Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

L'arte del dialogo

Condividere 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
The Royal
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Affronto e sottopongo questo spunto di discussione, che tenda a valorizzare uno degli aspetti piu' elevati , o forse quello piu' elevato per eccellenza, delle capacita' umane: e cioe' l'aspetto del dialogo.Il dialogo come strumento primo e fondamentale dell'affermazione umana e sopratutto come mezzo per modificare ed agire positivamente nella realta'.Un mondo senza dialogo,probabilmente si ridurrebbe ad un ambito deludente, in cui la sensibilita' umana sarebbe mortificata, e letteralmente rinchiusa in una sorta di limbo dialettico, con conseguenze devastanti per la nostra vita.Sarebbe semplicemente un vegetare freddo, dove magari i buoni sentimenti si manifesterebbero comunque, ma probabilmente molto spesso sarebbero impastati di impulsivita'.E l'impulsivita' potenzialmente puo' condurre ad epiloghi frettolosi e magari anche dannosi.Il dialogo, invece, trasmettendo ad una o piu' persone il concetto del propositore o propositrice e viceversa,offre alla od alle controparti la possibilita' di valutare, riproporre, modificare e lavorare su concetti, che dopo questa magari lunga elaborazione analitica, potrebbero portare alla realizzazione di soluzioni soddisfacenti ed ottimali.Si potrebbe dire che il dialogo sia cio' che differenzia l'uomo dagli animali, ma attenzione:ragionare in questi termini , cosa peraltro lecita e rientrante nel libero arbitrio di ciascuno,significherebbe, secondo me ponderare una chiave meramente evoluzionistica.Ed io vedo nel dialogo orizzonti molto piu' ampi di una semplice differenziazione delle condizioni uomo - animale.Ma il dialogo, non e' solo strumento , paradossalmente di azione costruttiva, ma e' anche uno spazio astratto per semplicemente rilassarci.Ne e' una classica dimostrazione l'immagine di due persone sedute a tavolino davanti a due bibite, che divaghino su cio' che rientri nelle loro opzioni.Certamente il dialogo, puo' degenerare nel bisticcio:gli argomenti contrapposti muro contro muro, l'orgoglio personale, il temperamento magari piu' o meno polemico delle persone al momento coinvolte, ed ecco che subito nasce la fiammata, fiammata, che purtoppo a sua volta, e negli stadi degenerativi finali della caduta di stile, porta a conseguenze disdicevoli ed amare.Il dialogo puo' anche essere un'arte: ma quest'arte nasce nel momento in cui i dialoganti, agiscano concettualmente e materialmente con tante avvertenze: ascolto della o delle controparti, atteggiamento aperto e riflessivo, interessamento vero all'argomentazione che la controparte stia esponendo, avvertenza di non urtare la suscettibilita' altrui, insomma tanti parametri esecutivi, che se attuati con equilibrio,realizzano l'aspetto del dialogo nella pienezza delle proprie ragioni di essere.Rammento di aver visto una foto storica della fine dell'ottocento, realizzata qui a Sestri levante che aveva come protagonisti due pescatori dell'epoca di cui uno era appoggiato ad un muro guardando l'orizzonte, mentre l'altro gli rivolgeva la parola tendendo leggermente ad avvicinarsi all'altro per proporre meglio il tema e dando l'impressione di una straordinaria cura nel proporre cio' di cui all'oggetto.Evidentemente questi due signori, poiche' cosi' altro non si potrebbero definire, avevano inconsapevolmente attuato il dialogo appunto, nella sua realta' piu' alta ed esaustiva del termine.

Vedi il profilo dell'utente
2
Sogno_infranto
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Il dialogo non deve diventare facciata,cioè una recita
perchè noi esprimiamo con le parole quello che sentiamo dentro

e il dialogo più vero e bello che possa esistere è quello tra due veri amici,che discutono sul mondo,su loro stessi e che mettono in quelle parole tutto un mondo interiore senza timore

il nemico del dialogo è l'ipocrisia e il parlare secondo ragione,ponderando ciò che si dice, nella consapevolezza che produrrà un effetto

Amleto che parla ad Orazio

Vedi il profilo dell'utente
3
The Royal
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico


Ciao Sogno. Vedo che hai fatto un intervento quadrato e concentrato.

Me ne compiaccio
.

Ci sentiamo. BeautyfulSuina

Vedi il profilo dell'utente
4
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum