apprezzare anche lo sport indipendentemente dal tifo).

E qui veniamo al punto importante: il tifoso può essere più o meno sportivo, cioè più o meno obbiettivo. Meno è obbiettivo e meno sarà sportivo.

Quando obbiettività e sportività giungono allo zero si hanno gli strisciati, cioè coloro che addirittura rinunciano a qualsiasi tipo di legame territoriale in cambio delle vittorie.
il legame territoriale può essere una componente, ma anche no; ci sono orvietani che tifano Toro, romani che tifano Viola, anconetani che tifano Bologna, messinesi che tifano Doria e pistoiesi che tifano Genoa...

quasi tutti i tifosi di calcio dicono - senza scherzare - che preferirebbero vincere con un rigore che non c'era, e soprattutto contro una squadra rivale e odiata;

poi, certo, fare gli "sportivi" e ammettere che gli altri erano più forti dopo aver battuto un roncio contro lo Spartak Praga nella coppa-sega è facile...

106
Automaalox
Automaalox
Viandante Storico
Viandante Storico
Niente da fare, non ci arrivi. Forse il cervello a strisce c'ha le barriere preconcettuali inespugnabili.

Mi autoquoto e pongo in evidenza:

Quando obbiettività e sportività giungono allo zero si hanno gli strisciati, cioè coloro che addirittura rinunciano a qualsiasi tipo di legame territoriale in cambio delle vittorie.
Qualsiasi sostenitore di Torino, Roma, Fiorentina, Genoa, Sampdoria anche senza legame territoriale NON finalizza il proprio tifo al tornaconto della vittoria. Avrà altre ragioni, ma non certo quella.

E' la ricerca della vittoria facile che pone gli strisciati al livello patetico viscidume.

107
orvix
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
il legame territoriale e' roba da Medio Evo...resiste ancora nelle teste bacate di chi e' rimasto all'Italia dei Comuni, Pisa contro Livorno...Firenze contro Siena...Pistoia contro Lucca......
negli anni 2000 in piena globalizzazione, dove gli indonesiani comprano l'Inter, quasi tutte le piu' forti squadre di club sono in mano agli arabi, dove ci sono centinaia di migliaia di club sparsi in tutto il mondo che tifano squadre europee pensare in questo modo e' folle.

108
Magonzo
Magonzo
Viandante Storico
Viandante Storico
@Automaalox ha scritto:Niente da fare, non ci arrivi. Forse il cervello a strisce c'ha le barriere preconcettuali inespugnabili.

Mi autoquoto e pongo in evidenza:

Quando obbiettività e sportività giungono allo zero si hanno gli strisciati, cioè coloro che addirittura rinunciano a qualsiasi tipo di legame territoriale in cambio delle vittorie.
Qualsiasi sostenitore di Torino, Roma, Fiorentina, Genoa, Sampdoria anche senza legame territoriale NON finalizza il proprio tifo al tornaconto della vittoria. Avrà altre ragioni, ma non certo quella.

E' la ricerca della vittoria facile che pone gli strisciati al livello patetico viscidume.
 Stadio Olimpico/Curva Sud  - Pagina 5 214252 
ma che vittorie vuoi che si aspettasse uno che ha iniziato a tifare per quelle squadre negli anni '80 ???
tu continui a massacrare la tua capacità di discernimento fingendo di ignorare il fatto evidente che tantissime persone assimilano il tifo calcistico da ragazzini e per motivi diversissimi da quelli che vorresti imporre come decisivi, e cioè soprattutto i precedenti in famiglia e altri elementi fortuiti...
ma guarda che non convinci nemmeno te stesso, per quanto tu ti possa sforzare SGHIGNAZZARE 

109
Automaalox
Automaalox
Viandante Storico
Viandante Storico
@orvix ha scritto:il legame territoriale e' roba da Medio Evo...resiste ancora nelle teste bacate di chi e' rimasto all'Italia dei Comuni, Pisa contro Livorno...Firenze contro Siena...Pistoia contro Lucca......
negli anni 2000 in piena globalizzazione, dove gli indonesiani comprano l'Inter, quasi tutte le piu' forti squadre di club sono in mano agli arabi, dove ci sono centinaia di migliaia di club sparsi in tutto il mondo che tifano squadre europee pensare in questo modo e' folle.
 


Il fatto che tu abbia prodotto questa nuova scusa nel tentativo di giustificarti fa capire molto.

Si capisce come ti senta in imbarazzo davanti alle mie osservazioni, tanto da produrre una difesa traballante delle tue ragioni. Tu vai oltre, sei l'uomo del futuro, globalizzato e senza radici. Mavvaìavìa...

Inoltre, tirando in ballo le nuove proprietà dei club calcistici europei, fai riferimento ad un fenomeno relativamente recente, mentre il fenomeno del tifo massificato e interessato per le strisciate è antico.
In conseguenza di ciò la tua è un'ammissione bella e buona di quanto affermo.

Cioè, se tu ti giustifichi con la globalizzazione calcistica, allora ammetti che gli strisciati preglobalizzazione siano stati dei grandi opportunisti.


 
@Magonzo ha scritto:
@Automaalox ha scritto:Niente da fare, non ci arrivi. Forse il cervello a strisce c'ha le barriere preconcettuali inespugnabili.

Mi autoquoto e pongo in evidenza:

Quando obbiettività e sportività giungono allo zero si hanno gli strisciati, cioè coloro che addirittura rinunciano a qualsiasi tipo di legame territoriale in cambio delle vittorie.
Qualsiasi sostenitore di Torino, Roma, Fiorentina, Genoa, Sampdoria anche senza legame territoriale NON finalizza il proprio tifo al tornaconto della vittoria. Avrà altre ragioni, ma non certo quella.

E' la ricerca della vittoria facile che pone gli strisciati al livello patetico viscidume.
 Stadio Olimpico/Curva Sud  - Pagina 5 214252 
ma che vittorie vuoi che si aspettasse uno che ha iniziato a tifare per quelle squadre negli anni '80 ???
tu continui a massacrare la tua capacità di discernimento fingendo di ignorare il fatto evidente che tantissime persone assimilano il tifo calcistico da ragazzini e per motivi diversissimi da quelli che vorresti imporre come decisivi, e cioè soprattutto i precedenti in famiglia e altri elementi fortuiti...
ma guarda che non convinci nemmeno te stesso, per quanto tu ti possa sforzare SGHIGNAZZARE 
Le strisciate sono sempre state la massima espressione del calcio italiano, non a caso sono club fondati nelle grandi realtà economiche del nord. In origine c'era un grande legame fra la ricchezza della città e la squadra di club locale, perché erano i grandi imprenditori e industriali che mettevano a disposizione le loro risorse private. Quindi era scontato che le squadre di Torino e Milano primeggiassero in questo senso.

Poi le cose sono cambiate (oggi le squadre vivono di diritti televisivi, sponsorizzazioni e marketing), ma le strisciate nel frattempo hanno vinto, tanto. Insomma, sono sempre state predestinate, ed hanno sempre esercitato il fascino del successo facile sui poveretti.

E' chiaro che anche quando le strisciate non hanno vinto niente hanno comunque sempre avuto da offrire un passato glorioso, un dominio mediatico e la chiara consapevolezza di tornare a vincere.

Prendi l'Inter di Moratti, che prima di vincere ha impiegato tanti anni. E' stata una squadra che ha attratto i derelitti grazie alle faraoniche campagne acquisti. Anche se non ha vinto nulla per molto, partiva sempre per vincere. E questo i meschini lo percepiscono.

110
orvix
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
cerchiamo caro Magonzo, con uno sforzo immane, ad andare incontro ai ragionamenti di Automalox sul principio del tifo per la squadra della propria citta', sul principio della territorialita' insomma...Quindi uno di Firenze deve tenere solo per la Fiorentina, uno di Bologna solo per il Bologna, Genova solo x Genoa o Samp, Napoli il Napoli, Roma la Roma..etc etc etc.
Ok, andiamo nei paesi e nelle cittadine di cui l'Italia e' strapiena con squadre magari che navigano in categorie inferiori...ma inferiori inferiori....a Lucca quindi si tifa solo Lucchese e non si giosche per nessun altro?
A imola che si fa?????....c'e' solo l'Imola ed il resto non conta niente???? A Jesi, Jesina e basta?
Che tristezza questo principio della territorialita'.... oppure magari,caro Auto, prevedi delle deroghe e si tifa x la capoprovincia o la caporegione? (in barba a tutti i campanili....)

111
orvix
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@orvix ha scritto:cerchiamo caro Magonzo, con uno sforzo immane, di andare incontro ai ragionamenti di Automalox sul principio del tifo per la squadra della propria citta', sul principio della territorialita' insomma...Quindi uno di Firenze deve tenere solo per la Fiorentina, uno di Bologna solo per il Bologna, Genova solo x Genoa o Samp, Napoli il Napoli, Roma la Roma..etc etc etc.
Ok, andiamo nei paesi e nelle cittadine di cui l'Italia e' strapiena con squadre magari che navigano in categorie inferiori...ma inferiori inferiori....a Lucca quindi si tifa solo Lucchese e non si giosche per nessun altro?
A imola che si fa?????....c'e' solo l'Imola ed il resto non conta niente????  A Jesi, Jesina e basta?
Che tristezza questo principio della territorialita'.... oppure magari,caro Auto, prevedi delle deroghe e si tifa x la capoprovincia o la caporegione? (in barba a tutti i campanili....)

112
euvitt
euvitt
Viandante Storico
Viandante Storico
mi avete fatto tornare in mente un episodio di quando ero bambino....a Roma le squadre erano cinque
Roma Lazio Inter Milan Juve....e chiedere di che squadra sei era propedeutico a una bella rissa
venne ai giardinetti uno nuovo e subito je fanno....de che squadra sei
e lui...della sampdoria
silenzio...
....
ma come della sampdoria?
a me me piace la sampdoria
ah....
(rumore di cervelli che ruminano)
be'....sì è 'na squadra pure la sampdoria

NB trattavasi di una samp anteriore a quella di Mancini Vialli....una squadra da 10° posto

113
Automaalox
Automaalox
Viandante Storico
Viandante Storico
@orvix ha scritto:cerchiamo caro Magonzo, con uno sforzo immane, ad andare incontro ai ragionamenti di Automalox sul principio del tifo per la squadra della propria citta', sul principio della territorialita' insomma...Quindi uno di Firenze deve tenere solo per la Fiorentina, uno di Bologna solo per il Bologna, Genova solo x Genoa o Samp, Napoli il Napoli, Roma la Roma..etc etc etc.
Ok, andiamo nei paesi e nelle cittadine di cui l'Italia e' strapiena con squadre magari che navigano in categorie inferiori...ma inferiori inferiori....a Lucca quindi si tifa solo Lucchese e non si giosche per nessun altro?
A imola che si fa?????....c'e' solo l'Imola ed il resto non conta niente???? A Jesi, Jesina e basta?
Che tristezza questo principio della territorialita'.... oppure magari,caro Auto, prevedi delle deroghe e si tifa x la capoprovincia o la caporegione? (in barba a tutti i campanili....)
Vedo che continuate a ironizzare sulla legittimità del tifo. Non è questo il punto.

E' ovvio che chiunque può tifare per chi gli pare; io faccio notare però che la mentalità strisciata fa pena.

E' la seconda volta (mi pare fossi tu nell'altra occasione) che ti riferisci ai tifosi di altre squadre (Lucchese, Imola eccetera) eticettando il loro tifo come generatore di "tristezza" (ti eri espresso così in riferimento ai sostenitori di Parma e Sampdoria,mi sembra).

Dimmi, ma chi ti credi di essere? Sei solo un tizio abbagliato dai lustrini delle strisciate, hai rinnegato qualsiasi sentimento di appartenenza territoriale in cambio dello spettacolo e delle vittorie offerti da una squadra con la quale hai un legame solo a parole.

E ora ti permetti pure di sbeffeggiare i tifosi delle serie minori.

114
Admin
Admin
Admin
Admin
Le rsipettive posizioni sono state ribadite più volte e la discussione sta diventando ripetitiva. Chiudo.

115
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Torna in alto  Messaggio [Pagina 5 di 5]

Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5

Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.