Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Il naso

Condividi 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
Pazza_di_Acerra
Pazza_di_Acerra
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Ieri sera ho riletto, dopo tanto tempo, “Il naso”, un breve racconto di Gogol’, e ancora una volta non ho potuto fare a meno di domandarmi i motivi per cui mi dà tanto piacere. D’accordo, Gogol’ scrive da dio, è il padre dei prosatori russi (come Pushkin lo è dei poeti), ma l’apparente esiguità (o demenzialità della trama, con un naso che fugge dal viso del legittimo proprietario e cerca di condurre una vita autonoma, agghindato addirittura in una divisa da generale, parrebbe relegare il racconto nel novero dei “divertissement”. Eppure, quando lo si è letto, è difficile sottrarsi all’impressione di trovarsi di fronte a un capolavoro. C’è qualcuno che lo conosce e che ha commenti da fare in merito?

2
BigBossStigazzi
BigBossStigazzi
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
e' un capolavoro, assoluto, è l'assurdo al servizio dell'umanità, è l'uomo che perde i pezzi di gaber, una metafora dell'alienazione, perdere il naso, il naso che cerca di rifarsi una vita... io ho diversi pezzi del mio corpo che stanno cercando di rifarsi una vita lontano da me...non mi sopportano più!

3
Pazza_di_Acerra
Pazza_di_Acerra
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Scusi, ma mi sta prendendo per il naso? Il naso 214252

4
BigBossStigazzi
BigBossStigazzi
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
no no direttamente per il sedere Linguino

5
Pazza_di_Acerra
Pazza_di_Acerra
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Mad2 sad sad :_.*]:

6
BigBossStigazzi
BigBossStigazzi
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
ma scherzo...il naso mi piace davvero...signora pazza, se lei mi alza le battute non mi si può lamentare se arriva qualche schiacciata! Sorriso Scemo party

7
The Royal
The Royal
Viandante Storico
Viandante Storico
@Pazza_di_Acerra ha scritto: C’è qualcuno che lo conosce e che ha commenti da fare in merito?

Lei, Signora Pazza ha sollevato un tema analitico profondo e di difficile trattazione. Probabilmente, alla base di questa narrazione cosi' insolita nella propria fattispecie risiede una metafora e cioe' che ognuno di noi potrebbe desiderare di essere la percezione pura dei vari sensi che possediamo al punto che tale percezione diventi essa stessa una sorta di alter ego che per incantesimo e' diventato essere a se stante. Il naso, cioe' siamo noi stessi in cerca di emozioni per le quali viviamo, emozioni che altre parti del corpo non potrebbero dare e pertanto queste emozioni, essendo diventate, forse nelle remote intenzioni dell'autore , la nostra nuova personalita' siamo noi stessi sublimati e votati a quell'emozione. Ma in questa nuova riscoperta di una percezione olfattiva che possa essere essa stessa "essere", risiede anche un limite. L'umanita' di una persona e' una realta' molto piu' ampia di un prerogativa nella quale noi inconsciamente ci rispecchieremmo con remoti desideri di fuga, ed un naso, come molte altre delle nostre prerogative stanno bene solo in un contesto globale di cui l'essere umano e' la sintesi finale nella molteplicita' delle facolta' e non nella assolutizzazione di una sola, qual'era appunto quella di una rivendicazione di autonomia nostra e di tentata nuova vita fatta solo di un'emozione nella quale e per la quale noi vivremmo proiettando noi stessi. Lei, Signora Pazza ha proposto qualcosa che sfuma nell'indefinibile e probabilmente le intenzioni dell'autore sono andate oltre questo mio commento su quanto lei ha proposto. Sono approdate cioe' in una realta' semantica che sfugge alla critica letteraria convenzionale e giunge in un mondo noto solo all'autore di questo enigmatico gioiello letterario. Gradisca, Signora una mia stretta di mano.

8
Steiner
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
@Pazza_di_Acerra ha scritto:C’è qualcuno che lo conosce e che ha commenti da fare in merito?
Mai letto , mai conosciuto.
Ma concordo sul fatto che l'universo è una meraviglia o mirabilia fantastica, per lo più sconosciuta e inafferrabile.Un posto strano con fatti incredibili.

9
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Torna in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.