Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Udinese - Milan 2-1: pagelle rossonere

Condividi 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
nonsidirebbe
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
La cosa che mi resta più impressa dopo la partita di oggi non è tanto la delusione per aver perso ancora, ma il fatto che guardare le partite del Milan è diventata una palla colossale.
Sai già cosa succederà, non c'è nessuno (nessuno nessuno) che possa inventarsi qualcosa che ti lasci sorpreso...
E' un film già visto mille volte, per giunta non divertente.
Oggi è andata un po' meglio delle altre tre che ho visto, e la sconfitta ci sta comunque, ma un pari non sarebbe stato uno scandalo.
Credo non ci sia molto da aggiungere: il Milan di quest'anno è una squadra mediocre, da ottavo-decimo posto, ma che (se non arriva una svolta prestissimo) rischia di trovarsi nell'incubo di una lotta per non retrocedere, perchè (a parte Ambrosini) non c'è nessuno che abbia la stoffa psichica del leader. Gli altri si deprimono partita dopo partita, e questa può essere una cosa letale.
A meno che.... A meno che Galliani e Berlusconi non aprano gli occhi subito (stasera stessa) e non capiscano che la svolta necessaria deve arrivare proprio a livello mentale. Ci vuole un motivatore, uno che ridia entusiasmo, un cuore rossonero, e allora gli stessi giocatori che oggi occupano la posizione in classifica che rispecchia quel che hanno fatto vedere finora, potrebbero addirittura arrivare nei primi sei posti.
Ma non c'è tempo da perdere.

Abbiati 6: Il gol di Ranegie è praticamente tutto suo. Però prima e dopo è stato attento, e in particolare su Di Natale e poi su Pasquale compie due belle parate che limitano il passivo.
Abate 6: Molto sotto tono, molto impreciso in quasi tutti i cross e i suggerimenti, però è lui che vince sulla fascia contro Pasquale. Nel finale disperato è uno di quelli che riesce a rendersi più pericoloso, con alcune puntate delle sue. Ma è molto lontano dal miglior Abate.
Mexes 6: Comincia con buona sicurezza, quando il Milan sembra avere in mano la partita (primo quarto d'ora). Chiude bene su Di Natale, poi comincia a vacillare, facendosi saltare da Ranegie una volta. Sul gol del centravanti udinese non arriva abbastanza in alto, ma la colpa è più di Abbiati. Alterne fortune nel secondo tempo. In avanti si nota per una bella rovesciata su azione d'angolo.
Zapata 5: Anche lui comincia bene, meglio di Mexes. Chiude anche quando il compagno è in ritardo, è preciso di testa e si permette anche qualche avanzata, per la verità non sempre efficace. Poi va in black-out totale a metà del secondo tempo, prima sbagliando un disimpegno e rimediando un giallo, poi causando il rigore del 2-1 (e conseguente espulsione). E' lo Zapata che ricordavo: ottime potenzialità, ma totalmente inaffidabile.
Mesbah 4,5: Va meglio dell'Antonini visto con l'Anderlecht. Ma questo non vuol dire che sia guardabile. Infiniti palloni persi, fase difensiva latitante e approssimativa, in avanti niente da ricordare. Dobbiamo sperare in Didac Vilà?
Montolivo 4: Seconda partita che vedo con lui, e secondo 4. La prima con la Samp diceva di essere stato fuori ruolo. Stavolta fa la mezzala ma la solfa non cambia. Scolastico e scontato in ogni palla che gioca (salvo un lancio uno per El Shaarawy nella ripresa), lento oltre ogni cognizione (e tutti quelli che fischiavano Seedorf non notano la differenza?), impacciato ed inutile.
Ambrosini 5,5: Si ritrova unico leader di una masnada di scarsi. Lui non è un fuoriclasse tale da poter cambiare la partita, e finisce per soffrire troppo. La presenza c'è, ma son più le volte in cui perde palla o viene saltato di quelle in cui riesce a fare argine.
Nocerino 5: E' uno dei casi più preoccupanti. Orfano dei compagni che ne esaltavano la grinta e la corsa, riesce solo a correre e ringhiare, ma perde quasi tutti i contrasti, è quasi sempre preso in mezzo, e non contribuisce mai alla manovra offensiva.
Emanuelson 5,5: Il cocco di Allegri viene ancora una volta messo a fare il trequartista/ala destra. Lui che è un terzino sinistro... Per la verità parte anche bene. Invita Pazzini dopo 3 minuti, partecipa ad alcune belle azioni... Per un quarto d'ora. Poi sparisce dal campo.
El Shaarawy 7: Un gol davvero molto molto bello. Ma anche una prestazione di grande volontà e discreta qualità. Se c'è un'azione pericolosa del Milan (e qualcuna c'è stata) lui è sempre partecipe. Uno che meriterebbe un Milan migliore attorno, e allora potrebbe crescere in maniera importante. Ma chiedergli, a 20 anni, di essere il leader è davvero troppo.
Pazzini 6: Mobile, cerca spazi in area per farsi valere. Di palloni ne arrivano pochi, e allora si rende utile anche al di fuori. Peccato il tiraccio al terzo minuto, poi di occasioni ne ha poche, se si eccettua la bellissima rovesciata su cross di Abate parata da Brkic (ma era comunque in fuorigioco). E' lui a dare a El Shaarawy la palla del gol.

Boateng 5,5: Entra con la voglia di spaccare il mondo, e dà velocità in avanti. Non riesce a combinare molto, ma sembra che una scossa possa darla. Peccato che si fa espellere...
Acerbi 6: Quando è espulso Zapata deve logicamente entrare lui, e regge la posizione e il ruolo senza troppi problemi.
Bojan 6: Entra e il Milan si ritrova in 9 contro 11. Ma a mio avviso è uno che dovrebbe giocare di più, perchè non si è dimenticato di essere stato uno del Barca.

Allegri: Ho pochissimo da dire: voglio solo sapere quanto dovremo ancora aspettare prima che venga cacciato a calci in culo. Come già detto, nessuno con questa rosa potrebbe fare del Milan una squadra in lotta per i primi posti, ma con lui siamo una squadra da ultimi tre.

2
istinto
istinto
Viandante Storico
Viandante Storico
consolati, il Real è uno squadrone ed è messo come voi... il problema è che loro son capaci di vincere le 34 rimanenti e Mourinho non è in discussione, da voi invece le cose non stanno così bene. Mi domando cosa pensava Ibra quando non voleva andare via da Milano per Parigi...

3
carnil_carani
carnil_carani
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Quello che sta succedendo a Milan e Inter è la diretta conseguenza della situazione economica generale e il fatto che le due squadre più ricche d'Italia non riescano a tener botta alle altre in questo periodo di vacche magre dovrebbe più che altro far pensare al vero valore della dirigenza delle sue società più che fare le pulci agli allenatori. Che lo meritano, altro che se lo meritano entrambi ma i problemi stanno a monte. Una domanda Nonsi. Perchè Allegri è ancora sulla panchina del Milan nonostante la disastrosa stagione scorsa? Perchè Galliani non è riuscito ad imporsi sulla proprietà in occasione del mancato scambio Pato-Tevez del gennaio scorso. Il rinnovo del tecnico è avvenuto come "contentino" per Galliani. Il Milan paga la "confusione" della famiglia proprietaria in questo periodo di crisi. E Allegri sta facendo di tutto per farsi esonerare guadagnandoci economicamente. Cosa che la rosa a disposizione diventa un gioco da bambini.
L'Inter sta messa un pelino meglio. Solo un pelino perchè a mio parere alla fine del mercato la rosa nerazzurra è stata ampiamente sopravvalutata da tutti. in difesa ha perso 3 elementi fondamentali (Lucio, J.Cesar e Maicon), a centrocampo ha inserito uno scarto del Napoli (Gargano) in un reparto che due anni fa definivamo logoro. E Guarin non mi sembra l'uomo giusto per prendersi sulle spalle le responsabilità di Cambiasso e Stankovic.
Stramaccioni sta dimostrando tutta la sua inesperienza mettendo in campo squadre offensive quando deve ancora mettere a posto difesa e centrocampo. Non a caso l'Inter più convincente è stata quella "provinciale" vista col Torino.
Ma come fai a prendertela con un allenatore che deve schierare dietro un brasiliano sconosciuto insieme a Ranocchia con il vecchio Samuel come unico ricambio, mettere al posto di Maicon quel Jonatan che giocherebbe titolare giusto nel Pescara e costretto a far giocare l'oramai immobile Cambiasso?


4
lupo
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
quello che succede è frutto di scelte sbagliate e incompetenza.
il milan, nell'anno in cui vende 2 campioni, ha completamente distrutto lo spogliatoio mandando via contemporaneamente 5 o 6 senatori che forse in campo non servivano più ma nello spogliatoio si.
l'inter che è l'ambiente più difficile d'italia (non a caso in 30 anni solo mourinho è riuscito a gestirlo) è stata affidata a un giovincello inesperto e adesso è in balia dei clan.

5
era-clito
era-clito
Banned
Banned
Su Sky, ieri, ho ascoltato un'interessante discussione a proposito di Allegri, Stramaccioni, e dei colleghi allenatori. Dicevano che Stramaccioni, la scorsa settimana aveva accennato alla campagna acquisti, sottolineando che non erano state soddisfatte le sue richieste per alcune posizioni di gioco e che, appunto, ci si doveva accontentare delle merce autarchica che aveva in parte ereditato dalle gestioni precedenti.
Si faceva notare che un Mou, un Pep, un Carletto, un Fergusson chiedono e pretendono determinati acquisti di giocatori per allenare una squadra e che solo Mazzarri, in Italia, sembra l'abbia fatto e che, quindi, Allegri ha la colpa di non aver lasciato anche lui la squadra che la dirigenza gli ha venduto senza adeguatamente rimpiazzarla.
A prescindere delle capacità di Allegri e Stramaccioni, a me sembra che il ragionamento fila, anche perchè c'è da rilevare che emergono, nel settore dei trainer, figure nuove ed interessanti, come Montella, come Ferrara ed il redivivo DiCanio. Del resto anche un vice, come DiMatteo, oggi promosso titolare, da ottimi risultati.

6
euvitt
euvitt
Viandante Storico
Viandante Storico
Mourinho e Capello mi sembrano praticamente equivalenti....
poca tecnica, poca trattica, niente scuola di calcio ma gran gestione delle individualità
be' a me non piacciono anche se mi tocca ammettere che per certe situazioni sono il meglio che c'è in giro
Stramaccioni è un bravo figliolo....ma lui conosce il 4-2-3-1 e non gli hanno preso i giocatori idonei per farlo
Montella è più elastico ma anche lui deve essere accontentato
Allegri....non so cosa pensare....il Milan sono 25 anni che ha una squadra piena di campioni e per la prima volta ha una squadra operaia....se quei giocatori ce l'avesse l'atalanta sarebbe quasi a punteggio pieno...il Milan non ci si ritrova, non so se è colpa di Allegri...ma è cambiato un mondo

7
orvix
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@euvitt ha scritto:Mourinho e Capello mi sembrano praticamente equivalenti....
poca tecnica, poca trattica, niente scuola di calcio ma gran gestione delle individualità
be' a me non piacciono anche se mi tocca ammettere che per certe situazioni sono il meglio che c'è in giro
Stramaccioni è un bravo figliolo....ma lui conosce il 4-2-3-1 e non gli hanno preso i giocatori idonei per farlo
Montella è più elastico ma anche lui deve essere accontentato
Allegri....non so cosa pensare....il Milan sono 25 anni che ha una squadra piena di campioni e per la prima volta ha una squadra operaia....se quei giocatori ce l'avesse l'atalanta sarebbe quasi a punteggio pieno...il Milan non ci si ritrova, non so se è colpa di Allegri...ma è cambiato un mondo


Il grande problema del Milan e' che ha sempre fatto un mercato con i grandi campioni con a fianco ,sopratutto negli ultimi anni, un buon numero di bidoni e di giocatori molto modesti...l'elenco sarebbe infinito..cito a caso Ibraim Ba..Xavi Moreno ...Pablo Garcia...Grimi, Taiwo, Oniyew, Didac Villa,Taiwo,Traore, Costant...Mesbah e tante altre merde...il tutto voluto da zucca pelata Galliani per i suoi squallidi giri di mediatori-procuratori.....
Quest anno, visto che per esigenze di bilancio sulle quali non discuto, si e' scelto di vendere dei pezzi da 90 ed altri fuoriclasse se ne sono andati per fine carriera, c'era da fare ,con parte del rivacato, una cosa molto semplice..e cioe' un mercato intelligente, funzionale,prendendo medio buoni giocatori e per un anno lasciar perdere i giocatori inutili...il trio Berlusconi Galliani Allegri ha dimostrato in sinergia che non sono in grado di fare un mercato intelligente , che le merde giocoforza le dobbiamo continuare a comprare senza stavolta vicino i fuoriclasse.....i risultati si vedono....
un esempio di mercato intelligente? la Juventus dello scorso anno....
un esempio di buoni giocatori senza spendere vagonate di soldi..:?
Antonelli o Peluso o Balzaretti terzini sinistri, Cigarini o Ledesma centrali.....Hernanes (lo potevamo prendere con pochi milioni di euro 2 anni fa) trequartista, Maxi Lopez e Borriello in attacco....forse qualche milioncino in piu' per un centrrale di valore e avevi fatto una squadra buona, risanato il bilancio e lottato per i primi 5-6 posti.......invece noi no, o Kaka' o Tevez o Ibra o Thiago Silva con qualche bidone di contorno...una cosa media mai.....

8
euvitt
euvitt
Viandante Storico
Viandante Storico
...concordo per buona parte anche se, per dire la mia, la cosa che meno ho condiviso del Milan è stato l'acquisto di vari campioni sul viale del tramonto dei quali se ne poteva far a meno.
Fare un mercato intelligente non è facile...la Juve l'ha azzeccato dopo quattro mercati stupidi con parecchi soldini buttati
A me piace una "squadra" fatta di undici titolari validi senza punti deboli...una squadra contro la quale si gioca male...costruita dietro indicazioni di un valido allenatore.......su questa squadra se hai i soldi puoi innestare giocatori sopra la media
Il Milan questa base più o meno ce l'ha...ma evidentemente non è questa la loro dimensione e non ci si ritrovano

9
nonsidirebbe
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Dico la mia: tutti a prendersela con Galliani, quando invece credo che stia facendo il massimo visto il budget (inesistente) che la famiglia Berlusconi gli mette a disposizione.
Lo dico e lo ripeto: la colpa è di Berlusconi, che non avendo più soldi fa i capricci e vuole il Milan come un suo giocattolo, e pretende pure che vinca e si incazza se non lo fa....
Il Milan è diventato peggio di quello di Farina perchè la proprietà non ci mette più soldi e racconta anche un sacco di palle... e Galliani è in mezzo che ci mette la faccia.
Ad aggravare le cose ci sta un allenatore incapace. Soprattutto a livello di spogliatoio, perchè con un vero motivatore, che faccia stare tutti dalla sua parte e non si diverta a segare ed umiliare quasi tutti gli idoli della curva, e che si innamora di Emanuelson e compagnia bella, forse almeno si vedrebbe la grinta. Ma non c'è nemmeno quella. Nessuno ci crede: si vede in campo.

10
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Torna in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.