Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

L'amore nelle opere letterarie

Condividi 

Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 2 di 3]

26
Cenere79
Cenere79
Viandante Mitico
Viandante Mitico
@silena ha scritto:


Cenere, dobbiamo avere qualcosa in comune


Può essere.
Lo scopriremo L'amore nelle opere letterarie - Pagina 2 2504199820 Sorriso Scemo

27
silena
silena
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Per Lucio e la donna della sua vita


Questo amore

Questo amore
Così violento
Così fragile
Così tenero
Così disperato
Questo amore
Bello come il giorno
E cattivo come il tempo
Quando il tempo è cattivo
Questo amore così vero
Questo amore così bello
Così felice
Così gaio
E così beffardo
Tremante di paura come un bambino al buio
E così sicuro di sé
Come un uomo tranquillo nel cuore della notte
Questo amore che impauriva gli altri
Che li faceva parlare
Che li faceva impallidire
Questo amore spiato
Perché noi lo spiavamo
Perseguitato ferito calpestato ucciso negato dimenticato
Perché noi lo abbiamo perseguitato ferito calpestato ucciso
negato dimenticato
Questo amore tutto intero
Ancora così vivo
E tutto soleggiato
E’ tuo
E’ mio
E’ stato quel che è stato
Questa cosa sempre nuova
E che non è mai cambiata
Vera come una pianta
Tremante come un uccello
Calda e viva come l’estate
Noi possiamo tutti e due
Andare e ritornare
Noi possiamo dimenticare
E quindi riaddormentarci
Risvegliarci soffrire invecchiare
Addormentarci ancora
Sognare la morte
Svegliarci sorridere e ridere
E ringiovanire
Il nostro amore è là
Testardo come un asino
Vivo come il desiderio
Crudele come la memoria
Sciocco come i rimpianti
Tenero come il ricordo
Freddo come il marmo
Bello come il giorno
Fragile come un bambino
Ci guardo sorridendo
E ci parla senza dir nulla
E io tremante l’ascolto
E grido
Grido per te
Grido per me
Ti supplico
Per te per me per tutti coloro che si amano
E che si sono amati
Sì io gli grido
Per te per me e per tutti gli altri
Che non conosco
Fermati là
Là dove sei
Là dove sei stato altre volte
Fermati
Non muoverti
Non andartene
Noi che siamo amati
Noi ti abbiamo dimenticato
Tu non dimenticarci
Non avevamo che te sulla terra
Non lasciarci diventare gelidi
Anche se molto lontano sempre
E non importa dove
Dacci un segno di vita
Molto più tardi ai margini di un bosco
Nella foresta della memoria
Alzati subito
Tendici la mano
E salvaci.

28
Lucio Musto
Lucio Musto
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Grazie Silena.

Si, credo tu abbia inteso bene.
Nel mio rapporto con RO c'è stato e c'è tutto quello che il Poeta ha scritto.
E' tutto vero; tutto vissuto, tutto goduto e patito e tutto, è ancora vivo, godibile, ancora da patire.

C'è qualcos'altro ancora. Altre cose che non sono elencate in quei versi,
Ma quello credo che sia il nostro specifico. Perché ogni rapporto è diverso da ogni altro.
Il nostro privato, gelosamente conservato e che mostrato, non avrebbe significato.

29
silena
silena
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem

"E' stato quel che è stato"

Questo verso racchiude quello che ciascuno tiene per sé, giustamente. hug tenderly

30
Cenere79
Cenere79
Viandante Mitico
Viandante Mitico
[...] "Mia cara Signorina, se guarissi
ancora, mi vorrebbe per marito?".

"Perché mi fa tali discorsi vani?
Sposare, Lei, me brutta e poveretta!..."
E ti piegasti sulla tua panchetta
facendo al viso coppa delle mani,
simulando singhiozzi acuti e strani
per celia, come fa la scolaretta.

Ma, nel chinarmi su di te, m’accorsi
che sussultavi come chi singhiozza
veramente, né sa più ricomporsi:
mi parve udire la tua voce mozza
da gli ultimi singulti nella strozza:
"Non mi ten...ga mai più... tali dis...corsi!"

"Piange?" E tentai di sollevarti il viso
inutilmente. Poi, colto un fuscello,
ti vellicai l’orecchio, il collo snello...
Già tutta luminosa nel sorriso
ti sollevasti vinta d’improvviso,
trillando un trillo gaio di fringuello.

Donna: mistero senza fine bello!

Tu m’hai amato. Nei begli occhi fermi
luceva una blandizie femminina;
tu civettavi con sottili schermi,
tu volevi piacermi, Signorina;
e più d’ogni conquista cittadina
mi lusingò quel tuo voler piacermi! [...]

G. Gozzano, La signorina Felicita ovvero La Felicità

31
Lucio Musto
Lucio Musto
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
non c'è poeta che non senta più vicino a me del Crepuscolare Gozzano, e "Signorina felicita" è stato quasi il leit motiv delle mie fantasie giovanili.

Grazie Cenere della sensibilità!

"Signorina Felicita, a quest'ora
scende la sera nel giardino antico
della tua casa... nel mio cuore amico
scende il ricordo... e ti rivedo ancora...

32
Cenere79
Cenere79
Viandante Mitico
Viandante Mitico
Stavo leggendo la sua biografia e quella di Sergio Corazzini: che tristezza :(

33
Lucio Musto
Lucio Musto
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@Cenere79 ha scritto:Stavo leggendo la sua biografia e quella di Sergio Corazzini: che tristezza :(

in realtà so poco di lui, se non l'intrufolarsi nei salotti ed essere poco considerato... e fino a pochi anni fa nemmeno sapevo fosse un valente scrittore di favole. E questo me lo ha spiritualmente avvicinato molto.
Io ho un debole per le favole!

34
Cenere79
Cenere79
Viandante Mitico
Viandante Mitico
Un bacio. Ed è lungi. Dispare
giú in fondo, là dove si perde
la strada boschiva che pare
un gran corridoio nel verde.

Risalgo qui dove dianzi
vestiva il bell'abito grigio:
rivedo l'uncino, i romanzi
ed ogni sottile vestigio...

Mi piego al balcone. Abbandono
la gota sopra la ringhiera.

E non sono triste. Non sono
piú triste. Ritorna stasera.

E intorno declina l'estate.
E sopra un geranio vermiglio,
fremendo le ali caudate
si libra un enorme Papilio...

L'azzurro infinito del giorno
è come una seta ben tesa;
ma sulla serena distesa
la luna già pensa al ritorno.

Lo stagno risplende. Si tace
la rana. Ma guizza un bagliore
d'acceso smeraldo, di brace
azzurra: il martin pescatore...

E non sono triste. Ma sono
stupito se guardo il giardino...
stupito di che? non mi sono
sentito mai tanto bambino...

Stupito di che? Delle cose.
I fiori mi paiono strani:
ci sono pur sempre le rose,
ci sono pur sempre i gerani...

Idem

35
Cenere79
Cenere79
Viandante Mitico
Viandante Mitico
@Lucio Musto ha scritto:
@Cenere79 ha scritto:Stavo leggendo la sua biografia e quella di Sergio Corazzini: che tristezza :(

in realtà so poco di lui, se non l'intrufolarsi nei salotti ed essere poco considerato... e fino a pochi anni fa nemmeno sapevo fosse un valente scrittore di favole. E questo me lo ha spiritualmente avvicinato molto.
Io ho un debole per le favole!

Era anche un collezionista di farfalle, cui dedicò un poemetto (incompiuto).

36
Lucio Musto
Lucio Musto
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Ah! I Colloqui!...

lo rivedo ancora
quel libro azzurrino
in brossura pesante
ormai perso per sempre
nell'insulto del tempo.

Mille volte cercato
quel libro, ed aperto
letto e riletto, richiuso,
ed ancora vissuto
nel sogno sognato
di un altro, più poeta di me.

37
Lucio Musto
Lucio Musto
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@Cenere79 ha scritto:
@Lucio Musto ha scritto:
@Cenere79 ha scritto:Stavo leggendo la sua biografia e quella di Sergio Corazzini: che tristezza :(

in realtà so poco di lui, se non l'intrufolarsi nei salotti ed essere poco considerato... e fino a pochi anni fa nemmeno sapevo fosse un valente scrittore di favole. E questo me lo ha spiritualmente avvicinato molto.
Io ho un debole per le favole!

Era anche un collezionista di farfalle, cui dedicò un poemetto (incompiuto).

Si, questo lo sapevo.
Ed infatti tanto tempo fa provai anch'io, in omaggio a lui
a scriverne una sulla falsariga di Farfalle, farfalle.
Si chiamava "Vanessa" e dovrei averla ancora, da qualche parte.

38
Cenere79
Cenere79
Viandante Mitico
Viandante Mitico
@Lucio Musto ha scritto:
Si chiamava "Vanessa" e dovrei averla ancora, da qualche parte.

Trovala e postala allora L'amore nelle opere letterarie - Pagina 2 2504199820

39
Lucio Musto
Lucio Musto
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
ci proverò, ma non sarà facile... e certamente non merita!

40
Lucio Musto
Lucio Musto
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
.

Naturalmente Vanessa non l'ho trovata. Salterà fuori quando smetterò di cercarla.
Ma scartabellando ho trovato quest'altra, che devo aver scritto un milione di anni fa,
e la pubblico volentieri.


Giuramento piccolo



Ho scrìtto il tuo nome
sulla foglia dell'agave...
Più in basso, piccino
c'è pure il mio nome.

Intorno
scolpito, un gran cuore .
Ed al centro
un po' incerto,
ho graffito
un timido "t'amo" -

Ha pianto la pianta ferita
gemendo la linfa vitale.
Ma poi n'è guarita.
Domani,
più tardi,
il mio amore ed il tuo,
domani,
più tardi, andranno scordati –

Ma ancora per anni, cent’anni,
di più,
sulla foglia dell'agave,
il sole,
sorgendo,
può leggere ancora
quel "t'amo",
il tuo nome.
Anche il mio,
ed un cuore,
che ormai non è più.

41
Lucio Musto
Lucio Musto
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Trovata!

-----------------------------------------------------


Vanessa

Sul ramo del pero che ti fu amico
hai lasciato, Vanessa,
un involucro vuoto.
Sul ramo del pero
che ti fu casa e cibo
un filo di seta ancora trattiene
l'ultima tua veste di fanciulla –

Ora, non strisci più, Vanessa –
Ora, non bruchi più, Vanessa –
II capo voltavi verso il sole
in un presagio di liberazione:
via dalla terra.
Era ieri soltanto, Vanessa,
e tu null’altro che un bruco.

Ora, un giorno è passato –
E in queste ore,
Vanessa, epoche per te,
si sono sbriciolate nel nulla.
Ora sei altro,
tu non ricordi più nemmeno
la te stessa che eri, e che
non sapresti riconoscere.

Hai le ali, ormai…
Tocchi le stelle, ormai…
Voli nel sole,
smagliante immagine di gioia.
Voli nel sole,
superbo fiore palpitante d’amore.

Un filo di seta trattiene al ramo
del pero che ti fu caro,
l'ultima tua veste. Di fanciulla.
Un tenue, sottile, unico filo.
Fragile, inutile vuoto contenitore
della tua vita che fu
Eppure, Vanessa, fra un'ora lui solo
saprà ancora di te
Fra un'ora, cadrai, finita, nel fango.
E di te le formiche faranno merenda.


Lucio Musto - data incerta (ma parecchio lontana)

42
Cenere79
Cenere79
Viandante Mitico
Viandante Mitico
E'bellissima Lucio.

43
Pazza_di_Acerra
Pazza_di_Acerra
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
ULTIMO BRINDISI

Bevo a una casa distrutta,
alla mia vita dolorosa,
a solitudini vissute in due
e bevo anche a te:
all'inganno di labbra che hanno tradito,
al morto gelo dei tuoi occhi,
ad un mondo crudele e rozzo,
ad un Dio che non ci ha salvato.

Anna Akhmatova


44
Lucio Musto
Lucio Musto
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Grazie Cenere, e grazie anche a lei, Signora Pazza!

Ma mi piacerebbe leggere anche le vostre, di opere letterarie!... personalmente le sentirei più "familiari" e perciò più care.

45
Pazza_di_Acerra
Pazza_di_Acerra
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Nelle profondità della mia mente
soggiorni e spadroneggi, ma discreta,
e questa tirannia tanto mi allieta
che già mi spinge a amar tutta la gente
e a frantumare ed a ridurre in niente
le scorie della mia anima inquieta,
che infine ha in te trovato la sua meta.
Fedele serva e despota indulgente
di un’emozione ormai fatta certezza,
tra il dedalo dei sogni più non vago
a mendicare invano una carezza,
e con lo sguardo mi perdo nel lago
della tua mal celata tenerezza,
in me sorrido, e sol di te mi appago

46
Lucio Musto
Lucio Musto
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
L'amore nelle opere letterarie - Pagina 2 274731 L'amore nelle opere letterarie - Pagina 2 274731 come sempre, più di sempre!

47
Pazza_di_Acerra
Pazza_di_Acerra
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Grassie, mio buon signore! hug tenderly

48
Cenere79
Cenere79
Viandante Mitico
Viandante Mitico
@Lucio Musto ha scritto:Grazie Cenere, e grazie anche a lei, Signora Pazza!

Ma mi piacerebbe leggere anche le vostre, di opere letterarie!... personalmente le sentirei più "familiari" e perciò più care.

Non son capace, ohimé hissfit

son discreta nel genere epistolare L'amore nelle opere letterarie - Pagina 2 73990920

49
Cenere79
Cenere79
Viandante Mitico
Viandante Mitico
Ne metto una, bellissima, del mio poeta preferito: Umberto Saba

La moglie

Quando triste rincaso e lei m’aspetta
alla finestra, se la bella e cara
moglie, ad un gesto, il mio male sospetta,
se il disgusto mi legge, od altro, in faccia,
tosto al mio collo le amorose braccia,
come due serpi vigorose, getta;
me solo accusa la sua voce amara.
"E così – dice – è così che mi torni.
Non un bacio per me, non un sorriso
per tua figlia; stai lì, muto, in disparte;
si direbbe, a vederti, che tu hai l’arte
di distruggerti. Ed io... guardami in viso,
guarda, se alle parole mie non credi,
questi solchi che v’ha lasciato il pianto.
Ero qui sola ad aspettarti; intanto
la nostra casa io l’ho rimessa, vedi?
come nel primo giorno.
Ma tu già non m’ascolti. Che passione,
e che rabbia mi fai!
Non s’ha il diritto, sai,
quando si vive con altre persone,
di tenere per sé le proprie pene;
bisogna raccontarle, farne parte
ai nostri cari che vivono in noi
e di noi".

"Quanto, quanto m’annoi",
io le rispondo fra me stesso. E penso:
Come farà il mio angelo a capire
che non v’ha cosa al mondo che partire
con essa io non vorrei, tranne quest’una,
questa muta tristezza; e che i miei mali
sono miei, sono all’anima mia sola;
non li cedo per moglie e per figliola,
non ne faccio ai miei cari parti uguali.

50
Cenere79
Cenere79
Viandante Mitico
Viandante Mitico
i limiti della vita di coppia
non so pensare a descrizione più efficace
di certi meccanismi

51
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Torna in alto  Messaggio [Pagina 2 di 3]

Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente

Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.