Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Pirlo: da Trilli ad Attila

Condividi 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
Yale
Yale
Viandante Mitico
Viandante Mitico
Pirlo (o chi per lui) scrive un libro in cui pare togliersi qualche sassolino dalla scarpa, e Carlo Pellegatti piagnucola sorpreso il suo "tu quoque Brute".
Io l'opera somma non l'ho letta nè intendo farlo, ma spero che dopo il trattamento subito da parte della dirigenza del Milan, nonché dello pseudo giornalista già citato, il calciatore non ci sia andato affatto leggero.

http://www.milannews.it/?action=read&idnotizia=111384&fb_action_ids=10201013825131684&fb_action_types=og.recommends&fb_source=other_multiline&action_object_map=%7B%2210201013825131684%22%3A166299316863955%7D&action_type_map=%7B%2210201013825131684%22%3A%22og.recommends%22%7D&action_ref_map=%5B%5D

2
euvitt
euvitt
Viandante Storico
Viandante Storico
Pirlo pre Milan lo ricordo bene, un trequartista rifinitore leggerino e inespresso;
Ancelotti ebbe l'intuizione di provarlo davanti alla difesa e lui si scoprì gran regista.
Se tira le somme credo che con il Milan ci abbia guadagnato molto e rimesso qualcosina....neanche io voglio leggermi il suo libro ma in genere non mi piacciono quelli che sputano nei piatti dove hanno mangiato....spero per lui che non l'abbia fatto

3
Yale
Yale
Viandante Mitico
Viandante Mitico
Tu hai ragione Euvitt, nemmeno io apprezzo chi sputa nel piatto in cui ha mangiato, ma non deve essere stato piacevole nemmeno per Pirlo essere schernito dalla stessa squadra che ha vinto tanto anche grazie a lui.

4
euvitt
euvitt
Viandante Storico
Viandante Storico
@Yale ha scritto:Tu hai ragione Euvitt, nemmeno io apprezzo chi sputa nel piatto in cui ha mangiato, ma non deve essere stato piacevole nemmeno per lui essere schernito dalla stessa squadra che ha vinto tanto anche grazie a lui.
tra noi due e un calciatore come Pirlo c'è una differenza....che sia piccola o grande decidilo tu...
noi guadagnamo (dico cifre medie) 25-35000 euro lordi annui
un Pirlo credo stia sui 2,5-3,5 milioni di euro netti annui
secondo regole non scritte, ma accettate da tutti i calciatori, tale somma spropositata serve anche in parte a ripagarti di fastidi che a noi non toccano tipo invasione della privacy, fischi sul luogo di lavoro, parolacce ed insulti da tifosi avversari e trasferimenti improvvisi anche non graditissimi....
queste cose Pirlo le sa benissimo, le ha sempre sapute benissimo

5
orvix
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@euvitt ha scritto:
@Yale ha scritto:Tu hai ragione Euvitt, nemmeno io apprezzo chi sputa nel piatto in cui ha mangiato, ma non deve essere stato piacevole nemmeno per lui essere schernito dalla stessa squadra che ha vinto tanto anche grazie a lui.
tra noi due e un calciatore come Pirlo c'è una differenza....che sia piccola o grande decidilo tu...
noi guadagnamo (dico cifre medie) 25-35000 euro lordi annui
un Pirlo credo stia sui 2,5-3,5 milioni di euro netti annui
secondo regole non scritte, ma accettate da tutti i calciatori, tale somma spropositata serve anche in parte a ripagarti di fastidi che a noi non toccano tipo invasione della privacy, fischi sul luogo di lavoro, parolacce ed insulti da tifosi avversari e trasferimenti improvvisi anche non graditissimi....
queste cose Pirlo le sa benissimo, le ha sempre sapute benissimo




Pirlo e' andato alla Juve perche' gli offrivano un triennale, la garanzia di poter continuare a giocare nel suo ruolo, la possibilita' di essere il fulcro della squadra e cosi' e' stato.....da un punto di vista puramente professionale ed economico ha fatto la scelta giusta.
Dal punto di vista umano mi sembra un uomo da poco, perche' il Milan non gli ha mai detto non ci servi piu'....il rinnovo del contratto era stato offerto ed Allegri ,pur sbagliando, gli voleva solo cambiare ruolo spostandolo sul centrosinistra, insomma non doveva andare in miniera.......dopo dieci anni di trionfi rossoneri poteva magari accettare una nuova situazione....


6
Yale
Yale
Viandante Mitico
Viandante Mitico
@euvitt ha scritto:
@Yale ha scritto:Tu hai ragione Euvitt, nemmeno io apprezzo chi sputa nel piatto in cui ha mangiato, ma non deve essere stato piacevole nemmeno per lui essere schernito dalla stessa squadra che ha vinto tanto anche grazie a lui.
tra noi due e un calciatore come Pirlo c'è una differenza....che sia piccola o grande decidilo tu...
noi guadagnamo (dico cifre medie) 25-35000 euro lordi annui
un Pirlo credo stia sui 2,5-3,5 milioni di euro netti annui
secondo regole non scritte, ma accettate da tutti i calciatori, tale somma spropositata serve anche in parte a ripagarti di fastidi che a noi non toccano tipo invasione della privacy, fischi sul luogo di lavoro, parolacce ed insulti da tifosi avversari e trasferimenti improvvisi anche non graditissimi....
queste cose Pirlo le sa benissimo, le ha sempre sapute benissimo


Sì, ma la dirigenza non ha certo manifestato una gran classe durante il divorzio da Pirlo.
Che poi si dovrebbe aprire un capitolo sulla mancanza di stile che ha avuto anche con Maldini, o durante la cessione di Kakà.
Allora a questo punto, secondo regole non scritte, anche il Milan può ingoiare il rospo quando un grande ex giocatore si toglie qualche sassolino dalla scarpa.

7
Yale
Yale
Viandante Mitico
Viandante Mitico
@orvix ha scritto:
Dal punto di vista umano mi sembra un uomo da poco, perche' il Milan non gli ha mai detto non ci servi piu'....il rinnovo del contratto era stato offerto ed Allegri ,pur sbagliando, gli voleva solo cambiare ruolo spostandolo sul centrosinistra, insomma non doveva andare in miniera.......dopo dieci anni di trionfi rossoneri poteva magari accettare una nuova situazione....

Sì certo...così come è stato Kakà a voler andare al Real.
Manca solo la marmotta che confeziona la cioccolata.

8
orvix
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@Yale ha scritto:
@orvix ha scritto:
Dal punto di vista umano mi sembra un uomo da poco, perche' il Milan non gli ha mai detto non ci servi piu'....il rinnovo del contratto era stato offerto ed Allegri ,pur sbagliando, gli voleva solo cambiare ruolo spostandolo sul centrosinistra, insomma non doveva andare in miniera.......dopo dieci anni di trionfi rossoneri poteva magari accettare una nuova situazione....

Sì certo...così come è stato Kakà a voler andare al Real.
Manca solo la marmotta che confeziona la cioccolata.



sei un po' disinformato.....il sig Bosco Leite ha fatto di tutto per far andare il figlio al Real, e ci ha provato per diversi anni di fila, alla fine riuscendovi.....su Pirlo e' lui stesso che ha spiegato come sono andate le cose nella sua autobiografia in uscita......

9
euvitt
euvitt
Viandante Storico
Viandante Storico
@Yale ha scritto:
@euvitt ha scritto:
@Yale ha scritto:Tu hai ragione Euvitt, nemmeno io apprezzo chi sputa nel piatto in cui ha mangiato, ma non deve essere stato piacevole nemmeno per lui essere schernito dalla stessa squadra che ha vinto tanto anche grazie a lui.
tra noi due e un calciatore come Pirlo c'è una differenza....che sia piccola o grande decidilo tu...
noi guadagnamo (dico cifre medie) 25-35000 euro lordi annui
un Pirlo credo stia sui 2,5-3,5 milioni di euro netti annui
secondo regole non scritte, ma accettate da tutti i calciatori, tale somma spropositata serve anche in parte a ripagarti di fastidi che a noi non toccano tipo invasione della privacy, fischi sul luogo di lavoro, parolacce ed insulti da tifosi avversari e trasferimenti improvvisi anche non graditissimi....
queste cose Pirlo le sa benissimo, le ha sempre sapute benissimo


Sì, ma la dirigenza non ha certo manifestato una gran classe durante il divorzio da Pirlo.
Che poi si dovrebbe aprire un capitolo sulla mancanza di stile che ha avuto anche con Maldini, o durante la cessione di Kakà.
Allora a questo punto, secondo regole non scritte, anche il Milan può ingoiare il rospo quando un grande ex giocatore si toglie qualche sassolino dalla scarpa.
premetto che non sono milanista ma tanto quel che dico vale per tutte le squadre
i calciatori sono macchine da soldi e le società idem
tra di loro ci sono rapporti contrattuali ma non molti rapporti amichevoli
al momento i calciatori veramente forti hanno il coltello dalla parte del manico nel senso che stipulano un contratto (di solito di 5 anni ) con la squadra di appartenenza ma il rispetto o meno di questo contratto dipende da loro o dai loro temutissimi procuratori....ora poniamo che il calciatore firmi un contratto da un milione di euro/anno per 5 anni:
- il calciatore dopo un anno fa un campionato strepitoso....immediatamente vuole più soldi e non si sogna minimamente di accontentarsi del milione
il calciatore dopo un anno fa un campionato da schifo....la società capisce che ha fatto un contratto troppo oneroso ma non c'è verso di strapparlo
oppure:
il calciatore giunto sui 30 anni al termine del contratto ti fa un campionato strepitoso e chiede un rinnovo onerosissimo
la società sapendo che a 35 anni difficilmente arrivi in forma glielo propone di 3 anni
il calciatore tramite procuratori fa in modo che i tifosi sappiano che se lui se ne va è solo della società pidocchiosa e irriconoscente
gli fanno controvoglia il contratto ma se la legano al dito e arrivato alla soglia dei 35 gli chiudono le porte in faccia
..........insomma tutto quello che ai tifosi vien fatto vedere in termine di "bandiera capitano attaccamento alla maglia uomo simbolo gloria ecc..." è solo un rapporto economico

Qui a Roma avevamo un buon giocatore, magari non un campione ma come uomo era rispettabile....Damiano Tommasi
insomma...gli fanno un fallo terrificante e gli spappolano il ginocchio....lui era a fine contratto e vista l'entità dell'infortunio non glielo rinnovano
allora lui propone alla Roma di fargli il contratto minimo sindacale: 24mila euro l'anno.....una cifra da raccattapalle
la Roma accetta e lui gioca e anche benino ma l'anno dopo gli danno il benservito
era solo Tommasi, non era un Pirlo ma è stata ugualmente una puttanata da società a giocatore
di contro avevamo in rosa una pippa mostruosa tale Cicinho con un contratto da 2 milioni annui...il calciatore non giocava, si ubriacava e faceva vita da discoteca....mica si vergognava a rubare lo stipendio e l'ha fatto per tutti e 5 gli anni
puttanata da giocatore a società
....in tutte le squadre in tutti gli anni avviene qualcosa del genere




10
Automaalox
Automaalox
Viandante Storico
Viandante Storico
I problemi sono cominciati tutti con la sentenza Bosman della Corte di Giustizia Europea nel 1995.
Prima di allora le società calcistiche erano proprietarie del cartellino attestante il tesseramento federale dei giocatori (cioé, erano proprietarie del calciatore) anche dopo la scadenza del contratto e per il passaggio ad altre società era necessario il permesso della società che deteneva tale documento.
Ovviamente questo venne considerato un orrore giuridicio e i giocatori di calcio dovettero essere equiparati agli altri lavoratori.

Nei 18 anni successivi, però, abbiamo scoperto che ai calciatori e ai loro procuratori è stato dato troppo potere contrattuale e i risultati sono stati disastrosi. Squadre rivoluzionate di anno in anno, addirittura nel corso di una stagione calcistica, piagnistei continui di qualsiasi giocatore (o procuratore di giocatore) che giocasse dignitosamente due partite di fila per un aumento dell'ingaggio (pena il passaggio ad altre squadre a titolo gratuito), oltre a comportamenti non professionali e cialtronate varie.

Rivoglio il vecchio "cartellino". Se a qualche giocatore non va bene può anche smettere di giocare a calcio andare a impagliare le sedie, nessuno lo costringe.

11
Yale
Yale
Viandante Mitico
Viandante Mitico
@orvix ha scritto:
sei un po' disinformato.....il sig Bosco Leite ha fatto di tutto per far andare il figlio al Real, e ci ha provato per diversi anni di fila, alla fine riuscendovi.....su Pirlo e' lui stesso che ha spiegato come sono andate le cose nella sua autobiografia in uscita......

Prima di tutto casomai sarei poco informatA.
In seconda battuta mi chiedo sulla base di cosa tu possa affermarlo.
Infine, di Pirlo ho detto solo che il Milan non è stato gentile nei suoi confronti, dopo il congedo.

12
Yale
Yale
Viandante Mitico
Viandante Mitico
@euvitt ha scritto:
i calciatori sono macchine da soldi e le società idem
tra di loro ci sono rapporti contrattuali ma non molti rapporti amichevoli

Non capisco perché sia diventata l'ennesima discussione sugli stipendi.
Ma va bene...mettiamola sui soldi.
A questo punto, se le cose stanno così come dici e i rapporti tra società e calciatori non sono da considerarsi amichevoli, a maggior ragione a Pirlo non era richiesta nessuna cortesia nei confronti del Milan.

13
orvix
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@Yale ha scritto:
@orvix ha scritto:
sei un po' disinformato.....il sig Bosco Leite ha fatto di tutto per far andare il figlio al Real, e ci ha provato per diversi anni di fila, alla fine riuscendovi.....su Pirlo e' lui stesso che ha spiegato come sono andate le cose nella sua autobiografia in uscita......

Prima di tutto casomai sarei poco informatA.
In seconda battuta mi chiedo sulla base di cosa tu possa affermarlo.
Infine, di Pirlo ho detto solo che il Milan non è stato gentile nei suoi confronti, dopo il congedo.


sei poco informata perche' sostenevi che sia Pirlo che Kaka' sono stati scaricati dal Milan...ti ho spiegato che non e' andata esattamente cosi'...entrambi volevano andare via o restare alle loro condizioni.....

14
Yale
Yale
Viandante Mitico
Viandante Mitico
Ripeto. Non ho mai scritto che Pirlo è stato scaricato dal Milan; ho solo commentato il cattivo gusto della società dopo la sua partenza. Se invece sai trovare la frase che mi accusi di aver scritto postamela: ho la cenere pronta.
Su Kaka, invece, le mie informazioni sono queste:
- Ricardo ha deciso, contro il parere della società, di sottoporsi ad un'operazione al ginocchio (se non ricordo male)
- il chiropratico belga ha avvisato la dirigenza che quell'operazione avrebbe portato a seri problemi
- per la stagione successiva all'operazione il presidente ci ha pensato bene a mollare il calciatore viste le proteste dei tifosi e l'imminenza delle elezioni amministrative.
- l'anno dopo, sempre su insistenza del medico belga, il Milan si libera di un giocatore che, effettivamente, una volta arrivato al Real ha cominciato ad avere problemi al ginocchio operato.

Ora...tu hai una versione diversa ed io ne prendo atto, ma non credo che nessuno dei due possa definire quale sia quella corretta.

15
orvix
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@Yale ha scritto:
@orvix ha scritto:
Dal punto di vista umano mi sembra un uomo da poco, perche' il Milan non gli ha mai detto non ci servi piu'....il rinnovo del contratto era stato offerto ed Allegri ,pur sbagliando, gli voleva solo cambiare ruolo spostandolo sul centrosinistra, insomma non doveva andare in miniera.......dopo dieci anni di trionfi rossoneri poteva magari accettare una nuova situazione....

Sì certo...così come è stato Kakà a voler andare al Real.
Manca solo la marmotta che confeziona la cioccolata.



Yale, mi hai evidenziato la frase che ho scritto con l'aggiunta del commentino sotto...cosa devo dedurre????
Su Kaka' tralasci il ruolo del padre che voleva a tutti i costi Riky a Madrid ed anche il figlio non e' mai stato "contrarissimo"....

16
Yale
Yale
Viandante Mitico
Viandante Mitico
L'ho evidenziata perché l'ho trovata in contrasto con quello che hai detto subito dopo, sul cambiamento di ruolo.
Non dubito che la scelta sia stata di Pirlo, ma sono convinta che sarebbe restato volentieri al Milan fino a fine carriera, se fosse stato gradito. Tant'è che dopo la sua partenza si sono sprecati i commenti sul fatto che ormai fosse un giocatore "finito".
Su Kaka...il ruolo del padre...certo. Un padre machiavellico che è riuscito a convincere il figlio ad andare al Real, e il Milan, che proprio non voleva cederlo, sicuro sicuro, non sono a lasciarlo andare, ma a fare un bel contrattino anche all'altro figlio Rodrigo...una vera scarpa di giocatore.

17
orvix
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@Yale ha scritto:L'ho evidenziata perché l'ho trovata in contrasto con quello che hai detto subito dopo, sul cambiamento di ruolo.
Non dubito che la scelta sia stata di Pirlo, ma sono convinta che sarebbe restato volentieri al Milan fino a fine carriera, se fosse stato gradito. Tant'è che dopo la sua partenza si sono sprecati i commenti sul fatto che ormai fosse un giocatore "finito".
Su Kaka...il ruolo del padre...certo. Un padre machiavellico che è riuscito a convincere il figlio ad andare al Real, e il Milan, che proprio non voleva cederlo, sicuro sicuro, non sono a lasciarlo andare, ma a fare un bel contrattino anche all'altro figlio Rodrigo...una vera scarpa di giocatore.


diciamo in sostanza che non sono stati 2 giocatori "scaricati" ma che anche il Milan non ha fatto niente di che per trattenerli anche per dei tornaconti economici...ma il giocatore "scaricato" e' un'altra cosa...vedi Sneider, vedi Del Piero etc etc etc....

18
nonsidirebbe
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
@euvitt ha scritto:Pirlo pre Milan lo ricordo bene, un trequartista rifinitore leggerino e inespresso;
Ancelotti ebbe l'intuizione di provarlo davanti alla difesa e lui si scoprì gran regista.
Se tira le somme credo che con il Milan ci abbia guadagnato molto e rimesso qualcosina....neanche io voglio leggermi il suo libro ma in genere non mi piacciono quelli che sputano nei piatti dove hanno mangiato....spero per lui che non l'abbia fatto

Neanch'io l'ho letto nè lo leggerò, ma due cose: Pirlo aveva già giocato lì con Mazzone a Brescia (di Carletto Mazzone l'intuizione, non di Ancelotti). Fu Andrea a convincere Ancelotti a provarlo lì nel trofeo Berlusconi, fino a pochi giorni prima davano probabile Pirlo all'Atletico Madrid, invece poi partì Albertini, per fortuna.
Se Andrea ha detto che dopo dieci anni, essendo uno dei più forti centrocampisti del mondo, e avendo 32 anni (non 40) l'hanno trattato da schifo dando retta a quel coglione di Allegri che ha messo al suo posto un 34 enne (Van Bommel), sapendo peraltro che se andava via sarebbe andato alla Juve, ha fatto solo bene. Non piace neanche a me chi sputa nel piatto in cui ha mangiato, ma preferisco chi dice le cose come stanno, e non si nasconde dietro il solito "volemose bbene...". Andrea ha tutte le ragioni per dire chiaramente che il Milan l'ha trattato malissimo, e che lui non se ne sarebbe andato, se non fosse stato messo sullo stesso piano di Flamini...

19
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Torna in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.