Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

La terra vista dallo spazio. E non solo.

Condividere 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Nel lungo viaggio interplanetario che ha portato Deep Impact all'incontro con la Hartley 2, la telecamera della sonda ha ripreso una sequenza di eccezionali immagini del sistema Terra-Luna da una distanza di circa 50 milioni di chilometri.
La nostra "casa" appare di colore bianco (nubi), azzurro (oceani) e marrone (continenti), ed è possibile osservare il transito della Luna sul disco del nostro pianeta. È la visione che si presenterebbe a dei visitatori alieni che si avvicinassero alla Terra.



Proviamo a immaginarci nell'universo ad osservare il nostro pianeta. Proviamo a calarci in questa prospettiva, in questa "mente" e in questo punto di vista.
E osserviamo la terra.
Dopo che ci siamo calati in questa prospettiva e in questo punto di vista proviamo a pensare che cosa siamo noi singoli esseri umani dal punto di vista dell'universo, che cosa siano il nostro concetto di bene e di male, che cosa sia il nostro dimenarci, che cosa sia la nostra vita, che cosa sia il nostro ritenerci al centro del mondo.

Proviamo a immaginare, dal punto di vista dell'universo, che cosa sia la nostra presunzione.

A volte le cose si comprendono nella loro essenza solo cambiando prospettiva. Finchè rimaniamo "nella nostra mente" le cose hanno una certa dimensione. Ma se usciamo da essa e proviamo ad osservarci da un altro punto di vista....da un punto di vista più reale e d'insieme, la percezione stessa delle cose cambia.

Vedi il profilo dell'utente
2
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Il 27 marzo 2004 Cassini getta l'ultima occhiata completa del sistema Saturno - anelli. Da quel momento la distanza non permetterà più foto complete. In questa foto alla luce visibile è possibile scorgere con chiarezza le differenze tra le fasce degli anelli (vedi foto seguenti) e alcuni fenomeni atmosferici. Sono proprio questi due dei principali campi di indagine della sonda.
Lo spicchio di luce azzurra che si nota nell'emisfero nord è la luce del Sole riflessa dall'atmosfera. In quello meridionale si scorgono due deboli punti neri. Si tratta di tempeste la cui origine non è chiara.

Vedi il profilo dell'utente
3
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Elaborazione da una serie di scatti dalle fotocamere del telescopio spaziale Hubble. Tra il 16 e il 22 luglio 1994 ventuno frammenti identificabili come parti della cometa Shoemaker-Levy 9 sono precipitati su Giove: è stata la prima volta nella storia che si è potuto prevedere e poi osservare la collisione tra due corpi del Sistema Solare, un evento considerato molto raro. Per quanto riguarda il pianeta gassoso si ritiene infatti che comete di quella grandezza lo colpiscano una volta ogni millennio.

Vedi il profilo dell'utente
4
xmanx
5
Automaalox
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
La sonda Cassini, che raccoglie dati su Saturno e il suo sistema di satelliti, pochi giorni fa ha inviato una foto della terra da circa 1,5 miliardi di km, scattata il 19 luglio e arrivata a destinazione il 20:
 

 
Full-Res:
http://saturn.jpl.nasa.gov/multimedia/images/raw/casJPGFullS79/N00213959.jpg
 
A volte le cose si comprendono nella loro essenza solo cambiando prospettiva. Finchè rimaniamo "nella nostra mente" le cose hanno una certa dimensione

 
Sì, gli esseri umani hanno difficoltà a prendere le misure della loro esistenza nello spazio e nel tempo, e sono portati a ragionare istintivamente come se vivessero in un contesto rilevante; per questo cercano di difenderlo.
 
Così, pochi si impegnano per pianificare ragionevolmente il futuro e molti si impegnano per difendere il passato imponendolo nella loro visione del futuro, come se l'umanità dovesse restare cristallizzata nell'esatto momento in cui hanno vissuto loro.
Da qui nasce la diffidenza verso la tecnologia e il suo sviluppo, che rappresenta una minaccia per le tagliatelle della nonna peppina.

Vedi il profilo dell'utente
6
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum