Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Tegon, il cagnolino modificato geneticamente per diventare una cavia

Condividi 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
Faust
Faust
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Tegon, il cagnolino modificato geneticamente per diventare una cavia F566eb1a8bc71ffccadd228d8eba679d


Che cosa vedete?
Che cosa provate?

Io vedo un cucciolo piccolo, indifeso e inerme. Vedo una creatura che non è in grado di difendersi nelle mani di chi gli ha dato la vita per togliergliela.
Vedo un destino negato ed una vita iniziata per divenire morte.
Mi chiedo come faccia l'essere umano a tenere tra le mani la vita senza capire che non è in mano sua, ma che dovrebbe con quelle mani soltanto accarezzarla e prendersene cura.

Questo cucciolo non correrà mai in un prato, non giocherà e non avrà cuccioli. E' stato modificato geneticamente in modo da essere una cavia su cui sperimentare le cure contro Alzheimer e Parkinson.

Il piccolo cane che vedete in foto è stato modificato geneticamente in modo da essere utile nella sperimentazione contro alzheimer e parkinson. Tra gli esiti della modifica, anche una particolare luminescenza che il cucciolo emana se esposto alla luce dopo aver ingerito un particolare antibiotico a base di doxiciclina.





Abbiamo il diritto di fare tutto questo?



Ultima modifica di Admin@ il Sab 6 Ago 2011 - 10:00, modificato 2 volte (Motivo : Informazione: a causa dei copyright ho editato lo stralcio ansa riportato tra i quote. Mi raccomando, anche se citate la fonte e riportate tutto entro i quote come in questo caso, leggete bene le istruzioni relative alla riproduzione dei contenuti nel si)

2
tulip
tulip
Viandante Storico
Viandante Storico
Che tenerezza! Leggere queste cose mi fa male. Non riuscirei a fare male ad una mosca...eppure, eppure..se non fosse per le cavie moltissime medicine atte a curare malattie dell'uomo non sarebbero state sperimentate...io non lo so ..ma se devo scegliere fra un bambino e un animale scelgo il bambino..penserete che sono cattiva ma è la verità.
Se c'è un'alternativa all'uso degli animali in laboratorio, io sono la prima ad avallarla

3
Faust
Faust
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
@tulip ha scritto:
Se c'è un'alternativa all'uso degli animali in laboratorio, io sono la prima ad avallarla

L'alternativa è da costruire, visto che l'organismo degli animali non è lo stesso degli esseri umani e che quindi le sperimentazioni non danno nella quasi totalità dei casi risultati attendibili.

4
NinfaEco
NinfaEco
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
A me basta pensare che la vita abbia valore e ricordarmi la responsabilità che ho verso tutte quelle cose che sono potenzialmente, per fragilità o sorte, nella mie mani. Non le farei mai cadere, mai.

5
tulip
tulip
Viandante Storico
Viandante Storico
@Faust ha scritto:
@tulip ha scritto:
Se c'è un'alternativa all'uso degli animali in laboratorio, io sono la prima ad avallarla

L'alternativa è da costruire, visto che l'organismo degli animali non è lo stesso degli esseri umani e che quindi le sperimentazioni non danno nella quasi totalità dei casi risultati attendibili.
Non sono informata riguardo a questo argomento ma posso dire che visto come vanno le cose nel nostro paese e forse in gran parte del mondo, non ci siano molte possibilità di sperimentare altro visto che gli sperimentatori non hanno risorse e sappiamo bene perchè

6
Automaalox
Automaalox
Viandante Storico
Viandante Storico
No, troppo lavoro. Non comincio nemmeno.

7
Kleana
Kleana
Viandante Storico
Viandante Storico
@automaalox ha scritto:No, troppo lavoro. Non comincio nemmeno.

Dio sia lodato! :_-_:

8
Automaalox
Automaalox
Viandante Storico
Viandante Storico

@Kleana ha scritto:
Dio sia lodato! :_-_:

Ok, se proprio insisti.

@tulip ha scritto:Se c'è un'alternativa all'uso degli animali in laboratorio, io sono la prima ad avallarla

No, non c'è.


@Faust ha scritto:[
L'alternativa è da costruire, visto che l'organismo degli animali non è lo stesso degli esseri umani e che quindi le sperimentazioni non danno nella quasi totalità dei casi risultati attendibili.

Questa era talmente forte che stavi per sfondarmi i timpani... poi mi sarebbe toccato trapiantarmi quelli di un gattino.

Guarda, pesco a caso nell'oceano delle cure farmacologiche e tecniche chirurgiche sviluppate su cavie animali: vaccini per vaiolo, difterite, poliomielite, trapianti di cuore, fegato, rene,...

Risultati affatto attendibili, giusto?

@tulip ha scritto:Non sono informata riguardo a questo argomento ma posso dire che visto come vanno le cose nel nostro paese e forse in gran parte del mondo, non ci siano molte possibilità di sperimentare altro visto che gli sperimentatori non hanno risorse e sappiamo bene perchè


Se non sei informata a riguardo allora non dire assurdità.
La carenza di fondi pubblici destinati alla ricerca (che in pratica campa grazie alle onlus, se vuoi partecipare caccia pure te un po' di soldini) ha ripercussioni gravi sulle carriere dei ricercatori (nel senso che si ritrovano in età avanzata a vivere con contratti a tempo vincolati all'approvazione dei protocolli di ricerca e dei finanziamenti per svilupparli) ma in nessun modo, anche con fondi illimitati, oggi sarebbe possibile allestire tecniche di sperimentazione che prescindano dall'utilizzo di cavie animali.

9
tulip
tulip
Viandante Storico
Viandante Storico
@automaalox ha scritto:
@Kleana ha scritto:
Dio sia lodato! :_-_:

Ok, se proprio insisti.

@tulip ha scritto:Se c'è un'alternativa all'uso degli animali in laboratorio, io sono la prima ad avallarla

No, non c'è.


@Faust ha scritto:[
L'alternativa è da costruire, visto che l'organismo degli animali non è lo stesso degli esseri umani e che quindi le sperimentazioni non danno nella quasi totalità dei casi risultati attendibili.

Questa era talmente forte che stavi per sfondarmi i timpani... poi mi sarebbe toccato trapiantarmi quelli di un gattino.

Guarda, pesco a caso nell'oceano delle cure farmacologiche e tecniche chirurgiche sviluppate su cavie animali: vaccini per vaiolo, difterite, poliomielite, trapianti di cuore, fegato, rene,...

Risultati affatto attendibili, giusto?

@tulip ha scritto:Non sono informata riguardo a questo argomento ma posso dire che visto come vanno le cose nel nostro paese e forse in gran parte del mondo, non ci siano molte possibilità di sperimentare altro visto che gli sperimentatori non hanno risorse e sappiamo bene perchè


Se non sei informata a riguardo allora non dire assurdità.
La carenza di fondi pubblici destinati alla ricerca (che in pratica campa grazie alle onlus, se vuoi partecipare caccia pure te un po' di soldini) ha ripercussioni gravi sulle carriere dei ricercatori (nel senso che si ritrovano in età avanzata a vivere con contratti a tempo vincolati all'approvazione dei protocolli di ricerca e dei finanziamenti per svilupparli) ma in nessun modo, anche con fondi illimitati, oggi sarebbe possibile allestire tecniche di sperimentazione che prescindano dall'utilizzo di cavie animali.


Ho già detto di non essere informata se esistono o no alternative. Riguardo ai ricercatori ne so qualcosa riguardo alla carenza di fondi, visto che sono una precaria della scuola e molti scioperi li abbiamo fatti proprio coi ricercatori precari.

10
Faust
Faust
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
@automaalox ha scritto:
@Faust ha scritto:
L'alternativa è da costruire, visto che l'organismo degli animali non è lo stesso degli esseri umani e che quindi le sperimentazioni non danno nella quasi totalità dei casi risultati attendibili.

Questa era talmente forte che stavi per sfondarmi i timpani... poi mi sarebbe toccato trapiantarmi quelli di un gattino.

Guarda, pesco a caso nell'oceano delle cure farmacologiche e tecniche chirurgiche sviluppate su cavie animali: vaccini per vaiolo, difterite, poliomielite, trapianti di cuore, fegato, rene,...

Risultati affatto attendibili, giusto?



Dimentichi altrettanti errori documentati.
Uno tra tutti quello legato al talidomide e la migliaia di nati focomelici a causa di questo errore.

Non credo siano così irrilevanti le differenze tra specie e specie. Cambia la tolleranza a certe sostanze, cambia la qualità della risposta e quindi l'effetto terapeutico. Credo che sia una cosa da tenere in considerazione, nell'interesse degli esseri umani.
Inoltre, credo che non sia sempre applicata per ricerche effettivamente necessarie e che alcune modalità sperimentali a causa della loro mancanza d'utilità non possano trovare legittimazione.

Se hai tempo leggi questo link e dimmi cosa ne pensi

http://www.poliziaedemocrazia.it/live/index.php?domain=rubriche&action=articolo&idArticolo=2347

11
darthvader
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Sapete cosa è il Draize Test? Si usa per testare i prodotti che potrebbero danneggiare gli occhi. Si prendono i conigli perchè non hanno le palpebre e quindi non chiudono gli occhi. Gli si mettono negli occhi acidi, alcali,profumi, sostanze irritanti e altre porcheria. In un articolo della LAV anni fa , un ricercatore diceva che si sentivano i conigli gridare!!!! Ha senso tutto questo? Ad altri animali si fanno fumare sigarette......per vedere quanto fa male....come se gli animnali fumassero in "natura" e non si sapesse che il funo Uccide!!. Ad altri si fanno mangiare kili di rossetto per testarne la pericolosità!! Ha senso tutto questo???? I metodi alternativi ci sono e molti istituti di ricerca li usano, sono prove in vitro o calcoli computerizzati, e altri che non sto qua ad elencare,usano albume di uova etc.etc. Il fatto che continuano ad usare animali è SOLO un businnes per chi li alleva (!!!!) per questo scopo e per chi li usa (leggi...bustarelle...)Per non parlare delle malattie fatte venire apposta agli animnali per poi curarli, malattie che in natura non avrebbero MAI!! Volere è potere, diceva qualcuno. Alla fine comunque tutti i medicinali sono poi "testati" sugli umani...quindi.....e spesso vengono ritirati perchè pericolosi ( dopo averli sperimentati sugli animali!!!!). Basta andare su un motore di ricerca e scrivere " metodi alternativi ricerca con animali" e sarete sommersi da notizie. Anche alcune università americane ed europee hanno abbandonato la ricerca con animali!!!Questo è senza dubbio l'avvenire per i ricercatori ma finchè c'è chi boicotta e nessuno ....protesta....
Sapete che c'è anche l'obiezione di coscienza per gli studenti che all'università non vogliono fare sperimentazione animale? Se poi andate sul sito della LAV troverete altre info. Donne, ragazze, visto che per la maggior parte siete voi ad usare cosmetici, cercate almeno quelli con scritto "NON testati sugli animali"...e anche qualche ometto che li usa può farlo.....Saluti e buona ..ricerca!

Un esempio: http://www.enpa.it/it/uffici/ducumenti_av/VIV-Sistemi_alt_IPAM.pdf

12
purplebunny
purplebunny
Viandante Storico
Viandante Storico
Scusate, non c'entra con il discorso, ma segnalo che non è possibile riprodurre anche solo parzialmente estratti dell'Ansa, anche se si riporta link o fonte, a meno di non averne esplicita autorizzazione scritta (basta leggere l'avviso sul copyright nel loro sito).

pietra

13
Admin@
Admin@
Admin Founder
Admin Founder
Grazie Purple per la segnalazione.
Provvedo all'edit dello stralcio di Ansa citato entro i tag quote.


_________________
Quanto più già si sa,
tanto più bisogna ancora imparare.
Con il sapere cresce nello stesso grado il non sapere,
o meglio il sapere del non sapere
14
Automaalox
Automaalox
Viandante Storico
Viandante Storico
@Faust ha scritto: Dimentichi altrettanti errori documentati.
Uno tra tutti quello legato al talidomide e la migliaia di nati focomelici a causa di questo errore.


E che c'entra con la sperimentazione su cavie animali? Se vuoi parlare della pericolosità della talidomide devi fare riferimento alla stereochimica (la talidomide ha un centro stereogenico, quindi due enantiomeri di cui uno dannoso) della molecola nel caso specifico delle donne in gravidanza. L'errore quindi non è certo stato la sperimentazione su cavie animali, ma il commercilizzare la molecola sotto forma di miscela racemica (quindi con entrambi gli enantiomeri) senza effettuare ulteriori test.

Tu, volendo screditare la sperimentazione su cavie animali, hai fatto un'affermazione che invece ne rivela l'assoluta necessità.
Ti prego, cerca di sforzarti e usa un po' di logica.

Non credo siano così irrilevanti le differenze tra specie e specie. Cambia la tolleranza a certe sostanze, cambia la qualità della risposta e quindi l'effetto terapeutico. Credo che sia una cosa da tenere in considerazione, nell'interesse degli esseri umani.

Hai perfettamente ragione. Per questo motivo è necessario creare in laboratorio cavie animali; in questo modo è possibile eseguire esperimenti con margini di errore notevolmente ridotti.

Inoltre, credo che non sia sempre applicata per ricerche effettivamente necessarie e che alcune modalità sperimentali a causa della loro mancanza d'utilità non possano trovare legittimazione.

Questa è una bella chiacchiera, ma senza riferimenti precisi serve a poco.


Dall'articolo:

Evidenze scientifiche, però,
dimostrano che la sperimentazione animale
è decisamente inadeguata per valutare gli effetti
di un farmaco sull’organismo umano

Partendo da presupposti falsi o manipolati tutto il ragionamento che ne consegue sarà falso o manipolato.

L'unica alternativa migliore della sperimentazione su cavie animali e la sperimentazione su cavie umane, se ti vuoi offrire l'umanità te ne sarà grata.

Comunque, giusto per la cronaca, molte molecole (così, su due piedi mi vengono in mente queste di larghissimo uso: amoxicillina e acido clavulanico, benazepril, clomipramina) sono in commercio sia per uso veterinario che per uso umano.

15
Ika
Ika
Viandante Residente
Viandante Residente
Non mi interessano le ragioni mediche. Sono contraria e basta. E' una questione di scelte.

16
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Torna in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.