Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Cantuccio per le poesie

Condividi 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
Gèca
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Il compleanno di mia figlia

Siano con selvaggia compunzione accese
le tre candele.
Saltino sui coperchi con fragore i due
compari di spada compiuti uno
sei anni e mezzo, l'altro cinque
e io trentaquattro e la mamma trentadue
e la nonna, se non sbaglio, sessantotto.
Questa scena non verrà ripetuta.
La scena non viene diversamente effigiata. E chi
si sentisse esule o in qualche
percentuale risulta ingrugnato
parli prima o domani.
Accogli, streghina di marzapane, la nostra sospettosa tenerezza.
Seguano come a caso stridi
di vagoni piombati, raffiche di mitragliatrice ...

Giovanni Raboni



Ultima modifica di Gèca il Dom 1 Ago 2010 - 13:07, modificato 1 volta

2
galadriel
galadriel
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Che bella.
Da dove è tratta?

3
Gèca
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@Galadriel ha scritto:Che bella.
Da dove è tratta?

Uh, Galadriel, l'ho trovata senza riferimenti.
Te li cerco subito.

Fu pubblicata nel '66 sui "Quaderni piacentini"
Questo è il sito ufficiale di Raboni, scomparso qualche tempo fa.

http://www.giovanniraboni.it

Dovrebbe essere contenuta nella raccolta "Canzonette mortali", se non sbaglio.

4
Gèca
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Pianura

Certe sere vorrei salire
sui campanili della pianura,
veder le grandi nuvole rosa
lente sull'orizzonte
come montagne intessute
di raggi.

Vorrei capire dal cenno dei pioppi
dove passa il fiume
e quale aria trascina;
saper dire dove nascerà il sole
domani
e quale via percorrerà, segnata
sul riso già imbiondito,
sui grani.

Vorrei toccare con le mia dita
l'orlo delle campane, quando cade il giorno
e si leva la brezza:
sentir passare nel bronzo il battito
di grandi voli lontani.


Antonia Pozzi

5
massimo
massimo
Viandante Residente
Viandante Residente
Chiove

Chiove
Chiove in coppa 'na latta vuota
plic
ploc
plic
ploc
plic
ploc
plic
ploc
plic
ploc

Chiove.
plic

ploc
plic
ploc
plic

ploc
plic
ploc
plic

ploc
plic
ploc

Iiiiiiih, che cacamient'e cazzo!

Anonimo napoletano

6
Gèca
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Cantuccio per le poesie 214252

7
massimo
massimo
Viandante Residente
Viandante Residente
Ieri sera ho pubblicato due post in questa sezione, ma oggi non li vedo. Qualcuno ne conosce il motivo?

8
Gèca
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Lascito

Disse: Credo nella poesia, nell'amore, nella morte,
perciò credo nell'immortalità. Scrivo un verso,
scrivo il mondo; esisto; esiste il mondo.
Dall'estremità del mio mignolo scorre un fiume.
Il cielo è sette volte azzurro. Questa purezza
è di nuovo la prima verità, il mio ultimo desiderio.

Ghiannis Ritsos

9
Gèca
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
L'ape

Quale che sia, e mortale,
e fina la tua punta,
il mio cestello tenero
non ti velo, ape bionda,
che d'un sogno di trina.

Pungi al seno la bella
mela, cui posa Amore
e vi langue o vi muore;
alla mia carne tonda
e ribelle che affiori
di me vermiglia un poco.

D'un alacre tormento
bramo l'offesa; meglio,
cresciuto e vivo, un male
che una sopita pena.

Illumini il mio senso
l'infima sveglia d'oro,
di cui se privo, Amore
perisce o s'addormenta.

Paul Valery

10
Gèca
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Qual è la tua natura, di che mai sei fatto
per essere scortato da tante ombre estranee?
Ognuno riflette solo l'unica sua ombra
e tu puoi, da solo, prestarti a tante ombre.
Si descriva Adone ed il suo ritratto
misera imitazione diventa di te stesso;
si sommi al volto d'Elena ogni bellezza rara
ed ancora appari tu dipinto in vesti greche:
si parli di primavera e di copiose messi,
la prima non è che l'ombra della tua bellezza,
le altre sembran solo tuo generoso dono;
e in ogni felice forma noi ti rivediamo.
Ogni bellezza esterna ha di tuo qualcosa,
ma per animo costante nessun con te s'accorda.


William Shakespeare

11
Gèca
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Il vento

Come la luce,
Delizia senza forma -
E come l'ape,
Melodia senza tempo -

Come i boschi,
Segreto come brezza
Che, senza frasi, agita
Gli alberi più superbi -

Come il mattino,
Perfetto sul finire,
Quando orologi immortali
Suonano mezzogiorno!


Emily Dickinson

12
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Torna in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.