Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

È possibile definire un pedofilo eterosessuale o omosessuale?

Condividere 

Vai alla pagina : 1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 5]

1
NinfaEco
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Domanda per gli psicologi, psichiatri, psicoanalisti del forum


Tecnicamente, si può definire un pedofilo eterosessuale o omosessuale?

Per quello che ne so, sono portata a credere di no, perchè il pedofilo è tale proprio perchè si rivolge ad un oggetto non sessualmente formato e che manca quindi delle caratteristiche che qualificano la sessualità adulta ( la donna o l'uomo).

Ditemi.

Vedi il profilo dell'utente
2
laura18

Viandante Mitico
Viandante Mitico
Solo malato...e purtroppo incurabile.

Vedi il profilo dell'utente
3
euvitt
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
credo che il problema sia più che altro dialettico....mi spiego
pedofilo è un termine che designa criminale, un malato, un malato criminale

etero e omo sono termini neutri che si associano a lecite preferenze

associare il primo termine con il secondo da l'idea di un'illecita operazione di pulizia che suscita diffidenza

.....ciò premesso:
mi risulta che coloro che fanno turismo sessuale alla ricerca di giovanissime ragazze, ragazzine/bambine ....non siano necessariamente e paritariamente attratti dai ragazzini/bambini

...questi i fatti, i termini metteticeli voi


Vedi il profilo dell'utente
4
FUCKTOTUM
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Siamo alle appendici sulle discussioni sul sesso degli angeli?
Penso che ogni caso faccia storia a se e che come per la sessualità "adulta" ci siano etero, omo e bisex.
Spesso il pedofilo é attratto dalla purezza, dalla garanzia che, un tale corpo, non abbia conosciuto "il peccato" ma il corpo in questione é, in fieri, il modello ritenuto impuro (uomo/donna) dal quale é "naturalmente" attratto.
Altre volte é la propria purezza perduta che il pedofilo cerca, quasi cannibalisticamente, ed é più facile che si orienti su "pedos" dello stesso genere.
Occhio poi alla pedofilia "culturale" e/o "legislativa" che non si limita ai pre-puberi ma estende la definizione ad età convenute. (Includendo, ad esempio, mie pulsioni che non ritengo affatto malsane  BeautyfulSuina   Tradotto: io a una come Ruby (consensiente e/o commerciante) ai tempi, una botta gliel'avrei data e come ma non mi sento più maiale o malato per questo)

Vedi il profilo dell'utente
5
paolo iovine
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
omosessualità e pedofilia centrano niente uno con l' altro; tra omosessuali, mi riferisco alle coppie, c'è - si presume - un rapporto affettivo, che non può esservi tra adulti e bambini. Il pedofilo, a parte la soddisfazione sessuale, non risultano precedenti di intenti di scegliere un bimbo come compagno/a per la vita.

Vedi il profilo dell'utente
6
NinfaEco
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@ Euvitt

Non è solo un crimine, è anche una parafilia molto complessa quindi chiama in causa anch'essa una scelta d'oggetto, anche se perversa .

Sul discorso delle ragazzine hai ragione. Ma sono bambine? Oppure già stanno al confine tra infanzia e adolescenza cioè già mostrano qualche caratteristica sessuale secondaria?
Questo fa la differenza. Il crimine resta, ma l'oggetto è diverso....

È un bel po' complicato questo discorso.

@ Fuck

No, niente sesso angelico. Se ci pensi la questione è concreta e molto semplice : pulsione, oggetto e a monte la scelta d'oggetto.
Per l'etero è il sesso opposto.
Per l'omosessuale il proprio .
Per il pedofilo?
Secondo me è il non sesso. Il bambino potrebbe essere maschio o femmina indifferentemente, perchè è desiderato non in quanto tale ma proprio in quanto non è ancora pienamente tale, cioè perchè è bambino.
Quindi, per me, un pedofilo non può essere definito ne eterosessuale ne omosessuale.

È un po' il discorso che fai tu parlando di purezza ( io lo chiamerei assenza delle caratteristiche proprie della sessualità adulta) e della sua ricerca.
Questo implica anche un'altra cosa che hai scritto e che condivido, e cioè che solo la sessualità adulta può essere omo, etero o bisex. Oggetto e orientamento sono legati.

Vedi il profilo dell'utente
7
SergioAD

Viandante Storico
Viandante Storico
Penso, mi fermo e penso.

Scarto l'orientamento sessuale canonico*... poi se ci torna non so.

Scarto la pedofilia femminile... è il sogno degli adolescenti e credo eticamente insignificante.

La figura femminea adulta è il modello.

Il maschio adolescente presenta le caratteristiche della figura femminea adulta.

Note aggiuntive:


  • Molti omosessuali presentano caratteristiche della figura femminea, naturali oppure costruite.
  • Il travestitismo presenta le stesse caratteristiche di cui sopra.
  • Chissà quanta roba è nascosta! Chissà quante culture abusavano dei minori e chissà cosa significasse ed anche oggi se non ci fosse la legge come sarebbe, dico il significato - intendo moralmente e/o eticamente (conoscendo la differenza tra i due termini)

Conclusione. In una condizione di riduzione dello stato di coscienza l'inganno è possibile. Sommando a questo delle condizioni psichiche di cui non so nulla ed immagino una certa colpevolezza della società, famiglia ed infine QI insufficente, questo di sicuro.

Da 1 a 10 penso di azzeccare 6...

* l'orientamento sessuale canonico include l'omosessualità...



Ultima modifica di SergioAD il Dom 9 Feb - 15:48:48, modificato 1 volta

Vedi il profilo dell'utente
8
nextlife
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Intanto: chiariamoci i termini, visto che  il concetto di «pedofilia/pedofilo», viene anche utilizzato per inquadrare episodi, più o meno sporadici, di abusi sessuali nei confronti dei bambini.
All’interno dell’ambito al quale l’avverbio «tecnicamente» si riferisce, si ripropone quella distinzione - sulla quale non tornerò - tra parafilia in sé e disturbo parafiliaco, per diagnosticare il quale vi sono i relativi criteri.
Attenzione, poi, a non suggerire indirettamente/involontariamente un quadro di comorbilità (di quel tipo), in quanto, come è stato detto già innumerevoli volte, l’omosessualità non è…

Venendo al quesito, uno spunto sul quale si può riflettere è il fatto che vi siano classificazioni del disturbo di tipo «esclusivo», «non esclusivo», «indifferenziato», blablabla.
Inoltre, nella diversità tra «oggetto sessuale unico» e oggetto «sessuale preferenziale/preminente», possono concretizzarsi diverse possibilità, compresa quella evocata dal thread.

Vedi il profilo dell'utente
9
FUCKTOTUM
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@NinfaEco ha scritto:@ Euvitt

Non è solo un crimine, è anche una parafilia molto complessa quindi chiama in causa anch'essa una scelta d'oggetto, anche se perversa .

Sul discorso delle ragazzine hai ragione. Ma sono bambine? Oppure già stanno al confine tra infanzia e adolescenza cioè già mostrano qualche caratteristica sessuale secondaria?
Questo fa la differenza. Il crimine resta, ma l'oggetto è diverso....

È  un bel po' complicato questo discorso.

@ Fuck

No, niente sesso angelico. Se ci pensi la questione è concreta e molto semplice : pulsione, oggetto e a monte la scelta d'oggetto.
Per l'etero è il sesso opposto.
Per l'omosessuale il proprio .
Per il pedofilo?
Secondo me è il non sesso. Il bambino potrebbe essere maschio o femmina indifferentemente, perchè è desiderato non in quanto tale ma proprio in quanto non è ancora pienamente tale, cioè perchè è bambino.
Quindi, per me, un pedofilo non può essere definito ne eterosessuale ne omosessuale.

È un po' il discorso che fai tu parlando di purezza ( io lo chiamerei assenza delle caratteristiche proprie della sessualità adulta) e della sua ricerca.
Questo implica anche un'altra cosa che hai scritto e che condivido, e cioè che solo  la sessualità adulta può essere omo, etero o bisex. Oggetto e orientamento sono legati.


Secondo me il tuo discorso trova il suo limite nel fatto che ci sono delle "specializzazioni"palesi nella casistica nota. Fossero tutti "ando' cojo cojo" reggerebbe ma non é così

Vedi il profilo dell'utente
10
NinfaEco
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@FUCKTOTUM ha scritto:  
Secondo me il tuo discorso trova il suo limite nel fatto che ci sono delle "specializzazioni"palesi nella casistica nota. Fossero tutti "ando' cojo cojo" reggerebbe ma non é così

Infatti è un complicatissima la questione. Hai ragione.
Addirittura c'è chi parla di pedofilie e non di pedofilia... fai tu

@nextlife ha scritto:Intanto: chiariamoci i termini, visto che  il concetto di «pedofilia/pedofilo», viene anche utilizzato per inquadrare episodi, più o meno sporadici, di abusi sessuali nei confronti dei bambini.
All’interno dell’ambito al quale l’avverbio «tecnicamente» si riferisce, si ripropone quella distinzione - sulla quale non tornerò - tra parafilia in sé e disturbo parafiliaco, per diagnosticare il quale vi sono i relativi criteri.
Attenzione, poi, a non suggerire indirettamente/involontariamente un quadro di comorbilità (di quel tipo), in quanto, come è stato detto già innumerevoli volte, l’omosessualità non è…

Venendo al quesito, uno spunto sul quale si può riflettere è il fatto che vi siano classificazioni del disturbo di tipo «esclusivo», «non esclusivo», «indifferenziato», blablabla.
Inoltre, nella diversità tra «oggetto sessuale unico» e oggetto «sessuale preferenziale/preminente», possono concretizzarsi diverse possibilità, compresa quella evocata dal thread.

Next, non volevo assolutamente ipotizzare un nesso tra omosessualità e pedofilia... semmai il contrario ( essendo impossibile definire un pedofilo etero o omo).
Mi parleresti di quello che hai solo accennato alla fine, ovvero della diversità tra «oggetto sessuale unico» e oggetto «sessuale preferenziale/preminente» applicandola a questo discorso?


@SergioAD ha scritto:
La figura femminea adulta è il modello.

Il maschio adolescente presenta le caratteristiche della figura femminea adulta.



Eh... ma l'adolescente non è un bambino... quindi chi ricerca nella delicatezza dell'adolescente tracce dell'aspetto femmineo non è un pedofilo. No?
Il pedofilo non cerca la donna nel bambino, come non cerca l'uomo... cerca il bambino.


l'orientamento sessuale canonico include l'omosessualità...

Sono pienamente d'accordo.

P.s.
Ma quanta carne al fuoco metti tu !
Con quello che non ho quotato qui ci aprirò un paio di discussioncine per svicerare il tutto a dovere 

Vedi il profilo dell'utente
11
SergioAD

Viandante Storico
Viandante Storico
Sviscera, ah ah, dammi le orecchie.

Se la figura non è femminea allora è mascolina - non considero la malattia ma la condizione di debolezza ed è per questo che ho scritto "se ci rientra non so" -

sergio prima ha scritto:Scarto l'orientamento sessuale canonico*... poi se ci torna non so.

Dicevo adolescente ma può essere una qualsiasi parvenza della figura modello, prima dello sviluppo puberale.

Mi è difficile associare il bambino, non ci riesco ad immaginarlo questo come la coprofagia! Sono discorsi da esperti della mente umana fuori di molto dalla distribuzione normale.

Penso anche che sia difficile il "segreto", che razza di minaccia potrebbe funzionare mai per azzittire il bambino!

Vedi il profilo dell'utente
12
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
cara ninfa che fai? fai finta di ignorare che i rapporti sessuali con adolescenti sono una prelibatezza molto ricercata tra i gay?
non c'è un legame stretto tra omosessualità e pedofilia, ma è verissimo che tra gli omosessuali, i rapporti con adolescenti sono considerati una prelibatezza.

O, forse, consideri questa affermazione un tabù? Ma come?....facciamo a gara per abbattere tutti i tabù possibili, e ora fai finta di ignorare quanto i gay adorino certi bocconcini. Mi trasformi questa realtà in un tabù?   

Vedi il profilo dell'utente
13
FUCKTOTUM
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@xmanx ha scritto:cara ninfa che fai? fai finta di ignorare che i rapporti sessuali con adolescenti sono una prelibatezza molto ricercata tra i gay?
non c'è un legame stretto tra omosessualità e pedofilia, ma è verissimo che tra gli omosessuali, i rapporti con adolescenti sono considerati una prelibatezza.

O, forse, consideri questa affermazione un tabù? Ma come?....facciamo a gara per abbattere tutti i tabù possibili, e ora fai finta di ignorare quanto i gay adorino certi bocconcini. Mi trasformi questa realtà in un tabù?   

Eh si perchè fra gli etero no vè?
Uotta mongol  facepalm 

Vedi il profilo dell'utente
14
Yale
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
@xmanx ha scritto:cara ninfa che fai? fai finta di ignorare che i rapporti sessuali con adolescenti sono una prelibatezza molto ricercata tra i gay?
non c'è un legame stretto tra omosessualità e pedofilia, ma è verissimo che tra gli omosessuali, i rapporti con adolescenti sono considerati una prelibatezza.

O, forse, consideri questa affermazione un tabù? Ma come?....facciamo a gara per abbattere tutti i tabù possibili, e ora fai finta di ignorare quanto i gay adorino certi bocconcini. Mi trasformi questa realtà in un tabù?   

Questa affermazione non è un tabù.
E solo un'altra delle tue sparate infondate.

Vedi il profilo dell'utente
15
Zadig
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
incredibile come i suoi vaneggiamenti per lui diventino verità inconfutabili.

Vedi il profilo dell'utente
16
FUCKTOTUM
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
A proposito di vaneggiamenti ma lo sai che, spesso, gli "omofobi" come te hanno una forte omosessualitá latente? Io fossi in te mi interrogherei sulla vera natura delle tue pulsioni e le affornterei con la dovuta serenitá  sedere 

Vedi il profilo dell'utente
17
Zadig
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
secondo te prendersela con gli idioti significa essere omofobi?
Lo sai che i cel'hoduristi come te in genere sono impotenti?

Vedi il profilo dell'utente
18
FUCKTOTUM
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Ups, sorry ti ho confuso col mago del copiaincolla ( chissá perchè)

Mai stato celodurista e il socio occulto, non so per quanto, ma ancora il suo sporco lavoro lo fá

Vedi il profilo dell'utente
19
Candido
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Vado un po' OT per rivolgere a tutti una domanda che mi sembra interessante. Si può essere considerati dei criminali per avere delle pulsioni sessuali deviate, anche se tali pulsioni non vengono espletate nella pratica? La pulsione sessuale IN SE' E PER SE' verso i bambini è un crimine?
Inoltre: è vero oppure si tratta di una leggenda-cazzata metropolitana che spesso il pedofilo ha a sua volta subito una violenza da piccolo?

Vedi il profilo dell'utente
20
laura18

Viandante Mitico
Viandante Mitico
@Candido ha scritto:Vado un po' OT per rivolgere a tutti una domanda che mi sembra interessante. Si può essere considerati dei criminali per avere delle pulsioni sessuali deviate, anche se tali pulsioni non vengono espletate nella pratica? La pulsione sessuale IN SE' E PER SE' verso i bambini è un crimine?
Inoltre: è vero oppure si tratta di una leggenda-cazzata metropolitana che spesso il pedofilo ha a sua volta subito una violenza da piccolo?
Criminale no finche tali pulsioni non trovano sfogo...ma considerarli degli malati si..sentirsi attratti sessualmente da un /una bambino/a..non e cosa da gente "normale"..Credo sia vera questa storia,che gran parte di loro alla loro volta abbiano subito delle violenze durante l'infanzia,ma non giustifica assolutamente il loro comportamento..Imparino a gestire le proprie emozioni e pulsioni..se no sono solo degli animali senza coscienza e senza ragione..

Vedi il profilo dell'utente
21
Vento
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Socrate e Platone sono sulle spine:
come ne escono?

Vedi il profilo dell'utente
22
euvitt
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@Candido ha scritto:Vado un po' OT per rivolgere a tutti una domanda che mi sembra interessante. Si può essere considerati dei criminali per avere delle pulsioni sessuali deviate, anche se tali pulsioni non vengono espletate nella pratica? La pulsione sessuale IN SE' E PER SE' verso i bambini è un crimine?
Inoltre: è vero oppure si tratta di una leggenda-cazzata metropolitana che spesso il pedofilo ha a sua volta subito una violenza da piccolo?
direi proprio di no
chi non ha accarezzato l'idea di uccidere un vigile urbano?
ma se la cosa rimane nelle tue fantasie non sei un assassino

 rotolarsi dal ridere 

Vedi il profilo dell'utente
23
SergioAD

Viandante Storico
Viandante Storico
@NinfaEco ha scritto:
Domanda per gli psicologi, psichiatri, psicoanalisti  del forum

Sento il bisogno di scusarmi per essere intervenuto, forse sono stato sviato da qualche intervento antecedente al mio che non mi sembrava contenere l'opinione di un esperto.

Scusami Ninfa!

Vedi il profilo dell'utente
24
FUCKTOTUM
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@Candido ha scritto:Vado un po' OT per rivolgere a tutti una domanda che mi sembra interessante. Si può essere considerati dei criminali per avere delle pulsioni sessuali deviate, anche se tali pulsioni non vengono espletate nella pratica? La pulsione sessuale IN SE' E PER SE' verso i bambini è un crimine?
Inoltre: è vero oppure si tratta di una leggenda-cazzata metropolitana che spesso il pedofilo ha a sua volta subito una violenza da piccolo?

La madre di Forrest Gump direbbe che criminale è chi il crimine lo fa.

"Il peccato è nell'intenzione". Sul senso di colpa che ne deriva si son fatte grasse religione e psicoanalisi. Per fortuna la legge degli uomini giudica l'esercizio del libero arbitrio ovvero il cedere o meno alle proprie pulsioni primordiali.
(Salvo poi chiamarsi Berlusconi nel qual caso l'intenzione è giá crimine)

Vedi il profilo dell'utente
25
Yale
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
@laura18 ha scritto:Criminale no finche tali pulsioni non trovano sfogo...ma considerarli degli malati si..sentirsi attratti sessualmente da un /una bambino/a..non e cosa da gente "normale"..Credo sia vera questa storia,che gran parte di loro alla loro volta abbiano subito delle violenze durante l'infanzia,ma non giustifica assolutamente il loro comportamento..Imparino a gestire le proprie emozioni e pulsioni..se no sono solo degli animali senza coscienza e senza ragione..

Amen.

Vedi il profilo dell'utente
26
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 5]

Vai alla pagina : 1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum