Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Quale libro state leggendo?

Condividi 

Vai alla pagina : Precedente  1 ... 5, 6, 7 ... 13 ... 21  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 6 di 21]

126
Edmond_Dantes89
Edmond_Dantes89
Viandante Residente
Viandante Residente
@^Sick_Boy ha scritto:In effetti, credo sia esattamente il contrario, ovvero penso che ciascun individuo agisca, sempre e comunque, in base a ciò che intimamente ritiene giusto.

E' vero, ma è proprio questo che poi porta a commettere errori e può portare a produrre il male..nella realtà, e in qualunque storia verosimile, il cattivo è sempre qualcuno che, dal proprio punto di vista, crede di essere nel giusto, ed è per quello che fa quello che fa..in definitiva Golding poteva aver ragione, perchè riusciamo a fare del male anche quando facciamo qualcosa che riteniamo giusto, e perchè comunque le utopie non esistono per definizione.

127
^Sick_Boy
^Sick_Boy
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Sebbene io non creda nei concetti di "Bene/Male" come assoluti, hai colto perfettamente nel segno. Non intendevo -con il concetto che hai quotato- sostenere che DI CONSEGUENZA "non esista il male". Semmai, cercavo di affermare che in ogni cosa coesistono entrambi questi "valori".

Non so fino a dove sei arrivato nella lettura e quindi cercherò di non essere "spoileroso", sebbene, se lo hai studiato a scuola, immagino tu sappia già come si sviluppa la vicenda.
In relazione a ciò di cui stiamo parlando -e nonostante io sia un democratico convinto, almeno nei termini in cui riconosco l'anarchia come non ancora realizzabile e, dunque, decisamente più dalla parte della "conchiglia" che della "testa di porco"- vale la pena di domandarsi quale dei due schieramenti, che si formano con il procedere degli eventi, si sarebbe rivelato più adatto a sopravvivere e, dunque, quale delle due visioni sarebbe stata "un bene" ai fini della sopravvivenza del gruppo (nel suo insieme).

La risposta potrebbe (o no) essere molto meno scontata di quanto appaia e, personalmente, mi viene da dire (in prima battuta) che -una volta effettuata la scissione e contrapposti i rispettivi sistemi- (e cioè, quando dall'instabile Uno si scindono e si stabilizzano il "bene" ed il "male") per sopravvivere abbiano bisogno l'uno dell'altro.

Tuttavia, sotto questa che è la risposta che mi viene più naturale, si annidano (proprio come succede in quel libro) domande e osservazioni più inquietanti.
Di certo "il sonno della ragione genera mostri" ma hanno, questi, davvero bisogno della ragione per sopravvivere? E, se si dovesse spegnere definitivamente il fuoco della razionalità, siamo certi che non scopriremmo che, mentre "la luce" ha bisogno dell'oscurità per definirsi tale e di una fonte che la emani per esistere, le tenebre esistono invece come dato a sè stante, senza bisogno di alcuna controparte?

Ecco, tale è la "potenza" di quel libro.

128
Edmond_Dantes89
Edmond_Dantes89
Viandante Residente
Viandante Residente
Eh, bella domanda..direi che a questo punto la risposta dipenda da come ognuno concepisce la natura umana, e da quanto si trovi d'accordo con l'autore..comunque è vero, io so già come va a finire, ma occhio, che magari lo spoiler lo fai ai danni degli altri Sorriso Scemo

129
^Sick_Boy
^Sick_Boy
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
In realtà mi rendo conto adesso, pensandoci, che la questione dello spoiler non è poi così determinante, in quel libro. A parte che mi viene difficile immaginare che esista qualcuno che non ha la minima idea di cosa tratti, ma pur sapendo benissimo capitolo e paragrafo di come evolve la vicenda, non è nella "sorpresa" o nel "colpo di scena" che risiede la forza di quel romanzo, quanto nella sua capacità di suscitare domande sulla natura umana mentre la descrive.

130
silena
silena
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@^Sick_Boy ha scritto:Temo che quello sia un processo del tutto inevitabile: l'imposizione distrugge sempre il piacere, perchè gran parte del piacere deriva dalla scelta.


Si legge per molti motivi, basta dare una spulciatina ai "Diritti imprescindibili del lettore" di Pennac e al suo "Come un romanzo". L'aspetto più importante è leggere il libro giusto al momento giusto, altrimenti si rimanda.

A volte l'imposizione può far nascere la curiosità di leggere davvero a posteriori, com'è accaduto in questi frangenti, mi par di capire... in altre parole non è sempre negativa.

131
silena
silena
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem


Dimenticavo: alterno la rilettura della Bibbia a Mc Carthy. fischio

132
Edmond_Dantes89
Edmond_Dantes89
Viandante Residente
Viandante Residente
Bè non posso darti torto, effettivamente non sarei venuto a conoscenza di quello, e di molti altri libri (inclusa la letteratura latina) se non avessi studiato tutto questo anni fa..comunque, come trovi la Bibbia? Io mi sono sempre ripromesso di comprarla prima o poi, perchè credo che sia una lettura affascinante, che uno sia credente o no..

133
Pazza_di_Acerra
Pazza_di_Acerra
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
La Bibbia, soprattutto l'Antico Testamento, ha il fascino delle letterature antiche. naturalmente non è come leggere Omero, e nemmeno Virgilio, però qui e là affiorano dei bei momenti poetici.

134
Dudù
Dudù
Viandante Mitico
Viandante Mitico
@Pazza_di_Acerra ha scritto:La Bibbia, soprattutto l'Antico Testamento, ha il fascino delle letterature antiche. naturalmente non è come leggere Omero, e nemmeno Virgilio, però qui e là affiorano dei bei momenti poetici.
Accoppialo al corano e fai la terza guerra mondiale.[img]Quale libro state leggendo? - Pagina 6 Images12 [/img]

135
Aleister
Aleister
Viandante Storico
Viandante Storico
@silena ha scritto:

Dimenticavo: alterno la rilettura della Bibbia a Mc Carthy. fischio

L'alternanza tra i testi è casuale? Perchè in qualche modo la visione apocalittica ed apparentemente senza speranza di Mc Carthy (particolarmente La Strada) è paradossalmente profondamente religiosa, il silenzio di Dio urla più di qualunque teologia consolatoria. In qualche modo ricorda Flannery O' Connor...

136
silena
silena
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
In realtà volevo leggere due testi contrapposti, mentre tu mi ribalti la prospettiva. Quale libro state leggendo? - Pagina 6 73990920

Di Flannery O' Connor ho letto solo alcuni racconti, molto crudi, vista la mia sensibilità. Mi puoi dire di più?

Approfitto di questo thread per salutare tutti. Verrò a leggervi, ma non scriverò più, solo perché ho bisogno di un periodo di pace interiore e trovarlo, fra una miriade di impegni, non è sempre facile. Vorrei nominare coloro che mi hanno accolto con molto interesse, ma nel contempo non vorrei fare un torto a nessuno. hug tenderly

137
Aleister
Aleister
Viandante Storico
Viandante Storico
@silena ha scritto:In realtà volevo leggere due testi contrapposti, mentre tu mi ribalti la prospettiva. Quale libro state leggendo? - Pagina 6 73990920

Di Flannery O' Connor ho letto solo alcuni racconti, molto crudi, vista la mia sensibilità. Mi puoi dire di più?

Approfitto di questo thread per salutare tutti. Verrò a leggervi, ma non scriverò più, solo perché ho bisogno di un periodo di pace interiore e trovarlo, fra una miriade di impegni, non è sempre facile. Vorrei nominare coloro che mi hanno accolto con molto interesse, ma nel contempo non vorrei fare un torto a nessuno. hug tenderly

In effetti contrapporre i due testi può costituire una chiave. Eppure a mio avviso la narrativa di Mc Carthy è davvero pervasa da un senso religioso potentissimo che si offre paradossalmente nell'apparente segno della sua negazione. A leggere in profondità La Strada ci si possono trovare suggestioni bibliche interessanti, basti pensare alla disperazione di un Qoeleth, a certi passi dei profeti fino alla metafora cristologica del bambino ("se non è in lui il Verbo.."), alla strenua difesa di un fuoco e di una luce, di una parola per trattenere i nomi delle cose dall'oblio verso cui tramontano (ancora il Logos). Ma intendendo sempre la Bibbia come lettura affatto edificante e consolatoria, luogo tragico di una lotta con Dio nella notte (come Giacobbe al guado). Prendile così, solo impressioni....
Idem per la O'Connor, la cui scarnificante, pietosissima crudezza sarebbe incomprensibile astraendo dal "suo" cristianesimo, da una religione della carne sfigurata e trans-figurata."La narrativa riguarda tutto ciò che è umano e noi siamo polvere, dunque se disdegnate d’impolverarvi, non dovreste tentar di scrivere narrativa». La frase, ormai celebre al punto che entrambe le edizioni italiane la citano sul dorso, alza il velo sull’aspetto più caratteristico e complesso di questa scrittrice: il suo intransigente cattolicesimo. Un cattolicesimo fatto di dogmi e mistero, assolutamente refrattario a qualsiasi ingentilimento per conquistare anime alla causa. Tanto serio e rigoroso da permettere alla O’Connor di cercare il mistero della grazia nelle più recondite pieghe del male.
Ti auguro di trovare ( o di farti trovare da) quella pace interiore che cerchi. Auguri..

138
-William-
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@silena ha scritto:In realtà volevo leggere due testi contrapposti, mentre tu mi ribalti la prospettiva. Quale libro state leggendo? - Pagina 6 73990920

Di Flannery O' Connor ho letto solo alcuni racconti, molto crudi, vista la mia sensibilità. Mi puoi dire di più?

Approfitto di questo thread per salutare tutti. Verrò a leggervi, ma non scriverò più, solo perché ho bisogno di un periodo di pace interiore e trovarlo, fra una miriade di impegni, non è sempre facile. Vorrei nominare coloro che mi hanno accolto con molto interesse, ma nel contempo non vorrei fare un torto a nessuno. hug tenderly

Ciao Silena, stammi bene, pace e serenità servono a tutti e quindi ti capisco.

139
Violacremisi
Violacremisi
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Leggo ELOGIO DELLA FOLLIA di Erasmo Da Rotterdam.
Lo trovo assolutamente reale.

140
inmysecretlife
inmysecretlife
Viandante Residente
Viandante Residente
"I medici nazisti"-R. J. Lifton

141
BigBossStigazzi
BigBossStigazzi
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
l'entità - spie in vaticano
il debito - i primi 5000 anni

142
PaperMoon
PaperMoon
Viandante Mitico
Viandante Mitico
L'uccello del malaugurio di Camilla Läckberg

143
Pazza_di_Acerra
Pazza_di_Acerra
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
"Prove per un incendio" di Shalom Auslander. Feroce e esilarante.

144
PaperMoon
PaperMoon
Viandante Mitico
Viandante Mitico
@Pazza_di_Acerra ha scritto:"Prove per un incendio" di Shalom Auslander. Feroce e esilarante.
KleanaStupore sadness

lo devo leggere

145
Pazza_di_Acerra
Pazza_di_Acerra
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@PaperMoon ha scritto:
@Pazza_di_Acerra ha scritto:"Prove per un incendio" di Shalom Auslander. Feroce e esilarante.
KleanaStupore sadness

lo devo leggere

Perché si stupisce, signora Papera?

146
PaperMoon
PaperMoon
Viandante Mitico
Viandante Mitico
@Pazza_di_Acerra ha scritto:
@PaperMoon ha scritto:
@Pazza_di_Acerra ha scritto:"Prove per un incendio" di Shalom Auslander. Feroce e esilarante.
KleanaStupore sadness

lo devo leggere

Perché si stupisce, signora Papera?

perchè la recensione del libro mi ha folgorata

147
Pazza_di_Acerra
Pazza_di_Acerra
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Effettivamente è un buon libro. Io non ho letto recensioni, ma conoscevo il libro precedente del tizio "Il lamento del prepuzio", altrettanto dissacratorio e comico.

148
silena
silena
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem

Il maestro e Margherita ed altri libri in altre lingue

149
Jeggi
Jeggi
Viandante Residente
Viandante Residente
Appena finito "Cavie" e voglio leggere "La scimmia pensa, la scimmia fa".
Tutti e due i libri sono di Chuck Palahniuk: tanta roba! :)

150
silena
silena
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem

Jeggi, mi/ci puoi dire qualcosa di più?

151
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Torna in alto  Messaggio [Pagina 6 di 21]

Vai alla pagina : Precedente  1 ... 5, 6, 7 ... 13 ... 21  Seguente

Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.