Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Tutto è oggettivo e quantificabile?

Condividere 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
victorinox
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Riporto da un altro forum, segnalatomi da una utente della Valle.

Usate una lunga molecola a doppia elica per immagazzinare le informazioni necessarie a costruirvi (o, forse sarebbe meglio dire, è quella molecola ad usare voi; ma è un altro discorso), anche voi in forma digitale (quattro basi azotate possibili per ogni nucleotide, anziché due valori possibili per un bit: un nucleotide vale due bit, ma sempre di codifica digitale si tratta). Percepite qualcosina (un'infima parte) del mondo esterno servendovi di vari organi di senso, che i recettori nervosi inviano al vostro cervello sotto forma di impulsi quantizzati: per esempio, le vostre corteccie sensoriali "vedono" un sapore come una quintupla di numeri, corrispondenti ai livelli di attivazione per i recettori di acido, amaro, dolce, salato e "umami", e determinano la sensazione corrispondente; lo stesso si potrebbe dire per tutti gli altri sensi. Costruendo e usando strumenti di misura, potete espandere di molto il settore della realtà che siete in grado di esperire, ad esempio rilevando onde elettromagnetiche non incluse nell'esile campo della luce da voi visibile; ma sempre di informazione quantitativa si tratterà, in ultima analisi.


Credete che tutto, anche le realtà psicologiche, sia quantificabile?
Credete ad esempio le coscienza si possa ricondurre all'attività del cervello materiale e che quindi dipenda dal funzionamento di un meccanismo?

Vedi il profilo dell'utente
2
paolo iovine
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
il brano che riporti sembra voler essere una ricetta per costruire un intelligenza autonoma artificiale, un uomo elettronico.

Vedi il profilo dell'utente
3
victorinox
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
E' scritto da un essere umano e ci sono molti studiosi a sostenerlo.
Tra essi c'è Hawkins. Tentando di c capire se la coscienza abbia una qualche relazione con il corpo in cui sembra risiedere è stato portato a credere dopo varie ricerche che la  mente inconscia delle persone sia connessa non soltanto all’organismo   ma anche con il resto dell’universo, ossia con tutto ciò che esiste. Come se ognuno di noi fosse un terminale collegato a un “database universale” dal quale la maggior parte delle conoscenze.
Tutto ciò può essere addirittura espresso in logaritmi.




Secondo Hawkins la soglia critica è rappresentata dal livello 200. Oltre questo livello, infatti, si passa da un livello di coscienza caratterizzato da un grado variabile di distruttività a uno qualitativamente molto più costruttivo. 200 è il livello definibile come quello della verità o “integrità”. Al di sotto predominano gli istinti di sopravvivenza, rivolti soltanto a se stessi.

Ammetto di essere perplesso anche io.
Però sono curioso.

Vedi il profilo dell'utente
4
paolo iovine
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
Log di 200 cosa ?

Vedi il profilo dell'utente
5
doctor faust
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Credete che tutto, anche le realtà psicologiche, sia quantificabile?
Credete ad esempio le coscienza si possa ricondurre all'attività del cervello materiale e che quindi dipenda dal funzionamento di un meccanismo?
La filosofia molto ha dibattuto sulle prerogative delle qualita primarie [quantificabili] e le qualita secondarie [opinabili] e si è arrivati alla condiderazione finale che le prime sono episteme, ovvero scienza, mentre le seconde sono doxa, cioe' opinione.

Se dico:- due mele piu' due mele fanno quattro mele-, ho fatto una costatazione scientifica, se dico:- Questo quadro è meraviglioso- ho fatto una costatazione opinabile.

Quindi si può affermare che si può dire e fare quello che si vuole, ma sarebbe bene discriminare fra le due cose.

Se poi vogliamo disquisire sulla sorgente dei nostri ragionamenti, bisogna prendere atto che chi non ha cevello funzionante non ragiona, e neiente lo puo' sostituire.

Gli elemeneti corporei specializzati nella produzione di fatti mentali sono i neuroni, come gli epatociti producono sostanze metaboliche e i nefrociti filtrano il plasma.

Vedi il profilo dell'utente
6
doctor faust
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
@victorinox ha scritto:Riporto da un altro forum, segnalatomi da una utente della Valle.

Usate una lunga molecola a doppia elica per immagazzinare le informazioni necessarie a costruirvi (o, forse sarebbe meglio dire, è quella molecola ad usare voi; ma è un altro discorso), anche voi in forma digitale (quattro basi azotate possibili per ogni nucleotide, anziché due valori possibili per un bit: un nucleotide vale due bit, ma sempre di codifica digitale si tratta). Percepite qualcosina (un'infima parte) del mondo esterno servendovi di vari organi di senso, che i recettori nervosi inviano al vostro cervello sotto forma di impulsi quantizzati: per esempio, le vostre corteccie sensoriali "vedono" un sapore come una quintupla di numeri, corrispondenti ai livelli di attivazione per i recettori di acido, amaro, dolce, salato e "umami", e determinano la sensazione corrispondente; lo stesso si potrebbe dire per tutti gli altri sensi. Costruendo e usando strumenti di misura, potete espandere di molto il settore della realtà che siete in grado di esperire, ad esempio rilevando onde elettromagnetiche non incluse nell'esile campo della luce da voi visibile; ma sempre di informazione quantitativa si tratterà, in ultima analisi.


Credete che tutto, anche le realtà psicologiche, sia quantificabile?
Credete ad esempio le coscienza si possa ricondurre all'attività del cervello materiale e che quindi dipenda dal funzionamento di un meccanismo?

Ne consegue, che mentre a livello chimico-biologico possa avere delle difficoltà a quantizzare le qualità secondarie, a livello fisico dovrebbe verirci piu' facile, come la robotica applicata alle neuroscienze stanno a dimostrare.

Bisogna vedere poi quele sarà il grado di standardizzazione oggettiva quale il grado di soggettivazione sia possibile a ciascun marchingegno protesico e sostitutivo.

Mi pare.

Vedi il profilo dell'utente
7
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum