Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

perche` sei qui ?

Condividere 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Non e` assolutamente vero che la scienza non conosce dio. Tanto e` vero che sono proprio i Fisici, oggi, ad aprirci la mente alla comprensione di dio.
Ovviamente bisogna conoscere la scienza e gli scienziati, e il loro pensiero...e non parlare per sentito dire. C`e` una regola di base infatti alla quale nessuno sfugge: gli ignoranti o sono atei e agnostici o credono a dio creato a loro immagine e somiglianza. L ignoranza impedisce di conoscere dio. Per conoscere dio occorre studiare...fare uno sforzo. Altrimenti si finisce per non vedere nulla o si finisce ad adorare un totem.

Detto questo pero` rimane un fatto. La scienza non e` in grado di rispondere alle domande di senso. E tra queste la domanda "perche` sono qui" e` sicuramente la piu` impegnativa. Ognuno da una rispostaa questa domanda, anche inconsapevolmente. E io credo che prendere coscienza di questa risposta e` una delle cose piu` difficili, poiche` spesso nascondiamo la risposta anche a noi stessi.

Vedi il profilo dell'utente
2
Jack lo Smilzo
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
@xmanx ha scritto:Non e` assolutamente vero che la scienza non conosce dio. Tanto e` vero che sono proprio i Fisici, oggi, ad aprirci la mente alla comprensione di dio.
Ovviamente bisogna conoscere la scienza e gli scienziati, e il loro pensiero...e non parlare per sentito dire. C`e` una  regola di base infatti alla quale nessuno sfugge: gli ignoranti o sono atei e agnostici o credono a dio creato a loro immagine e somiglianza. L ignoranza impedisce di conoscere dio. Per conoscere dio occorre studiare...fare uno sforzo. Altrimenti si finisce per non vedere nulla o si finisce ad adorare un totem.

Detto questo pero` rimane un fatto. La scienza non e` in grado di rispondere alle domande di senso. E tra queste la domanda "perche` sono qui" e` sicuramente la piu` impegnativa. Ognuno da una rispostaa questa domanda, anche inconsapevolmente. E io credo che prendere coscienza di questa risposta e` una delle cose piu` difficili, poiche` spesso nascondiamo la risposta anche a noi stessi.

Vedi il profilo dell'utente
3
Jack lo Smilzo
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
no 
Ma Io non sono qui ,sono ovunque.
Se stiamo parlando del mio corpo fisico ,allora si potrebbe anche dire che io sono qui ma non è vero in senso assoluto.
 no 

Vedi il profilo dell'utente
4
Top-man
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Personalmente, parlo per cognizione di causa, e avendo avuto un lungo dialogo con uno scienziato, mi sono reso conto che certe cose, per certe persone, sono fuori dalla loro portata. I fisici con i quali mi sono imbattuto, e certamente parlo di forum, hanno la mente chiusa, altro che aprirla.
Per conoscere Dio, non c'è bisogno di studiare, sarebbe una delle ingiustizie più grandi che si possano avere.

Il finale non si capisce, dici che si tratta di una risposta impegnativa, che non capiamo o che forse nascondiamo.
Io credo semplicemente che la risposta sta dentro di noi e non è neppure difficile decifrarla. Quello che fanno certi scienziati è che umanamente arrivano a delle conclusione, ma poi la scienza che essi studiano, gli da un'altra versione, e alcuni si sottomettono a questa di versione.

Vedi il profilo dell'utente
5
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
beh, caro top-man, gli antichi vedevano i fulmini...e pensavano fossero dio.
E' solo studiando che si superano le superstizioni e la paura e si apre la mente alla Realtà e alla comprensione.
Altrimenti si finisce per credere a babbo natale che arriva con la slitta.

Vedi il profilo dell'utente
6
Top-man
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Studiando si arriva alla comprensione della nostra realtà, e questo è innegabile, ma io rispondevo alla tua frase: "L ignoranza impedisce di conoscere dio. Per conoscere dio occorre studiare...fare uno sforzo."

Per conoscere Dio non c'è da fare alcuno sforzo, ripeto, altrimenti sarebbe la cosa più ingiusta di questo mondo. A Dio possono arrivare gli analfabeti come gli scienziati, non è prerogativa di chi ha studiato. Anzi, forse hanno più probabilità le persone che sono liberi da preconcetti, anche e soprattutto quelli di origine scientifica, non solo superstizione.

Vedi il profilo dell'utente
7
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
e io ti ripeto che solo studiando l'uomo ha appreso che i fulmini non erano dio, ma un fenomeno elettrico.
vedi top-man...la tua convinzione che dio sia spirito, senza il supporto di nessuno studio o analisi....semplicemente per fede, assomiglia molto al fenomeno dei fulmini.

fossi in te ci farei un pensierino. Lo dico per te eh..... ame non frega nulla. Puoi credere nello spirito, ai fulmini e anche a babbo natale. Se ti piace.

Vedi il profilo dell'utente
8
Top-man
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
"Fare un pensierino" si usa per ben altri argomenti. Intanto io non devo convincere nessuno, la mia è una convinzione suffragata dall'esperienza e dalla pratica, e come tale non ha bisogno di credere perché la vivo come esperienza. Poi, se tu non vuoi credere alla mia esperienza vissuta, è comprensibile, ma non ha senso dare i suggerimenti che dai, soprattutto motivandoli come superstizione. Insistendo in questo modo, fai capire che non accetti l'idea degli altri, e questo è molto più che superstizione. Il fatto che tu non creda a quello che sto vivendo e non "immaginando" non ti da il diritto di dare suggerimenti.Tu, come altri, possono dare suggerimenti su ciò che conoscono, lo dici tu stesso, e non su quello che immaginano. Tu credi pure in quello che vuoi, ma dare consigli dei quali non conosci i risvolti. Se uno non ha mai assaggiato un gelato, dato che vive all'equatore, non può dire a chi lo gusta, che gli fa male o si tratta di una sua credenza. Credo di essermi spiegato. Libero di fare quello che vuoi, ma non di condizionare gli altri, anche solo dialetticamente, tanto più che non sei nella posizione di colui che ha sperimentato quello di cui parlo.

Vedi il profilo dell'utente
9
Dudù
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
@Jack lo Smilzo ha scritto:no 
Ma Io non sono qui ,sono ovunque.
Se stiamo parlando del mio corpo fisico ,allora si potrebbe anche dire che io sono qui ma non è vero in senso assoluto.
 no 
Anchio sono qui vedi anche avatar

Vedi il profilo dell'utente
10
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum