Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Reazioni

Condividere 

Vai alla pagina : 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 2]

1
Coraline
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Nei posti che frequento quotidianamente è cosa normale trovare i posti auto riservati ai disabili occupati da chi non ne ha il diritto: inevitabilmente mi scatta la viulenza  
Normalmente non aggredisco ma, seppur delicatamente, non riesco ad esimermi dal farlo notare se il proprietario è colto in flagrante. La mia statistica personale rivela che gli uomini di solito si vergognano tantissimo, diventano rosso-bordeaux e spostano la macchina all'istante, e che le donne invece s'incazzano e aggrediscono con molta più violenza di quanta ne abbiano ricevuta. Di solito chiedono chi cazzo sia mai io per redarguirle (una vigilessa in borghese forse?) oppure "checcazzotenefregattè?" e altro sul genere. Scena di stasera: jppone cherokee schiaffato in pole position davanti al centro commerciale e io, con mio figlio al braccio, che parcheggio 100 metri più in là; coppia di fighetti che apre lo sportello per andar via e io che gli faccio notare che quello sarebbe un posto riservato. Lui si scusa e si affretta per andar via, lei mi si avventa come una iena dicendomi che ha un bambino di 12 giorni e che dunque, teoricamente, ha diritto pure lei pietra    Le faccio notare che non mi risulta che un neonato "pesi" come un disabile di 80 chili e che, comunque, il suo, eventualmente è un "teoricamente" e non un "praticamente", visto che non vedevo nessun tagliando esposto.. Per farla breve lui l'ha dovuta far entrare quasi a forza in macchina perchè lei era incazzatissima per la mia sottolineatura en passant (mentre passavo Sorriso Scemo ).

Domanda: perchè le donne tendono sempre a difendersi, anche quando hanno torto, e invece gli uomini sembrano riconoscere gli errori? Dipende da chi fa notare lo sbaglio o no? Se fosse stato un uomo a riprendere la coppia di poco fa, e non io, le reazioni sarebbero state le stesse?

Non è che non ci dormo stanotte, ma sono curiosa di vedere come la pensate cool

Vedi il profilo dell'utente
2
Magonzo
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@Coraline ha scritto:Domanda: perchè le donne tendono sempre a difendersi, anche quando hanno torto, e invece gli uomini sembrano riconoscere gli errori?
Andriun, esci dal corpo di Coratell ! sparirecesso  Sorriso Scemo 

bisogna vedere cosa sarebbe accaduto tu fossi stato uomo;
la mia impressione è che un po' la tipa sia inviperita dal fatto che il suo uomo - territorio Sorriso Scemo - accondiscenda all'osservazione di un'altra donna;

più probabile però, ove la tua osservazione fosse confermata spesso, che giochi anche il bisogno di non sentirsi relegata alla remissività, che rende più vulnerabili alle critiche; è una cosa che fanno spesso e in modo vistoso i bambini, per riflesso alla loro condizione di soggezione;

in parte magari le donne sono tradizionalmente meno educate al conflitto, nel quale si possono trovare più disorientate, mentre il maschio ha tradizionalmente un rapporto più mediato con la lite e i codici che la governano;
ma forse scrivo cazzate, eh ! SGHIGNAZZARE 

Vedi il profilo dell'utente
3
Coraline
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
E chi est Andriun, uno nuovo? E' figo?  

Non scrivi mai cazzate Magonzo; può essere vero quello che dici circa la vulnerabilità alle critiche delle donne. Da un'altra donna poi.. Però non le mie non erano critiche, erano dati di fatto scratch

Vedi il profilo dell'utente
4
Magonzo
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@Coraline ha scritto:E chi est Andriun, uno nuovo? E' figo?  
è l'ideologo del maschilismo che dà dell'"effeminato" a quelli che non la pensano come lui Sorriso Scemo  vatti a cercare il 3d, dall'inizio, ché merita  

Non scrivi mai cazzate Magonzo; può essere vero quello che dici circa la vulnerabilità alle critiche delle donne. Da un'altra donna poi.. Però non le mie non erano critiche, erano dati di fatto scratch
peggio si sente, con le spalle al muro...

Vedi il profilo dell'utente
5
MariThePhilippiz
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Temperamento e complessi personali a parte, secondo me dipende molto anche dal livello sociale e dall'educazione ricevuta/acquisita e, forse ma forse, anche dal paesello o vera e propria città in cui ci si trova.

(Mo' me se magnano...)

Vedi il profilo dell'utente
6
Bonnie Parker
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Secondo me uomini e donne reagiscono in modo diverso solo in apparenza. E' che la donna attiva la modalità 'gallina isterica' e dà più nell'occhio, mentre gli uomini se si incazzano sono più naturali, gli viene meglio, insomma rotolarsi dal ridere



Ultima modifica di Bonnie Parker il Lun 7 Ott 2013 - 23:05, modificato 1 volta (Motivazione : quote che non c'entrava una cippa)

Vedi il profilo dell'utente
7
Coraline
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@MariThePhilippiz ha scritto:Temperamento e complessi personali a parte, secondo me dipende molto anche dal livello sociale e dall'educazione ricevuta/acquisita e, forse ma forse, anche dal paesello o vera e propria città in cui ci si trova.

(Mo' me se magnano...)
Ma se si è ricevuta una certa educazione certi comportamenti (tipo usurpare un posto per disabili) non dovrebbero proprio aver ragione di esistere.. Forse nel paesello si è più attenti a queste cose, in città può essere che nella massa ci si mimetizzi meglio.

@Bonnie Parker ha scritto:Secondo me uomini e donne reagiscono in modo diverso solo in apparenza. E' che la donna attiva la modalità 'gallina isterica' e dà più nell'occhio, mentre gli uomini se si incazzano sono più naturali, gli viene meglio, insomma rotolarsi dal ridere
Non so, trovo spesso le reazioni delle donne sempre un pò sopra le righe rispetto a quello che la situazione richiederebbe (secondo me, ovvio), come un'enfatizzazione che in realtà nulla ha a che vedere con quello che accade e che parla d'altro.

Vedi il profilo dell'utente
8
Bonnie Parker
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Boh... io trovo che forse le donne sono più reattive con le altre donne, magari scatta il meccanismo della competizione, mettici pure il ciclo e la menopausa... ma gli uomini con le donne al volante li avete mai visti? Ti si avventano contro come degli squali! Difendono il 'loro' territorio.

L'ultima volta uno scooterista (in evidente situazione di torto) a cui ho detto abbastanza educatamente di rileggersi il codice della strada, mi ha coperta di epiteti di ogni tipo, era una furia. Alla fine ho dovuto mandarlo a fanculo, per forza!

Tutto questo per dire che io riscontro reazioni diverse in contesti diversi.

In ogni caso è avvilente per chi è incline alla gentilezza e all'educazione, constatare la cafonaggine di molti, donne e uomini, in generale.

Vedi il profilo dell'utente
9
MariThePhilippiz
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
"Ma se si è ricevuta una certa educazione certi comportamenti (tipo usurpare un posto per disabili) non dovrebbero proprio aver ragione di esistere.. Forse nel paesello si è più attenti a queste cose, in città può essere che nella massa ci si mimetizzi meglio"

Non è mica detto. Infatti ho indicato il barra acquisita, apposta.
Anche tra i beneducati c'è l'egoista, egocentrico, ecc, ecc, con la differenza che se ha acquisito la giusta educazione (intelligenza emotiva?), colto sul fatto reagisce con un sorriso e delle scuse, oppure una qualsiasi battuta gentile che faccia capire la resa di fronte all'evidenza.

Vedi il profilo dell'utente
10
Coraline
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@Bonnie Parker ha scritto:

In ogni caso è avvilente per chi è incline alla gentilezza e all'educazione, constatare la cafonaggine di molti, donne e uomini, in generale.

Si, ma ci si fa l'abitudine.


@MariThePhilippiz ha scritto:
Non è mica detto. Infatti ho indicato il barra acquisita, apposta.
Anche tra i beneducati c'è l'egoista, egocentrico, ecc, ecc, con la differenza che se ha acquisito la giusta educazione (intelligenza emotiva?), colto sul fatto reagisce con un sorriso e delle scuse, oppure una qualsiasi battuta gentile che faccia capire la resa di fronte all'evidenza.


Allora l'educazione, per come la intendevo, c'entra poco. E' solo questione di intelligenza emotiva on o off?

Vedi il profilo dell'utente
11
MariThePhilippiz
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Mah, che io ne sappia, l'intelligenza emotiva o la acquisisci -perchè qualcuno ti allena affinchè questo possa accadere- o nisba. Non mi pare di aver mai letto da nessuna parte che la si possa mettere su "on" o su "off". Dovresti avercela proprio dentro.
E poi, no, secondo me non è solo questione di intelligenza emotiva, ma la sua mancanza potrebbe essere la causa principale di queste reazioni ingiustificate e spesso violente.

Gnaa faccio più. Devo andare a letto.
Buonanotte, cari.

Vedi il profilo dell'utente
12
Lady Joan Marie
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Secondo me è tutta una questione di educazione: se quella "signora" avesse avuto un pò di tatto si sarebbe dovuta spostare senza fare troppe polemiche. Ma dato che in questo mondo ci sono le persone educate e quelle maleducate quest'ultime bisogna solo ignorarle.

Vedi il profilo dell'utente
13
Coraline
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@MariThePhilippiz ha scritto:Mah, che io ne sappia, l'intelligenza emotiva o la acquisisci -perchè qualcuno ti allena affinchè questo possa accadere- o nisba. Non mi pare di aver mai letto da nessuna parte che la si possa mettere su "on" o su "off". Dovresti avercela proprio dentro.
E poi, no, secondo me non è solo questione di intelligenza emotiva, ma la sua mancanza potrebbe essere la causa principale di queste reazioni ingiustificate e spesso violente.

Mi viene difficile pensare ad un "allenamento" dell'intelligenza emotiva che non sia il risultato di un percorso intimo e personale; sono ignorantissima in materia ma l'idea dell'allenatore "esterno" faccio proprio fatica a concepirla (a meno che io pensi al genitore che educa il bambino). Mi sono espressa male parlando di "on" e "off": non volevo dire che la si può usare a piacimento ma che o ce l'hai o non ce l'hai.

Vedi il profilo dell'utente
14
Yale
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
Giocando di fantasia potrei azzardare che se per l'uomo una critica simile significa soltanto "devi spostare la macchina", per una donna può significare "il tuo compagno è un emerito coglione, guarda dove ha parcheggiato: nel posto riservato ai disabili, che vergogna! Come puoi stare con un essere simile? Evidentemente non vali un cazzo nemmeno tu.". Da qui le diverse reazioni.

E comunque, Coraline, Andriun non ti piacerebbe, fidati.

Vedi il profilo dell'utente
15
Magonzo
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@Coraline ha scritto:
@MariThePhilippiz ha scritto:
Non è mica detto. Infatti ho indicato il barra acquisita, apposta.
Anche tra i beneducati c'è l'egoista, egocentrico, ecc, ecc, con la differenza che se ha acquisito la giusta educazione (intelligenza emotiva?), colto sul fatto reagisce con un sorriso e delle scuse, oppure una qualsiasi battuta gentile che faccia capire la resa di fronte all'evidenza.

Allora l'educazione, per come la intendevo, c'entra poco. E' solo questione di intelligenza emotiva on o off?
se si adotta il genere come variabile - a prescindere dalla correttezza o meno della rilevazione - ha grossomodo un senso fare ipotesi sull'educazione "di genere", in senso lato;
e allora, quella che mi sembra a occhio una variabile rilevante è la più frequente educazione maschile al "ruolo di branco", che posiziona nelle circostanze di conflitto;

il maschio, è più o meno consapevole dei codici di reazione ad ogni determinato atteggiamento dell'interlocutore a seconda del ruolo che ha introiettato, perché più metodicamente educato al conflitto;
l'educazione femminile nella nostra cultura generalmente non provvede allo stesso modo e non offre lo stesso quadro chiaro di ruolo;

poi, ci sono anche gli altri aspetti articolati che includono la relazione, presenza del compagno, suo atteggiamento, ecc...

Vedi il profilo dell'utente
16
cinzia
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
io ho un permesso handicap per la mia mamma, è sulla mia macchina perchè sono io che la "scarrozzo", è evidente che se lei non è in macchina con me non USUFRISCO del parcheggio ,sono educata e so che farei un 'infrazione al codice della strada ma soprattutto un abuso a chi come la mia mamma ha delle evidenti difficoltà.
Quando incontro I soggettoni che pensano di fare i furbi...se non si sbrigano a togliere la macchina(ed è capitato) chiamo i vigili urbani evil bat
lavoro in un posto dove potrei fare la furba.....eppure mi pago i 2 euro al giorno per parcheggiare. 

Vedi il profilo dell'utente
17
Raven
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Sinceramente...se una donna spuntasse dal nulla, facendo la valchiria, a redarguirmi per aver occupato il parcheggio di un disabile...credo che chinato il capo, monterei nella mia macchinetta e chiedendogli scusa la sposterei.
Non per l'errore in sé, ma porca porchetta...chi è che ha il coraggio di affrontare una donna incavolata? Io no di certo.
A questo punto arrivo ad una conclusione ovvia, solo una donna è capace caratterialmente di contrastarne un'altra senza lasciarci le penne, vuoi per un motivo genetico o (ancor peggio) ormonale...la donna non è un facile avversari se arrabbiata e allora....perché rischiare??

Vedi il profilo dell'utente
18
nextlife
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
@Raven ha scritto:Sinceramente...se una donna spuntasse dal nulla, facendo la valchiria, a redarguirmi per aver occupato il parcheggio di un disabile...credo che chinato il capo, monterei nella mia macchinetta e chiedendogli scusa la sposterei.
Non per l'errore in sé, ma porca porchetta...chi è che ha il coraggio di affrontare una donna incavolata? Io no di certo.
A questo punto arrivo ad una conclusione ovvia, solo una donna è capace caratterialmente di contrastarne un'altra senza lasciarci le penne, vuoi per un motivo genetico o (ancor peggio) ormonale...la donna non è un facile avversari se arrabbiata e allora....perché rischiare??
No vedi: dovrebbe proprio essere l’errore in sé, quel tipo di errore; poi magari maggiorato di tutto quello che si vuole.
Per il resto, credo le plausibili motivazioni (in un quadro di normalità) siano già state sostanzialmente evidenziate, tra le quali a mio parere spicca il concetto di integrità.
A quella condizione ipotetica alla quale si riferisce Magonzo, aggiungerei: l'assenza di pubblico/testimoni e l'essere sola (ovviamente per quanto concerne Ms freeparking).

Vedi il profilo dell'utente
19
Raven
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Premetto...essendo sempre in viaggio (in auto) ho la possibilità, o la s***a  se meglio credete, di vederne di tutti colori.
A chi non è mai capitato di non rispettare il codice della strada almeno una volta? Suvvia...
Però se ci fate caso, quando ad una persona gli si fanno i fari o qualsiasi altro richiamo, questa risponfe di tutto tono mandandovi a quel paese...perché?
Io credo che sia per il fatto di aver la possibilità di non vedere negl'occhi la persona incavolata del nostro atteggiamento.
Ecco cosa intendo per fatto in se...
Per farti un esempio, una conversazione sarà diversa fatta tra due uomini o tra una donna ed un uomo...e sarà ancor piú differente se fatta di persona o meno.
Spero di essere riuscito nell'intento di farmi capire.

Vedi il profilo dell'utente
20
Coraline
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@Yale ha scritto:Giocando di fantasia potrei azzardare che se per l'uomo una critica simile significa soltanto "devi spostare la macchina", per una donna può significare "il tuo compagno è un emerito coglione, guarda dove ha parcheggiato: nel posto riservato ai disabili, che vergogna! Come puoi stare con un essere simile? Evidentemente non vali un cazzo nemmeno tu.". Da qui le diverse reazioni.

E comunque, Coraline, Andriun non ti piacerebbe, fidati.
Yale, tu sei un maledetto genio SGHIGNAZZARE 

Non ancora trovo il tempo e il coraggio di andarmi a leggere Andrium. Però lo farò.

@cinzia ha scritto:io ho  un permesso handicap per la mia mamma, è sulla mia macchina perchè sono io che la "scarrozzo", è evidente che se lei non è in macchina con me non USUFRISCO del parcheggio ,sono educata e so che farei un 'infrazione al codice della strada ma soprattutto un abuso a chi come la mia mamma ha delle evidenti difficoltà.
Quando incontro I soggettoni che pensano di fare i furbi...se non si sbrigano a togliere la macchina(ed è capitato) chiamo i vigili urbani evil bat
lavoro in un posto dove potrei fare la furba.....eppure mi pago i 2 euro al giorno per parcheggiare. 
Vabbè Cinzia, non è che fai niente di speciale a non approfittare di un pass che non riguarda la tua persona. E fai benissimo a chiamare i vigili che sono tenuti a rimuovere l'auto.

Qualche anno fa ero a Formia per una manifestazione sportiva e la sera uscii con una mia collega e due atleti nostri alunni, con la mia macchina. In centro non c'era un posto neanche a pagarlo a peso d'oro e il genio che avevo accanto suggerì, visto che avevo il tagliando a bordo, di parcheggiare in un posto riservato. Ovviamente non mi passò neanche per l'anticamera del cervello di farlo (tra l'altro che esempio avrei dato ai ragazzi che erano con noi?) e lei s'incazzò a morte perchè la costrinsi a camminare per un chilometro buono;  non mi parlò per i restanti giorni di permanenza. Anche quando vado al mare senza mio figlio, la titolare dello stabilimento si meraviglia ogni volta che mi vende il tagliando del parcheggio... Ma è normale, per la miseria!

Vedi il profilo dell'utente
21
Coraline
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@nextlife ha scritto:
A quella condizione ipotetica alla quale si riferisce Magonzo, aggiungerei: l'assenza di pubblico/testimoni e l'essere sola (ovviamente per quanto concerne Ms freeparking).
Mi state fornendo un sacco di informazioni e spunti, ma la smettete di essere così intelliggggenti (Mago, grazie)? rotolarsi dal ridere 
Io, forse, ho solo un pò d'intelligenza emotiva dalla mia, il resto non è pervenuto..

Mi fai pensare che in effetti tutte le reazioni più esagerate da parte di donne le ho verificate quando erano in compagnia. Solo un uomo, una volta, in macchina con la moglie (suppongo) che aspettava i ragazzini, me ne disse di tutti i colori: mi fermai nel bel mezzo della carreggiata bloccando il passaggio e lo invitai a spostarsi perchè avevo un disabile con me e quel posto era "mio", non suo. Alla fine se ne andò urlando come un ossesso fra gli applausi del pubblico che sempre si raduna quando c'è un pò di gazzara rotolarsi dal ridere  Mi piacquero un sacco un paio di ragazzi giovani che mi fecero l'ok col pollice quando riuscii ad entrare nel parcheggio ok

Vedi il profilo dell'utente
22
nextlife
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
@Raven ha scritto:Premetto...essendo sempre in viaggio (in auto) ho la possibilità, o la s***a  se meglio credete, di vederne di tutti colori.
A chi non è mai capitato di non rispettare il codice della strada almeno una volta? Suvvia...
Però se ci fate caso, quando ad una persona gli si fanno i fari o qualsiasi altro richiamo, questa risponfe di tutto tono mandandovi a quel paese...perché?
Io credo che sia per il fatto di aver la possibilità di non vedere negl'occhi la persona incavolata del nostro atteggiamento.
Ecco cosa intendo per fatto in se...
Per farti un esempio, una conversazione sarà diversa fatta tra due uomini o tra una donna ed un uomo...e sarà ancor piú differente se fatta di persona o meno.
Spero di essere riuscito nell'intento di farmi capire.
Bah… Raven, ora mi pare pure peggio.
Se ci trovassimo in un processo, direi che hai presentato una prova; a favore dell’accusa.

Vedi il profilo dell'utente
23
nextlife
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
@Coraline ha scritto:
@nextlife ha scritto:
A quella condizione ipotetica alla quale si riferisce Magonzo, aggiungerei: l'assenza di pubblico/testimoni e l'essere sola (ovviamente per quanto concerne Ms freeparking).
Mi state fornendo un sacco di informazioni e spunti, ma la smettete di essere così intelliggggenti (Mago, grazie)? rotolarsi dal ridere 
Io, forse, ho solo un pò d'intelligenza emotiva dalla mia, il resto non è pervenuto..

Mi fai pensare che in effetti tutte le reazioni più esagerate da parte di donne le ho verificate quando erano in compagnia. Solo un uomo, una volta, in macchina con la moglie (suppongo) che aspettava i ragazzini, me ne disse di tutti i colori: mi fermai nel bel mezzo della carreggiata bloccando il passaggio e lo invitai a spostarsi perchè avevo un disabile con me e quel posto era "mio", non suo. Alla fine se ne andò urlando come un ossesso fra gli applausi del pubblico che sempre si raduna quando c'è un pò di gazzara rotolarsi dal ridere  Mi piacquero un sacco un paio di ragazzi giovani che mi fecero l'ok col pollice quando riuscii ad entrare nel parcheggio ok
Relativamente a quanto diceva Raven: sono un automobilista e quindi – a volte – può capitare di compiere qualche cazzata; ma non ho mai posteggiato l’auto in una zona riservata ai disabili; lo trovo profondamente incivile, ma proprio profondamente.

Per quanto riguarda il chiedere scusa a fronte di un errore, devo dire in tutta franchezza – e il fare il fenomeno non c’entra nulla – che non ho nessun problema ad alzare la mano ed ammettere la colpa.
Arrivo anche – in determinate circostanze - a sporgere il braccio dal finestrino.

Il discorso delle segnalazioni alle forze dell’ordine di episodi del genere, probabilmente – come sostengo da un pochino di tempo –  costituirà il motivo della mia dipartita.
La mia compagna, infatti, ha un atteggiamento piuttosto veemente: telefono, penna e blocchetto e via alla carica...
Prima o poi.. dall’automezzo incriminato uscirà un hulk poco simpatico, che deciderà di annodarmi gli arti.
Se non altro… sarà per una causa meritevole.

Vedi il profilo dell'utente
24
cinzia
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@Coraline ha scritto:
@Yale ha scritto:Giocando di fantasia potrei azzardare che se per l'uomo una critica simile significa soltanto "devi spostare la macchina", per una donna può significare "il tuo compagno è un emerito coglione, guarda dove ha parcheggiato: nel posto riservato ai disabili, che vergogna! Come puoi stare con un essere simile? Evidentemente non vali un cazzo nemmeno tu.". Da qui le diverse reazioni.

E comunque, Coraline, Andriun non ti piacerebbe, fidati.
Yale, tu sei un maledetto genio SGHIGNAZZARE 

Non ancora trovo il tempo e il coraggio di andarmi a leggere Andrium. Però lo farò.

@cinzia ha scritto:io ho  un permesso handicap per la mia mamma, è sulla mia macchina perchè sono io che la "scarrozzo", è evidente che se lei non è in macchina con me non USUFRISCO del parcheggio ,sono educata e so che farei un 'infrazione al codice della strada ma soprattutto un abuso a chi come la mia mamma ha delle evidenti difficoltà.
Quando incontro I soggettoni che pensano di fare i furbi...se non si sbrigano a togliere la macchina(ed è capitato) chiamo i vigili urbani evil bat
lavoro in un posto dove potrei fare la furba.....eppure mi pago i 2 euro al giorno per parcheggiare. 
Vabbè Cinzia, non è che fai niente di speciale a non approfittare di un pass che non riguarda la tua persona. E fai benissimo a chiamare i vigili che sono tenuti a rimuovere l'auto.

Qualche anno fa ero a Formia per una manifestazione sportiva e la sera uscii con una mia collega e due atleti nostri alunni, con la mia macchina. In centro non c'era un posto neanche a pagarlo a peso d'oro e il genio che avevo accanto suggerì, visto che avevo il tagliando a bordo, di parcheggiare in un posto riservato. Ovviamente non mi passò neanche per l'anticamera del cervello di farlo (tra l'altro che esempio avrei dato ai ragazzi che erano con noi?) e lei s'incazzò a morte perchè la costrinsi a camminare per un chilometro buono;  non mi parlò per i restanti giorni di permanenza. Anche quando vado al mare senza mio figlio, la titolare dello stabilimento si meraviglia ogni volta che mi vende il tagliando del parcheggio... Ma è normale, per la miseria!
rientrare negli educati (di questi trempi) è già speciale visto che
sono diverse migliaia le persone che oltre all'abuso del contrassegno ..violano anche il codice stradale.
(ma non intendevo quello quando l'ho scritto, mi ci hai fatto pensare tu..ahahah
si speciale ,visto che si vive in mezzo a gente zotica...specialmente nel traffico romano.


Vedi il profilo dell'utente
25
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Rispondo alla domanda iniziale SGHIGNAZZARE 

Forse perchè gli uomini separano l'autostima dagli errori. Cioè gli errori sono errori e non intaccano l'autostima.
Le donne invece tendono a fare un bel mischione. Se gli fai notare un errore si sentono subito attaccate a livello personale SGHIGNAZZARE 

Vedi il profilo dell'utente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 2]

Vai alla pagina : 1, 2  Seguente

Argomenti simili

-

» Grande fratello out

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum