Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Si dovrebbe poter dibattere di tutto

Condividere 

Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 3 di 4]

51
Rupa Lauste
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
db_cooper ha scritto:Io credo che molti problemi nascano dal fatto che i toni con cui si leggono certi messaggi dipendono esclusivamente da chi legge. Dal proprio stato d'animo che dipende da vari ingredienti, da quel che ha mangiato, da come ha dormito e quant'altro componga lo stato di quella specifica persona.
Bi*a per esempio, a volte mi pare una ragazzina da prendere in braccio e sculacciare per bene, altre invece, da accarezzare mentre la si accompagna fuori dalla porta della classe.
Solitamente più il messaggio è corto, e più si può travisare.
Per questo anticamente gli sms erano concepiti per scrivere frasi come, arrivo per cena, o non aspettarmi alzata. Frasi ben definite, che lasciano poco spazio a interpretazioni personali del lettore.

Diverso invece è quando si può scrivere lungamente. Chi scrive per non essere equivoco, ha tutto il tempo di introdurre il lettore nello stato d'animo giusto per affrontare il resto della lettura.
SergioAD ha scritto quella cosa su un bel blocco notte, scegliendo bene le parole. Alla fine l'ha copiato e incollato e ci è arrivato così, a gruppi di due righe. Non può essere frainteso.
io credo che sia un problema di autostima.
Ditelo...bimbiminkia...avete l'autostima sottozero...ecco perché vi offendete.
io invece...beh...provate a offendermi...
rolleyss

Vedi il profilo dell'utente
52
biba
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
cinzia ha scritto:e no..cara ninfa non è proprio così, anch'io accetto ciò che non mi piace , ma gli insulti no.e perchè dovrei.???
sono arrivata ai miei bei 58 anni arrivo qui e mi piglio insulti?
Ma che dici!!!

il bimbo è  che usa  solo quei termini per rivolgersi agli altri..ecco dov'è l'immaturità.
E' facile dire parolacce , insultare e chiudere il discorso. questo è un capriccio.
Non certo è bambino , come dici tu ,chi chiede moderazione e rispetto nei linguaggi.
E se accetti anche gli insulti sono sicuramente affari tuoi..io no!
e non credo che i problemi nascano negli occhi di chi legge.
Gli insulti sono quelli e basta.
Non mi riferivo ad interventi da "maestrina" ma una moderazione almeno per i primi arrivati che vengono sempre aggrediti in malo modo.
Su siamo sinceri...

come mai quando non ci sono questi soggetti il forum va meglio?
Straquoto!!!!
(scusa la scarsità di parole cooper   )

Vedi il profilo dell'utente
53
biba
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
Rupa Lauste ha scritto:
db_cooper ha scritto:Io credo che molti problemi nascano dal fatto che i toni con cui si leggono certi messaggi dipendono esclusivamente da chi legge. Dal proprio stato d'animo che dipende da vari ingredienti, da quel che ha mangiato, da come ha dormito e quant'altro componga lo stato di quella specifica persona.
Bi*a per esempio, a volte mi pare una ragazzina da prendere in braccio e sculacciare per bene, altre invece, da accarezzare mentre la si accompagna fuori dalla porta della classe.
Solitamente più il messaggio è corto, e più si può travisare.
Per questo anticamente gli sms erano concepiti per scrivere frasi come, arrivo per cena, o non aspettarmi alzata. Frasi ben definite, che lasciano poco spazio a interpretazioni personali del lettore.

Diverso invece è quando si può scrivere lungamente. Chi scrive per non essere equivoco, ha tutto il tempo di introdurre il lettore nello stato d'animo giusto per affrontare il resto della lettura.
SergioAD ha scritto quella cosa su un bel blocco notte, scegliendo bene le parole. Alla fine l'ha copiato e incollato e ci è arrivato così, a gruppi di due righe. Non può essere frainteso.
io credo che sia un problema di autostima.
Ditelo...bimbiminkia...avete l'autostima sottozero...ecco perché vi offendete.
io invece...beh...provate a offendermi...
rolleyss
E perchè mai???Mi sei simpatico...il primo che ti offende fa una finaccia!

Vedi il profilo dell'utente
54
biba
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
cinzia ha scritto:
SergioAD ha scritto:Il messaggio di Zadig poteva essere un altro (quello mio spero sia chiaro), a parte la modalità espressiva.

Ovviamente se dico che vengono un sacco di forumisti a casa mia significa o che siamo un gruppo coeso ed ho consensi o che fuori da qui mi apprezzano per quel che sono veramente.

Roba di questo tipo si dovrebbero tenere presente tra italiani che sono derisori e sarcastici, specialmente toscani e romani con le loro battute volgari.

Comunque quando si mette il lucchetto sull'argomento che vorrei discutere o che non ho completato, ah ah, penso al danno biologico (penso male da confezionare delle mine e se piacciono le mamme allora penso a loro).

Se sono un cioccolatino?
SERGIO SEi tTU nella foto? ..si sei un cioccolatino pelato  sorriso 
Di la verità, sei tu, per una frazione di secondo.. perchè se fosse un video, saresti questo!!! ----> fight 

  Grande Sergio! ok

Vedi il profilo dell'utente
55
biba
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
Candido ha scritto:
NinfaEco ha scritto:Sono d'accordo con SergioAD ( mi capita spesso).
E' vero.
Si dovrebbe poter parlare di tutto senza l'ingerenza della moderazione ( Automaalox lo so che ti stai fregando le mani).
Ma c'è sempre un ma e cioè un piccolissimo prezzo da pagare in cambio di questa libertà, e cioè il dovere di accettare con un minimo di intelligenza anche ciò che non ci piace.
Questo piccolissimo prezzo, quando si è particolarmente "poveri" evidentemente risulta gravoso da pagare  ed allora si frigna "elemonosinando" quel qualcosa che non si è in grado di guadagnarsi da soli.
Nasce così la moderazione, e quante più elemosine essa fa, quanto più i poveri frignano, perchè la beneficienza ricevuta non è mai abbastanza o non è quella che dicevano loro.
I poveri sono gente astiosa... che credete.

Il quindi da trarne lo lascio a voi,
nei ritagli di tempo che non vi occupa il giochino "maestra tutti mi scherzano"
Però, per pura curiosità mi chiederei che cosa includi nell' "accettare anche ciò che non ci piace". Perché se sono incluse anche le offese personali allora una moderazione non ha motivo di esistere. Ci si difende da soli, ognuno per sé e Dio per tutti. E non è detto che questo non avrebbe un senso...
Quando avrà accettato me, te lo saprà spiegare meglio     

facepalm 

Vedi il profilo dell'utente
56
NinfaEco
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Carissima Biba,
vedo che non sai fare di meglio che quotare continuamente il mio messaggio, che dimostri di non aver minimamente compreso, per "distruggere" chi l'ha postato.
Poco male, non fai che dimostrare la veridicità di quanto ho scritto, la pregnanza dei tuoi argomenti e la reale consistenza del problema che hai sollevato.
Se te ne rendessi conto non lo faresti suppongo, quindi mi astengo dallo sparare sulla croce rossa.
Al contrario sono certa che tu continuerai a farlo, inventando copiosi nemici immaginari. Ognuno spara le cartucce che ha.

Ti lascio al flame che tanto ti diverte.

Vedi il profilo dell'utente
57
SergioAD

Viandante Storico
Viandante Storico
Non uso il brogliaccio (db_cooper) in quanto il forum ha un buon editor in linea però l'idea di adattare i messaggi sulla base degli interlocutori certo che lo faccio... nei miei messaggi si possono leggere concetti principali e battute triviali - tanto c'è sempre qualcuno che trova il modo di inciampare sul dissenso o peggio inventarlo.

Riguardo alle sculacciate o coccole paternalistiche, correttori dei messaggi altrui ed i "farei diversamente", ci dovrebbe essere un comportamento continuo tra pensiero, parole e stato di consapevolezza. Certe volte i giovani sono eccessivi? I vecchi sono duri? Dove non c'è confronto perché non allentare il pacchetto d'interfaccia?

In genere chi si permette di essere più confidenziale è anche uno che si cita addosso poi va evitato il doppiopesismo ed infine non è il primo a commettere l'errore quello sbaglia normalmente ma chi passerà dalla ragione al torto. Avete parlato di tolleranza ma essa va applicarla proprio con le persone che sono intolleranti.

Mi avrete sentito parlare del linguaggio contestuale (low context e high context) ebbene la lingua italiana è un macello, senso e significato raramente combaciano nel linguaggio comune, non tutti sono abituati a dibattere e spesso piace più parlare di quello che c'è intorno al proprio ombelico e rapportarsi sempre e solo a quello.


Be' il linguaggio da caserma è fatto di nepotismo e calunnia... si tratta di saper infilare mutandine da donna nella borsa da viaggio del coglione e vederlo divorziare!

Ho viste cose peggiori di questo. Ma non è vero che esiste questo tipo di tolleranza nel foro altrimenti non ci sarebbe questo tira e molla e l'uso del branco (asi se llama).

E' possibile a) smorzare o b) normalizzare, nel primo caso non ci si deve adattare all'ambiente, nel secondo caso ogni nuovo utente deve sottomettersi un pochino.

Allora, Biba è rimasta male ma cosa avrebbe dovuto fare? Ci può stare l'aggressività (non approvo ma ci può stare) purché ci sia un gesto amichevole di pacificazione.

Quando venni io al primo accenno NinfaEco che era già entrata nella mia dimensione (non importa se con un gioco di marketing mi piacque e basta) disse a Zadighe "Ti depilo con i canini se non la smetti!". Be' quanta roba c'è in questa battuta. In caso ecco il collegamento - http://www.lavalledelleco.net/t2966-un-saluto-dal-deserto-d-arabia#56853

Ho tanto da scrivere ma sarà meglio segmentare, ah ah ga deto che son logorroico...

Quello che stona è (pensateci a questo) l'espulsione temporanea. Questa cosa denota che qualcosa non ha funzionato, che non s'è saputo restare sotto il margine dell'errore, che non si è riusciti nell'intento giocoso. In altre parole il doppiopesismo e può produrre "danno biologico" e l'intervento della moderazione.

Non so se v'ho detto che non sopporto l'autorità e quanto mi piace l'autorevolezza.

Vedi il profilo dell'utente
58
cinzia
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
euvitt ha scritto:
Bonnie Parker ha scritto:
Candido ha scritto:In tutti i forum si arriva al momento cruciale in cui si fa il solito discorsetto "interno" sugli insulti, le scurrilità, i compiti dei moderatori, le modalità dei bannamenti ecc.ecc.ecc.. E' una litania inevitabile cui siamo tutti sottoposti. Però ribadisco che forse sarebbe preferibile un forum SENZA moderatori, o meglio, con moderatori che possono intervenire solo nel caso si inciti al massacro degli Ebrei o cose del genere. In pratica, quando si va contro le leggi stabilite dalla stato.
Non sono un bambino, non ho bisogno di avvocati, all'occorrenza mi difendo da solo senza invocare l'aiuto di un papà... E non metto nessuno in "ignore", caso mai cerco di usare l'arma dell'ironia.
Non ho letto la discussione a cui fate riferimento, ultimamente ho latitato e devo riprendere un po' il filo!
Però concordo con quello che dici, la penso anch'io come te.
ciao Bonnie...quando leggerai il tutto considera che anche io la penserei come Candido e come te...se parlassi per me...
ma mi rendo conto che ci sono soggetti con minor  resistenza mentale e mi dispiace quando vengono presi di mira
Euvitt ti prego sta parola "resistenza mentale" sembra la diagnosi di una malattia...
parliamo di caratteri differenti, di sensibilità, di educazione, di rispetto e non di resistenza mentale.

si..anche di carattere..
non sono abituata a farmi mettere i piedi in testa, nn sono quella che porge l'altra guancia(l'ho fatto troppe volte) sono una che a lavoro ha "sgomitato" parecchio per ritagliarsi finalmente e a fine carriera quel che volevo....per cui non permetto a nessuno di alzare i toni a quel modo e se vedessi che lo facesse con qualcuno interverrei .
Non starei certo a guardare dal buco della serratura.
Moderatore o no!
quando sono in linea con voi sono in linea in contemporanea con altri 3 forum e Twitter perchè mi piace cambiare argomenti e compagnie,
C è un però.....
che qui vengo per distrarmi, sorridere,(poco) scambiare. idee opinioni battute ....e non arrabbiarmi. per cui "l'oggetto del contendere" l'ho messo nel posto che si merita IN CANTINA sorriso ..
penso che abbia detto .
Ciao

Vedi il profilo dell'utente
59
cinzia
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
SergioAD ha scritto:Non uso il brogliaccio (db_cooper) in quanto il forum ha un buon editor in linea però l'idea di adattare i messaggi sulla base degli interlocutori certo che lo faccio... nei miei messaggi si possono leggere concetti principali e battute triviali - tanto c'è sempre qualcuno che trova il modo di inciampare sul dissenso o peggio inventarlo.

Riguardo alle sculacciate o coccole paternalistiche, correttori dei messaggi altrui ed i "farei diversamente", ci dovrebbe essere un comportamento continuo tra pensiero, parole e stato di consapevolezza. Certe volte i giovani sono eccessivi? I vecchi sono duri? Dove non c'è confronto perché non allentare il pacchetto d'interfaccia?

In genere chi si permette di essere più confidenziale è anche uno che si cita addosso poi va evitato il doppiopesismo ed infine non è il primo a commettere l'errore quello sbaglia normalmente ma chi passerà dalla ragione al torto. Avete parlato di tolleranza ma essa va applicarla proprio con le persone che sono intolleranti.

Mi avrete sentito parlare del linguaggio contestuale (low context e high context) ebbene la lingua italiana è un macello, senso e significato raramente combaciano nel linguaggio comune, non tutti sono abituati a dibattere e spesso piace più parlare di quello che c'è intorno al proprio ombelico e rapportarsi sempre e solo a quello.


Be' il linguaggio da caserma è fatto di nepotismo e calunnia... si tratta di saper infilare mutandine da donna nella borsa da viaggio del coglione e vederlo divorziare!

Ho viste cose peggiori di questo. Ma non è vero che esiste questo tipo di tolleranza nel foro altrimenti non ci sarebbe questo tira e molla e l'uso del branco (asi se llama).

E' possibile a) smorzare o b) normalizzare, nel primo caso non ci si deve adattare all'ambiente, nel secondo caso ogni nuovo utente deve sottomettersi un pochino.

Allora, Biba è rimasta male ma cosa avrebbe dovuto fare? Ci può stare l'aggressività (non approvo ma ci può stare) purché ci sia un gesto amichevole di pacificazione.

Quando venni io al primo accenno NinfaEco che era già entrata nella mia dimensione (non importa se con un gioco di marketing mi piacque e basta) disse a Zadighe "Ti depilo con i canini se non la smetti!". Be' quanta roba c'è in questa battuta. In caso ecco il collegamento - http://www.lavalledelleco.net/t2966-un-saluto-dal-deserto-d-arabia#56853

Ho tanto da scrivere ma sarà meglio segmentare, ah ah ga deto che son logorroico...

Quello che stona è (pensateci a questo) l'espulsione temporanea. Questa cosa denota che qualcosa non ha funzionato, che non s'è saputo restare sotto il margine dell'errore, che non si è riusciti nell'intento giocoso. In altre parole il doppiopesismo e può produrre "danno biologico" e l'intervento della moderazione.

Non so se v'ho detto che non sopporto l'autorità e quanto mi piace l'autorevolezza.

SERGIO CARO MI HAI DATO UN BEL BUONGIORNO....festA 

Vedi il profilo dell'utente
60
Magonzo
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
SergioAD ha scritto:Riguardo alle sculacciate o coccole paternalistiche, correttori dei messaggi altrui ed i "farei diversamente", ci dovrebbe essere un comportamento continuo tra pensiero, parole e stato di consapevolezza
Sergio, se ti riferisci al mio "organizzerei diversamente", non c'è nessuna supponenza o paternalismo, ma solo una cautela funzionale che io stesso ho dovuto elaborare dopo un po' di tempo nei fora:

a volte si hanno dei contenuti interessanti e densi, acquisiti in anni di esperienza, come per esempio quelli che diverse volte hai riportato in grafici e figure;
però, la natura "aperta" di certi argomenti si presta facilmente sin dall'inizio alla circostanza per cui ogni utente intende l'argomento in un percorso suo "a tesi" già elaborato e non si comunica su presupposti comuni, a prescindere dalla qualità e dalla strutturazione dei singoli argomenti;
insomma, si trattava solo di una nota funzionale riferita ai meccanismi di interazione di un forum, alla quale sono arrivato pure io dopo un certo tempo, come quando si elabora la minimizzazione del bagaglio e l'organizzazione per stare in barca a vela una settimana senza litigare per incomprensioni sorriso 

Vedi il profilo dell'utente
61
nextlife
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
cinzia ha scritto:
si..anche di carattere..
non sono abituata a farmi mettere i piedi in testa...
Sì, d’accordo…
Però, è il concetto di «piedi in testa», che si presta a qualche fraintendimento.
Io non vorrei che a partire dal logico diritto* a non essere insultato/a con certi epiteti, si introducesse la speranza/necessità di non essere contraddetto/a, confutato/a; anche in modo aspro, relativamente ai contenuti prodotti.
Penso che il confine tra i due elementi sia labile e ciò accada per motivi facilmente comprensibili.
Del resto, quello del forum costituisce un ambiente particolare, *una via di mezzo tra la realtà e quegli ambiti protetti, nei quali entrano in gioco certe tutele.

Per quanto mi riguarda poi, trovo che il primissimo compito di un individuo sia quello di costruire istanti.
Intendo di educarsi ad isolare, a strappare alla soggettività, quel brevissimo lasso di tempo, che ci permette di osservare alcuni tratti neutri che la realtà ci consegna; un attimo prima che essa venga cognitivamente distorta.

Vedi il profilo dell'utente
62
Candido
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Per quanto mi riguarda poi, trovo che il primissimo compito di un individuo sia quello di costruire istanti.
Intendo di educarsi ad isolare, a strappare alla soggettività, quel brevissimo lasso di tempo, che ci permette di osservare alcuni tratti neutri che la realtà ci consegna; un attimo prima che essa venga cognitivamente distorta.


Grande Next, hai espresso un qualcosa sul cui significato mi sto dibattendo da quasi 30 anni. Di certo, quanto meno, hai studiato il buddhismo. Ma non occorre ricorrere alle filosofie orientali...
La vera conoscenza è intuitiva, non è certo dovuta ai processi mentali, del pensiero. E la verità, lo sapranno quei pochi fortunati che ci arrivano, non va difesa, assai più semplicemente essa si vive e basta. Siamo sempre lì, anche in queste piccole dispute assolutizziamo la nostra misera "verità" per portarla a "Verità" con la V maiuscola. E così anch'io ho pronunciato la mia "verità" (con la minuscola).

Vedi il profilo dell'utente
63
biba
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
NinfaEco ha scritto:Carissima Biba,
vedo che non sai fare di meglio che quotare continuamente il mio messaggio, che dimostri di non aver minimamente compreso, per "distruggere" chi l'ha postato.
Poco male, non fai che dimostrare la veridicità di quanto ho scritto, la pregnanza dei tuoi argomenti e la reale consistenza del problema che hai sollevato.
Se te ne rendessi conto non lo faresti suppongo, quindi mi astengo dallo sparare sulla croce rossa.
Al contrario sono certa che tu continuerai a farlo, inventando copiosi nemici immaginari. Ognuno spara le cartucce che ha.

Ti lascio al flame che tanto ti diverte.

Perchè non rileggi mai quello che scrivi?
Dici che ti ho distrutta?
Tu fai il contrario di quello che mi suggerisci!!!
Io non voglio avere ragione a tutti i costi (forse  )...ma nemmeno il torto che mi attribuisci tu!



Ultima modifica di biba il Sab 7 Set 2013 - 11:02, modificato 1 volta

Vedi il profilo dell'utente
64
biba
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
SergioAD ha scritto:Non uso il brogliaccio (db_cooper) in quanto il forum ha un buon editor in linea però l'idea di adattare i messaggi sulla base degli interlocutori certo che lo faccio... nei miei messaggi si possono leggere concetti principali e battute triviali - tanto c'è sempre qualcuno che trova il modo di inciampare sul dissenso o peggio inventarlo.

Riguardo alle sculacciate o coccole paternalistiche, correttori dei messaggi altrui ed i "farei diversamente", ci dovrebbe essere un comportamento continuo tra pensiero, parole e stato di consapevolezza. Certe volte i giovani sono eccessivi? I vecchi sono duri? Dove non c'è confronto perché non allentare il pacchetto d'interfaccia?

In genere chi si permette di essere più confidenziale è anche uno che si cita addosso poi va evitato il doppiopesismo ed infine non è il primo a commettere l'errore quello sbaglia normalmente ma chi passerà dalla ragione al torto. Avete parlato di tolleranza ma essa va applicarla proprio con le persone che sono intolleranti.

Mi avrete sentito parlare del linguaggio contestuale (low context e high context) ebbene la lingua italiana è un macello, senso e significato raramente combaciano nel linguaggio comune, non tutti sono abituati a dibattere e spesso piace più parlare di quello che c'è intorno al proprio ombelico e rapportarsi sempre e solo a quello.


Be' il linguaggio da caserma è fatto di nepotismo e calunnia... si tratta di saper infilare mutandine da donna nella borsa da viaggio del coglione e vederlo divorziare!

Ho viste cose peggiori di questo. Ma non è vero che esiste questo tipo di tolleranza nel foro altrimenti non ci sarebbe questo tira e molla e l'uso del branco (asi se llama).

E' possibile a) smorzare o b) normalizzare, nel primo caso non ci si deve adattare all'ambiente, nel secondo caso ogni nuovo utente deve sottomettersi un pochino.

Allora, Biba è rimasta male ma cosa avrebbe dovuto fare? Ci può stare l'aggressività (non approvo ma ci può stare) purché ci sia un gesto amichevole di pacificazione.

Quando venni io al primo accenno NinfaEco che era già entrata nella mia dimensione (non importa se con un gioco di marketing mi piacque e basta) disse a Zadighe "Ti depilo con i canini se non la smetti!". Be' quanta roba c'è in questa battuta. In caso ecco il collegamento - http://www.lavalledelleco.net/t2966-un-saluto-dal-deserto-d-arabia#56853

Ho tanto da scrivere ma sarà meglio segmentare, ah ah ga deto che son logorroico...

Quello che stona è (pensateci a questo) l'espulsione temporanea. Questa cosa denota che qualcosa non ha funzionato, che non s'è saputo restare sotto il margine dell'errore, che non si è riusciti nell'intento giocoso. In altre parole il doppiopesismo e può produrre "danno biologico" e l'intervento della moderazione.

Non so se v'ho detto che non sopporto l'autorità e quanto mi piace l'autorevolezza.
Grande Sergio!


Continua pure... 

Vedi il profilo dell'utente
65
euvitt
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
nextlife ha scritto:
cinzia ha scritto:
si..anche di carattere..
non sono abituata a farmi mettere i piedi in testa...
Sì, d’accordo…
Però, è il concetto di «piedi in testa», che si presta a qualche fraintendimento.
Io non vorrei che a partire dal logico diritto* a non essere insultato/a con certi epiteti, si introducesse la speranza/necessità di non essere contraddetto/a, confutato/a; anche in modo aspro, relativamente ai contenuti prodotti.
Penso che il confine tra i due elementi sia labile e ciò accada per motivi facilmente comprensibili.
Del resto, quello del forum costituisce un ambiente particolare, *una via di mezzo tra la realtà e quegli ambiti protetti, nei quali entrano in gioco certe tutele.

Per quanto mi riguarda poi, trovo che il primissimo compito di un individuo sia quello di costruire istanti.
Intendo di educarsi ad isolare, a strappare alla soggettività, quel brevissimo lasso di tempo, che ci permette di osservare alcuni tratti neutri che la realtà ci consegna; un attimo prima che essa venga cognitivamente distorta.
Un conto è attaccare anche ferocemente il concetto espresso e un altro è portare attacchi personali.....tanto per dire un certo automalox attacca i contenuti del post mentre il tale xmanx ti dice che sei ignorante....la cosa è ben differente

Vedi il profilo dell'utente
66
biba
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
Sergio, ti avviso.... In selva potrebbero attribuirti un topic in cui si asserisce che tu ed io...



Già ho un figlio con Dudù, una setta con Cinzia.....ora con te....non saprei

 

Vedi il profilo dell'utente
67
biba
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
nextlife ha scritto:
cinzia ha scritto:
si..anche di carattere..
non sono abituata a farmi mettere i piedi in testa...
Sì, d’accordo…
Però, è il concetto di «piedi in testa», che si presta a qualche fraintendimento.
Io non vorrei che a partire dal logico diritto* a non essere insultato/a con certi epiteti, si introducesse la speranza/necessità di non essere contraddetto/a, confutato/a; anche in modo aspro, relativamente ai contenuti prodotti.
Penso che il confine tra i due elementi sia labile e ciò accada per motivi facilmente comprensibili.
Del resto, quello del forum costituisce un ambiente particolare, *una via di mezzo tra la realtà e quegli ambiti protetti, nei quali entrano in gioco certe tutele.

Per quanto mi riguarda poi, trovo che il primissimo compito di un individuo sia quello di costruire istanti.
Intendo di educarsi ad isolare, a strappare alla soggettività, quel brevissimo lasso di tempo, che ci permette di osservare alcuni tratti neutri che la realtà ci consegna; un attimo prima che essa venga cognitivamente distorta.
Nel mio caso avevo chiesto chi fosse Silentis (utente per il quale è stato aperto un topic), non mi sembra un voler affermare la mia superiorità o non voler essere contraddetta...
La prima risposta che mi è stata data....è Fatti i cazzi tuoi...
Quale confine dai tra i due elementi?
Io ho buttato giù tutti i confini ed ho fatto tutto questo casino perchè la cosa si perpetuava anche nei confronti di altri utenti. Quando leggo "stupida chiattona" rivolto ad una donna (ad una bella donna) di 58 anni, lor signori capiranno... che ho un repentino giramento di ... evil bat 
I Forum sono nati per socializzare in maniera virtuale, non per vomitare addosso alle persone...io sto anche in un altro forum, e non mi è mai capitata una situazione così...posso capire il matto del villaggio...ma le persone che lo giustificano e ti invitano ad andartene se non lo accetti ...NO!

Vedi il profilo dell'utente
68
cinzia
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
nextlife ha scritto:
cinzia ha scritto:
si..anche di carattere..
non sono abituata a farmi mettere i piedi in testa...
Sì, d’accordo…
Però, è il concetto di «piedi in testa», che si presta a qualche fraintendimento.
Io non vorrei che a partire dal logico diritto* a non essere insultato/a con certi epiteti, si introducesse la speranza/necessità di non essere contraddetto/a, confutato/a; anche in modo aspro, relativamente ai contenuti prodotti.
Penso che il confine tra i due elementi sia labile e ciò accada per motivi facilmente comprensibili.
Del resto, quello del forum costituisce un ambiente particolare, *una via di mezzo tra la realtà e quegli ambiti protetti, nei quali entrano in gioco certe tutele.

Per quanto mi riguarda poi, trovo che il primissimo compito di un individuo sia quello di costruire istanti.
Intendo di educarsi ad isolare, a strappare alla soggettività, quel brevissimo lasso di tempo, che ci permette di osservare alcuni tratti neutri che la realtà ci consegna; un attimo prima che essa venga cognitivamente distorta.
Ma guarda che questa ultima frase la condivido ma non è una cosa che (almeno in questo caso) si può fare singolarmente bisogna che ambo le parti riflettano...se lo fa una sola è come prendere a testate un muro di gomma.


"piedi in testa" lo hai frainteso..ben vengano le critiche se costruttive.

Vedi il profilo dell'utente
69
Candido
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
cinzia ha scritto:
Ma guarda che questa ultima frase la condivido ma non è una cosa che (almeno in questo caso) si può fare singolarmente bisogna che ambo le parti riflettano...se lo fa una sola è come prendere a testate un muro di gomma.


"piedi in testa" lo hai frainteso..ben vengano le critiche se costruttive.
Le critiche non vengono mai intese come "costruttive"...sorriso 

Vedi il profilo dell'utente
70
cinzia
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
io si....nella vita si posso fare e dire cose che al momento ti sembrano giuste..poi parlando , o scrivendo , la critica costruttiva, porta al dialogo tra gli utenti , e il confronto può farti cambiare idea. solo gli stupidi non la cambiano mai.

Vedi il profilo dell'utente
71
nextlife
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
@ Candido
Beh allora, abbiamo alcune cose in comune; a partire proprio dal lasso di tempo che hai evidenziato.
Il concetto, infatti, è piuttosto vitale per me; abbozzato in adolescenza (e potrei ricostruirne le dinamiche) è stato quello che mi ha portato verso le scelte future, che si sostanziano tutt’oggi.

Io poi, in realtà, sono persuaso che quegli «istanti» ai quali mi riferivo, siano: innanzitutto tratti indispensabili per poter orientare la propria vita in un modo soddisfacente se non salubre, e poi: propedeutici a collocarsi in una posizione abbastanza equilibrata nel percorso che porta alla  conoscenza, alla verità.

Il moto a luogo che ci conduce verso quei lidi, è ovviamente un incedere incerto, instabile, consapevole della propria relatività, però un moto che adotta un paradigma.
Incerto anch’esso eh? Perfettibile di sicuro, però è un modello che ci consente di poter distinguere quali/quantitativamente quel «moto», da un infinito brusio composto da tutto e il suo contrario.
Ciò che conquistiamo, in una dinamica bidirezionale senza fine, ci restituisce ulteriori strumenti e possibilità per riuscire a dilatare a livello sufficiente quegli istanti,  a consolidare quella forma mentis.

@ Euvitt
Se volevi ribadirlo il concetto: ben venga.
Non mi sembra però sia estraneo a quanto ho scritto, visto che ho parlato di «contenuti prodotti».

@ Biba
Bah…
Intanto: è vero che facevo un discorso generale, inserendovi chi a livello potenziale avrebbe potuto manifestare quanto dicevo, però ho quotato Cinzia, proprio perché mi pare di aver colto il fatto che digerisca male le confutazioni (c o n f u t a z i o n i).
Ben comprenderai quanto sia labile il limite al quale accennavo.

Per quanto riguarda te, visto che ti riproponi, ti voglio dire come vedo la vicenda.
A mio avviso, tu sei riuscita assai mirabilmente a trasformare: un briciolo di ragione in una valanga di torto; con una pantomima poi, quella dell’account, inguardabile; che presto ha suggerito quale era il tuo scopo: la ricerca di attenzioni.
Poco male, è un fine assai condiviso; si tratta solo di stabilire quali attenzioni vuoi, meglio: meriti.

Vedi il profilo dell'utente
72
cinzia
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
nextlife ha scritto:@ Candido
Beh allora, abbiamo alcune cose in comune; a partire proprio dal lasso di tempo che hai evidenziato.
Il concetto, infatti, è piuttosto vitale per me; abbozzato in adolescenza (e potrei ricostruirne le dinamiche) è stato quello che mi ha portato verso le scelte future, che si sostanziano tutt’oggi.

Io poi, in realtà, sono persuaso che quegli «istanti» ai quali mi riferivo, siano: innanzitutto tratti indispensabili per poter orientare la propria vita in un modo soddisfacente se non salubre, e poi: propedeutici a collocarsi in una posizione abbastanza equilibrata nel percorso che porta alla  conoscenza, alla verità.

Il moto a luogo che ci conduce verso quei lidi, è ovviamente un incedere incerto instabile, consapevole della propria relatività, però un moto che adotta un paradigma.
Incerto anch’esso eh? Perfettibile di sicuro, però è un modello che ci consente di poter distinguere quali/quantitativamente quel «moto», da un infinito brusio composto da tutto e il suo contrario.
Ciò che conquistiamo, in una dinamica bidirezionale senza fine, ci restituisce ulteriori strumenti e possibilità per riuscire a dilatare a livello sufficiente quegli istanti,  a consolidare quella forma mentis.

@ Euvitt
Se volevi ribadirlo il concetto: ben venga.
Non mi sembra però sia estraneo a quanto ho scritto, visto che ho parlato di «contenuti prodotti».

@ Biba
Bah…
Intanto: è vero che facevo un discorso generale, inserendovi chi a livello potenziale avrebbe potuto manifestare quanto dicevo, però ho quotato Cinzia, proprio perché mi pare di aver colto il fatto che digerisca male le confutazioni (c o n f u t a z i o n i).
Ben comprenderai quanto sia labile il limite al quale accennavo.

Per quanto riguarda te, visto che ti riproponi, ti voglio dire come vedo la vicenda.
A mio avviso, tu sei riuscita assai mirabilmente a trasformare: un briciolo di ragione in una valanga di torto; con una pantomima poi, quella dell’account, inguardabile; che presto ha suggerito quale era il tuo scopo: la ricerca di attenzioni.
Poco male, è un fine assai condiviso; si tratta solo di stabilire quali attenzioni vuoi, meglio: meriti.
@nex ti ho dato l'idea di digerire male le confutazioni?
No dai.... è il modo con cui vengono fatte.

Vedi il profilo dell'utente
73
Automaalox
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
biba ha scritto:

Nel mio caso avevo chiesto chi fosse Silentis (utente per il quale è stato aperto un topic), non mi sembra un voler affermare la mia superiorità o non voler essere contraddetta...
La prima risposta che mi è stata data....è Fatti i cazzi tuoi...
Quale confine dai tra i due elementi?
Ok, ti dico io la verità su Silentis e sul perché della risposta di Zadig.
 
Silentis e Zadig in realtà sono fratelli. Fratello e sorella, per la precisione. Silentis, essendo il maggiore (o sottotenente, non ricordo), costringeva la povera Zadig a giuocare con i tipici balocchi da maschio, la copia in ghisa di un fucile da incursione AK 47 e Gira La Moda. Un giorno, dopo aver realizzato insieme la collezione estate/aprile, in un momento di sincerità molesta, Silentis disse:
 
S.: "Tu non sei mia sorella".
Zadig: "Allora sono tuo fratello! L'avevo intuito quando mi sono cresciuti i peli pure sui gomiti..".
S.: "Taci, monte di sudicio! In realtà...kssshhhh... io sono tuo padre....ksssshhhh..."
Z.: "Noooooo..."
S.: "Sì"
Z.: "Noooooooooooooooo...."
S.: "E invece sì"
Z.: "Noooooooooooooooooooooooo...."
S.: [impugna l'AK 47]
Z.: "Ok, ti credo. E allora nostro padre in realtà chi è?"
S.: "Dudù"
Z.: [diventa cianotico]
S.: "Ed in realtà è tua madre"
Z.: [sviene]
 
 
Zadig si risvegliò nel suo lettino. Era stato solo un brutto sogno, un bruttissimo sogno da dimenticare, un orribile prodotto delle sue fantasie oniriche da eliminare dalla memoria, un'agghiacciante...vabbè, hai capito.
 
Ancora stordito e sconvolto per l'esperienza accese il computer e si collegò a questo forum per svagarsi un po'. Aveva ricevuto un mp. Da un misterioso utente che si firmava "La Mamma". In allegato c'era una foto. Di un pene.

Vedi il profilo dell'utente
74
paolo iovine
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
per la legge, se un l' insulto è rivolto al comportamento e non al soggetto, non è reato ( http://www.altalex.com/index.php?idnot=41153 ).

Vedi il profilo dell'utente
75
biba
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
nextlife ha scritto:

@ Biba
Bah…
Intanto: è vero che facevo un discorso generale, inserendovi chi a livello potenziale avrebbe potuto manifestare quanto dicevo, però ho quotato Cinzia, proprio perché mi pare di aver colto il fatto che digerisca male le confutazioni (c o n f u t a z i o n i).
Ben comprenderai quanto sia labile il limite al quale accennavo.

Per quanto riguarda te, visto che ti riproponi, ti voglio dire come vedo la vicenda.
A mio avviso, tu sei riuscita assai mirabilmente a trasformare: un briciolo di ragione in una valanga di torto; con una pantomima poi, quella dell’account, inguardabile; che presto ha suggerito quale era il tuo scopo: la ricerca di attenzioni.
Poco male, è un fine assai condiviso; si tratta solo di stabilire quali attenzioni vuoi, meglio: meriti.
Non confutarmi una richiesta di attenzioni anche tu...
Fare casino per far valere le proprie idee non sempre significa voler diventare qualcuno!
Ammetto che sono un po' egocentrica, così prendo la tua critica come un suggerimento costruttivo  

La mia richiesta per avere la disattivazione dell'account, non è poi una cosa così comica: io faccio parte di un altro forum e mi avrebbe fatto piacere invitare alcuni "amici" qui....quando ho letto che qui "la situazione è questa", che gli insulti sono il primo pensiero che scaricate sulla tastiera... Ho pensato "ma dove cavolo sono finita? Io mi vergogno a stare in mezzo ai cavernicoli"!!!
In pratica non volevo più che "biba" risultasse iscritta in un forum come questo!
Solitamente sono una persona simpatica a cui piace scherzare e ridere, ma qui c'è troppa distorsione tra una parolaccia a fin di gioco ed a fin di offesa!
Detesto chi va a dormire sereno, dopo che qui ha offeso una persona...perchè torno a ripeterlo, dietro una tastiera c'è una persona!

Vedi il profilo dell'utente
76
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 3 di 4]

Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum