Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Archivio Ricette - Dolci e Dessert : classici, etnici e inventati dai viandanti

Condividi 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
Admin@
Admin@
Admin Founder
Admin Founder


Pera Cotta alla Massimo Vaj

Lava e asciuga la pera.
Sbucciala lasciando il picciolo attaccato.
Sistemala ritta in una pirofila sul cui fondo è stata messa 1 tazzina d'acqua; cospargila di zucchero di canna e grattugiaci sopra un po' di zenzero.
Cuoci in forno a 180 gradi irrorando di tanto in tanto con lo sciroppo di zucchero che si forma sul fondo.

Pazza_di_Acerra

29 Ott, 2011



Ultima modifica di Admin@ il Dom 12 Feb 2012 - 21:03, modificato 1 volta


_________________
Quanto più già si sa,
tanto più bisogna ancora imparare.
Con il sapere cresce nello stesso grado il non sapere,
o meglio il sapere del non sapere
2
Admin@
Admin@
Admin Founder
Admin Founder



Biscottini del capodoglio


Ingredienti:

240 gr farina
160 gr burro
80 gr zucchero a velo (ma io uso il semolato normale)
aroma a scelta
2 tuorli d'uovo

Tagliare il burro a dadini. Setacciare la farina sopra al burro e sfregare burro e farina tra le dita col gesto col quale si indicano i soldi. Il risultato è praticamente uno sfarinato grumoso.
Aggiungere lo zucchero a vero, fare la fontana e mettere al centro i tuorli, l'aroma e dare una prima lavorata al composto (di solito ci dò prima un pò con la forchetta e poi di mano, veloce veloce).
Riporre l'impasto nel frigo avvolto nella pellicola per (bho) minuti. XD
Cuocere. (non ho nè temperatura nè tempo, vado ad occhio anche perchè ho un forno di merda quindi con me le cose che dicono le ricette non valgono)

Per una frolla più secca usare uova intere. Per una frolla più friabile usare più burro (help!!!) o zucchero.

LiQuiRizia91
28 Mar 2011


_________________
Quanto più già si sa,
tanto più bisogna ancora imparare.
Con il sapere cresce nello stesso grado il non sapere,
o meglio il sapere del non sapere
3
Admin@
Admin@
Admin Founder
Admin Founder


Biancomangiare al caffè


Ingredienti (per 6 persone)

1,2 dl di caffè ristretto
2,5 dl di latte
150 g di mandorle
130 g di zucchero a velo
20 g di gelatina in fogli
3 dl di panna


Fate scottare le mandorle in acqua bollente,
sgocciolatele e spellatele.
Mettetele nel frullatore insieme al latte
e frullate per qualche minuto.
Versate il composto in un tegame
e portatelo a ebollizione.
Filtratelo attraverso un telo,
raccogliendolo in una zuppiera.
Unite poco alla volta lo zucchero a velo
e quindi 1 dl di caffè, sempre mescolando.
Fate ammorbidire la gelatina in acqua fredda, strizzatela
e fatela sciogliere a bagnomaria.
Aggiungetela quindi al composto di caffè e lasciate
raffreddare. Incorporate infine la panna montata.
Versate il tutto in uno stampo precedentemente
inumidito con il caffè rimasto e riponete
in frigo per almeno 4 ore (o 2 in freezer), o comunque
fino a quando non sarà ben solidificato.
Per sformare, immergete lo stampo per un istante
in acqua calda, quindi rovesciate sul piatto da portata.
Decorate a piacere con chicchi di caffè e servite subito.

N.B. Si può sostituire il caffè con 100 g di cioccolato fondente
che farete sciogliere a bagnomaria nel latte.


cenere79

Ago 25, 2011


_________________
Quanto più già si sa,
tanto più bisogna ancora imparare.
Con il sapere cresce nello stesso grado il non sapere,
o meglio il sapere del non sapere
4
Admin@
Admin@
Admin Founder
Admin Founder


I dolci dei morti ( in Italia)

Le Fave dei Morti

Ingredienti:
gr 400 di mandorle dolci tritate
gr 100 di mandorle amare tritate
gr 500 di zucchero
3 uova
una tazzina da caffè di mistrà
latte
olio
farina

Preparazione:
Sulla tavola impastate la farina con le mandorle, lo zucchero, le uova e il latte in modo da ottenere un amalgama liscio e sodo.
Stendete l’impasto, quindi tagliatelo ricavando una serie di rocchetti da schiacciare con le dita così da formare le fave.
Adagiatele su una teglia da forno oliata e infarinata, e cuocete in forno preriscaldato a 150º.
Servitele fredde.


Le Ossa dei Morti

Ingredienti:
200 gr di nocciole e/o mandorle tritate (potete fare metà e metà, oppure tutte nocciole o tutte mandorle)
200 gr di zucchero
200 gr di farina
1 albume
1/2 cucchiaino di cannella in polvere
4 chiodi di garofano ridotti in polvere
Vino Marsala q.b.

Versate in una ciotola tutti gli ingredienti in polvere (farina, zucchero, frutta secca tritata e spezie).
Montate a neve ben soda il bianco d’uovo, e unitelo agli ingredienti secchi. Iniziate a impastare il tutto, unendo il Marsala a cucchiate, fino a che il composto diventerà lavorabile.
Stendete la pasta con il matterello fino a raggiungere lo spessore circa 3 o 4 cm. e poi tagliatelo a strisce allungate. Cercate poi di dare la forma di ossa alle strisce arrotondando le estremità.
Deponete le ossa su una piastra ricoperta da carta forno, e cuocetele nel forno a 170 gradi, per circa 25 minuti.


Il Pane dei morti

Ingredienti:
150 gr di farina bianca
200 gr di farina gialla a grana fine
200 gr di farina gialla a grana grossa
100 gr di zucchero
150 gr di burro
15 gr di lievito di birra
tre uova
latte
15 gr di fiori di sambuco
zucchero vanigliato
olio e sale

Mescolare e setacciare le tre farine, aggiungere i fiori di sambuco, e gli altri ingredienti tranne lo zucchero vanigliato. Unire il lievito sciolto in poco latte tiepido. impastare bene fino ad ottenere una pasta liscia e compatta con la quale fare una palla. Mettere la pasta in una zuppiera coperta da un tovagliolo e lasciare lievitare per un’ora in luogo tiepido.
Fare quindi con la pasta tante pagnottine lievemente schiacciate, di circa dieci centimetri di diametro, e porle sulla placca da forno alla giusta distanza. Cospargere con un poco di zucchero vanigliato e cuocere a forno caldo (190º C) per mezz’ora.


Galadriel

Ott 29, 2011


_________________
Quanto più già si sa,
tanto più bisogna ancora imparare.
Con il sapere cresce nello stesso grado il non sapere,
o meglio il sapere del non sapere
5
Admin@
Admin@
Admin Founder
Admin Founder


I Dolci dei Morti ( Estero)

Pumpkin Cake ( dagli Stati Uniti)

200 g di farina 00
sale
zucchero a velo
150 g di burro
1 tuorlo
2\3 cucchiai di acqua fredda


6 uova
220 g di zucchero di canna
250 ml d melassa
750 ml di panna liquida non montata
1 kg di zucca in purea
rum
noce moscata
200 g noci normali, meglio ancora quelle caramellate
zucchero a velo
Preparazione:
- Lessiamo la zucca.
- Per la pasta brisèe mettiamo in una ciotola la farina, sale e lo zucchero.
- Facciamo un buco nel centro e uniamo il burro a pezzetti e mescoliamo per bene con le dita finchè non otterremo un impasto sbriciolato.
- Mescoliamo il tuorlo con l'acqua, uniamolo nel burro e farina e lavoriamo con forza con le mani in modo da ottenere un impasto omogeneo e bello sodo.
- Formiamo una palla, avvolgiamola in carta da cucina e facciamo riposare in frigorifero per un'ora.
- Passiamo alla zucca, lessiamola ed otteniamo un purè, quindi lasciamolo raffreddare.
- Mescolate insieme in una terrina, le uova con lo zucchero di canna, aggiungiamo il golden syrup e continuiamo a mescolare finchè otterremo un composto morbido.
- Incorporate poi la panna, il purè di zucca, il rhum, la noce moscata ed il sale, mescoliamo bene il tutto.
- Stendiamo la pasta,con essa foderiamo uno stampo leggermente unto.
- Versiamo la purea di zucca nello stampo e livelliamo bene la superfice.
- Inforniamo a 180 ° per 40 minuti.
- Sforniamola e decoriamola con le noci e zucchero a velo.


Galadriel

Ott 29, 2011


_________________
Quanto più già si sa,
tanto più bisogna ancora imparare.
Con il sapere cresce nello stesso grado il non sapere,
o meglio il sapere del non sapere
6
Admin@
Admin@
Admin Founder
Admin Founder


Krovrizka

In un recipiente sbattete un uovo con 125 g di zucchero; aggiungete poi 100 g di miele, un pizzico di cannella e uno di chiodi di garofano in polvere, mezzo cucchiaino di bicarbonato e amalgamate il tutto. Versate quindi lentamente 500 gr. di farina mescolando l'impasto con un frustino per 5-10 minuti. A questo punto mettete un cd di Cajkovskij o di Borodin e continuate il lavoro. In un tegamino ponete 75 gr.di zucchero e cuocetelo a fuoco lento finché diventerà di color bruno; scioglietelo poi in due cucchiai di acqua e aggiungete altri 50 g di miele e mescolando portate all'ebollizione. Unite poi questa salsina all'impasto di farina e amalgamate bene il tutto. Spalmate con il burro la piastra da forno, cospargetela di farina e disponetevi l'impasto livellandolo. Sgusciate le noci (70 gr.) e dopo averle finemente pestate nel mortaio, spargetele sull'impasto. Mettete poi la kovrizka nel forno caldo e cuocetela per 15-20 minuti a fuoco moderato. Nel frattempo leggete qualche poesia della Cvetaeva o di majakovskij, che male non vi fa di certo. A cottura ultimata sfornatela e lasciatela raffreddare. Con un coltello tagliate la kovrizka a metà orizzontalmente e spalmate la parte tagliata con una marmellata di frutta a vostro piacere; ricongiungete poi le due metà e servitela affettata.


Pazza_di_Acerra

Nov 30, 2010


_________________
Quanto più già si sa,
tanto più bisogna ancora imparare.
Con il sapere cresce nello stesso grado il non sapere,
o meglio il sapere del non sapere
7
Admin@
Admin@
Admin Founder
Admin Founder
PAVLOVA PASQUALE CON CIOCCOLATO BIANCO E PASSION FRUIT

https://www.lavalledelleco.net/t5713-csaba-dalla-zorza#132557


Stardust Gio 19 Apr 2012


_________________
Quanto più già si sa,
tanto più bisogna ancora imparare.
Con il sapere cresce nello stesso grado il non sapere,
o meglio il sapere del non sapere
8
Admin@
Admin@
Admin Founder
Admin Founder
Archivio Ricette - Dolci e Dessert : classici, etnici e inventati dai viandanti Cucina26


_________________
Quanto più già si sa,
tanto più bisogna ancora imparare.
Con il sapere cresce nello stesso grado il non sapere,
o meglio il sapere del non sapere
9
Admin@
Admin@
Admin Founder
Admin Founder
Archivio Ricette - Dolci e Dessert : classici, etnici e inventati dai viandanti Cucina27


_________________
Quanto più già si sa,
tanto più bisogna ancora imparare.
Con il sapere cresce nello stesso grado il non sapere,
o meglio il sapere del non sapere
10
Admin@
Admin@
Admin Founder
Admin Founder
Archivio Ricette - Dolci e Dessert : classici, etnici e inventati dai viandanti Cucina28


_________________
Quanto più già si sa,
tanto più bisogna ancora imparare.
Con il sapere cresce nello stesso grado il non sapere,
o meglio il sapere del non sapere
11
Admin@
Admin@
Admin Founder
Admin Founder
Archivio Ricette - Dolci e Dessert : classici, etnici e inventati dai viandanti Cucina29


_________________
Quanto più già si sa,
tanto più bisogna ancora imparare.
Con il sapere cresce nello stesso grado il non sapere,
o meglio il sapere del non sapere
12
Admin@
Admin@
Admin Founder
Admin Founder
Archivio Ricette - Dolci e Dessert : classici, etnici e inventati dai viandanti Dolci310


_________________
Quanto più già si sa,
tanto più bisogna ancora imparare.
Con il sapere cresce nello stesso grado il non sapere,
o meglio il sapere del non sapere
13
Admin@
Admin@
Admin Founder
Admin Founder
Archivio Ricette - Dolci e Dessert : classici, etnici e inventati dai viandanti Dolci110


_________________
Quanto più già si sa,
tanto più bisogna ancora imparare.
Con il sapere cresce nello stesso grado il non sapere,
o meglio il sapere del non sapere
14
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Torna in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.