Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Ematofagia o Sindrome di Renfield: il lato oscuro della psiche

Condividere 

Vai alla pagina : 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 2]

1
victorinox
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Nel 1922 Richard Noll, descrisse una sindrome oggi nota come Sindrome di Renfield (dal nome della vittima in potere del Dracula di Stoker), oggi si trova nel DSM IV,  il manuale dei distirbi mentali. Si tratta dell'ematofagia, ovvero del bisogno di mangiare sangue.
La sindrome di Renfield si sviluppa in tre fasi:  1) l'auto-vampirismo ( infanzia), 2) zoofagia ovvero bere il sangue degli animali 3)
sangue umano preso con il consenso della vittima, ma in alcuni casi si verifica ricorso a violenza.
La componente sessuale associata al sangue e' molto forte nella maggioranza dei casi; inoltre si possono verificare anche associazioni di orientamento piu' spirituale, che identificano nel sangue una fonte di vita e potere.
La maggioranza dei soggetti colpiti dalla sindrome di Renfield sono di sesso maschile e la  patologia sarebbe  scatenata da eventi fortemente traumatici e non risolti, vissuti spesso durante l' infanzia, in cui l'esperienza del sanguinamento veniva vissuta come eccitante, quindi interiorizzata come un' esperienza che erotizza, invece di spaventare.
Il sangue può essere è proprio ma più spesso è altrui. Può essere preso con violenza oppure no e usare un prelievo.  

Vi sembra fuori dal comune? Lo è, ma non dimenticate neppure che molti di voi la Domenica bevono il sangue di Cristo. A livello simbolico l'ematofagia non è poi così incomprensibile e aliena alla normalità.

Cosa pensate del legame sesso sangue e sangue sessualizzato e spiritualità?
Che effetto vi fa questa malattia?


Vedi il profilo dell'utente
2
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
sarebbero da rinchiudere.
e poi buttiamo via la chiave.

Vedi il profilo dell'utente
3
paolo iovine
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
presso le tribù africane, il sangue delle mucche è molto apprezzato misto al latte; l' ho visto in un documentario, se lo trovo lo posto. In pratica, mungono la mucca, poi gli recidono il collo e riempiono il secchio del latte con il sangue fuoriuscito e se lo bevono.

Vedi il profilo dell'utente
4
nextlife
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
@victorinox ha scritto: Nel 1922 Richard Noll, descrisse una sindrome oggi nota come Sindrome di Renfield (dal nome della vittima in potere del Dracula di Stoker), oggi si trova nel DSM IV,  il manuale dei distirbi mentali. Si tratta dell'ematofagia, ovvero del bisogno di mangiare sangue.
La sindrome di Renfield si sviluppa in tre fasi:  1) l'auto-vampirismo ( infanzia), 2) zoofagia ovvero bere il sangue degli animali 3)
sangue umano preso con il consenso della vittima, ma in alcuni casi si verifica ricorso a violenza.
La componente sessuale associata al sangue e' molto forte nella maggioranza dei casi; inoltre si possono verificare anche associazioni di orientamento piu' spirituale, che identificano nel sangue una fonte di vita e potere.
La maggioranza dei soggetti colpiti dalla sindrome di Renfield sono di sesso maschile e la  patologia sarebbe  scatenata da eventi fortemente traumatici e non risolti, vissuti spesso durante l' infanzia, in cui l'esperienza del sanguinamento veniva vissuta come eccitante, quindi interiorizzata come un' esperienza che erotizza, invece di spaventare.
Il sangue può essere è proprio ma più spesso è altrui. Può essere preso con violenza oppure no e usare un prelievo.  

Vi sembra fuori dal comune? Lo è, ma non dimenticate neppure che molti di voi la Domenica bevono il sangue di Cristo. A livello simbolico l'ematofagia non è poi così incomprensibile e aliena alla normalità.

Cosa pensate del legame sesso sangue e sangue sessualizzato e spiritualità?
Che effetto vi fa questa malattia?




Intanto: il DSM-IV ha terminato la sua validità nel 2000, quando è stato sostituito dal DSM IV-TR, che a sua volta non è più in vigore poiché nel 2013 è stato sostituito dal V.
A questo punto, poi, documentare come la sindrome in questione abbia – più o meno – fatto la sua comparsa nel Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali, sarebbe un tuo onere; che infatti lascio alla tua capacità/voglia di fare autocritica.

Vedi il profilo dell'utente
5
victorinox
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Chiedo venia per la svista. Non sono informato in merito alle sue modalità di inserimento e ti chiedo cortesemente di espormele se ciò non ti richiede eccessivo incomodo. Vivo internet come uno strumento utile per informarsi, conoscere e confrontasi quinti ti sarei molto grato. In ogni caso grazie .

Vedi il profilo dell'utente
6
Sibert
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Per me chi fa queste cose è bacato.

Vedi il profilo dell'utente
7
Un_Lucano
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
@Sibert ha scritto:Per me chi fa queste cose è bacato.

De gustibus non disputandum est

Vedi il profilo dell'utente
8
Un_Lucano
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
poi gli recidono il collo

Esagerato: praticano solo una piccola incisione in una vena del collo

Vedi il profilo dell'utente
9
laura18

Viandante Mitico
Viandante Mitico
"Il sangue può essere è proprio ma più spesso è altrui. Può essere preso con violenza oppure no e usare un prelievo.  

Vi sembra fuori dal comune? Lo è, ma non dimenticate neppure che molti di voi la Domenica bevono il sangue di Cristo. A livello simbolico l'ematofagia non è poi così incomprensibile e aliena alla normalità.

Cosa pensate del legame sesso sangue e sangue sessualizzato e spiritualità?
Che effetto vi fa questa malattia?"


Di solito non è preso con la violenza...di solito viene "prelevato"da una persona consenziente tramite una piccola incisione(come ha detto Un_lucano)non solo dalla vena del collo ma anche da un braccio o un qualsiasi posto dove non c'è pericolo di emorragia.
Ci sono tante le cose collegate al sesso "fuori dal comune",ma sinceramente come ho già detto in passato finché si è in due adulti consenzienti..non c'è nulla di "fuori comune"secondo me e non mi fa nessun effetto cosi.
Mi farebbe effetto se il prelievo fosse fatto con la forza,

Vedi il profilo dell'utente
10
biba
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
Da ragazzina, quando mi sanguinava il naso, lo leccavo con la lingua all'in sù...mi piaceva quell'acquolina calda che sapeva di ferro arruginito :P
Ora non lo faccio quasi più. Il sangue, per la sua composizione, non si dovrebbe bere mai.

Vedi il profilo dell'utente
11
laura18

Viandante Mitico
Viandante Mitico
@biba ha scritto:Da ragazzina, quando mi sanguinava il naso, lo leccavo con la lingua all'in sù...mi piaceva quell'acquolina calda che sapeva di ferro arruginito :P
Ora non lo faccio quasi più. Il sangue, per la sua composizione, non si dovrebbe bere mai.

Perché?(tralasciando le malattie ematiche)
Non dimenticare che ancora adesso in tante culture il sangue animale viene bevuto il più fresco possibile,non solo per motivi "spirituali" ma anche per motivi di salute.

Vedi il profilo dell'utente
12
biba
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
Perchè non siamo "evoluti" in questa direzione, come alimentazione.
Quindi, se vuoi passare una serata trasgressiva con il tuo ammmore, evita...o la passerai nel cesso a vomitare ;) :P (il tuo stomaco, riconoscerà il sangue, come una sostanza tossica da espellere)

Vedi il profilo dell'utente
13
vanth
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico



dal latte materno sono passata direttamente alla terza fase

Vedi il profilo dell'utente
14
laura18

Viandante Mitico
Viandante Mitico
@biba ha scritto:Perchè non siamo "evoluti" in questa direzione, come alimentazione.
Quindi, se vuoi passare una serata trasgressiva con il tuo ammmore, evita...o la passerai nel cesso a vomitare ;) :P (il tuo stomaco, riconoscerà il sangue, come una sostanza tossica da espellere)
 Come no?Tu mangi fegato?se si che tipo di cottura?O la carne come la mangi?("l'evoluzione"alla quale ti riferisci è una cosa soggettiva..un beduino e non solo non espellerà proprio nulla...)
Poi qui non si parla di bere litri di sangue...se è un "gioco trasgressivo"non finisce con dissanguare l'altro..



Ultima modifica di laura18 il Gio 8 Mag 2014 - 23:45, modificato 2 volte

Vedi il profilo dell'utente
15
vanth
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
gli AB Rh- sono i mei preferiti  fame 

Vedi il profilo dell'utente
16
vanth
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
tranquillo pirlino, gli ebeti sono al sicuro, non mi fan gola per niente

Vedi il profilo dell'utente
17
Kakkadura
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
E il caso di Cornelius Krunft allora?

Kornelius Krunft, archivista bavarese, godeva della singolare proprietà di rendere invisibili i propri tessuti come capita ai cromosomi durante l’interfase. Sotto determinate condizioni ormonali il suo corpo subiva modificazioni chimico-fisiche (idratazione, cambiamento dell’indice di rifrazione) che lo rendevano di fatto trasparente e difficilmente distinguibile dal mezzo nel quale veniva atrovarsi immerso, il più delle volte aria ma talvolta, nei caldi mesi estivi, le fresche acque del Danubio. Solo l’amorfa massa fecale poteva rendersi visibile trovandosi eventualmente in transito nel suo intestino. Un celebre scatto di August Sander, Die fliegende Scheiße und seine Frau, lo ritrae con la moglie davanti alla facciata del duomo barocco di Passau, o meglio ritrae la signora a fianco di un escremento di una trentina di centimetri sospeso ad un metro di altezza. La stessa fu vista volteggiare sulle note di un valzer con una polla di torbido liquido marrone (il Krunft soffriva di attacchi di colite) in un locale nei pressi della cittadina austriaca di Linz durante la notte di capodanno del 1934.

Vedi il profilo dell'utente
18
Miss.Stanislavskij
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
@vanth ha scritto:gli AB Rh- sono i mei preferiti  fame 


peccato AB ma positivo...

Vedi il profilo dell'utente
19
Kakkadura
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Contemporaneo di Kornelius Krunft, Balthasar Magnus è stato l'unico caso di cui si abbia notizia di persona affetta da SISOE: Sindrome di Inversione nella Successione Ordinata degli Eventi (Events Orderly Succession Inversion Syndrome, EOSIS nell'acronimo anglosassone). Per brevi ma reiterati intervalli, la consueta successione degli eventi ne tempo subiva delle alterazioni. Poteva capitargli ad esempio di provarsi la temperatura prima in bocca e poi, col medesimo termometro, nell'ano, e avere sentito ugualmente sapore di merda, oppure, che so... lessare le cozze, mangiarle e prendersi ugualmente il tifo. Insomma era nella situazione di non poter mai fare affidamento su una sicura unidirezionalità cronologica. Morì infatti travolto da un treno, dopo aver aspettato che passasse.

Vedi il profilo dell'utente
20
vanth
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@Miss.Stanislavskij ha scritto:


peccato AB ma positivo...

niente paura miss, compensi abbondantemente con quel solo 1% di bruttezza  KleanaOcchiolino 

Vedi il profilo dell'utente
21
nextlife
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
@victorinox ha scritto:Chiedo venia per la svista. Non sono informato in merito alle sue modalità di inserimento e ti chiedo cortesemente di espormele se ciò non ti richiede eccessivo incomodo. Vivo internet come uno strumento utile per informarsi, conoscere e confrontasi quinti ti sarei molto grato. In ogni caso grazie .

Come è già capitato in altre circostanze: devo declinare il tuo invito, per una pluralità di fattori che rendono – lo sviscerare la tematica nella direzione auspicata – una strada non percorribile.
Quello che però conta; quello che volevo dire e testimoniarti, anche questo non per la prima volta, è che questo tuo ultimo intervento, si colloca in un regime di incompatibilità con quello che ha dato inizio al thread, sempre ad opera tua.

In buona sostanza: se navigando in internet, oppure con qualsiasi altra modalità, entri in contatto con una notizia, un'informazione, quellocheè per quale motivo (domanda retorica) non si dovrebbe riportare la fonte oppure un semplice: «ho letto questo, cosa ne pensate ?».

Quello che a mio avviso è necessario comprendere è che se tali aspetti non vengono materializzati – per i più disparati motivi – si comunica all’interlocutore che ciò che si scrive sia il prodotto della propria elaborazione intellettuale oppure qualcosa – prodotto da altri – sul quale si converge pienamente.
Se ciò avviene, è logico che poi ci si debba misurare con incongruenze, inesattezze e quant’altro, che inevitabilmente intaccano «l’investimento» (confido tu conosca il concetto) che si è compiuto.

Vedi il profilo dell'utente
22
Hara2
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Alessandra Rocchi ha scritto:Si dice che il sangue sia più denso dell'acqua. È quello che ci definisce, ci lega, ci maledice, per alcuni il sangue significa una vita di ricchezza e privilegi. Per altri una vita da servitù!



Il sangue, da sempre al centro di rituali religiosi, simbolo della vita pulsante, è lui la chiave per la vita eterna, o almeno per un rallentamento della vecchiaia.


Follia? Teorie basate su mitologia e letteratura? Ebbene no, e a dimostrarlo ci pensa l’università più famosa al mondo, Harvard, a capo di due sui tre studi che sembrano confermare questa teoria. Scordate lunghi viaggi in mare ai confini del mondo, dunque, alla ricerca di una fonte d’acqua, la risposta è nelle trasfusioni.

La rivista NATURE MEDICINE ha recentemente pubblicato tre studi svolti dall’università di Harvard, della California University di San Francisco e della Stanford University, che dimostrano i benefici della circolazione di sangue “giovane” in organismi anziani.

Gli esperimenti sono stati fatti su cavie da laboratorio (topi) in tre fasi: durante la prima, una procedura detta parabiosi, ideata dai dottori Saul Villeda e Tony Wiss-Coray: i soggetti (uno giovane e uno anziano) sono stati collegati a livello addominale e il sangue del giovane è stato inserito via trasfusione nell’anziano.

I risultati sono stati immediatamente eccezionali; dopo quattro settimane nel topo anziano si sono verificati una serie di ringiovanimenti a livello cerebrale (nella zona dell’ippocampo), sono nate nuove connessioni e si è registrato un notevole miglioramento nelle capacità mnemoniche.

Gli altri due studi hanno dato le medesime soddisfazioni, se non addirittura maggiori: nel secondo è stata iniettata una proteina la GDF II estratta dal plasma sanguigno dei topi giovani ed inserito sempre negli anziani, a livello muscolare il DNA delle staminali si è rigenerato e a seguire  è aumentata la crescita di nuove cellule epatiche.

Il terzo studio invece ha visto miglioramenti a livello olfattivo: sembra un grande passo avanti per la medicina eppure il rovescio della medaglia c’è, poiché il miglioramento delle condizioni di salute dei topi anziani è inversamente proporzionale a quello dei topi giovani vittime di un invecchiamento precoce.

Il temibile conte Dracula aveva ragione, dunque, quando diceva:

Il sangue è la vita... E sarà mio!

Certo è che ricerca e sperimentazione sono ancora agli inizi e la comunità scientifica, seppur in fibrillazione per gli ottimi risultati, è allo stesso tempo "frenata"; durante la conferenza di presentazione la dottoressa Irina M. Conboy ha fatto notare il rischio della possibilità di aumento di tumori a causa dell’eccessiva velocità nella produzione di cellule.



http://www.solosapere.it/scienza-tecnologia/3751-giovinezza-eterna-segreto-sangue

 pietra 

Vedi il profilo dell'utente
23
Rupa Lauste
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
praticamente hara é raggiodiluna dopo un'overdose di sangue.

Vedi il profilo dell'utente
24
biba
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
Credo che ci siano delle differenze tra una trasfusione di sangue e una bevuta di sangue. A parte la necessità di essere compatibile...quello che si beve nei rituali (sesso o stronzate varie), oltre ad essere prelevato a caso, viene anche digerito. Mah.. ...ma non sarebbe meglio un bicchiere di Barolo?

Vedi il profilo dell'utente
25
biba
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
@Rupa Lauste ha scritto:praticamente hara é raggiodiluna dopo un'overdose di sangue.
iniziano ad essere compatibili, eh?

Vedi il profilo dell'utente
26
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 2]

Vai alla pagina : 1, 2  Seguente

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum