Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Ortoressia: fare della salute una malattia

Condividere 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
victorinox
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
L'ortoressia malattia nervosa esplosa negli ultimi anni anche se la prima denuncia del fenomeno risale al 1997.
Il termine significa corretto è stato niato a Steven Bratman, dietologo .
 L'ortoressia è un problema difficile da scoprire nelle persone che ne soffrono perché in genere, a differenza degli anoressici e bulimici, si tratta di individui che fisicamente appaiono normali, cioè il rapporto distorto con il cibo in questa patologia non influenza significativamente e in modo evidente il peso. I segnali sul corpo possono, infatti, essere più sottili come, per esempio, una pelle opaca e spenta o i capelli fragili e sfibrati per carenza di vitamine o la tendenza ad ammalarsi spesso. Si dovrebbe prestare attenzione anche ai loro comportamenti cui, però, spesso non si fa caso proprio perché mangiano ‘in nome della salute'.



Dalle loro tavole sono banditi interi gruppi di cibi.
Fanno scelte alimentari positive: consumano acqua di sorgente, prodotti da agricoltura biologica, come farine integrali, latte, uova pane, verdure e frutta fresche di stagione.
E ancora, evitano rigorosamente cibi grassi, carni , alimenti ricchi di zuccheri, ipercalorici e controllano scrupolosamente tutti gli ingredienti indicati sulle etichette prima di acquistarli.
Qual è allora il problema? Che queste scelte, invece di essere accompagnate da un atteggiamento gioioso e sereno, tipico del salutista doc, possono trasformarsi in un’ossessione.
Più precisamente in ortoressia, la mania di mangiare sano.

Chi ne soffre ha rapporti sociali rari e spesso difficili; anche perché, con il progredire della malattia, le sensazioni interiori provate sono quelle di sentirsi puliti dentro e - questo è il vero problema - superiori agli altri che invece mangiano di tutto, raggiungendo in molti casi anche livelli di esaltazione spirituale.

Per contro se l’ortoressico cade nella tentazione di un’alimentazione «normale», questo lo fa sentire estremamente colpevole, il che si manifesta somaticamente con violenti mal di testa, nausea, vomito, al punto che l’unico rimedio appare un atto di penitenza.
Che può consistere nell’adozione di una dieta ancora più rigida o di pratiche che consentano l’evacuazione rapida del cibo «contaminato».
L’ortoressico, di fatto, piuttosto che introdurre alimenti che potrebbero nuocere alla sua salute, si astiene dal mangiare, correndo rischi ben più gravi.


Vedi il profilo dell'utente
2
paolo iovine
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
il punto è la diffusione delle informazioni sui cibi prediletti da questi soggetti, più, secondo me, finalizzate a questioni di business che alle reali proprietà qualitative; proprietà di cui, salvo i soggetti con un minimo di conoscenze del settore, i normali consumatori non possono saperne nulla e abboccano ignari ai prodotti ben confezionati.

Vedi il profilo dell'utente
3
cinzia
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
stessa fonte di victorinox

Test di Bratman

Secondo il seguente test ideato da Steve Bratman, una risposta affermativa a più di quattro domande classifica il soggetto all'inizio della patologia ortoressica, sino a un livello maniacale nel caso di tutte le risposte positive:

1.Spendi più di 2 ore al giorno riflettendo sulla tua alimentazione?
2.Pianifichi i tuoi pasti diversi giorni prima?
3.La possibilità che i cibi che assumi ti facciano ingrassare è sempre più importante del piacere di mangiarli?
4.Lo stato di ansia nella tua vita è aumentata da quando hai riflettuto sulla tua alimentazione?
5.Sei diventato più severo con te stesso nei confronti del tuo comportamento quotidiano e alimentare?
6.La tua autostima aumenta quando ti alimenti in modo corretto?
7.Hai eliminato radicalmente diversi cibi che ti piacevano in favore di cibi più salutari?
8.Ti riesce più difficile mangiare fuori casa, in ristoranti diversi?
9.Ti senti in colpa quando non mangi in modo corretto?
10.Ti senti in pace con te stesso e in pieno controllo quando mangi in modo corretto?
La persona che si riconosce in questa patologia dovrebbe rivolgersi ad uno piscoterapeura e ad un dietologo del sistema sanitario.

magari può essere utile a qualcuno

Vedi il profilo dell'utente
4
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum