Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Il nuovo comunismo e la perenne lotta contro l'occidente

Condividi 

Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 2 di 4]

26
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
E ora dico le mie idee.  SGHIGNAZZARE 

Ovviamente nella visione morale che ho scritto sopra, c'è molto di vero e di condivisibile. Ma non è tutto vero e non tutto è condivisibile.

Prendiamo ad esempio una lavatrice (la lavatrice è solo un esempio eh...potrebbe essere qualunque altro prodotto).
Vorremmo forse dire che una povera lavatrice è sinonimo di "consumismo"? Ovviamente no.
Nemmeno i comunisti amano lavare i panni a mano....credetemi. E quando si va sul concreto anche loro vogliono la lavatrice (al di là di tutti i loro discorsi del cazzo sul consumismo).  SGHIGNAZZARE 

Il problema vero, per un neo-comunista, non è tanto la lavatrice, ma è la creazione dell"l'idea di lavatrice" e il sistema che c'è dietro alla sua produzione.
Non concepiscono il marketing e la pubblicità (che creano l'"idea di lavatrice"), perchè il marketing e la pubblicità (secondo loro) sono orientati a far nascere dei nuovi bisogni per poter vendere dei nuovi prodotti.
Sono loro, il marketing e la pubblcità, ad alimentare il meccanismo perverso del "cosnumismo".
Non c'è bisogno del marketing e della pubblicità perchè, dicono loro, non è necessario vendere "l'idea di lavatrice"....ma serve solo la lavatrice punto e basta.

E qui casca l'asino.

Insomma loro dicono: abbiamo bisogno della lavatrice? Si.
E allora facciamone una e stop. Facciamo la "lavatrice del popolo". Non c'è bisogno di mercato libero, nè di concorrenza e competizione; e quindi non c'è bisogno di marketing, non c'è bisogno di pubblicità.
Eggià, perchè il "consumismo" nasce quando la pubblicità, che alimenta la competizione tra le aziende, spinge la gente a cambiare una lavatrice all'anno. Quando la pubblicità ti dice: "non hai la lavatrice con la manopola digitale? allora sei uno sfigato. Solo i fighi hanno la lavatrice digitale"...e quindi ti spingono a cambiarla per essere figo come gli altri.

Peccato che se cadiamo nella padella di "non serve il mercato, quindi non serve la competizione perchè basta una sola lavatrice per tutti: la lavatrice del popolo", ricadiamo nella economia centralizzata gestita dallo stato, cioè dal partito.
Che si arroga il diritto di dire come deve essere la lavatrice del popolo e chi la deve produrre.

E questo è proprio il sistema che è crollato miseramente su se stesso perchè non funziona.

Gira e rigira loro tornano sempre là. Non c'è niente da fare.  SGHIGNAZZARE 

Ma davvero il mercato libero delle lavatrici e la competizione per vendere sempre nuove lavatrici è "consumismo bestiale"?
No. Non lo è. Non è consumismo bestiale. E' solo un modo per far girare l'economia.

1- creo la domanda con marketing e pubblicità;
2- faccio i prodotti e li vendo
3- con la produzione creo lavoro e salari
4- con quei salari posso consentire alle persone di comprare altri prodotti

Il ciclo domanda-offerta-acquisto, inoltre, genera il gettito fiscale, con il quale lo stato può creare i servizi: strade, scuole, ospedali, pensioni, trasporti etc etc

Non c'è nulla di diabolico in questo. E' semplicemente un sistema che produce risorse e genera ricchezza.
Ovviamente deve essere regolato. Ma non è il demonio.

Tanto più, se poi vai a vedere, tutti quei signori che criticano il "consumismo" e dipingono il "consumismo" come il diavolo...hanno la televisione. Lo stereo. Lo smart phone. La macchina. La lavatrice. La lavastoviglie. La caffettiera. Il forno. La bici. E tutti i cazzi che desiderano.  SGHIGNAZZARE 
Senza dimenticare, ovviamente, che la nomenklatura mangiava caviale e champagne....mentre il popolo sul quale la nomenklatura applicava le sue idee del cazzo, faceva la fame e mangiava pane e cipolle.
Sempre lo stesso pane. E sempre le stesse cipolle.  SGHIGNAZZARE



Ultima modifica di xmanx il Mar 28 Gen 2014 - 18:12, modificato 1 volta

Vedi il profilo dell'utente
27
laura18

Viandante Mitico
Viandante Mitico
@xmanx ha scritto:E ora dico le mie idee.  SGHIGNAZZARE 

Ovviamente nella visione morale che ho scritto sopra, c'è molto di vero e di condivisibile. Ma non è tutto vero e non tutto è condivisibile.

Prendiamo ad esempio una lavatrice (la lavatrice è solo un esempio eh...potrebbe essere qualunque altro prodotto).
Vorremmo forse dire che una povera lavatrice è sinonimo di "consumismo"? Ovviamente no.
Nemmeno i comunisti amano lavare i panni a mano....credetemi. E quando si va sul concreto anche loro vogliono la lavatrice (al di là di tutti i loro discorsi del cazzo sul consumismo).  SGHIGNAZZARE 

Il problema vero, per un neo-comunista, è "l'idea di lavatrice" e il sistema che c'è dietro alla sua produzione.
Non concepiscono il marketing e la pubblicità, perchè il marketing e la pubblicità (secondo loro) sono orientati a far nascere dei nuovi bisogni per poter vendere dei nuovi prodotti.
Non c'è bisogno del marketing e della pubblicità perchè, dicono loro, non è necessario vendere "l'idea di lavatrice"....ma serve solo la lavatrice punto e basta.

E qui casca l'asino.

Insomma loro dicono: abbiamo bisogno della lavatrice? Si.
E allora facciamone una e stop. Facciamo la "lavatrice del popolo". Non c'è bisogno di mercato libero, di concorrenza, non c'è bisogno di marketing, non c'è bisogno di pubblicità.
Eggià, perchè il "consumismo" nasce quando la pubblicità, che alimenta la competizione tra le aziende, spinge la gente a cambiare una lavatrice all'anno. Quando la pubblicità ti dice: "non hai la lavatrice con la manopola digitale? allora sei uno sfigato. Solo i fighi hanno la lavatrice digitale"...e quindi ti spingono a cambiarla per essere figo come gli altri.

Peccato che se cadiamo nella padella di "non serve il mercato, quindi non serve la competizione perchè basta una sola lavatrice per tutti: la lavatrice del popolo", ricadiamo nella economia centralizzata gestita dallo stato, cioè dal partito.
Che si arroga il diritto di dire come deve essere la lavatrice del popolo e chi la deve produrre.

E questo è proprio il sistema che è crollato miseramente su se stesso perchè non funziona.

Gira e rigira loro tornano sempre là. Non c'è niente da fare.  SGHIGNAZZARE 

Ma davvero il mercato libero delle lavatrici e la competizione per vendere sempre nuove lavatrici è "consumismo bestiale"?
No. Non lo è. Non è consumismo bestiale. E' solo un modo per far girare l'economia.

1- creo la domanda con marketing e pubblicità;
2- faccio i prodotti e li vendo
3- con la produzione creo lavoro e salari
4- con quei salari posso consentire alle persone di comprare altri prodotti

Il ciclo domanda-offerta-acquisto, inoltre, genera il gettito fiscale, con il quale lo stato può creare i servizi: strade, scuole, ospedali, pensioni, trasporti etc etc

Non c'è nulla di diabolico in questo. E' semplicemente un sistema che produce risorse e genera ricchezza.
Ovviamente deve essere regolato. Ma non è il demonio.

Tanto più, se poi vai a vedere, tutti quei signori che criticano il "consumismo" e dipingono il "consumismo" come il diavolo...hanno la televisione. Lo stereo. Lo smart phone. La macchina. La lavatrice. La lavastoviglie. La caffettiera. Il forno. La bici. E tutti i cazzi che desiderano.  SGHIGNAZZARE 
Senza dimenticare, ovviamente, che la nomenklatura mangiava caviale e champagne....mentre il popolo sul quale la nomenklatura applicava le sue idee del cazzo, faceva la fame e mangiava pane e cipolle.
Sempre lo stesso pane. E sempre le stesse cipolle.  SGHIGNAZZARE 
...mi viene difficile credere che a te manchino tutte queste cose.E se non ti mancano,questo cosa fa di te? fischio Come ti chiameresti tu a te stesso?

Vedi il profilo dell'utente
28
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Senza dimenticare, ovviamente, che la nomenklatura mangiava caviale e champagne....mentre il popolo sul quale la nomenklatura applicava le sue idee del cazzo, faceva la fame e mangiava pane e cipolle.
Sempre lo stesso pane. E sempre le stesse cipolle.  SGHIGNAZZARE 

P.S. e doveva pure far vedere di essere contento. Doveva dire: "mmmmmm come è buono questo pane e cipolle". Altrimenti lo prendevano e lo sbattevano in un gulag per 25 anni. Se non eri fucilato senza troppi complimenti.  pietra

Vedi il profilo dell'utente
29
laura18

Viandante Mitico
Viandante Mitico
X..non hai risposto alla mia domanda..(non è che sei obbligato,ma vorrei capire una cosa)

Vedi il profilo dell'utente
30
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Uè Lauretta....io quelle cose le ho (tranne la bici)  SGHIGNAZZARE 
Ma non ho mai criticato il "consumismo".

Forse hai fatto un po' di confusione  SGHIGNAZZARE 

Vedi il profilo dell'utente
31
Zadig
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
non hai mai disdegnato neanche il turismo sessuale, pirlotto.

Oh, ho letto ora una notizia teribbbbbbile: http://www.giornalettismo.com/archives/1322749/alle-olgettine-chiedono-sesso-orale-in-strada-per-50-euro/

Povero berlusca, che cuore d'oro ad interessarsi di loro...

Vedi il profilo dell'utente
32
laura18

Viandante Mitico
Viandante Mitico
@xmanx ha scritto:Uè Lauretta....io quelle cose le ho (tranne la bici)  SGHIGNAZZARE 
Ma non ho mai criticato il "consumismo".

Forse hai fatto un po' di confusione  SGHIGNAZZARE 
Ajò...mi sa che la confusione l'hai fatta te...Allora ricapitolando..il consumismo è ok..il comunismo è out(e si sa)..gli islamisti un'emergenza ..Poi  scratch?..nazisti figli di ....(occhio che in Russia adesso ci sono tanti tanti e ti fan il cu...o  cu...lo..)Sai che c'è...e che tu sei talmente confuso...che mi sa che trasmetti a tutti quelli che leggono i tuoi topic il tuo "morbo X".. pat E gli ucraini a te fanno penna solo perché li reputi inferiori...(come reputi inferiore tutta l'umanità se è per quello)..I più grandi consumisti al mondo sono proprio i tuoi "amici",russi e cinesi ex comunisti di m...a.. rolleyss 



Ultima modifica di laura18 il Mar 28 Gen 2014 - 19:32, modificato 2 volte

Vedi il profilo dell'utente
33
Zadig
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
poi per lui è ok:

turismo sessuale
sfruttamento della prostituzione
leccare il culo al berlusca ed al brunetta
leccare il culo ai preti.

Vedi il profilo dell'utente
34
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
E poi?
E poi gli anarcoidi neo-comunisti solidarizzano con il fondamentalismo islamico nella loro guerra contro il diavolo americano, contro le società occidentali, e contro la nostra civiltà.

Gli anarcoidi neo-comunisti vedono nel fondamentalismo islamico la "nuova Armata Rossa" in grado di colpire la civiltà occidentale. E fanno il tifo per loro.

Il femminiello ovviamente ama l'islam anche per il loro interesse nei confronti del suo culo, ma questo è un dettaglio sul quale ora possiamo sorvolare. Ne parleremo diffusamente più avanti, del lato B del femminiello e del relativo "traffico islamico"  SGHIGNAZZARE 

Ora la questione è un'altra. Come mai questi straccioni di neo-comunisti odiano a tal punto la civiltà occidentale da fiancheggiare il fondamentalismo islamico nella sua guerra contro la nostra civiltà?
Perchè vedono nel consumismo non un sistema virtuoso, ma un sistema demoniaco?
Perchè, in sostanza, odiano la civiltà in cui vivono?
Da quale profonda frustrazione nasce l'invocazione: "dieci, cento, mille Nassirya?"

Davvero possiamo pensare che questi straccioni neo-comunisti abbiano a cuore il destino dei deboli e diseredati della terra?

No. La risposta è no.
Se fosse davvero così, prima di tutto dovrebbero gioire della nostra civiltà occidentale, che è riuscita in 50 anni a trasformare un continente distrutto dalla guerra in una civiltà fiorente. E questo senza usare schiavi o nuovi schiavi. Anzi! Creando un contesto sociale che tutti ci invidiano. Basta vedere quanti poveri cristi affrontano il mediterraneo su delle barchette per venire qui in Europa.

Se fosse davvero così andrebbero sotto le ambasciate dei paesi arabi a chiedere che usino le immense ricchezze che provengono dal petrolio per creare scuole, strade, case, ospedali...invece che far morire di povertà il loro popolo.

Se fosse davvero così andrebbero dai loro amici palestinesi a dire: basta guerra! Cercate di creare una nazione e cominciate a lavorare, invece che imbracciare fucili contro israele dall'età di 6 anni.

Se davvero fossero dalla parte dei diseredati della terra chiederebbero che il nostro modello sociale fosse ancora di più ispirato alla nostra Costituzione. Amerebbero l'italia e la nostra Costituzione. Perchè la nostra Costituzione è la più bella del mondo.

Ma non è così.

In effetti è proprio una bella domanda: perchè si ostinano a stare dalla parte sbagliata?  scratch 
Mi viene il dubbio....ma è solo un dubbio eh....che siano proprio imbecilli.  pietra

Vedi il profilo dell'utente
35
Magonzo
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@xmanx ha scritto:Ora la questione è un'altra. Come mai questi straccioni di neo-comunisti odiano a tal punto la civiltà occidentale da fiancheggiare il fondamentalismo islamico nella sua guerra contro la nostra civiltà?
Perchè vedono nel consumismo non un sistema virtuoso, ma un sistema demoniaco?
perché sotto le ideologie lavora l'educazione cattolica, il pauperismo che considera il denaro "sterco del demonio", il senso di colpa per il benessere e l'alienazione rispetto ai conflitti che questo comporta;
colpa dei "pretacci infami schifosi", come li chiamava Guicciardini, lui stesso al loro servizio Sorriso Scemo

certo che è un po' difficile immaginare sostenitori della parità di genere e dei diritti dei gay come supporters di talebani e pasdaran;
quelli li trovi nell'estrema destra identitaria, anti-mondialista, che pretende di tutelare le "diversità" contro il pensiero unico;
magari stai confondendo matrici ideologiche e anche epoche diverse.

Vedi il profilo dell'utente
36
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Eggià caro Magonzo.
Come al solito tralasci sempre dei pezzi....dimentichi sempre qualcosa.
E, guardacaso, è sempre quel qualcosa che cortocircuita i tuoi convincimenti.

CORRIERE DELLA SERA
29 aprile 2006

Istigazione a delinquere e oltraggio alla pietà dei defunti. Sono queste le ipotesi di reato che avrebbero portato all' iscrizione sul registro degli indagati del segretario dei Comunisti italiani Oliviero Diliberto e del deputato Marco Rizzo per gli slogan «10, 100, 1.000 Nassiriya» urlati dai manifestanti durante il corteo a favore della Palestina del 18 febbraio scorso a Roma in cui sono state bruciate anche due bandiere israeliane.

Sugli autori degli slogan e su chi aveva dato fuoco alla bandiera israeliana la Digos ha già inoltrato due rapporti al procuratore Giovanni Ferrara: dai filmati sono stati riconosciuti alcuni disobbedienti e giovani dei centri sociali di città del Nord che gli agenti stanno identificando.

Diverso è il fascicolo nato dalla denuncia dell' associazione delle vittime del terrorismo: in essa si contesta a Diliberto e Rizzo la commissione di una serie di reati per i quali è stato chiesto ai magistrati di procedere. Nel documento, a proposito di quello che è accaduto nelle strade della capitale due mesi e mezzo fa, è stato messo in evidenza come «venivano ostentati impunemente striscioni inneggianti al terrorismo iracheno nonché chiare ed evidenti esaltazioni con riferimento alla cosiddetta "guerra di oppressione in Iraq". Venivano, altresì, attraverso ripetuti ed ossessivi slogan, ricordati i 19 caduti appartenenti all' Arma dei carabinieri e all' Esercito italiano di stanza in Iraq - ha scritto l' avvocato Randazzo - non certamente come martiri del terrorismo omicida ma come degni depositari di un interesse imperialistico e colonialistico e, come tali, giusti obiettivi del terrorismo». L' esposto di Berardi critica il comportamento dei parlamentari del Pdci. «Dalle farneticanti esaltazioni apologetiche di quel brutale attentato che nulla hanno a che vedere con la comune ed ordinaria libertà di manifestazione costituzionalmente garantita, si è evidenziato chiaramente e in termini inequivocabili una sorta di incitamento a commettere reati contro appartenenti alle Forze Armate italiane, violando così precise norme penali introdotte dalle recenti disposizioni normative sul terrorismo internazionale. Ma il dato più grave e veramente inconcepibile - è l' osservazione del sodalizio - è rappresentato dalla presenza in prima linea, come dimostrano le fotografie apparse sui quotidiani, degli onorevoli Diliberto e Rizzo. In quanto esponenti del Parlamento - ha incalzato l' associazione vittime del terrorismo - hanno esplicitamente avallato frasi e manifestazioni di apologia in danno di militari italiani caduti violando, oltre che precise norme penali, anche quel comune senso di pietas che deve caratterizzare il rispetto dei defunti».

--------------------------------------------------------

Caro Magonzo...davvero. Io non so con chi tu abbia a che fare comunemente.
Ma io non sono uno degli imbecilli che, a quanto pare, hai scelto di frequentare per poter dire le cose che dici....in modo da ricevere sempre applausi.   SGHIGNAZZARE 
Eh Magonzo....non si fa così.  pat

















Ultima modifica di xmanx il Mar 28 Gen 2014 - 20:24, modificato 1 volta

Vedi il profilo dell'utente
37
FUCKTOTUM
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@xmanx ha scritto: Come mai questi straccioni di neo-comunisti odiano a tal punto la civiltà occidentale da fiancheggiare il fondamentalismo islamico nella sua guerra contro la nostra civiltà?

Straccioni? Ma li hai visti bene? Firmati pradati e cachemirati.
Penserai mica che il problema sono quelli da centro sociale?
Quelli oggi sono rossi poi, viola, arancioni, grillini...
Quelli che "contano" sono quelli che tiravano san pietrini nei primi 70 e che tirano uova, a Silvio, oggi. (Hai visto in che "tugurio da sottoproletariato" vive l'ottantacinquenne?)
Quando tornai in Italia, 1980, l'offesa ricorrente dei "compagni" era " borghese"; proferita con un'acredine che non si riscontra neppure nel "berlusconiano" di oggi; adesso è totalmente desueta mi sai dire perchè?

Vedi il profilo dell'utente
38
FUCKTOTUM
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@Magonzo ha scritto:
@xmanx ha scritto:Ora la questione è un'altra. Come mai questi straccioni di neo-comunisti odiano a tal punto la civiltà occidentale da fiancheggiare il fondamentalismo islamico nella sua guerra contro la nostra civiltà?
Perchè vedono nel consumismo non un sistema virtuoso, ma un sistema demoniaco?
perché sotto le ideologie lavora l'educazione cattolica, il pauperismo che considera il denaro "sterco del demonio", il senso di colpa per il benessere e l'alienazione rispetto ai conflitti che questo comporta;
colpa dei "pretacci infami schifosi", come li chiamava Guicciardini, lui stesso al loro servizio Sorriso Scemo

certo che è un po' difficile immaginare sostenitori della parità di genere e dei diritti dei gay come supporters di talebani e pasdaran;
quelli li trovi nell'estrema destra identitaria, anti-mondialista, che pretende di tutelare le "diversità" contro il pensiero unico;
magari stai confondendo matrici ideologiche e anche epoche diverse.


A Magò bell'analisi, ipotesi suggestiva ma -infattipurtroppo- tu sei di parte. Il perché è presto detto:
Il nemico del mio nemico è mio amico.

Vedi il profilo dell'utente
39
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Caro Magonzo lo vedi lo striscione della prima foto?

"Dalla Palestina all'Irak. Con le masse arabe che resistono".

Essuvia...su....non è che siamo proprio tutti imbecilli imbecilli come quelli che ti scegli abitalmente per farti applaudire.
Io le cose le so, Magonzo. Mica me le invento.  SGHIGNAZZARE

Vedi il profilo dell'utente
40
Magonzo
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
vedo che non sei in grado di distinguere, perché manchi di cultura liberale;

come Voltaire disse che avrebbe dato la vita per tutelare la libertà di opinione di qualcuno da cui dissentiva, il fatto che io impedirei a qualcuno di riempirti di mazzate non vuol dire che io condivida le tue cazzate;

così, non è conseguenza necessaria che quelli che sono contro la guerra in Iraq siano favorevoli all'integralismo islamico;
ma qui non c'entra sapere, è questione di logica;

invece, ti ribadisco che se in Europa ci sono frange politiche esplicitamente sostenitrici degli integralisti islamici in nome della "tradizione", queste - e sin dai tempi di Khomeini - sono di estrema destra, come potresti constatare facilmente;

tu fai una gran confusione, confondi, mischi e sovrapponi famiglie ideologiche diverse e ti confezioni un personal-Frankenstein che ti faccia da nemico, che però esiste solo nella tua fantasia;

se proprio non ti va di fare la fatica di approfondire un pochino, potresti sceglierti un filone consolidato e coerente, e affidarti all'elaborazione coerente che qualcuno ha fatto rima di te; chessò, i tea-party, quelli di Militia Christi, i nazisti dell'Illinois, insomma quello che ti pare, purché dotati di un minimo - ma proprio un minimo - di coerenza ideologica;

perché così diventa troppo faticoso leggerti e fa meno ridere Sorriso Scemo

Vedi il profilo dell'utente
41
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Così recita il manifesto della manifestazione.

DALLA PALESTINA ALL'IRAQ
Con le masse arabe che resistono
contro l'imperialismo ed il sionismo

Palestina libera
VIVA LA LOTTA DI RESISTENZA PALESTINESE E IRACHENA
contro la guerra imperialista
per il ritiro immediato di tutte le truppe di occupazione
FUORI LE BASI NATO DALL'ITALIA


Questo era il manifesto esposto mentre il corteo scandiva: "10 100 1000 NASSIRYA".

Per i neo-comunisti la strage di Nassirya era una espressione della Resistenza del popolo iracheno. Cioè dei fondamentalisti islamici.

Caro Magonzo....tu un liberale?
Tu sei liberale come io sono l'ayatolla komeini redivivo.
ahahahahah  SGHIGNAZZARE 

Ma che davvero davvero credi che siamo tutti imbecilli?  SGHIGNAZZARE 
Eh....Magonzo.
A volte sei proprio patetico.  pietra 

Vedi il profilo dell'utente
42
Magonzo
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@xmanx ha scritto:Così recita il manifesto della manifestazione.

DALLA PALESTINA ALL'IRAQ
Con le masse arabe che resistono
contro l'imperialismo ed il sionismo

Palestina libera
VIVA LA LOTTA DI RESISTENZA PALESTINESE E IRACHENA
contro la guerra imperialista
per il ritiro immediato di tutte le truppe di occupazione
FUORI LE BASI NATO DALL'ITALIA


Questo era il manifesto esposto mentre il corteo scandiva: "10 100 1000 NASSIRYA".

Per i neo-comunisti la strage di Nassirya era una espressione della Resistenza del popolo iracheno. Cioè dei fondamentalisti islamici.

Caro Magonzo....tu un liberale?
Tu sei liberale come io sono l'ayatolla komeini redivivo.
ahahahahah  SGHIGNAZZARE 

Ma che davvero davvero credi che siamo tutti imbecilli?  SGHIGNAZZARE 
Eh....Magonzo.
A volte sei proprio patetico.  pietra 
io sarò patetico, ma tu sei ignorante come una capra:

se tu frequentassi più i libri e meno le cazzate internettiane, non avresti eluso quel riferimento alla cultura pauperistica cattolica;

intanto, sapresti che il filone filo arabo nella politica italiana risale agli anni '50 e ad alcuni nomi importanti come Moro, Mattei, La Pira, tutti democristiani, ferventi cattolici e odiati dagli americani;

poi, sapresti che a cavallo degli anni '70 una metà dei servizi, al comando del gen. Vito Miceli, era filo araba, mentre la fazione del gen. Maletti filo-israeliana;

e che nei primi anni 80 i governi italiani di Andreotti, noto comunista, Spadolini, altro bolscevico, e dell'amico tuo Bettino, si distinsero per politiche filo-arabe, facendo incazzare vieppiù gli alleati di Washington;

tu ti alzi la mattina e pensi di aver capito il terzomondismo della sinistra, e non sai un'emerita cippa di tutto quello che c'è dietro, prima e attorno;
ma tanto, che te frega ? non sei nemmeno in grado di renderti conto delle cose che non sai e pensi di dire cose sensate.

Vedi il profilo dell'utente
43
FUCKTOTUM
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
A Magò ma non è che ti dimentichi di fare la tara dell'antisemitismo di certa destra?
E ci vuoi mettere che l'atteggiamento prono, con l'OLP è servito a evitare di avere altri terroristi fra le palle?
Fra Andreotti/Craxi e 10 100 1000 nassiria c'è la stessa differenza, ideologica, che passa fra i boy scou e le SS

Vedi il profilo dell'utente
44
FUCKTOTUM
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Dimenticavo: materialista e liberale. Blair ti fa una pippa.
Un capolavoro di ossimoro che sol uno de sinistra poteva partorire.  YES 

Vedi il profilo dell'utente
45
Magonzo
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@FUCKTOTUM ha scritto:A Magò ma non è che ti dimentichi di fare la tara dell'antisemitismo di certa destra?
E ci vuoi mettere che l'atteggiamento prono, con l'OLP è  servito a evitare di avere altri terroristi fra le palle?
Fra Andreotti/Craxi e 10 100 1000 nassiria c'è la stessa differenza, ideologica, che passa fra i boy scou e le SS
se vuoi ne parliamo, anche a partire al fatto che quelli dello slogan sono due gatti da centri sociali che rappresentano se stessi, non un filone politico;

ma Mattei - che faceva affari in contrasto agli interessi dell'alleato USA, che intanto ci finanziava e proteggeva sotto l'ombrello NATO, Moro, odiatissimo, e La Pira, e anche altri che ora non mi sovvengono, erano molto prima e rappresentavano una radicata tendenza politica;

ma, insomma, lo sa chiunque abbia letto qualcosa di appena serio sulla storia d'Italia che la mentalità anti-capitalista, anti-americana e anti-moderna degli italiani, a cui si deve ricondurre tutto il filone terzomondista e anti-colonialista è in primis figlia della cultura cattolica;

poi, non è che ci vuole un genio per osservare che in Occidente i comunisti ci sono in misura rilevante quasi esclusivamente nei paesi cattolici, Europa mediterranea e America Latina; un caso ?

certo che no; il comunismo è fortemente correlato alla cultura cattolica e anti-moderna, e il motivo è chiaro:
nei paesi cattolici della Controriforma la borghesia non ha potuto assumere la leadership modernizzatrice, diventare un filtro di progressiva inclusione, mediante mobilità sociale, e si è appiattita sui valori conservatori e reazionari dei ceti della rendita; perciò le masse proletarie si sono indirizzate per forza su quella prospettiva di egualitarismo radicale, trovando paradossalmente una sponda nel pauperismo cattolico anti-moderno e anti-borghese, mentre la chiesa perorava la causa della reazione, almeno fino al Concilio VII.

Vedi il profilo dell'utente
46
FUCKTOTUM
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@Magonzo ha scritto:
@FUCKTOTUM ha scritto:A Magò ma non è che ti dimentichi di fare la tara dell'antisemitismo di certa destra?
E ci vuoi mettere che l'atteggiamento prono, con l'OLP è  servito a evitare di avere altri terroristi fra le palle?
Fra Andreotti/Craxi e 10 100 1000 nassiria c'è la stessa differenza, ideologica, che passa fra i boy scou e le SS
se vuoi ne parliamo, anche a partire al fatto che quelli dello slogan sono due gatti da centri sociali che rappresentano se stessi, non un filone politico;

ma Mattei - che faceva affari in contrasto agli interessi dell'alleato USA, che intanto ci finanziava e proteggeva sotto l'ombrello NATO, Moro, odiatissimo, e La Pira, e anche altri che ora non mi sovvengono, erano molto prima e rappresentavano una radicata tendenza politica;

ma, insomma, lo sa chiunque abbia letto qualcosa di appena serio sulla storia d'Italia che la mentalità anti-capitalista, anti-americana e anti-moderna degli italiani, a cui si deve ricondurre tutto il filone terzomondista e anti-colonialista è in primis figlia della cultura cattolica;

poi, non è che ci vuole un genio per osservare che in Occidente i comunisti ci sono in misura rilevante quasi esclusivamente nei paesi cattolici, Europa mediterranea e America Latina; un caso ?

certo che no; il comunismo è fortemente correlato alla cultura cattolica e anti-moderna, e il motivo è chiaro:
nei paesi cattolici della Controriforma la borghesia non ha potuto assumere la leadership modernizzatrice, diventare un filtro di progressiva inclusione, mediante mobilità sociale, e si è appiattita sui valori conservatori e reazionari dei ceti della rendita; perciò le masse proletarie si sono indirizzate per forza su quella prospettiva di egualitarismo radicale, trovando paradossalmente una sponda nel pauperismo cattolico anti-moderno e anti-borghese, mentre la chiesa perorava la causa della reazione, almeno fino al Concilio VII.

Si ma come la presenti tu sembra che il comunismo sia una costola del cattolicesimo dimenticando che carletto era ebreo e che il comunismo si è palesato, in tutto il suo splendore, in paesi che cattolici non erano (sará un caso? ). Vero è che i paesi luterani sono stati immuni da certa roba - bontá loro- ma non ascriverei il cerchiobottismo democristo all'antiamericanismo-filoarabo. Secondo me, al di lá dei sani interessi di bottega, gioca più l'anitsemitismo latente, carsico se vuoi nella chiesa, che non una vocazione pauperista/francescana da sempre in minoranza sotto il cupolone.

Vedi il profilo dell'utente
47
Magonzo
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@FUCKTOTUM ha scritto:
Si ma come la presenti tu sembra che il comunismo sia una costola del cattolicesimo dimenticando che carletto era ebreo e che il comunismo si è palesato, in tutto il suo splendore, in paesi che cattolici non erano (sará un caso? ).
qui non c'entra niente l'elaborazione teorica marxista coi fenomeni politici reali e il fatto che alcuni paesi paesi dell'Est siano ortodossi, Polonia, Ungheria e Cecoslovacchia sono cattolici, mica bruscolini;
nel senso che quelli, a parte condividere una prospettiva analogamente pauperista del cristianesimo, mostravano quasi sempre la stessa tara di inibizione all'ascesa borghese;
infatti, puntualmente i due stati ex-asburgici più avanzati, cattolici ma toccati dalla Riforma sono stati anche quelli che si sono ribellati;


Vero è che i paesi luterani sono stati immuni da certa roba - bontá loro- ma non ascriverei il cerchiobottismo democristo all'antiamericanismo-filoarabo. Secondo me, al di lá dei sani interessi di bottega, gioca più l'anitsemitismo latente, carsico se vuoi nella chiesa, che non una vocazione pauperista/francescana da sempre in minoranza sotto il cupolone.
no, non sono d'accordo;
c'è tutta una cultura secolare italiana impregnata di sentimenti anti-moderni e anticapitalisti, che si manifesta in tutte le dottrine in modo esplicito o sotterraneo, nell'avversione alla scienza del binomio Croce-Gentile, nella tradizionale bonarietà della dottrina penalistica italiana nei confronti dei reati contro il patrimonio, e nella popolarità delle figure brigantili, dei masanielli, ecc...

chi è che ha definito l'Italia "nazione proletaria" ? chi parlava di demo-giudo-plutocrazia ? non è che, caduta in disuso la parte "giudo", quell'opinione pubblica del consenso è diventata immediatamente entusiasta del capitale, degli opulenti, ecc...

che cultura avevano i Berlinguer e i La Malfa che peroravano l'austerità ?

perché le icone borghesi di imprenditori italiani non sono austeri produttori o organizzatori, ma due specie di monarchi come Agnelli e Berlusconi, che non sono portatori di valori borghesi, ma di altro ?

Vedi il profilo dell'utente
48
FUCKTOTUM
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Le nazioni da te citate il comunismo non se lo sono scelto, gliel'ha imposto grande mamma russia.
Non puoi confondere aristocrazie di risulta e latifondismo (masaniello e briganti) con il capitalismo perchè manca, del tutto, il rischio imprenditoriale.
Benito e il suo "giudo" è acqua al mio mulino data la sua origine socialista e la sua quasi impossibile collocazione a destra.
Berlinguer, aiutami a dire, è, l'orologio fermo della sinistra italiana, manco fosse quello della stazione di Bologna, me lo vuoi spacciare per democristo?
Agnelli e Silvio sono semmai le icone proletarie del capitalismo italiano. Tu sai forse che faccia abbiano i Ferrero, gli Angelini,  i Beretta (armi), i Perino, i Del Vecchio ?

Non c'è da risalire alle guerre puniche ne da fare psicologia da rotocalco, compagni e muslim s'imparentano perchè hanno un comune odio : il sistema capitalista ovvero il modello occidentale.
Tutto il resto e pura speculazione, attenaimoci ai fatti.

Vedi il profilo dell'utente
49
laura18

Viandante Mitico
Viandante Mitico
fischio 



Ultima modifica di laura18 il Mer 29 Gen 2014 - 8:36, modificato 1 volta

Vedi il profilo dell'utente
50
laura18

Viandante Mitico
Viandante Mitico
E come dire che i russi e i ceceni sono compagni di merenda.Caro X l'unica cosa che sta tra te e il essere inc...to da un amico "al qaeda"..sono i russi..ricordatelo.E non sono di parte.Non mischiare più le cose,nazisti con comunisti(forse era più giusto fascisti e socialisti)..Stai facendo un casino della madonna..E il comunismo italiano non c'entra nulla con l'estremismo islamico.Stai confondendo le cose..O forse sono io che veramente non riesco a stare dietro alla tua mente aggrovigliata..Fai una pausa,mettiti i pensieri in ordine,e poi rincomincia a scrivere, ma cose veridiche.. facepalm 



Ultima modifica di laura18 il Mer 29 Gen 2014 - 8:45, modificato 1 volta

Vedi il profilo dell'utente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 2 di 4]

Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum