Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Elogiare i propri figli per l'aspetto

Condividere 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
Sadako_
avatar
Viandante Forestiero
Viandante Forestiero
In rete ho trovato questo articolo molto interessante
click!
voi che ne pensate? è buona cosa elogiare i propri figli per il loro aspetto? lo fate?

Mi sono confrontata con varie mie amiche, e ho notato che tutte ricevono complimenti dai propri genitori (soprattutto dalle madri) per il loro aspetto. Io invece di complimenti da loro non ne ho mai ricevuti, al limite continue critiche, e noto che rispetto alle mie coetanee, sono mille volte più insicura e "fissata" per l'estetica, quindi non posso che essere a favore dei complimenti.

Vedi il profilo dell'utente
2
Magonzo
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
minare la sicurezza e l'autostima dei figli - anche in buona fede o con ragionamenti ispirati al desiderio di "spronare" al miglioramento - è uno dei meccanismi più subdoli per assicurarsi il controllo emotivo sulla prole da parte di genitori complessati e infelici;

brutto labirinto, dal quale si esce con difficoltà e tante sofferenze.

Vedi il profilo dell'utente
3
An Boum
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Io gliene faccio sempre, ma perchè sono proprio bellissimi Sorriso ScemoKleanaInfoiata

Una mia amica mi racconta sempre una cosa che mi fa piacere e mi fa sempre sorridere;
un giorno disse a mia figlia di otto anni che era bella, lei rispose con atteggiamento serioso con una certezza scientifica che era vero perchè la mamma glielo diceva sempre.

Sono comunque dell'idea che i comportamenti nei confronti dei figli debbano essere spontanei.
Fare dei complimenti non sentiti solo perchè lo si è letto su un manualetto di psicologia può essere come non farne se non avere un effetto nefasto se l'artificio risulta palpabile.

Edit:
mi era sfuggito l'articolo.
Non faccio complimenti solo per la bellezza perchè non è l'unico interesse della mia vita, per fortuna!

Vedi il profilo dell'utente
4
Yale
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
FragolinaBoumBum ha scritto:Io gliene faccio sempre, ma perchè sono proprio bellissimi Sorriso ScemoKleanaInfoiata


Io non ho capito, Fragolina, se tu sia mamma oppure no.
Non che siano fatti miei, d'accordo, ma ho letto delle tue affermazioni contrastanti e non mi ci raccapezzo più.

Vedi il profilo dell'utente
5
Coraline
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Decidere a tavolino se sia cosa buona o meno fare un complimento ai propri figli, anche dal punto di vista estetico, mi pare una scemenza. Ci sono momenti in cui è necessario anche rinforzarli con considerazioni di questo tipo, soprattutto nell'adolescenza e senza esagerare sennò si perde di credibilità, mentre in altri è opportuno soffermarsi e discutere con loro altri aspetti tralasciando (volutamente) quelli legati all'aspetto fisico (anche se magari loro vorrebbero centrare tutto su quello).

Io a mio figlio ne faccio ogni tanto, quando mi appare davvero bellissimo, ma mi manda regolarmente a cagare, dunque ho quasi smesso. A mia volta non ne ho affatto ricevuti dai miei genitori, zero assoluto, e mi sono mancati: pensavo che se neanche mia madre aveva l'istinto di dirmi che ero carina poteva significare solo che ero irrimediabilmente bruttina (con tutti i complessi del caso).

Vedi il profilo dell'utente
6
Lady Joan Marie
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
A me e alle mie sorelle sin da quando eravamo piccole ci facevano i complimenti per il nostro aspetto, e devo dire che sia a mia madre che a mio padre facevano piacere. Però una volta, quando ero piccola, mia madre mi ha detto: che non basta l'aspetto fisico nella vita ma anche la testa.

Vedi il profilo dell'utente
7
beautiful stranger
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Sempre fatti, ma l'ho pure messa a dieta quando si era inciccita SGHIGNAZZARE
Devono essere realistici: capiscono se bluffi. Però anche far notare i punti di forza ad un bruttino è cosa buona e giusta. Io ricordo con tenerezza ed estrema precisione i complimenti di mia madre. Mi sosteneva fino alla fantascienza, anche quando ero alta 1.30 e pesavo 50 chili: "Nooooooo, non sei grassaaaaaa, sei morbida" rotolarsi dal ridere

Vedi il profilo dell'utente
8
Coraline
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
beautiful stranger ha scritto: Io ricordo con tenerezza ed estrema precisione i complimenti di mia madre. Mi sosteneva fino alla fantascienza, anche quando ero alta 1.30 e pesavo 50 chili: "Nooooooo, non sei grassaaaaaa, sei morbida" rotolarsi dal ridere

Grande mamma (la tua)! La mia, che era stata una più belle ragazze del paese e che naturalmente sposò il più figo, una volta disse che si chiedeva come mai io non fossi come loro, manifestando apertamente la sua delusione di avere una figlia "normale". Ci piansi di nascosto non so per quante notti nonvolevo

Vedi il profilo dell'utente
9
An Boum
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Ripensandoci, mio figlio, un paio di anni fa mi diceva: mamma, mi dici che sono bello perchè sono tuo figlio! Ed io a fare ancora più complimenti...non solo bello, anche modesto inchinoKleanaInfoiata


Yale ha scritto:
FragolinaBoumBum ha scritto:Io gliene faccio sempre, ma perchè sono proprio bellissimi Sorriso ScemoKleanaInfoiata


Io non ho capito, Fragolina, se tu sia mamma oppure no.
Non che siano fatti miei, d'accordo, ma ho letto delle tue affermazioni contrastanti e non mi ci raccapezzo più.

Yale, non so se oggi hai la sindrome di Holmes (l'investigatore) o semplicemente spm;
oppure sei la conferma del fatto che nei forum appaio destabilizzante e poco rassicurante destando sospetti assurdi oppure semplicemente non hai mai letto i miei post con attenzione, tu che sei così attenta sad sad

Non credo di aver scritto affermazioni che potevano negare il mio stato di madre.
A meno che non ti riferisci ad una risposta data in uno di quei test per conoscersi meglio, ma ero ironica e pensavo che si capisse!

Vedi il profilo dell'utente
10
Yale
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
Nessuna sindrome, rinfodera la spada.
Ho anche premesso che non sono affari miei, quindi non avevo un tono inquisitorio.
E non si tratta di sospetti: non ricordavo di averlo letto nel test (adesso che lo nomini tu sì, è probabile che l'abbia letto proprio lì e non abbia colto l'ironia) e semplicemente le mie sinapsi hanno fatto tilt.

Vedi il profilo dell'utente
11
An Boum
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Yale ha scritto:Rinfodera la spada.

Esagerata! Non ero affatto aggressiva, ho pensato che fossi particolarmente sospettosa anche per l'accoglienza data all'utente diroma che chiedeva aiuto. Anche se, a naso, su quell'utente tendo a pensarla come te... ma chi può dirlo con certezza assoluta?

Vedi il profilo dell'utente
12
nextlife
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
FragolinaBoumBum ha scritto:
Sono comunque dell'idea che i comportamenti nei confronti dei figli debbano essere spontanei.
Fare dei complimenti non sentiti solo perchè lo si è letto su un manualetto di psicologia può essere come non farne se non avere un effetto nefasto se l'artificio risulta palpabile.

Mi sembra corretto, almeno fin quando si tiene lontana dal termine «spontanei», l’accezione di «manifestazioni istintive».
Così non fosse, ci si riferirebbe - nella migliore delle ipotesi- ad una presunta abilità scaturita (o resa patente) dalla condizione genitoriale o dal possesso di quel «buon senso» che dovrebbe albergare - in dosi decenti - nell’adulto.
Tale idealismo, non sarebbe certo una novità; lo abbiamo ben sperimentato, (e per certi aspetti continuiamo a farlo), anche in quegli ambiti che teoricamente dovevano (dovrebbero) e potevano (potrebbero) mettere in campo risorse di altro tipo. (Gentile –ed affini - vanno sempre citati in questi casi, per continuare ad imputare loro note di demerito).

Secondo me, il ruolo genitoriale deve essere attivo, nel senso di cercare di aggiungere informazioni, conoscenze, competenze: metterle in dialogo con l’osservazione, per tentare di elaborare strategie funzionali, non avendo – peraltro- nessuna garanzia sul risultato finale poiché gli individui, oltre ai vari condizionamenti ai quali sono sottoposti, hanno un non indifferente ambito di autonomia.
Non credo – come appunto sostieni – che estrapolare qualche miracolosa ricetta da un testo specialistico, ed applicarla tout court, sia indice di sapienza; la riflessione e l’elaborazione lo sono.

Tornando al quesito del thread, credo che sia positivo – e necessario – tale elogio, purché equilibrato.
L’equilibrio in tal senso penso si  realizzi da una parte evitando l’eccesso, e quindi la costruzione di un atteggiamento edonistico/narcisistico, ben capace di assumere proporzioni preoccupanti.
Dall’altra parte, introducendo nell’orbita del giovane individuo, quella molteplicità di elementi che devono necessariamente gravitare all’interno di un sistema salubre.
Ecco, magari - e questa in verità è una precisa ed ineludibile responsabilità genitoriale - bisogna articolare con successo modalità e tempistiche.
Elogiare la figlia/figlio dal punto di vista estetico ed un istante dopo ricordarle/gli: «ma l'aspetto non è certo tutto, anzi», vanifica l’elogio e svilisce il concetto successivo.

Vedi il profilo dell'utente
13
Rupa Lauste
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
FragolinaBoumBum ha scritto:

Yale, non so se oggi hai la sindrome di Holmes (l'investigatore)


Yale ha scritto:Rinfodera la spada.


siete sicure si tratti di holmes l'investigatore?

Linguino

Vedi il profilo dell'utente
14
Yale
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
Rupa Lauste ha scritto:
FragolinaBoumBum ha scritto:

Yale, non so se oggi hai la sindrome di Holmes (l'investigatore)


Yale ha scritto:Rinfodera la spada.


siete sicure si tratti di holmes l'investigatore?

Linguino

Se è così come l'ho capita, questa è geniale!
Bravo John

Vedi il profilo dell'utente
15
An Boum
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Io avevo specificato proprio per evitare fraintendimenti SGHIGNAZZARE

@nextlife
quello che hai scritto non fa una piega.

Vedi il profilo dell'utente
16
NinfaEco
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Spesso quello che dice Next non fa una piega.

Che bello rileggerti.
Sempre in questo oceano virtuale anche tu eh? Tutto bene?

@ Sadako

Credo che lodare i propri figli per il loro aspetto faccia danni se è l'unica loro qualità su cui si pone l'accento. Se accanto all'aspetto anche la loro intelligenza, la loro creatività e i loro talenti sono tenuti in considerazione, non passa certo il messaggio che solo l'esteriorità sia degna di nota.  
E più delle parole conta l'esempio. Se un genitore mostra con il suo comportamento che solo l'esteriorità ha valore, allora le altre cose che valorizzerà a parole non appariranno degne di nota e oltre alla superficialità il figlio imparerà l'ipocrisia.
Comunque sia, un ragazzo non è un contenitore vuoto. Io non lo sono stata. I ragazzi ricevono eredità, ma crescono interpretando ciò che ricevono, appropriandosene e imparando a dire no. I  ragazzi non sono amebe acritiche ... e per fortuna per loro visto che a nessun adulto può essere chiesto di essere perfetto.
Un superficiale non è solo opera degli altri, ma anche opera propria.

Vedi il profilo dell'utente
17
Sadako_
avatar
Viandante Forestiero
Viandante Forestiero
Le uniche occasioni in cui sfiorano il complimento è quando vedono i voti a fine anno, ma se seguissi ciò che mi dicono sull'aspetto fisico, dovrei considerarmi una ragazza quasi di colore, con pochi capelli arruffati e di un colore vomitevole ed estremamente goffa.
Qualche giorno fa, spinta da un'amica di famiglia, mi venne la "brillante" idea di renderli partecipi dell'unico talento che mi riconosco, la scrittura. Ho scelto un brano bello ma soft, cioè in cui non affrontavo tempi particolarmente complessi o toccanti. In particolare c'era un punto molto bello, e quando ho chiesto "Mamma, quale parte ti è piaciuta di più?" la sua risposta è stata "Mah, a me sembra tutto uguale" O.o

Vedi il profilo dell'utente
18
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum