Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Il rapporto segreto.

Condividi 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
xmanx
xmanx
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Il rapporto segreto. Di Tom Rob Smith.

Il ventesimo secolo con i suoi totalitarismi è alle spalle. Per fortuna è andato.

Uhm...si potrebbe dire che ora ci aspetta una sfida ancora peggiore. Il vuoto. Che poi vuoto non è mai.

2
Massimo Vaj
Massimo Vaj
Viandante Storico
Viandante Storico
Se il vuoto esistesse non sarebbe più vuoto, dovrebbe capirlo anche un bimbo.
Il vuoto è più che l'esistere o è meno, decidete voi.

3
xmanx
xmanx
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
mah, sai....con la caduta di tutte le ideologie - e dei regimi che le incarnavano - alternative al capitalismo....di fatto si crea un vuoto. Un vuoto di ideali. Riempito unicamente dalla convenienza e dalla sostenibilità economica.

Si è vero. Non c'è mai un vuoto. E' per questo che è necessario tenere la barra diritta.

4
Massimo Vaj
Massimo Vaj
Viandante Storico
Viandante Storico
Le ideologie sono il frutto di sistemi di pensiero e hanno il difetto di dover escludere per essere. Escludono tutto ciò che non rientra nello schema che recinta il loro teorizzare.
Un simbolo è muto, se è universale nel suo significare, proprio perché non esclude nulla a parte la contraddizione ai princìpi che in quel simbolo dormono. Svegliarli per portarli davanti alla consapevolezza è compito dell'intuire sovra-individuale. Ogni ideologia è destinata all'insuccesso delle sue applicazioni, perché nulla che non abbia in sé il rigoroso rispetto dei princìpi ai quali l'esistenza deve il suo esserci può durare quanto dura la verità.
Ci sono, però, ideologie che non hanno l'apparenza di esserlo, come è quella che accomuna nelle convinzioni sia la destra che il centro e la sinistra. L'ideologia che si dice democratica ne costituisce esempio. L'attribuzione di valore di principio qualitativo alla quantità caratterizza la democrazia, che ritiene giusto dare potere (oltretutto acquistabile) ai rappresentanti della maggioranza di stupidi, riservando posti liberi alle poche intelligenze... sull'inginocchiatoio del servilismo imposto.

5
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Torna in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.