Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Reincarnazione e vite precedenti

Condividere 

Vai alla pagina : 1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 4]

1
Shri_Radha
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Per reincarnazione si intende la rinascita dello spirito di un individuo in un altro corpo fisico, trascorso un certo intervallo di tempo dopo la sua morte terrena. Il termine reincarnazione è considerato sinonimo di metempsicosi , cioè di passaggio da un corpo all'altro, che non si riferisce però all'anima umana.
È una credenza diffusa nelle religioni orientali, ma anche nella cultura occidentale. Ad esempio ne parlavano Pitagora, Platone e alcuni dei primi cristiani.

Per voi è possibile?
Vi piacerebbe fosse vero?
Avete mai avuto la sensazione di aver vissuto vite precedenti?

Vedi il profilo dell'utente
2
laura18

Viandante Mitico
Viandante Mitico
Se qualcuno me lo avesse chiesto anni fà avrei risposto senza esitazioni di si...di credere nella reincarnazione(non in vita dopo la morte)ma nella mutazione dello spirito..Adesso,a distanza di anni non ci credo più..credo che la vita è questa e va vissuta al meglio,ognuno con il suo grande o piccolo ruolo ,facendo parte di una catena che supera le nostre conoscenze attuali.Siamo solo polvere cosmica come diceva Carl Sagan(se non erro)..E non credo mi piacerebbe essere la reincarnazione di nessuno,non mi piacerebbe il pensiero di dover portare il peso di un'altra vita anche in questa..E per quello che riguarda l'ultima domanda rispondo di si..ho sempre la sensazione di vivere una vita che non mi appartiene,una vita di qualcun'altro,anche se nella mia breve vita fino adesso mi sembra di averne vissute tre..

Vedi il profilo dell'utente
3
Candido
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Non credo affatto che non siamo mai esistiti, per infinito tempo, prima di nascere. E che, sempre per infinito tempo, non esisteremo dopo morti. Per cui, soltanto adesso, in questi miseri, pochissimi anni, saremmo qui a scambiarci quattro frescacce su questo forum. Questa sì che mi sembra fantascienza. Assai più logica e razionale mi pare l'idea che l'uomo sia naturalmente fatto per vivere su UNA terra, senza limiti di tempo.

Vedi il profilo dell'utente
4
euvitt
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Noi abbiamo qualcosa in noi che non muore....e non è il nostro corpo che si decompone e torna alla terra
La reincarnazione è un fatto certo....la cosa difficile è capire cosa si reincarna e perché si reincarna e quali leggi sovrintendono alla reincarnazione ...
Per quanto mi riguarda so con certezza di aver vissuto altre vite

Vedi il profilo dell'utente
5
Jack lo Smilzo
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
@Shri_Radha ha scritto:Per reincarnazione si intende la rinascita  dello spirito di un individuo in un altro corpo fisico, trascorso un certo intervallo di tempo dopo la sua morte terrena. Il termine reincarnazione è considerato sinonimo di metempsicosi , cioè di passaggio da un corpo all'altro, che non si riferisce però all'anima umana.
È una credenza diffusa nelle religioni orientali, ma anche nella cultura occidentale. Ad esempio ne parlavano Pitagora, Platone e alcuni dei primi cristiani.

Per voi è possibile?
Vi piacerebbe fosse vero?
Avete mai avuto la sensazione di aver vissuto vite precedenti?
 sadness 
Sai rispondere a questa domanda:"E chi sarebbe colui che si reincarna?"
Se non sai cosa s'intende per Io non puoi comprendere
cos'è la reincarnazione.
Inoltre:
dopo che il corpo è morto sparisce tutta la memoria dalla mente e chi si
reincarnerà non saprà nulla della sua vita precedente e pertanto che la
reincarnazione esista o meno è la stessa cosa.
Ma oggi non è più così in quanto ,dopo Internet,si sta realizzando Interlife.

Non ricordo il sito ma basta cliccare "Zeitgeist the Movie"e cercare
sulla destra nell'elenco delle conferenze dei vari profeti attuali.
Se lo trovi sentirai il Guru che dice:Alcuni mesi fa degli scienziati ATTUALMENTE DISINCARNATI hanno trovato la strada per superare la barriera: Vivi /morti
e hanno esteso la rete nell'aldilà (per loro).
  

Vedi il profilo dell'utente
6
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Cara Shri-rada, per quanto mi riguarda, non mi interessa parlare di cose che non abbiano una solidità scientifica.
Inferni e paradisi, reincarnati e non-reincarnati...sono tutte proiezioni di pensieri umani. Quindi niente di reale.
E io non ho tempo per occuparmi di cose non reali. Sono troppo impegnato nel reale. E le cose non reali non mi interessano.

Vedi il profilo dell'utente
7
Jack lo Smilzo
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
 
Fra 10 anni al massimo internet si espanderà nell'aldilà,in altre dimensioni
e così avrete la prova della reincanazione :basterà cliccare www.nonnocarlo- morto1948/2dim.htm
e vi farete 4 chiacchiere col nonno in attesa di reincarnazione.
 fischio 

Vedi il profilo dell'utente
8
Lady Joan Marie
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Io credo nella reincarnazione, e per quanto riguarda le vite precedenti credo che ognuno di noi le viva ma in modo individuale. saint 

Vedi il profilo dell'utente
9
SergioAD

Viandante Storico
Viandante Storico
C'è un malinteso grossolano circa il concetto di reincarnazione nel buddismo. Pressappoco: Le vite precedenti, forse come animali, la vita attuale come essere umano e la prossima vita viene determinata sulla base del tipo di vita che si conduce. Si tratta di malinteso per chi comprende il senso delle cose quando hanno significati diversi, si tratta di una lezione morale di tanti anni fa. La paura di nascere nel mondo animale doveva spronare la gente a non comportarsi come animali in questa vita, l'unica che conosciamo. Prendere alla lettera questo concetto oggi confonde, fa essere irrazionali e fa perdere il senso della lezione – volendola considerala tale.

Lady Joan Marie, vivi bene la tua vita, valorizzala mentre la vivi. Quello che è l'ignoto sono speranze, se tu la vivi bene allora qualsiasi cosa verrà dopo non potrà che essere buona.

Very simple.

Vedi il profilo dell'utente
10
euvitt
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@SergioAD ha scritto:C'è un malinteso grossolano circa il concetto di reincarnazione nel buddismo. Pressappoco: Le vite precedenti, forse come animali, la vita attuale come essere umano e la prossima vita viene determinata sulla base del tipo di vita che si conduce. Si tratta di malinteso per chi comprende il senso delle cose quando hanno significati diversi, si tratta di una lezione morale di tanti anni fa. La paura di nascere nel mondo animale doveva spronare la gente a non comportarsi come animali in questa vita, l'unica che conosciamo. Prendere alla lettera questo concetto oggi confonde, fa essere irrazionali e fa perdere il senso della lezione – volendola considerala tale.

Lady Joan Marie, vivi bene la tua vita, valorizzala mentre la vivi. Quello che è l'ignoto sono speranze, se tu la vivi bene allora qualsiasi cosa verrà dopo non potrà che essere buona.

Very simple.
precisiamo ancora....
nel buddismo hinayana sono descritti i 5 regni, quello degli uomini degli dei degli animali degli spiriti affamati e dell'inferno
queste in realtà sono da intendersi come condizioni mentali che possono cambiare anche nell'arco di una stessa vita....
nessun uomo rinasce come animale

Vedi il profilo dell'utente
11
Top-man
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
La reincarnazione è uno dei primi concetti dell'uomo primitivo, dopo che si era sbarazzato degli spiriti. Dato che per questi uomini gli spiriti erano un'ossessione, li trasformarono in qualcosa che poteva fare del bene, anziché creare panico e terrore. Per esempio, c'era l'usanza che una volta accompagnato il morto nel luogo di sepoltura, al ritorno a casa i presenti camminassero all'indietro, per confondere lo spirito del morto.....e tanti altri racconti a dir poco fantascientifici per noi. Si tratta quindi di un retaggio antico, che nonostante il 2014, ha superato le barriere del tempo. Credere nella reincarnazione oggi, oltre che essere anacronistico è un grave errore spirituale.

Vedi il profilo dell'utente
12
Candido
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Ogni credenza è pura superstizione, quella nell'esistenza di un'unica vita come quella nella reincarnazione. L'unico atteggiamento sensato per me è la ricerca, lo studio attuato in forme diverse, non solo inteso in senso aridamente libresco. Questo se rimane nell'essere quel senso di viva curiosità che prese Ulisse e lo spinse a conoscere il mondo... Ma altrimenti che senso ha vivere?

Vedi il profilo dell'utente
13
Top-man
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Vivere ha un senso, quando si arriva a capire, ma soprattutto a vivere una certa condizione. La cosa più importante che ci possa capitare è quella di "lavorare" sul pensiero, i penseri sono l'anima delle persone.

Vedi il profilo dell'utente
14
Candido
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@Top-man ha scritto:Vivere ha un senso, quando si arriva a capire, ma soprattutto a vivere una certa condizione. La cosa più importante che ci possa capitare è quella di "lavorare" sul pensiero, i penseri sono l'anima delle persone.

Lavorare sul pensiero per andare al di là di esso e arrivare all'intuizione, al wu-wei, l'azione non azione del Buddha...agire senza pensare, come accade nelle arti marziali una volta che sei padrone fino in fondo dei tuoi movimenti, li pratichi in modo spontaneo, senza l'intervento della mente...Deve essere una cosa meravigliosa.

Vedi il profilo dell'utente
15
Top-man
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
@Candido ha scritto:
@Top-man ha scritto:Vivere ha un senso, quando si arriva a capire, ma soprattutto a vivere una certa condizione. La cosa più importante che ci possa capitare è quella di "lavorare" sul pensiero, i penseri sono l'anima delle persone.

Lavorare sul pensiero per andare al di là di esso e arrivare all'intuizione, al wu-wei, l'azione non azione del Buddha...agire senza pensare, come accade nelle arti marziali una volta che sei padrone fino in fondo dei tuoi movimenti, li pratichi in modo spontaneo, senza l'intervento della mente...Deve essere una cosa meravigliosa.

Non so rispondere in campo buddista, non l'ho mai praticato, ho fatto qualcosa di arti marziali e so dove possono arrivare, ma il "lavoro" che intendo io parlando di pensiero è qualcosa alla portata di tutti, non bisogna essere per forza degli iniziati. E' il lavoro su se stessi che parte dal pensiero e che porta ad evitare quasi al 99%, delle azioni che risulterebbero alla fine, inutili se non dannose. Lavorare sull'essenziale e sul cammino di perferzione del pensiero, è tutto tempo impiegato bene.

Vedi il profilo dell'utente
16
SergioAD

Viandante Storico
Viandante Storico
La sopravvivenza biologica si basa sul nutrimento biologico, vita che muore per una vita che vive. Concettualmente distruzione e rigenerazione mi sembra quasi famigliare.

Risurrezione, reincarnazione concettualmente non sono poi così lontane, il senso è lo stesso i significati molto simili, morire e rinascere in paradiso o in inferno; uomini o animali.

Qual'è lo scopo della vita? Direi l'intossicazione internettara, le sale giochi d'azzardo, fare shopping, avere paura di scegliere per non scartare quello che scelgono gli altri.

Oggi ho letto che i probabili successori dell'uomo, quando sarà estinto, saranno i topi e saranno grossi come pecore e chissà se verranno in paradiso e magari ogni topo avrà 70 tope ninfomani da soddisfare - tanto si chiederanno anche loro dello scopo della vita.

Super raton! ammazza che profezia!

Vedi il profilo dell'utente
17
Jack lo Smilzo
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
@Shri_Radha ha scritto:Per reincarnazione si intende la rinascita  dello spirito di un individuo in un altro corpo fisico, trascorso un certo intervallo di tempo dopo la sua morte terrena. Il termine reincarnazione è considerato sinonimo di metempsicosi , cioè di passaggio da un corpo all'altro, che non si riferisce però all'anima umana.
È una credenza diffusa nelle religioni orientali, ma anche nella cultura occidentale. Ad esempio ne parlavano Pitagora, Platone e alcuni dei primi cristiani.

Per voi è possibile?
Vi piacerebbe fosse vero?
Avete mai avuto la sensazione di aver vissuto vite precedenti?
  
Dopo che il TUO corpo sarà morto,anche il cervello sarà morto assieme
a tutta la TUA memoria ,sia Ram che Rom.
Pertanto nella prossima vita avrai un cervello nuovo di zecca e senza memoria
pregressa.E così non saprai nulla della vita precedente
come oggi non sai nulla della vita nell'aldilà.
Solo TU rimarrai.
Tu chi ?
 scratch 

Vedi il profilo dell'utente
18
blane
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
e se per "reincarnazione" fosse inteso il ricordo che hanno di noi le persone che hanno fatto parte della nostra vita e a seguire nelle generazioni?
i ricordi sono per sempre e sempre tramandabili,quindi,alla fine dopo morti, è attraverso loro che noi possiamo continuare a "vivere"..

Vedi il profilo dell'utente
19
laura18

Viandante Mitico
Viandante Mitico
@blane ha scritto:e se per "reincarnazione" fosse inteso il ricordo che hanno di noi le persone che hanno fatto parte della nostra vita e a seguire nelle generazioni?
i ricordi sono per sempre e sempre tramandabili,quindi,alla fine dopo morti, è attraverso loro che noi possiamo continuare a "vivere"..
..purtroppo tali ricordi si fermano dopo la terza generazione di solito..

Vedi il profilo dell'utente
20
blane
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@laura18 ha scritto:
@blane ha scritto:e se per "reincarnazione" fosse inteso il ricordo che hanno di noi le persone che hanno fatto parte della nostra vita e a seguire nelle generazioni?
i ricordi sono per sempre e sempre tramandabili,quindi,alla fine dopo morti, è attraverso loro che noi possiamo continuare a "vivere"..
..purtroppo tali ricordi si fermano dopo la terza generazione di solito..
può essere,ma esistono foto,scritti..se ci pensi i Grandi (musicisti,artisti,filosofi...) vivono ancora,perchè qualcuno ancora li prende in considerazione,non li dimentica.. e noi nel nostro "piccolo" possiamo far lo stesso.
ad esempio a me è capitato di ritrovare delle lettere scritte da un trisavolo,non varrà molto per gl'altri,ma vale molto per una famiglia..

Vedi il profilo dell'utente
21
laura18

Viandante Mitico
Viandante Mitico
@blane ha scritto:
@laura18 ha scritto:
@blane ha scritto:e se per "reincarnazione" fosse inteso il ricordo che hanno di noi le persone che hanno fatto parte della nostra vita e a seguire nelle generazioni?
i ricordi sono per sempre e sempre tramandabili,quindi,alla fine dopo morti, è attraverso loro che noi possiamo continuare a "vivere"..
..purtroppo tali ricordi si fermano dopo la terza generazione di solito..
può essere,ma esistono foto,scritti..se ci pensi i Grandi (musicisti,artisti,filosofi...) vivono ancora,perchè qualcuno ancora li prende in considerazione,non li dimentica.. e noi nel nostro "piccolo" possiamo far lo stesso.
ad esempio a me è capitato di ritrovare delle lettere scritte da un trisavolo,non varrà molto per gl'altri,ma vale molto per una famiglia..
..Certo..ma il "vivere" una persona scomparsa è fattibile fino ad un certo punto...e un "vivere"molto limitato..Puoi vivere racconti,magari fotografie,lettere,ma non e la stessa cosa come vivere la persona..

Vedi il profilo dell'utente
22
blane
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@laura18 ha scritto:
@blane ha scritto:
@laura18 ha scritto:
@blane ha scritto:e se per "reincarnazione" fosse inteso il ricordo che hanno di noi le persone che hanno fatto parte della nostra vita e a seguire nelle generazioni?
i ricordi sono per sempre e sempre tramandabili,quindi,alla fine dopo morti, è attraverso loro che noi possiamo continuare a "vivere"..
..purtroppo tali ricordi si fermano dopo la terza generazione di solito..
può essere,ma esistono foto,scritti..se ci pensi i Grandi (musicisti,artisti,filosofi...) vivono ancora,perchè qualcuno ancora li prende in considerazione,non li dimentica.. e noi nel nostro "piccolo" possiamo far lo stesso.
ad esempio a me è capitato di ritrovare delle lettere scritte da un trisavolo,non varrà molto per gl'altri,ma vale molto per una famiglia..
..Certo..ma il "vivere" una persona scomparsa è fattibile fino ad un certo punto...e un "vivere"molto limitato..Puoi vivere racconti,magari fotografie,lettere,ma non e la stessa cosa come vivere la persona..

ma certo,sono daccordo con te..

Vedi il profilo dell'utente
23
laura18

Viandante Mitico
Viandante Mitico
@blane ha scritto:
@laura18 ha scritto:
@blane ha scritto:
@laura18 ha scritto:
@blane ha scritto:e se per "reincarnazione" fosse inteso il ricordo che hanno di noi le persone che hanno fatto parte della nostra vita e a seguire nelle generazioni?
i ricordi sono per sempre e sempre tramandabili,quindi,alla fine dopo morti, è attraverso loro che noi possiamo continuare a "vivere"..
..purtroppo tali ricordi si fermano dopo la terza generazione di solito..
può essere,ma esistono foto,scritti..se ci pensi i Grandi (musicisti,artisti,filosofi...) vivono ancora,perchè qualcuno ancora li prende in considerazione,non li dimentica.. e noi nel nostro "piccolo" possiamo far lo stesso.
ad esempio a me è capitato di ritrovare delle lettere scritte da un trisavolo,non varrà molto per gl'altri,ma vale molto per una famiglia..
..Certo..ma il "vivere" una persona scomparsa è fattibile fino ad un certo punto...e un "vivere"molto limitato..Puoi vivere racconti,magari fotografie,lettere,ma non e la stessa cosa come vivere la persona..

ma certo,sono daccordo con te..
Sono contenta tu lo sia.. YES 

Vedi il profilo dell'utente
24
kohkarunagi
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@euvitt ha scritto:Noi abbiamo qualcosa in noi che non muore....e non è il nostro corpo che si decompone e torna alla terra
La reincarnazione è un fatto certo....la cosa difficile è capire cosa si reincarna e perché si reincarna e quali leggi sovrintendono alla reincarnazione ...
Per quanto mi riguarda so con certezza di aver vissuto altre vite
Questa è davvero da antologia.
Suvvia, potresti indicarmi da dove desumi la certezza?
Io ci credo nella reincarnazione, a mio fratello l'unghia del ditone si è incarnita tre volte. E si è dovuto sottoporre tre volte all'interventino di rimozione dell'unghia. Prova provata.
MA tu? Cosa porti a suffragio delle tue affermazioni?

Vedi il profilo dell'utente
25
Yale
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
@kohkarunagi ha scritto:
@euvitt ha scritto:Noi abbiamo qualcosa in noi che non muore....e non è il nostro corpo che si decompone e torna alla terra
La reincarnazione è un fatto certo....la cosa difficile è capire cosa si reincarna e perché si reincarna e quali leggi sovrintendono alla reincarnazione ...
Per quanto mi riguarda so con certezza di aver vissuto altre vite
Questa è davvero da antologia.
Suvvia, potresti indicarmi da dove desumi la certezza?
Io ci credo nella reincarnazione, a mio fratello l'unghia del ditone si è incarnita tre volte. E si è dovuto sottoporre tre volte all'interventino di rimozione dell'unghia. Prova provata.
MA tu? Cosa porti a suffragio delle tue affermazioni?

Stavo per fare la stessa osservazione (tolta la storia dell'unghia di mio fratello, visto che non ho un fratello).
Un fatto certo?

Vedi il profilo dell'utente
26
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 4]

Vai alla pagina : 1, 2, 3, 4  Seguente

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum