Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Black Swan

Condividere 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem


Mi ritrovai faccia a faccia col Cigno Nero.

“Lo senti ora il profumo? Lo senti il profumo della mia pelle? Il profumo dei miei capelli?”. Completamente immerso nel suo profumo...stordito dal suo profumo...ebbi, finalmente, la percezione di Giuditta. Ebbi la consapevolezza del suo intimo segreto.

Una bella donna; del tipo che attira gli sguardi maschili. Incantevole nel suo vestito di seta. Elegante, raffinata, pudica. E, al tempo stesso, la bocca socchiusa e le rosse labbra. I seni tondi e chiari, simbolo della sua femminilità straripante; un seno velato e un seno mostrato. Al tempo stesso pudica e sfacciata. L’ombelico è un pertugio che rimanda alla immagine del centro del suo piacere.

Dunque, mi ritrovai, finalmente, faccia a faccia col suo intimo segreto: un cigno nero e un cigno bianco che coabitavano la stessa anima, lo stesso corpo.

Mi ritrovai faccia a faccia col Cigno Nero.

La testa appena volta verso l'alto, le palpebre socchiuse e uno sguardo tra il pigro e il lascivo. Nel cigno nero pulsa la sua anima seduttiva. Le labbra, i capezzoli, l’ombelico: sono indicazioni, inviti, per gli occhi che la guardano. Inviti a seguire un percorso. Perchè Giuditta ti guarda...ma, al tempo stesso, vuole essere guardata. Lei gode nel guardarti e gode nell’essere guardata.

Ti piace guardarmi mentre mi fai godere, ti piace goderti lo spettacolo, sentire il dolce piacere che ti procura il potere che hai su di me.
Ti piace leggermi gli occhi quando ti imploro di non fermarti, ti piace guardarmi mentre te lo chiedo. Ti piace guardarmi quando sono pieno di eccitazione e ti dico tutte le cose che mi passano per la mente.
Ti senti appagata quando mi guardi negli occhi e vedi quanto ti desidero, quanto mi fai morire di desiderio. Ti senti appagata quando guardi il mio volto abbandonato, la mia espressione piena di voglia di te.Ti senti pienamente femmina, pienamente donna.

Giuditta gode nel guardare. Ma gode anche nell’essere guardata. Lei si svela lentamente e si lascia guardare. Non teme il potere che emana dal suo corpo, dalla sua mente, dal suo cuore....anzi! Quel potere lo abbraccia, le da’ un profondo senso di gratificazione. Il suo potere lo usa. Lo maneggia con disinvoltura e consapevolezza. Neanche per un istante è colta dal dubbio, dal timore del pensiero mio che la guardo; perchè è consapevole di attirare lo sguardo su di sè e di accendere desiderio. Solo puro e totale desiderio.

Il suo sguardo è un invito e al tempo stesso una preghiera sussurrata: “Lo senti ora il profumo? Lo senti il profumo della mia pelle? Il profumo dei miei capelli? Parlami...Quanto vorrei sentire la tua lingua tra le cosce, sono già bagnata. Quanto vorrei sentirti dentro. Dimmi cosa mi faresti ora, fammi godere. Sono nuda davanti a te, vuoi vedermi?”

Mi ritrovai faccia a faccia col Cigno Nero.
Lei, al tempo stesso, preda e predatrice.
E la mia mano scivolò sul suo seno.

Vedi il profilo dell'utente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum