Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Il mago di oz

Condividere 

Vai alla pagina : 1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 4]

1
ilare2012
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente

La funzione sociale di un forum dovrebbe essere lo scambio di informzioni, esperienze, emozioni...
Il forum è una forma di comunicazione e di socializzazione come tante altre.Il falso ideologico più ricorrente è: "io entro nel forum solo per rilassarmi e per cazzeggiare". Se una persona ha dei contenuti importanti prima o poi li esprime. Se si limita sempre a saluti e cazzeggio ( pur importanti e con una loro validità intrinseca) significa che questi contenuti non li ha. Inutile poi lamentarsi quando approfondendo la conoscenza questi contenuti non si trovano.
In un forum l'unico sistema di dialogo dovrebbe essere quello Socratico.
Il metodo Socratico, basato su domande e risposte tra Socrate e l’interlocutore di turno, procede per confutazione, ossia per eliminazione successiva delle ipotesi contraddittorie o infondate. Esso consiste nel portare gradualmente alla luce l’infondatezza di tutte quelle convinzioni personali che siamo abituati a considerare come scontate, come vere, e che invece rivelano, ad un attento esame, la loro natura di “opinioni”. In realtà il dialogo socratico ha un profondo valore morale basato sul rispetto dell'interlocutore. Il dialogo retorico invece,oggi quello più in voga nelle persone di scarse capacità mentali che in questo modo si rivelano inequivocabilmente perchè incapaci di sostenere un confronto logico,suona un pò come "è così perchè lo dico io" e naturalmente nella sua presunzione e supponenza non lascia nessuno spazio all'intelocutore.
Fatte queste doverose premesse, con cui chiunque può dissentire (argomentando però), possiamo aprire il nostro caffè culturale interattivo, una sorta di percorso libero alla scoperta di noi stessi, in cui l'unico requisito indispensabile non è la preparazione culturale ma bensì l'effettiva volontà di interagire con gli altri non per avere ragione ma per conoscere.

Vedi il profilo dell'utente
2
gaerys
avatar
Viandante Forestiero
Viandante Forestiero
In totale accordo sulla prima affermazione, essere qui ci da notevoli opportunità di conoscenza reciproca, la socializzazione è altresì importante, ma non è vero a mio avviso  che se ci si rapporta  solo a livello cordiale e gentile ciò debba necessariamente significare che all'interno non vi sia nè  sostanza nè concretezza.
Non per tutti, ma per alcuni,i timidi gli introversi,gli ansiosi, o coloro che godono di poca autostima,  per loro non è poi così semplice "mettersi in gioco" trattare dei grandi temi della vita, o mettere sulla piazza i propri guai per vivisezionarli e farne argomento di discussione,
dove le conversazioni Socratiche mi sia concesso il termine possono scorrere in maniera fluida.
Perchè  forse ciò che si teme è l'attacco, o il giudizio delll'utente di turno che tutto sa e tutto può.
Ecco allora che  ci si limita al  semplice saluto restando in disparte ad osservare.

Spero che la mia piccola argomentazione possa passare per buona....
ho  sempre l'attenuante di essere una new entry KleanaSaputello :

Vedi il profilo dell'utente
3
NinfaEco
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
ilare2012 ha scritto:
La funzione sociale di un forum dovrebbe essere lo scambio di informzioni, esperienze, emozioni...
Il forum è una forma di comunicazione e di socializzazione come tante altre.Il falso ideologico più ricorrente è: "io entro nel forum  solo per rilassarmi e per cazzeggiare". Se una persona ha dei contenuti importanti prima o poi li esprime. Se si limita sempre a saluti e cazzeggio ( pur importanti e con una loro validità intrinseca) significa che questi contenuti non li ha. Inutile poi lamentarsi quando approfondendo la conoscenza questi contenuti non si trovano.

Un forum è una macro creatura composta da tutti coloro che ci scrivono e accudita da uno staff che provvede alle sue necessità fisiologiche come una madre ( ci sono madri troppo buone, madri " buone ma non troppo", madri ansiose, madri rigide e così via). La connessione tra le sue parti sono le relazioni tra queste parti, che sono individui interi. Essendo individui interi ciascuna delle parti pur dando vita al tutto, esiste in funzione di se stessa e non del tutto.  Ecco perchè le relazioni che danno forma all'organismo sono in equilibrio di tensione.
Perchè le parti entrano in relazione? Per bisogni emotivi prevalentemente e la soddisfazione dei bisogni emotivi ha la caratteristica dell'urgenza.  Ogni parte ha i suoi, e nella maggior parte dei casi non è consapevole di quali siano.  
Inevitabilmente questo rende difficile un confronto controllato, che metta in campo solo idee ed opinioni. Infondo non sono queste le vere cose in gioco.
Ritengo quindi inevitabile l'instaurarsi di certe dinamiche. Non lo ritengo nemmeno necessariamente dannoso... a patto che si riconosca la natura di questo "spazio terzo".... e qui viene il difficile.
Per quanto riguarda il falso ideologico del cazzeggio, che non disdegno affatto, sono pienamente d'accordo.  Il cazzeggio contiene sempre altro e non solo: è il modo migliore per esprimerlo.
Paradossale vero?  Forse è solo l'ennesima conferma che siamo tanto più presenti a noi stessi quanto più rinunciamo a monitorarci attraverso la rappresentazione mentale dei nostri atti e delle nostre azioni.

In un forum l'unico sistema di dialogo dovrebbe essere quello Socratico.
Il metodo Socratico, basato su domande e risposte tra Socrate e l’interlocutore di turno, procede per confutazione, ossia per eliminazione successiva delle ipotesi contraddittorie o infondate. Esso consiste nel portare gradualmente alla luce l’infondatezza di tutte quelle convinzioni personali che siamo abituati a considerare come scontate, come vere, e che invece rivelano, ad un attento esame, la loro natura di “opinioni”. In realtà il dialogo socratico ha un profondo valore morale basato sul rispetto dell'interlocutore. Il dialogo retorico invece,oggi quello più in voga  nelle persone di scarse capacità mentali che in questo modo si rivelano inequivocabilmente perchè incapaci di sostenere un confronto logico,suona un pò come "è così perchè lo dico io" e naturalmente nella sua presunzione e supponenza non lascia nessuno spazio all'intelocutore.

Il flame in parte funziona così ma accantonando il rispetto.
Non si avevo mai pensato.

Trovi?

Altra domanda : dove inizia il rispetto e dove l'appello al rispetto è l'espressione indiretta dell'incapacità di confrontarsi?

Vedi il profilo dell'utente
4
ilare2012
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Molto bene:in due soli interventi già un mondo da dibattere.
Partirei da ciò che hanno in comune.
Perchè le prsone possano capirsi è necessario mettere a punto un linguaggio condiviso.
Purtroppo simo nell'epoca del fast, dell'sms, e siccome fare questo passaggio richiede tempo e fatica...semplicemente si omette di farlo dandolo per scontanto e superfluo, precipitando spessissimo nella torre di Babele.
E' evidente Gaerys che il mio concetto di cordiale e gentile è molto diverso dal tuo ed altrettanto evidente Ninfa che la nostra idea del rispetto è molto diversa: voi siete più vicine alla forma, io alla sostanza.
Dialogo è trovare un compromesso accettabile tra i nostri punti di vista, non dimenticando mai che partire da premesse non condivise porta quasi sempre a conclusioni molto diverse.
Ora vado a pranzo ma poi ne parleremo nel dettaglio.

Vedi il profilo dell'utente
5
gaerys
avatar
Viandante Forestiero
Viandante Forestiero
è sempre e solo un problema di comunicazione.
La cordialità e la gentilezza credo possa avere delle sfumature, quindi più o meno marcata per taluni, ma resta pure sempre gentilezza, la stessa che si usa anche per esprimere concetti non superficiali la tua definizione posta qui (pardon per come l'ho interpretata io leggendoti) equivale solo al contorno.
Tu badi alla sostanza e noi alla forma?
Bisognerebbe avere forse qualche parametro in più per stabilire questo, penso.
Ma sono certa che sviscererai ancora meglio per farci comprendere.

Vedi il profilo dell'utente
6
ilare2012
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Certo gaer, io semplificavo proprio per mettere a punto quel famoso linguaggio.
Non ho motivato volutamente un'affermazione e tu naturalmente hai avuto una reazione.
Ma per ora ti faccio un esempio concreto che riguarda Viola, una neoiscritta.(risatona)
Stamane é stata simpaticamente e bonariamente redarguita per un accento.
Ma il suo pensiero era comprensibilissimo e l'accento non ne alterava minimamente il contenuto.
Le conclusioni traile da sola.
(vedrai che se faremo un percorso insieme non sarà difficile intendersi, con Ninfa sarà ancora più semplice perchè ho letto parecchio di lei)



Ultima modifica di ilare2012 il Ven 12 Lug - 18:18:50, modificato 1 volta

Vedi il profilo dell'utente
7
ilare2012
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
A proposito del forum:il forum è un gruppo in cui si formano dei sottogruppi.
Il gruppo presenta delle peculiari caratteristiche che facilitano lo sviluppo di relazioni, la nascita di legami identificativi, la creazione di una cultura comune e potenti meccanismi trasformativi. Il gruppo, infatti, non è la semplice somma degli individui che lo compongono, in quanto al suo interno operano delle dinamiche che creano un effetto moltiplicatore delle energie umane in esso presente. Il gruppo è, infatti, al tempo stesso, sia un contenitore, sia un’esperienza.
Di conseguenza i gruppi hanno proprietà curative che vanno ben oltre il superamento del senso di alienazione, dell’isolamento sociale e della possibilità di condividere il proprio disagio con altre persone.
L’elaborazione delle vicende individuali avviene in relazione a quanto accade nel gruppo e ai fenomeni che nello stesso si manifestano, pertanto ogni evoluzione e crescita personale diviene un elemento utile e potenzialmente trasformativo per tutti.
Il sottogruppo, se unito da un intento comune è perfettamente in grado di respingere i flame al mittente e di difendersi egregiamente da Fake e da Troll.

Vedi il profilo dell'utente
8
ilare2012
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Quella che separa reale e virtuale è una linea molto sottile che si annulla se il comportameno è coerente e diventa un muro insormontabile che sconfina nella fiction se è diverso.
Sul forum una persona dovrebbe comportarsi esattamente come nella vita reale. Ma purtroppo spesso non è così. Quello che mi fa più specie è un certo comportamento omertoso da parte soprattutto delle donne. Se parli di qualcuno assente, la risposta più frequente è: "non faccio nick". Nel reale i nomi (e non dei semplici nick) si fanno eccome! Anche considerare offese mortali i deliri di qualche sconosciuto è una stranezza che la dice lunga sullo stato di confusione tre reale e virtuale.

Vedi il profilo dell'utente
9
ilare2012
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Ho lasciato qualche pensiero perchè fino a Lunedì non ci sono, al mio ritorno inizieremo la discussione.
Ninfa, fai spesso riferimenti inconsci alla teoria dei giochi: sei una psicologa per caso?
Lunedì parleremo di tutto.
Auguro a tutti un buon fine settimana.

Per chi non la conoscesse, sintetizzo la teoria dei giochi, la nuova frontiera della psicologia
Tutto ciò che esiste (per esempio, il vizio) ha un senso e va consapevolmente ed equilibratamente integrato anche con il suo opposto (per esempio, la virtù). la Natura ci ha già equipaggiati con questi strumenti necessari per vincere ed evolvere fino agli attuali livelli di progresso e benessere. le emozioni, l’irrazionalità, i disturbi psicosomatici e quant’altro interrompe l’irragionevole dominio della ragione, alternandolo con altri comportamenti in modo probabilistico, ossia con una strategia mista umana, molto umana. Quel che è tradizionalmente vissuto come limite umano (appunto, le emotività, le irrazionalità eccetera…) è, biologicamente ed evolutivamente, un equipaggiamento assolutamente privilegiato ed efficace per competere in modo ottimale. Emozioni, disturbi psicosomatici e irrazionalità esistono pur per qualcosa – sfruttiamoli e non sprechiamoli come da pochi decenni ci insegna la Teoria dei Giochi, che sostiene che i processi inconsci sono quelli pienamente razionali.

Vedi il profilo dell'utente
10
Yale
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
ilare2012 ha scritto:
Ma per ora ti faccio un esempio concreto che  riguarda Viola, una neoiscritta.(risatona)
Stamane é stata simpaticamente e bonariamente redarguita per un accento.
Ma il suo pensiero era comprensibilissimo e l'accento non ne alterava minimamente il contenuto.
Le conclusioni traile da sola.

No no...non astenerti dal condividere le tue conclusioni su questo esempio: sono curiosa.


ilare2012 ha scritto: Quello che mi fa più specie è un certo comportamento omertoso da parte soprattutto delle donne. Se parli di qualcuno assente, la risposta più frequente è: "non faccio nick".

Immagino tu abbia lanciato la provocazione, aspettando che qualcuno la cogliesse.
Perché dopo aver letto qualche tuo post mi stona un po' pensare che sia un pensiero che ti appartiene davvero; oltretutto farebbe a pugni con l'immagine della donna che getta la giarrettiera per armarsi di mazza.


ilare2012 ha scritto:Ninfa, fai spesso riferimenti inconsci alla teoria dei giochi: sei una psicologa per caso?

E tu hai parlato di dialogo socratico: sei uno psicoterapeuta, per caso?

Vedi il profilo dell'utente
11
gaerys
avatar
Viandante Forestiero
Viandante Forestiero
In questo caso ad esempio nella  replica quel che noto è come una sorta di fastidio da parte Yale (viandante storico ) sul genere ....eccolo l'ultimo arrivato che vuole fare il sapientone  e dotto etc etc...
Direi che è  comprensibile tutto ciò, perchè  
pur avendo postato argomenti di un certo interesse,quel che prevale  è la sola  sensazione di omissione o mancato rispetto verso la gerarchia del Forum da parte dell'ultimo arrivato, quindi ne consegue un dialogo zoppo.
Ecco allora quanto  la forma sia importante e mi sentirei di dire  in alcuni casi come in questo poi determinante se non si vuole correre il rischio di  svilire l'importanza del contenuto o addirittura che lo stesso  non venga preso neanche in considerazione.

Vedi il profilo dell'utente
12
cinzia
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
ci sono gerarchie in un forum? SGHIGNAZZARE

Vedi il profilo dell'utente
13
gaerys
avatar
Viandante Forestiero
Viandante Forestiero
cinzia ha scritto:ci sono gerarchie in un forum? SGHIGNAZZARE

In un Forum direi proprio di si, qualcuno ne ho frequentato anch' io.
Qui chissà se c'è l'eccezione ma quella non conferma mai la regola.

Vedi il profilo dell'utente
14
cinzia
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
ma quale eccezione , c' è io la chiamo "cupola" ahhahah
qui l'ho avvertita più che in altri forum...ma non demordo!
Anche perchè per colpa di pochi ,
non si possono lasciare i molti che sono simpatici e dolci. abbraccio 

Vedi il profilo dell'utente
15
Yale
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
gaerys ha scritto:In questo caso ad esempio nella  replica quel che noto è come una sorta di fastidio da parte Yale (viandante storico ) sul genere ....eccolo l'ultimo arrivato che vuole fare il sapientone  e dotto etc etc...
Direi che è  comprensibile tutto ciò, perchè  
pur avendo postato argomenti di un certo interesse,quel che prevale  è la sola  sensazione di omissione o mancato rispetto verso la gerarchia del Forum da parte dell'ultimo arrivato, quindi ne consegue un dialogo zoppo.
Ecco allora quanto  la forma sia importante e mi sentirei di dire  in alcuni casi come in questo poi determinante se non si vuole correre il rischio di  svilire l'importanza del contenuto o addirittura che lo stesso  non venga preso neanche in considerazione.

Io eviterei di fare inferenze sul pensiero di una persona che non conosci.
O se preferisci Freud, di proiettare su di me un pensiero che avresti tu in un caso simile.
Tanto per chiarire...a me non interessa chi è nuovo o chi è vecchio qui dentro: se ho un'opinione contraria a quella di colui che scrive la esprimo, punto. Non ti dico di andarti a vedere tutto lo storico dei miei commenti come prova, perché avrai di sicuro di meglio da fare in questo sabato estivo, perciò fidati della mia parola.
Inoltre...io sarò "storica" dal punto di vista del numero di interventi ma non sono iscritta da così tanto tempo.
E checché ne dica ancora, ancora e ancora Cinzia, io non ci vedo nessuna "cupola" qui dentro: ci sono sicuramente utenti che si frequentano da più tempo e quindi sono più "complici", ma ci sono anche nuovi arrivati che si inseriscono benissimo in dinamiche antiche. Certo...se arrivi fresco fresco e ti poni subito con fare spocchioso fai ben poca strada, ma questo accade anche nella vita reale, no?
E per concludere...il mio tono non era irritato nei confronti di Ilare.
Trovo anch'io interessanti alcuni argomenti da lui aperti e apprezzo lo spirito di iniziativa, ma ho notato qualche stonatura e voglio capire.
Uccidetemi!

Vedi il profilo dell'utente
16
cinzia
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
tu li chiami complici..
io li chiamo cupola..
lei le chiama gerarchie..
certamente con alcuni  i confronti risultano difficili 
Alcuni di voi "impongono " i loro modi 
siete (e ti ci includo) quasi sempre pronti a criticare con parole pesanti e sottintesi sgradevoli ma mascherati da frasi filosofiche.
Come in questa ultima risposta...scrivi 
"ma ho notato qualche stonatura e voglio capire."


VOGLIO  CAPIRE...!?
VORRESTI CAPIRE!!!
non trovi che 
quel VOGLIO così imperativo. strida con quel che tenti di affermare?


nonna diceva che  l'erba..... "voglio" non esiste neppure nel giardino del re"


prova a porti tu, in maniera meno critica di chi entra...forse risulteresti più simpatica.
sei intelligente e colta, 
perchè vuoi a tutti i costi risultare pensante!


sorridi che la vita ti sorride...non dire sempre no.....impara ad essere tollerante, ti garantisco che vivi i meglio!YES  

Vedi il profilo dell'utente
17
Yale
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
Senti Cinzia,
non possiamo piacere a tutti. Succede anche fuori di qui.
Ma questo tuo vittimismo ha stancato: non c'è nessun gruppo che ti ha preso di mira, solo più persone che, individualmente, evidentemente non ti trovano simpatica, nonostante tu elargisca consigli agli altri su come apparire tale.
Senza contare che è palese tu abbia serie difficoltà di comprensione.
VOGLIO intanto non è un imperativo.
E se lo guardi dal mio punto di vista ha un'accezione positiva: c'è qualcosa che mi è giunto stonato e anziché bollare come incoerente l'interlocutore voglio prima cercare di capire se ho mal interpretato.
Così ce la puoi fare?
Infine...io non ho come obiettivo quello di risultare simpatica.
Nè tantomeno pensante.
E considerato che non mi conosci, non sai quanto sorrido nè come vivo, garanzie di una vita migliore, da te, non me ne servono.
Per finire, "impara ad essere tollerante"...questo è un imperativo.

Vedi il profilo dell'utente
18
cinzia
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
certo che non possiamo piacere a tutti...ho detto questo?
il mio non è vittimismo è solo una constatazione dei fatti (che non riguarda solo me )
non sono stata vittima della vita figurati se posso venire qui a farla!!!

che io abbia seri difficoltà di comprensione..(parole tue) voleva essere un complimento di quelli che fai sempre tu?
chi sei per dirlo e come ti permetti?
tu bolli tutti o quasi gli interlocutori (trovi sempre un motivo..comprese le virgole e i punti)

si vede che non hai nessun motivo  ne  di risultare simpatica...ne  sopportabile e piacevole , ma sono affari tuoi.
questo è quel che vedo !

considerato che non mi conosci neppure te ..
astieniti dal fare commenti sgradevoli.

CE LA POSSO FARE A SOPPORTARTI ...sono paziente e tollerante.

Vedi il profilo dell'utente
19
Yale
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
cinzia ha scritto:certo che non possiamo piacere a tutti...ho detto questo?
il mio non è vittimismo è solo una constatazione dei fatti (che non riguarda solo me )
non sono stata vittima della vita figurati se posso venire qui a farla!!!

che io abbia seri difficoltà di comprensione..(parole tue) voleva essere un complimento di quelli che fai sempre tu?
chi sei per dirlo e come ti permetti?
tu bolli tutti o quasi gli interlocutori (trovi sempre un motivo..comprese le virgole e i punti)

si vede che non hai nessun motivo  ne  di risultare simpatica...ne  sopportabile e piacevole , ma sono affari tuoi.
questo è quel che vedo !

considerato che non mi conosci neppure te ..
astieniti dal fare commenti sgradevoli.

CE LA POSSO FARE A SOPPORTARTI ...sono paziente e tollerante.

Non riguarda solo te?
Parli a nome del "Piccolo gruppo dei novellini tapini seviziati dai veterani cattivi"?
Naturalmente non farai nick... e qui forse ha ragione Ilare.

Il motivo per cui ho concluso che hai difficoltà di comprensione l'ho spiegato subito dopo.
E la tua replica me lo conferma.
Poi non ho capito: tu puoi avere la presunzione di dire agli altri come e quando sbagliano, ma nessuno deve permettersi di farlo con te?

I miei commenti sgradevoli, come li chiami tu, non sono indirizzati a te ma a quello che scrivi: quindi non è importante che ti conosca o meno.
"Astieniti dal fare commenti sgradevoli"? Di nuovo imperativa?
Non me lo sogno nemmeno. Se non ti sta bene ignorami, lascia il forum, rispondimi a tono, ma non ti permettere di dirmi di censurare le mie opinioni.

Vedi il profilo dell'utente
20
cinzia
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
ma non ti permettere di dirmi di censurare le mie opinioni.

ho detto questo? KleanaStupore 


io non censuro nulla non ne ho intenzione ne la facoltà.  i
è bene che la gente (ultimi arrivati) ti conoscano per quel che sei e non per quello che vuoi far credere di essere.
basta leggerti.KleanaSaputello 

 miei commenti sgradevoli, come li chiami tu, non sono indirizzati a te ma a quello che scrivi:

anche i miei...YES 

i nomi che li faccio a fare. basta leggere  come qualcuno ti o vi..risponde  ..
passo e chiudo...

Vedi il profilo dell'utente
21
Yale
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
cinzia ha scritto:ma non ti permettere di dirmi di censurare le mie opinioni.

ho detto questo? KleanaStupore


io non censuro nulla non ne ho intenzione ne la facoltà.


Ah scusa.
Mi sembrava di aver letto "astieniti dal fare commenti sgradevoli".

cinzia ha scritto:
è bene che la gente (ultimi arrivati) ti conoscano per quel che sei e non per quello che vuoi far credere di essere.
basta leggerti.KleanaSaputello ...

Che servizio fico offri ai nuovi iscritti!
Come ha fatto questo forum prima che arrivassi tu?
Ma la domanda è: perché? Tu mi conosci per quello che sono?


cinzia ha scritto:
anche i miei...YES ...

Ah, scusa ancora.
Ho letto male quel "conosco un sacco di medici deficienti che hanno fatto tantissime pubblicazioni , ma deficienti son rimasti"

cinzia ha scritto:
i nomi che li faccio a fare. basta leggere  come qualcuno ti o vi..risponde  ..
passo e chiudo...

In un commento solo hai messo in campo le uniche quattro strategie che conosci per confrontarti con gli altri.
1) negare: "ho detto questo? Mai scritto!"
2) accusare l'altro di cose che hai fatto solo tu: "io sono rispettosa ed educata...sono gli altri che mi insultano"
3) inventare generalizzazioni: "lo pensano anche altre persone ma non posso dirti chi"
4) reputarti superiore alla discussione stabilendo che per te è chiusa, e quindi è chiusa per tutti.

Vedi il profilo dell'utente
22
gaerys
avatar
Viandante Forestiero
Viandante Forestiero
Yale ha scritto:

Io eviterei di fare inferenze sul pensiero di una persona che non conosci.
O se preferisci Freud, di proiettare su di me un pensiero che avresti tu in un caso simile.
Tanto per chiarire...a me non interessa chi è nuovo o chi è vecchio qui dentro: se ho un'opinione contraria a quella di colui che scrive la esprimo, punto. Non ti dico di andarti a vedere tutto lo storico dei miei commenti come prova, perché avrai di sicuro di meglio da fare in questo sabato estivo, perciò fidati della mia parola.
Inoltre...io sarò "storica" dal punto di vista del numero di interventi ma non sono iscritta da così tanto tempo.
E checché ne dica ancora, ancora e ancora Cinzia, io non ci vedo nessuna "cupola" qui dentro: ci sono sicuramente utenti che si frequentano da più tempo e quindi sono più "complici", ma ci sono anche nuovi arrivati che si inseriscono benissimo in dinamiche antiche. Certo...se arrivi fresco fresco e ti poni subito con fare spocchioso fai ben poca strada, ma questo accade anche nella vita reale, no?
E per concludere...il mio tono non era irritato nei confronti di Ilare.
Trovo anch'io interessanti alcuni argomenti da lui aperti e apprezzo lo spirito di iniziativa, ma ho notato qualche stonatura e voglio capire.
Uccidetemi!

Uhmmm ma questo Forum che cos'è esattamente? Non mi sembra di aver notato sezioni specifiche legate alla psicologia, mi è forse sfuggito qualcosa?
No perchè noto  che c'è una tendenza a dare dei connotati psicologici per ogni concetto formulato che può anche starci per carità ma a mio avviso appesantisce e forse spesso questo modo d'interloquire   scoraggia molti anche a voler intervenire.
Io ho semplicemente espresso ciò che  mi è arrivato leggendo certe risposte, niente altro poi può anche non essere così e va benissimo
ma dire "...evita di fare inferenze (deduzioni significa vero?) sul pensiero di una persona che non conosci...." lo trovo molto riduttivo scusami, allora   tanto vale limitarsi a fare i carini e i gentili solo con i saluti che come aveva puntualizzato Ilare  non da nessun apporto concreto al Forum.
Dunque di cosa necessitiamo per permetterci di esprimere opinioni sulle parole degli altri giuste o errate che siano perchè a quelle mi riferisco non certo alla persona stessa altrimenti starei già giudicando.
Andare in archivio e leggerci tutto lo storico messaggi o discussioni aperte prima di poter interagire, che mi suggerisci di non fare per altro
ma lasci elegantemente  sottointendere sarebbe meglio  facessi.
Non è escluso che non lo faccia davvero tempo e voglia permettendo.
Ah "storica" non voleva essere per niente offensivo, ho riportato quel che c'era nell'avatar.

Vedi il profilo dell'utente
23
Coraline
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
ilare2012 ha scritto:
Ma per ora ti faccio un esempio concreto che  riguarda Viola, una neoiscritta.(risatona)
Stamane é stata simpaticamente e bonariamente redarguita per un accento.
Ma il suo pensiero era comprensibilissimo e l'accento non ne alterava minimamente il contenuto.


Sottolineare che gli errori non modificano la sostanza degli scritti riducendo la cosa ad una questione di forma, dunque non essenziale, non mi trova d'accordo. Come hai detto tu, simpaticamente è stato fatto notare un errore che una che ama scrivere non dovrebbe commettere e che, di sicuro, dopo il "richiamo" non farà più. Tenere all'aspetto della scrittura non esclude che si ponga altrettanta attenzione ai contenuti, anzi quello che riscontro spesso è che una certa sciatteria nell'esposizione spesso è strettamente legata ad altrettanta grossolanità (o semplicità se vuoi) riguardo l'argomentare.


ilare2012 ha scritto:A proposito del forum:il forum è un gruppo in cui si formano dei sottogruppi.
Il gruppo presenta delle peculiari caratteristiche che facilitano  lo sviluppo di relazioni, la nascita di legami identificativi, la creazione di una cultura comune e potenti meccanismi trasformativi. Il gruppo, infatti,  non è la semplice somma degli individui che lo compongono, in quanto al suo interno operano delle dinamiche che creano un effetto moltiplicatore delle energie umane in esso presente. Il gruppo è, infatti, al tempo stesso, sia un contenitore, sia un’esperienza.
Di  conseguenza  i gruppi hanno proprietà curative che vanno  ben oltre il superamento del senso di alienazione, dell’isolamento sociale e della possibilità di condividere il proprio disagio con altre persone.
L’elaborazione delle vicende individuali avviene in relazione a quanto accade nel gruppo e ai fenomeni che nello stesso si manifestano, pertanto ogni evoluzione e crescita personale diviene un elemento utile e potenzialmente trasformativo per tutti.
Il sottogruppo, se unito da un intento comune è perfettamente in grado di respingere i flame al mittente e di difendersi egregiamente da Fake e da Troll.

Non m'intendo di gruppi terapeutici e cose simili, ma quello che dici riguardo ai forum lo vedo invece ben applicato a cose del genere, a persone che si relazionano "dal vivo" e tra le quali intercorre un rapporto che va oltre le parole, fatto anche di fisicità etc. Che si formino dei sottogruppi anche nei forum è normale, ma anche può non succedere, nel senso che si può stare benissimo in un luogo virtuale senza necessariamente avere il bisogno, o incappare nella possibilità,  di "coprirsi le spalle" intergendo in un sottospazio di "sicurezza" in cui si sa a priori di essere graditi. Può succedere, come nel reale, di incrociare qualcuno col quale si ravvisano delle affinità e col quale magari scatta il rapporto extra-forum, ma non è scontato e personalmente non lo ricerco. Anche qui mi ritrovo a condividere la maggioranza dei post di alcuni utenti ma non mi sento per questo di appartenere nè ad una cupola, nè ad un sottogruppo.

gaerys ha scritto:In questo caso ad esempio nella  replica quel che noto è come una sorta di fastidio da parte Yale (viandante storico ) sul genere ....eccolo l'ultimo arrivato che vuole fare il sapientone  e dotto etc etc...
Direi che è  comprensibile tutto ciò, perchè  
pur avendo postato argomenti di un certo interesse,quel che prevale  è la sola  sensazione di omissione o mancato rispetto verso la gerarchia del Forum da parte dell'ultimo arrivato, quindi ne consegue un dialogo zoppo.

Io invece mi stupisco di queste considerazioni. Leggo Yale da quando è arrivata qui e l'ammiro moltissimo (pur non sapendo nulla di lei, nè il nome nè la professione) proprio per le sue capacità di analisi senza preconcetti nè strutture precostituite di riferimento; tra l'altro quello che vedo in questo forum, che gli altri chiamano "gerarchia" o "cupola" e che trovo normalissimo, è un gruppo di persone che si conoscono da tanto tempo, che sono affiatate e che si relazionano come tali. Perchè ciò dovrebbe infastidire gli altri o perchè il gruppo dovrebbe essere infastidito dai nuovi arrivati di un certo spessore (diciamo così)? Questa non è una piazza esclusiva, è di tutti coloro che ne vogliono far parte, e chi desidera muoversi fuori da questi contorni credo lo faccia serenamente senza mettere in ballo dinamiche puerili come quelle descritte.

Vedi il profilo dell'utente
24
Yale
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
gaerys ha scritto:
Yale ha scritto:

Io eviterei di fare inferenze sul pensiero di una persona che non conosci.
O se preferisci Freud, di proiettare su di me un pensiero che avresti tu in un caso simile.
Tanto per chiarire...a me non interessa chi è nuovo o chi è vecchio qui dentro: se ho un'opinione contraria a quella di colui che scrive la esprimo, punto. Non ti dico di andarti a vedere tutto lo storico dei miei commenti come prova, perché avrai di sicuro di meglio da fare in questo sabato estivo, perciò fidati della mia parola.
Inoltre...io sarò "storica" dal punto di vista del numero di interventi ma non sono iscritta da così tanto tempo.
E checché ne dica ancora, ancora e ancora Cinzia, io non ci vedo nessuna "cupola" qui dentro: ci sono sicuramente utenti che si frequentano da più tempo e quindi sono più "complici", ma ci sono anche nuovi arrivati che si inseriscono benissimo in dinamiche antiche. Certo...se arrivi fresco fresco e ti poni subito con fare spocchioso fai ben poca strada, ma questo accade anche nella vita reale, no?
E per concludere...il mio tono non era irritato nei confronti di Ilare.
Trovo anch'io interessanti alcuni argomenti da lui aperti e apprezzo lo spirito di iniziativa, ma ho notato qualche stonatura e voglio capire.
Uccidetemi!

Uhmmm ma questo Forum che cos'è esattamente? Non mi sembra di aver notato sezioni specifiche legate alla psicologia, mi è forse sfuggito qualcosa?
No perchè noto  che c'è una tendenza a dare dei connotati psicologici per ogni concetto formulato che può anche starci per carità ma a mio avviso appesantisce e forse spesso questo modo d'interloquire   scoraggia molti anche a voler intervenire.
Io ho semplicemente espresso ciò che  mi è arrivato leggendo certe risposte, niente altro poi può anche non essere così e va benissimo
ma dire "...evita di fare inferenze (deduzioni significa vero?) sul pensiero di una persona che non conosci...." lo trovo molto riduttivo scusami, allora   tanto vale limitarsi a fare i carini e i gentili solo con i saluti che come aveva puntualizzato Ilare  non da nessun apporto concreto al Forum.
Dunque di cosa necessitiamo per permetterci di esprimere opinioni sulle parole degli altri giuste o errate che siano perchè a quelle mi riferisco non certo alla persona stessa altrimenti starei già giudicando.
Andare in archivio e leggerci tutto lo storico messaggi o discussioni aperte prima di poter interagire, che mi suggerisci di non fare per altro
ma lasci elegantemente  sottointendere sarebbe meglio  facessi.
Non è escluso che non lo faccia davvero tempo e voglia permettendo.
Ah "storica" non voleva essere per niente offensivo, ho riportato quel che c'era nell'avatar.

Boh...forse ho un tono aggressivo anche quando non è mia intenzione.
Intanto non ho detto "evita": ho usato un condizionale, un modo più gentile (o almeno così credevo) per dire che la tua interpretazione è sbagliata.
Poi se dietro ci vuoi leggere "fai la carina e gentile e non dire quello che pensi" liberissima, ma sappi che è un'altra tua deduzione errata.
A me il confronto con le opinioni altrui piace e mi dispiace sentire che qualcuno potrebbe sentirsi frenato dal dire la propria.
Ma converrai con me che un conto è discutere di una frase esplicitata da qualcuno, un altro è discutere su una cosa che crediamo che qualcuno abbia pensato.
Per carità...anche a me capita di trarre deduzioni, ma visto che spesso sono sbagliate cerco di evitarlo.
Quanto ai miei commenti, davvero non era un sottointeso invito ad andarli a leggere: era per dire che ci sono segni evidenti di quanto affermo.
Infine...non ho preso quello "storica" come offensivo: ho solo puntualizzato che non descrive la realtà dei fatti.

P.S. Ho citato Freud solo per rimanere in tema con l'impostazione data dall'autore del thread. Ma hai ragione: ci sono troppi psicologi qui.

Vedi il profilo dell'utente
25
Yale
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
Coraline ha scritto:
Io invece mi stupisco di queste considerazioni. Leggo Yale da quando è arrivata qui e l'ammiro moltissimo (pur non sapendo nulla di lei, nè il nome nè la professione) proprio per le sue capacità di analisi senza preconcetti nè strutture precostituite di riferimento; tra l'altro quello che vedo in questo forum, che gli altri chiamano "gerarchia" o "cupola" e che trovo normalissimo, è un gruppo di persone che si conoscono da tanto tempo, che sono affiatate e che si relazionano come tali. Perchè ciò dovrebbe infastidire gli altri o perchè il gruppo dovrebbe essere infastidito dai nuovi arrivati di un certo spessore (diciamo così)? Questa non è una piazza esclusiva, è di tutti coloro che ne vogliono far parte, e chi desidera muoversi fuori da questi contorni credo lo faccia serenamente senza mettere in ballo dinamiche puerili come quelle descritte.

Sottoscrivo.
Non la tua ammirazione (bè, oddio, anche KleanaOcchiolino ) ma l'ultima parte sui nuovi arrivati: io ci spero sempre negli arrivi di "un certo spessore", non ne sono affatto infastidita.
Per dire...a me garba molto la Miss. E anche Shedir deve essere un bel tipo.
Così abbiamo fatto pure i nick e Ilare è contento (e scusate la tautologia).

Vedi il profilo dell'utente
26
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 4]

Vai alla pagina : 1, 2, 3, 4  Seguente

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum