Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Dipendenza Affettiva

Condividere 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
NinfaEco
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
L’amore, nelle sue diverse forme di attaccamento e nelle sue
manifestazioni più positive e più sane, rappresenta una importante
capacità e, al contempo, un naturale e profondo bisogno di ogni essere
umano. Talvolta, tuttavia, la frustrazione o l’assenza di esperienze
serene di questo sentimento umano, frequenti nell’attuale società ricca
di rapporti instabili, possono generare un disconoscimento o una
negazione di questo bisogno, che rappresenta invece un importante
ingrediente di un sano sviluppo psicofisico e di una buona salute
mentale e fisica nella vita adulta. Quando un rapporto affettivo
diventa un “legame che stringe” o, ancor peggio, “dolorosa ossessione”
in cui si altera stabilmente quel necessario equilibrio tra il “dare” e
il “ricevere”, l’amore può trasformarsi in un’abitudine a soffrire fino
a divenire una vera e propria “dipendenza affettiva”, un disagio
psicologico che è in grado di vivere nascosto nell’ombra anche per
l’intera vita di una persona, ponendosi tuttavia come la radice di un
costante dolore e alimentando spesso altre gravi problematiche
psicologiche, fisiche e relazionali.

In sintesi,
le principali manifestazioni di questo tipo d'amore sarebbero:


* Il piacere connesso alla droga d’amore , definito anche ebbrezza
, ovvero la sensazione di euforia sperimentata in funzione delle
reazioni manifestate dal partner rispetto ai propri comportamenti.
* La tolleranza , definita anche dose , consiste nel bisogno di
aumentare la quantità di tempo da trascorrere in compagnia del partner,
riducendo sempre di più il tempo autonomo proprio e dell’altro e i
contatti con l’esterno della coppia, un comportamento che sembra
alimentato dall’assenza della capacità di mantenere una “presenza
interiorizzata” e quindi di rassicurarsi attraverso il pensiero
dell’altro nella propria vita . L’assenza della persona da cui si
dipende porta pertanto ad uno stato di prostrazione e di disperazione
che può essere interrotto solo dalla sua presenza tangibile.
* L’incapacità a controllare il proprio comportamento , connessa alla
perdita dell’Io ossia della capacità critica relativa a sé, alla
situazione e all’altro, una riduzione di lucidità che crea vergogna e
rimorso e che in taluni momenti viene sostituita da una temporanea
lucidità, cui segue un senso di prostrante sconfitta e una ricaduta,
spesso più profonda che mai, nella dipendenza che fa sentire più
imminenti di prima i propri bisogni legati all’altro.


Mi sono interrogata su di me. Non escludo di aver vissuto esperienze di
questo tipo in giovane età ma, fortunatamente, il tempo le ha
trasformate o interrotte.
Voi vi riconoscete o vi siete riconosciuti in quanto sovraesposto?

Vedi il profilo dell'utente
2
Devil
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Si tratta di una fase inevitabile dell'adolescenza e credo che il dolore che inevitabilmente porti sia molto utile, anzi indispensabile, per poter provare un'affettività adulta, in futuro. Il problema è quando ci si ferma lì, vuoi perchè non si vuole ascoltare questo dolore e quindi lo si destina a ritornare, vuoi perchè non si vogliono incrinare certezze.
Fromm diceva:

L'amore immaturo dice: ti amo perché ho bisogno di te L'amore maturo dice: ho bisogno di te perché ti amo

Vedi il profilo dell'utente
3
galadriel
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Per molti è una fase come dici.
Ma hai presente quanta gente resta così da adulta?
La maggior parte delle coppie è fatta da persone che non sanno stare da sole ed essere felici,
e per questo si appoggiano l'una all'altra.

Vedi il profilo dell'utente
4
NinfaEco
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Devil ha scritto: Il problema è quando ci si ferma lì, vuoi perchè non si vuole ascoltare questo dolore e quindi lo si destina a ritornare, vuoi perchè non si vogliono incrinare certezze.

Mi spieghi ?

Vedi il profilo dell'utente
5
IlDucaBianco
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
NinfaEco ha scritto:
Voi vi riconoscete o vi siete riconosciuti in quanto sovraesposto?

No.
Non c'è amore senza indipendendenza affettiva.

Vedi il profilo dell'utente
6
beautiful stranger
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
NinfaEco ha scritto: * L’incapacità a controllare il proprio comportamento , connessa alla
perdita dell’Io ossia della capacità critica relativa a sé, alla
situazione e all’altro, una riduzione di lucidità che crea vergogna e
rimorso e che in taluni momenti viene sostituita da una temporanea
lucidità, cui segue un senso di prostrante sconfitta e una ricaduta,
spesso più profonda che mai, nella dipendenza che fa sentire più
imminenti di prima i propri bisogni legati all’altro.

Sì, mi è successo. E' stata una malattia, una discesa all'inferno.
Avevo davvero perso me stessa, i miei valori, la mia capacità di giudizio. Un'ossessione, con una parte di me vigile e l'altra che non riusciva a smettere, a liberarsi. E' stato un singolo episodio, ma mi ha fatto capire molto di alcuni miei problemi che evidentemente tenevo nascosti.

Vedi il profilo dell'utente
7
freedom

Viandante Residente
Viandante Residente
la dipendenza affettiva è un modo di vivere i rapporti che i confonde con l'amare troppo e i limiti non sono facili da trovare.
Io purtroppo cado in questa dinamica, sto cercando di lavorarci.Ci sono persone con le quale può diventare molto pericoloso questo tipo di legame.

Vedi il profilo dell'utente
8
Shri_Radha
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
freedom ha scritto:la dipendenza affettiva è un modo di vivere i rapporti che i confonde con l'amare troppo e i limiti non sono facili da trovare.
Io purtroppo cado in questa dinamica, sto cercando di lavorarci.Ci sono persone con le quale può diventare molto pericoloso questo tipo di legame.

Cioè?
Intendi dire che si confonde il confine fra noi e l'altro ?
Intendi parlare di una ricerca di fusione?

Dove stanno i maggiori pericoli e perchè si ricerca secondo te?

Vedi il profilo dell'utente
9
victorinox
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Shri_Radha ha scritto:
Dove stanno i maggiori pericoli e perchè si ricerca secondo te?

Per compensare furti subiti

Vedi il profilo dell'utente
10
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum