Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

il giuoco delle perle di vetro

Condividi 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
luci62
luci62
Viandante Mitico
Viandante Mitico
a me è piaciuto moltissimo.
lo rileggo una tantum e ogni volta mi sembra diverso........lo so che sono io a cambiare, ma mi piacerebbe sapere se qualcun altro ha la stessa sensazione leggendo qualche libro in particolare.

2
Pazza_di_Acerra
Pazza_di_Acerra
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Io invece lo trovo il peggior libro che io abbia mai letto. E' bello avere gusti tanto vari! Sorriso Scemo

3
luci62
luci62
Viandante Mitico
Viandante Mitico
allora magari puoi consigliarmene uno buono

4
Pazza_di_Acerra
Pazza_di_Acerra
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Non mi azzarderei mai. Abbiamo gusti troppo diversi.

5
luci62
luci62
Viandante Mitico
Viandante Mitico
solo perchè abbiamo gusti diversi riguardo a un libro pensi che lo siamo in tutto?

6
Pazza_di_Acerra
Pazza_di_Acerra
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Va bene, proviamo. Rimanendo nell'ambito della letteratura tedesca, provo a consigliarti "Il tamburo di latta" di Gunter Grass.

7
luci62
luci62
Viandante Mitico
Viandante Mitico
grazie.ci proverò:)

8
Massimo Vaj
Massimo Vaj
Viandante Storico
Viandante Storico
"Il gioco delle perle di vetro", nel qualeHesse racconta di un ipotetico e speciale gioco che è in grado di tradurre la realtà nei suoi intimi meccanismi di principio, come se la realtà fosse il risultato di un meccanismo, è un libro truffa. Naturalmente di questo magico pallottoliere non dà mai nemmeno una sommaria descrizione di tipo logico, matematico o geometrico, ma non è questa mancanza che deprime. Il mio sconforto di lettore segue la consapevolezza che la totalità non potrà mai essere racchiusa in un sistema che sia qualcosa più che simbolico, essendo il simbolo il rappresentante muto della realtà, perché ne sintetizza i principi attraverso immagini, non altrimenti comunicabili, che evocano intuizioni interiori. Così è per i Tarocchi, per le Rune celtiche, per lo I Ching cinese e per altri microcosmi che racchiudono il macrocosmo, per la legge della corrispondenza analogica che è assicurata dal fatto che il grande deve obbedire alle leggi che regolano il piccolo poiché il grande è il risultato dell'unione dei piccoli. Dalla conoscenza dei principi universali nascono questi insiemi simbolici che, però, mai costituiscono un sistema di pensiero, e questo per un'impossibilità a esserlo derivata da ragioni precise. La più importante delle quali è che la totalità è indefinita nel suo racchiudere un tutto che per essere tutto ha necessità delle eccezioni, mentre ogni sistema ha il vezzo di costituire una sistematizzazione di pensiero che, per definizione, deve escludere ciò che non rientra nei suoi obiettivi e, di norma, quello che esclude è l'essenziale che non può essere colto dalla consequenzialità del pensiero, e quest'assenza della centralità ineffabile rende la sistemizzazione inapplicabile, illusoria e limitante. Un'altra ragione importante è data dal credere che il tutto possa riempire la logica del pensiero. È questa un'altra impossibilità, perché la logica, quando è rispettosa dei principi dai quali deriva e non un'assurda sequela di proposizioni casuali, è conseguenza ed effetto della verità, e in quanto tale non potrà a propria volta contenere interamente il proprio contenitore e comprendere la verità nella sua totalità. Su questa incomprensione di principio, che costituisce un pregiudizio, Hesse ci ha costruito un romanzo spacciandolo per il frutto di una conoscenza superiore che non è mai stata alla sua portata di comprensione.
Vorrei sottolineare che un simbolo, per essere compreso nella sua interezza, deve essere considerato non soltanto per ciò che contiene, ma anche per quello che esclude, e un simbolo universale non esclude nulla. Il Tao, per esempio, costituisce la rappresentazione piana, bidimensionale quindi, della spirale che è modulo del movimento ciclico universale, la quale ha un centro fisso che è asse, ed è racchiusa da una circonferenza. Il fatto che sia piana non esclude la vista tridimensionale, né la sua rotazione e neppure il fatto che la circonferenza diviene la distanza infinitesimale che misura e differenzia le spire tra loro. Occorre ricordare che in questo simbolo anche il nulla esterno dal quale esso è contenuto ha il suo senso simbolico.

9
allure
allure
Viandante Residente
Viandante Residente
@luci62 ha scritto:a me è piaciuto moltissimo.
lo rileggo una tantum e ogni volta mi sembra diverso........lo so che sono io a cambiare, ma mi piacerebbe sapere se qualcun altro ha la stessa sensazione leggendo qualche libro in particolare.

ciao luci sorriso
ho letto il libro e mi piace molto hesse....
però siceramente ora che me lo fai ricordare.... imbarazzo non mi ricordo nulla di quel libro....... imbarazzo
questo non significa che non è un bel libro, ma come giustamente dici tu.....ogni volta mi sembra diverso.......
è verissimo....quello che ci "regala" un libro dipende dal momento in cui lo leggiamo....a seconda della disposizione del nostro animo e a seconda delle nostre necessità emotive che sono diverse ogni giorno.....
ho letto dei libri che mi hanno "regalato" tanto e ai quali sono veramente devota..... hug tenderly

10
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Torna in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.