Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Il vuoto dei forum

Condividere 

Vai alla pagina : Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 2 di 2]

26
Coraline
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Bonnie Parker ha scritto:
Yale ha scritto:Boh. A me il forum non fa lo stesso effetto che fa a Candido. E' uno spazio che mi piace, dove ho trovato persone che trovo interessanti e che sanno farmi sorridere o riflettere; ma quando spengo il pc non mi resta nessun vuoto.
E' così anche per me.

Poi mi piace scrivere, sicuramente mi esprimo meglio così.
Anche per me è così; e anche a me piace scrivere. A volte mi sento come in colpa nei confronti di questo forum: attingo (leggo) molto e do pochissimo. Ma non perchè sia tirchia, solo perchè trovo che la maggior parte degli utenti sia molto più avanti rispetto a me, con tante conoscenze e competenze che io neanche nei sogni... Partecipo quando mi pare che nessun altro abbia già detto ciò che mi viene in mente o quando ho qualche domanda da fare. Mi piacerebbe avere la battuta giusta al momento giusto, ma mi arriva sui polpastrelli quasi sempre a tempo scaduto (quando arriva): ormai mi sono rassegnata ad ammirare quelle degli altri YES 

Non ci tengo, come qualcun altro ha detto, a conoscere gli altri o a farmi conoscere più di tanto: non ha molto senso in un forum, la realtà è quasi sempre completamente diversa. Mi limito a basarmi sulle intuizioni e sulle sensazioni che gli scritti altrui mi provocano e le prendo come tali, senza allargarmi oltre in voli di fantasia.
Mi capita di ripensare, anche dopo lo spegnimento del pc, a cose lette nel forum e magari, prendendo spunto da esse, di confrontarmi con qualcuno dal vivo sugli stessi argomenti.
Mi piacerebbe incontrare diverse persone che incrocio quotidianamente qui, ma allo stesso tempo temo anche che possa accadere davvero: paura di deludere e di essere delusa, chissà. In fin dei conti forse è meglio che tutto rimanga non vissuto, non parlato, non visto, non toccato, nella dimensione che la mente ha creato..

Minchia, sembra uno stralcio da un tema di terza elementare

Vedi il profilo dell'utente
27
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Si può vivere in due modi Candido.

Avendo qualcosa di unico e sentendo la voglia di comunicarlo...in ogni modo possibile.
Oppure vivere basandosi unicamente sull'assorbimento dei riflessi condizionati della tribù.

Vedi il profilo dell'utente
28
efua
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Penso che i forum siano dei luoghi di aggregazione, un po' come una piazza dove ci si incontra.
Ho cercato sempre, almeno nelle mie intenzioni, di relazionarmi con rispetto alle persone che ne prendevano parte, non penso vi siano pareri ed idee che non debbano essere considerate e rispettate.
Sta poi al discernimento di ognuno e al vissuto personale individuale, "la sensibilita'" di scegliere, di portare ed eventualmente di tenere qualcosa con noi.
Ho conosciuto belle persone con le quali intrattengo piacevoli comunicazioni e posso dire che gli spunti di riflessione non vengono mai a mancare; allo stesso modo mi sono tenuta alla larga dai luoghi in cui c'erano elementi che io reputavo di disturbo per le mie normali attivita' forummistiche SGHIGNAZZARE

Vedi il profilo dell'utente
29
Coraline
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
xmanx ha scritto:Si può vivere in due modi Candido.

Avendo qualcosa di unico e sentendo la voglia di comunicarlo...in ogni modo possibile.
Oppure vivere basandosi unicamente sull'assorbimento dei riflessi condizionati della tribù.
Forse in realtà ognuno ha qualcosa di unico e una delle differenze con cui si vive un forum è proprio il ritenere che la propria unicità sia più unica  Sorriso Scemo  di quella degli altri: da qui la voglia di comunicarlo in tutti i modi.

Vedi il profilo dell'utente
30
vanth
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
xmanx ha scritto:Si può vivere in due modi Candido.

Avendo qualcosa di unico e sentendo la voglia di comunicarlo...in ogni modo possibile.
Oppure vivere basandosi unicamente sull'assorbimento dei riflessi condizionati della tribù.
si può essere unici e non aver voglia di comunicarlo

si puó credere di essere unici e volerlo comunicare in ogni modo possibile

si puó vivere basandosi unicamente sull' assorbimento dei" riflessi condizionati della tribù" e convincersi di essere unici

si puó vivere basandosi unicamente sull'assorbimento del blablabla e volerlo comunicare in ogni modo possibile

eccetera eccetera

Tutto questo senza nemmeno prendere in considerazione le mille miliardi di variabili da te bellamente ignorate e atrettanto arbitrariamente escluse....

Vedi il profilo dell'utente
31
vanth
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Candido ha scritto:
vanth ha scritto:
Candido ha scritto:Mi piace e mi fa orrore il forum, in quanto è negazione evidente di ciò che è impossibile negare, la potenza distruttrice della morte che tutto livella come diceva Totò, l'illusione tutta umana di una sopravvivenza dove regnino significati profondi che possano restare nel tempo, dalla supremazia di un'idea politica ad una concezione della famiglia. Tanti assoluti relativi, del tutto inconsistenti ma fonti di un gioco divertente fino a che si tenga ben presente che si sta solo giocando...
Cita  perdio, cita.
Jonathan Franzen è da megalomani, altro che orrore...

E arrivaci quantomeno a fine articolo...
Che tristezza.
Ho cominciato a leggere "Le correzioni" parecchio tempo fa. Dovrei tornarci...per mia fortuna ho trovato un modo per sfuggire alla tristezza esistenziale... sorriso  Ciò non toglie che ci siano mille cose ad incutermi tristezza. Una ad esempio: il modo di divertirsi di molte persone. Questa è una paranoia che mi porto appresso fin dall'adolescenza...
io ci ritornerei sul primo Franzen..e proseguirei pure con i successivi, fossi in te.

Nulla mi intristisce più dell'arrogante bypassamento del bibliografo che non si prende nemeno la briga di parafrasare, nell'omettere la fonte cui attinge a piene parole.

Vedi il profilo dell'utente
32
Lucio Musto
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
alla base c'è la natura umana e l'effetto treno. Cioè l'istinto alla socialità, e l'opportunità di interagire data dall'ambiente delimitato.

Entri in un forum come sali su un vagone ferroviario; volendo andare da qualche parte, o per evadere, o per distrarti, o semplicemente in caccia di qual cosa che non sai e non rai dove ricercare.

Ci trovi delle voci che parlano fra loro di cose che sono anche tue, a volte. E scopri che puoi intervenire a dire la tua. E lo fai.

Le voci ti rispondono, ed è stabilito il contatto. Ti adegui alle regole ed entri a far parte anche tu della "comunità disabile" formata dagli internauti...
nel gruppetto in viaggio su quello stesso scompartimento ferroviario in viaggio.

Ti fai degli amici, dei nemici, sorgono simpatie, intese, incomprensioni.

Quello, non è più un forum, ma il "Tuo" forum. Proprio tale e quale come come alla fine del viaggio, quello scompartimento è il "tuo" piccolo universo temporaneo.

così, secondo me

Vedi il profilo dell'utente
33
laura18

Viandante Mitico
Viandante Mitico
bello come paragone...comunque per me questa è la prima esperienza in un forum...e mi trovo circondata di gente non so quanto più intelligente,ma piu "sofisticata"..piu affilata nel linguaggio e modo di scrivere...ed e vero quando spengo tutto mi resta quel "vuoto"..ma non so come spiegarlo e non capisco da dove arriva.

Vedi il profilo dell'utente
34
MagicLight
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Yale ha scritto:Boh. A me il forum non fa lo stesso effetto che fa a Candido. E' uno spazio che mi piace, dove ho trovato persone che trovo interessanti e che sanno farmi sorridere o riflettere; ma quando spengo il pc non mi resta nessun vuoto.
Concordo con te cara Yale,
a me il forum piace, non mi spaventano le critiche nè eventuali confronti.
grazie al forum ho anche conosciuto persone che sono diventate mie amiche nella vita reale quindi mi sono "arricchita" :)

Vedi il profilo dell'utente
35
Candido
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
vanth ha scritto:

Nulla mi intristisce più dell'arrogante bypassamento del bibliografo che non si prende nemeno la briga di parafrasare, nell'omettere la fonte cui attinge a piene parole.
Non capisco se parlavi di me...nel caso, sarebbe una coincidenza eccezionale, avrò letto in tutto dieci pagine di Frenzen che ovviamente ho dimenticato...seriamente, sempre se ho capito bene, quali passi avrei ripreso, di Frenzen o di altri, non mi far morire dalla curiosità!!! sorriso



Ultima modifica di Candido il Gio 24 Ott 2013 - 20:11, modificato 2 volte

Vedi il profilo dell'utente
36
NinfaEco
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Lucio Musto ha scritto:

Quello, non è più un forum, ma il "Tuo" forum.   Proprio tale e quale come come alla fine del viaggio, quello scompartimento è il "tuo" piccolo universo temporaneo.
sorriso  è vero

Vedi il profilo dell'utente
37
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 2 di 2]

Vai alla pagina : Precedente  1, 2

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum