Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Rugby

Condividi 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
DennyFonua
DennyFonua
Viandante Forestiero
Viandante Forestiero
Salve,
me lo chiedo da un po, da quando sono arrivata nel vostro paesello, perche qui da voi si vive e si mangia con il calcio e tutti gli altri sport vengono messi in secondo piano se non addirittura dimenticati o peggio ancora ignorati sia dai mas media sia dai giornali??
Da buona neozelandese, da noi il rugby è una religione ed è giocato sia da uomini che da donne, ma non ignoriamo gli altri sport...qui da voi esiste prevalentemente calcio...
come mai?? Sul giornale rosa, spesso si parla di sport minori nelle ultime pagine scrivendo solo un paio di righe per categoria di sport. In TV nemmeno sanno cosa sia il rugby se non ci fosse SKY, eppure è uno sport sano (piu sano del calcio) dove si ci si mena durante le partite ma finiti gli 80minuti non ci si insulta l'uno con l'altro, tifosi e giocatori delle due squadre passano il tempo insieme nel post partita, il terzo tempo appunto, si mangia, si beve soppratutto ma si ride e si scherza in compagnia.... party
E' forse uno sport alieno? o è un eccezione alla regola?

2
carnil_carani
carnil_carani
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
@DennyFonua ha scritto:Salve,
me lo chiedo da un po, da quando sono arrivata nel vostro paesello, perche qui da voi si vive e si mangia con il calcio e tutti gli altri sport vengono messi in secondo piano se non addirittura dimenticati o peggio ancora ignorati sia dai mas media sia dai giornali??
Da buona neozelandese, da noi il rugby è una religione ed è giocato sia da uomini che da donne, ma non ignoriamo gli altri sport...qui da voi esiste prevalentemente calcio...
come mai?? Sul giornale rosa, spesso si parla di sport minori nelle ultime pagine scrivendo solo un paio di righe per categoria di sport. In TV nemmeno sanno cosa sia il rugby se non ci fosse SKY, eppure è uno sport sano (piu sano del calcio) dove si ci si mena durante le partite ma finiti gli 80minuti non ci si insulta l'uno con l'altro, tifosi e giocatori delle due squadre passano il tempo insieme nel post partita, il terzo tempo appunto, si mangia, si beve soppratutto ma si ride e si scherza in compagnia.... party
E' forse uno sport alieno? o è un eccezione alla regola?

Ti assicuro che anche nel calcio, almeno ai massimi livelli e tra calciatori la partita inizia con un arbitro che fischia e finisce con lo stesso che soffia nel fischietto tre volte. E chi frequenta i locali "vip" milanese te ne può dare ampia testimonianza. I calciatori raramente si lasciano influenzare dalle risse, mediatiche o reali che siano.

per quanto riguarda i tifosi credo che la differenza stia nelle origini dei due sport.
Il "calcio" è pratica ancestrale, giocato con mani o piedi esiste comunque da secoli in varie parti del mondo (l'antica Roma, la Firenze rinascimentale, la Francia "gallica" e via così..) e non è niente altro che un modo per dar sfogo all'istinto di "prevaricazione" del forte sul debole. la stessa cosa che fanno gli animali in natura.
Il rugby nasce dalla rivisitazione delle regole del calcio anglosassone (che da quelle "competizioni" deriva..) fatta dall'elitè. Credo sia assurdo che io spieghi la storia del rugby ad una neozelandese, vero?

per quanto riguarda l'attenzione che in Italia viene data al calcio rispetto agli altri sport bè, anche per questo credo possa bastare una rozzissima ed incompleta "analisi" sulla storia e cultura del bel paese.
Noi italiani siamo "uniti" da 150 anni e la nostra storia precedente è caratterizzata da fortissimi contrasti territoriali, siamo sempre stati divisi tra staterelli (anzi, città-stato) in perenne conflitto tra di loro. Quando questa cosa è "finita" ci siamo buttati sul primo sport che permetteva di continuare, anche se in proporzione diversa, questa nostra tendenza. E il calcio è stato il primo. fosse arrivata prima la pallacanestro probabilmente adesso parleremmo solo di schiacciate e tiri da tre..
C'è un altro sport che evidenzia la nostra tendenza a "dividerci", uno sport che è molto più seguito di quel che possa sembrare da una sommaria occhiata ai nostri media.
Il ciclismo. Di cicloamatori l'Italia è piena nonostante la disattenzione delle istituzioni gli italiani che seguono e si appassionano al ciclismo sono tantissimi. Come viviamo il ciclismo noi italiani?
Dividendoci tra tifosi di questo o quel ciclista, raramente trovi un appassionato di ciclismo che non sia un addetto ai lavori che non parteggi in modo viscerale per un ciclisto in particolare.
Siamo fatti così noi italiani cara Danny...

3
istinto
istinto
Viandante Storico
Viandante Storico
Dai, per il rugby in tv c'è pure La7 Sorriso Scemo

Carnil il tifo da ciclismo si ha prevalentemente quando c'è un italiano forte (a mia memoria si tifava Bugno, Chiappucci, Pantani... Basso a voler forzare)anzi, spesso capitava di tifare ex-post (penso a Bettini). Un po' come per gli sport invernali e olimpici insomma.

Denny, guarda i soldi che ci girano attorno e poi capisci la differenza.. evidentemente in NZ non c'è tutta questa differenza tra il business rugby e quello soccer

4
carnil_carani
carnil_carani
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
@istinto ha scritto:Dai, per il rugby in tv c'è pure La7 Sorriso Scemo

Carnil il tifo da ciclismo si ha prevalentemente quando c'è un italiano forte (a mia memoria si tifava Bugno, Chiappucci, Pantani... Basso a voler forzare)anzi, spesso capitava di tifare ex-post (penso a Bettini). Un po' come per gli sport invernali e olimpici insomma.

Denny, guarda i soldi che ci girano attorno e poi capisci la differenza.. evidentemente in NZ non c'è tutta questa differenza tra il business rugby e quello soccer

Non è vero Istì, fatti un giro in bici nel comasco in un qualsiasi week end e poi dimmi quanta gente vedi in bici..
E ti ho indicato il comsaco perchè è vicinissimo a Milano, in alternativa puoi andare nel bresciano o nel bergamasco. O in tutto il veneto. O in toscana.. E noj parlo di famiglie in giro in mountain bike ma di gruppi di persone "normali" di tutte le età con attrezzatura semi professionale, gli stessi che magari di fanno le ferie a maggio per farsi in bici le salite del Giro. Sono tantissimi..

E non è nemmeno vero che il ciclismo è seguito solo quando c'è almeno un italiano a livello mondiale, se il prossimo Giro finisce a Milano fatti un giro ( rotolarsi dal ridere ) in centro e poi mi racconti, di sicuro adesso di italiani in grado di vincerlo non ce ne sono, se escludi Nibali che comunque è un mediocre rispetto a Contadoro ed Evans..

5
daniel
daniel
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Denny ha ragione perchè, anche se il calcio è il più seguito, in Italia, ha dato meno allori sportivi di tantissimi altri sport, sia individuali che a squadre. Sport di cui ci si ricorda quando si tengono i giochi olimpici, oppurte, al massimo, i campionati europei.

Il ciclismo, a mio avviso, è seguito da un buon numero di spettatori, ma forse sono più (fra i giovani) coloro che lo praticano che i 'tifodi', e ciò è incoraggiante.

La differenza sostanziale che ho sempre trovato, da spettatore, tra il calcio ed il rugby è che nel primo caso, quando un giocatore cade e si fa male, almeno il 50% delle volte è una "finzione" oppure una cosa lievissima, nel rugby, invece, il "guaio" è sempre serio ed ho sempre visto grande rispetto, in campo, tra i giocatori di squadre avverse.

6
DennyFonua
DennyFonua
Viandante Forestiero
Viandante Forestiero
Da giocatrice posso confermare cio che dice Daniel....

E per quanto riguarda il guadagno, i nuova zelanda i giocatori a livello professionistico non guadagnano come i vostri calciatori qui in italia, e chi vuole guadagnare cifre simili ma non uguali emigra in europa e firma contratti con squadre francesi o inglesi, fino a quando non raggiungono l'età per smettere o quando subiscono un infortunio grave e di conseguenza appendono i "tacchetti al chiodo"

7
istinto
istinto
Viandante Storico
Viandante Storico
@carnil_carani ha scritto:
@istinto ha scritto:Dai, per il rugby in tv c'è pure La7 Sorriso Scemo

Carnil il tifo da ciclismo si ha prevalentemente quando c'è un italiano forte (a mia memoria si tifava Bugno, Chiappucci, Pantani... Basso a voler forzare)anzi, spesso capitava di tifare ex-post (penso a Bettini). Un po' come per gli sport invernali e olimpici insomma.

Denny, guarda i soldi che ci girano attorno e poi capisci la differenza.. evidentemente in NZ non c'è tutta questa differenza tra il business rugby e quello soccer

Non è vero Istì, fatti un giro in bici nel comasco in un qualsiasi week end e poi dimmi quanta gente vedi in bici..
E ti ho indicato il comsaco perchè è vicinissimo a Milano, in alternativa puoi andare nel bresciano o nel bergamasco. O in tutto il veneto. O in toscana.. E noj parlo di famiglie in giro in mountain bike ma di gruppi di persone "normali" di tutte le età con attrezzatura semi professionale, gli stessi che magari di fanno le ferie a maggio per farsi in bici le salite del Giro. Sono tantissimi..

E non è nemmeno vero che il ciclismo è seguito solo quando c'è almeno un italiano a livello mondiale, se il prossimo Giro finisce a Milano fatti un giro ( rotolarsi dal ridere ) in centro e poi mi racconti, di sicuro adesso di italiani in grado di vincerlo non ce ne sono, se escludi Nibali che comunque è un mediocre rispetto a Contadoro ed Evans..

Appunto Carnil, faccio la differenza tra sport praticato e sport 'tifato'. Indubbiamente x il calcio i tifosi sono molto più che i praticanti (se non vogliamo considerare calcio anche il calcio a 5 o 7, che sicuramente contano molti più praticanti che tifosi), mentre x sport cm il ciclismo quelli che lo fanno sono in proporzione molti di più rispetto ai tifosi.

8
istinto
istinto
Viandante Storico
Viandante Storico
@DennyFonua ha scritto:Da giocatrice posso confermare cio che dice Daniel....

E per quanto riguarda il guadagno, i nuova zelanda i giocatori a livello professionistico non guadagnano come i vostri calciatori qui in italia, e chi vuole guadagnare cifre simili ma non uguali emigra in europa e firma contratti con squadre francesi o inglesi, fino a quando non raggiungono l'età per smettere o quando subiscono un infortunio grave e di conseguenza appendono i "tacchetti al chiodo"

Appunto, girassero più soldi ci sarebbe molta più disparità (e viceversa, xk è una spirale viziosa)

9
carnil_carani
carnil_carani
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
@istinto ha scritto:
@carnil_carani ha scritto:
@istinto ha scritto:Dai, per il rugby in tv c'è pure La7 Sorriso Scemo

Carnil il tifo da ciclismo si ha prevalentemente quando c'è un italiano forte (a mia memoria si tifava Bugno, Chiappucci, Pantani... Basso a voler forzare)anzi, spesso capitava di tifare ex-post (penso a Bettini). Un po' come per gli sport invernali e olimpici insomma.

Denny, guarda i soldi che ci girano attorno e poi capisci la differenza.. evidentemente in NZ non c'è tutta questa differenza tra il business rugby e quello soccer

Non è vero Istì, fatti un giro in bici nel comasco in un qualsiasi week end e poi dimmi quanta gente vedi in bici..
E ti ho indicato il comsaco perchè è vicinissimo a Milano, in alternativa puoi andare nel bresciano o nel bergamasco. O in tutto il veneto. O in toscana.. E noj parlo di famiglie in giro in mountain bike ma di gruppi di persone "normali" di tutte le età con attrezzatura semi professionale, gli stessi che magari di fanno le ferie a maggio per farsi in bici le salite del Giro. Sono tantissimi..

E non è nemmeno vero che il ciclismo è seguito solo quando c'è almeno un italiano a livello mondiale, se il prossimo Giro finisce a Milano fatti un giro ( rotolarsi dal ridere ) in centro e poi mi racconti, di sicuro adesso di italiani in grado di vincerlo non ce ne sono, se escludi Nibali che comunque è un mediocre rispetto a Contadoro ed Evans..

Appunto Carnil, faccio la differenza tra sport praticato e sport 'tifato'. Indubbiamente x il calcio i tifosi sono molto più che i praticanti (se non vogliamo considerare calcio anche il calcio a 5 o 7, che sicuramente contano molti più praticanti che tifosi), mentre x sport cm il ciclismo quelli che lo fanno sono in proporzione molti di più rispetto ai tifosi.

Ognuno di quelli che vedi andare su una bici da corsa è un tifoso di questo o quel ciclista Istì...

10
istinto
istinto
Viandante Storico
Viandante Storico
quello che sto dicendo è che (Num tifosi calcio / num praticanti) > (Num tifosi ciclismo / num praticanti) , se noti ho scritto "in proporzione". E cmq io noj tifo x nessuno, mi piace farlo ma odio giardarlo Sorriso Scemo

11
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Torna in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.