Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Perchè ai preti "piacciono" i bambini?

Condividere 

Vai alla pagina : 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 2]

1
Zadig
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Motivazioni/supposizioni psicologiche, pliis.

Una mia supposizione è che con i bambini temono meno di essere rifiutati in quanto facilmente plagiabili.
Del resto chi diventa prete molto spesso è perchè ha dei problemi psicologici.


NB: thread volutamente generalizzante... quindi non rompetemi il cazzo dicendomi che non tutti i preti sono pedofili.
(quelli che non lo sono è perchè non sono riusciti ad esserlo?)

Vedi il profilo dell'utente
2
Candido
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
La pretofilia è probabilmente favorita dal divieto di matrimonio e dal fatto che più facilmente i preti hanno occasioni di incontro con bambini. Una volta queste cose, frequenti come adesso, erano messe a tacere, magari dalle stesse famiglie...

Vedi il profilo dell'utente
3
beautiful stranger
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Io ci ho pensato spesso, e credo che nella loro mente bacata i bambini siano attraenti in quanto innocenti. La demonizzazione del desiderio nella sua forma normale, cioè rivolto nei confronti della donna (donna a sua volta demonizzata, in quanto "provocatrice" colpevole delle pulsioni che si cerca di frenare), porta a orientarlo nei confronti degli esseri più puri, che quindi loro non temono. Tutti noi abbiamo bisogno di contatti fisici, di gesti d'affetto, ovviamente anche i sacerdoti. A chi possono rivolgere la loro affettività? Non certo verso l'insegnante di catechismo. Però possono accarezzare un bambino, questo è accettato. E può capitare che questa carezza sia pervertita da quella mostruosità della castità forzata, un torrente in piena che rompe gli argini. E poi, una volta superato il limite, il tabù, c'è la tendenza umana, molto umana, a ripetere il comportamento, che non sarà più colposo come il primo, ma comincia ad essere premeditato, una discesa agli inferi come qualsiasi vizio dell'uomo.

Vedi il profilo dell'utente
4
Icestar
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
@Zadig ha scritto:Motivazioni/supposizioni psicologiche, pliis.

Una mia supposizione è che con i bambini temono meno di essere rifiutati in quanto facilmente plagiabili.
Del resto chi diventa prete molto spesso è perchè ha dei problemi psicologici.


NB: thread volutamente generalizzante... quindi non rompetemi il cazzo dicendomi che non tutti i preti sono pedofili.
(quelli che non lo sono è perchè non sono riusciti ad esserlo?)

1) Statistiche scientifiche o tue altrettanto eminenti supposizioni?
2) Se non vuoi che ti si rompa il cazzo, inizia a non farlo tu.

Vedi il profilo dell'utente
5
euvitt
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico

ai preti gli hanno fatto il servizio al seminario... e gli psicologi dicono che gli abusati poi rivestono i panni degli abusatori

Vedi il profilo dell'utente
6
NinfaEco
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Io ho la spiegazione



"Date una carezza ai vostri bambini e dite....questa è la carezza del Papa"
Mai prendere le cose troppo alla lettera

Vedi il profilo dell'utente
7
Magonzo
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@beautiful stranger ha scritto:Io ci ho pensato spesso, e credo che nella loro mente bacata i bambini siano attraenti in quanto innocenti. La demonizzazione del desiderio nella sua forma normale, cioè rivolto nei confronti della donna (donna a sua volta demonizzata, in quanto "provocatrice" colpevole delle pulsioni che si cerca di frenare), porta a orientarlo nei confronti degli esseri più puri, che quindi loro non temono. Tutti noi abbiamo bisogno di contatti fisici, di gesti d'affetto, ovviamente anche i sacerdoti.

*
meglio non si può dire

Vedi il profilo dell'utente
8
Zadig
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@Icestar ha scritto:
@Zadig ha scritto:Motivazioni/supposizioni psicologiche, pliis.

Una mia supposizione è che con i bambini temono meno di essere rifiutati in quanto facilmente plagiabili.
Del resto chi diventa prete molto spesso è perchè ha dei problemi psicologici.


NB: thread volutamente generalizzante... quindi non rompetemi il cazzo dicendomi che non tutti i preti sono pedofili.
(quelli che non lo sono è perchè non sono riusciti ad esserlo?)

1) Statistiche scientifiche o tue altrettanto eminenti supposizioni?
2) Se non vuoi che ti si rompa il cazzo, inizia a non farlo tu.
1) ovvio che sì.
2) con quel culo che hai questa minchiata te la perdono, vah.

Vedi il profilo dell'utente
9
Zadig
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@Magonzo ha scritto:
@beautiful stranger ha scritto:Io ci ho pensato spesso, e credo che nella loro mente bacata i bambini siano attraenti in quanto innocenti. La demonizzazione del desiderio nella sua forma normale, cioè rivolto nei confronti della donna (donna a sua volta demonizzata, in quanto "provocatrice" colpevole delle pulsioni che si cerca di frenare), porta a orientarlo nei confronti degli esseri più puri, che quindi loro non temono. Tutti noi abbiamo bisogno di contatti fisici, di gesti d'affetto, ovviamente anche i sacerdoti.

*
meglio non si può dire
gusta tanto pure a me quella risposta: brava biutiful.
Anche se non sembra, questa è una discussione seria*











*ovviamente conto sugli interventi di certi utenti affinchè lo diventi.

Vedi il profilo dell'utente
10
euvitt
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
[quote="Zadig"
2) con quel culo che hai questa minchiata te la perdono, vah.[/quote]
perché le tette te fanno schifo???

Vedi il profilo dell'utente
11
Zadig
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
non ricordo le tette di Icestrappona: come sono?
Il culo, invece, lo ricordo bene... BeautyfulSuina

Vedi il profilo dell'utente
12
Zadig
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@Candido ha scritto:La pretofilia è probabilmente favorita dal divieto di matrimonio e dal fatto che più facilmente i preti hanno occasioni di incontro con bambini. Una volta queste cose, frequenti come adesso, erano messe a tacere, magari dalle stesse famiglie...
essì, e magari vogliono far entrare la loro "fede" nei bambini...

Vedi il profilo dell'utente
13
euvitt
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@Zadig ha scritto:non ricordo le tette di Icestrappona: come sono?
Il culo, invece, lo ricordo bene... BeautyfulSuina
uhmm....il culo lo metterei al terzo posto dopo gambe e tette BeautyfulSuina

Vedi il profilo dell'utente
14
Zadig
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@euvitt ha scritto:
@Zadig ha scritto:non ricordo le tette di Icestrappona: come sono?
Il culo, invece, lo ricordo bene... BeautyfulSuina
uhmm....il culo lo metterei al terzo posto dopo gambe e tette BeautyfulSuina
...orcozzio! bava
Hai capito la tardona... quindi è bona tutta!

Peccato per quella capoccia bacata...

Vedi il profilo dell'utente
15
Yale
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
Per cominciare io non credo che ci sia differenza tra un prete pedofilo ed un pedofilo-punto. Beautiful Stranger suppone che la chiave possa essere l'innocenza evocata da un bambino e secondo me la supposta è giusta.
Sul perché, invece, ci sia una maggior concentrazione di pedofili tra i preti, una delle ragioni, a parer mio, è che se a me piacciono i dolci più facilmente mi ritroverò a lavorare in una pasticceria.
Sono stata sufficientemente seria?

Vedi il profilo dell'utente
16
Zadig
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
s', sufficientemente seria.

Ma diventano così poichè preti o diventano preti perchè hanno quella pulsione verso i... pasticcini?

Vedi il profilo dell'utente
17
Yale
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
Io dico che la pulsione per i pasticcini nasce molto prima del loro ingresso in seminario; ma solo quando si ritrovano nella pasticceria possono "finalmente" agirla.

Vedi il profilo dell'utente
18
Candido
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Alla base c'è un chiaro fraintendimento delle parole del Vangelo "Lasciate che i bambini vengano verso di me"...

Vedi il profilo dell'utente
19
Icestar
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Si dovrebbe fare una statistica (forse c'è già ma non la conosco) per verificare tra tutti i pedofili quanti di loro sono preti e quanti no.

Le motivazioni possono essere varie:

1) un caso
2) le restrizioni a cui sono soggetti, fin da piccoli: lasciate vivere la sessualità in modo naturale a tutti, e vedrete che tante violenze non avrebbero più motivo di essere. Non ci vuole un genio per capire che se mi neghi una cosa, me la fai "apparire" più desiderabile...
3) le probabili molestie subite in ambienti in cui sono riuniti i soggetti di cui al punto 2.

Vedi il profilo dell'utente
20
Amarillis80
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Io credo che le restrizioni e privazioni, tutto questo reprimere la sfera sessuale come qualcosa di immondo (un amico mi ha raccontato che alla scuola dei preti, uno di loro di notte faceva la ronda per vedere che i ragazzini non si masturbassero sotto le coperte) sfoci talvolta in questo tipo di deviazioni. E i bambini sono in primis prede più facili di un adulto, più deboli e meno pronti a difendersi.

Vedi il profilo dell'utente
21
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
temo che la questione pedofilia sia un sovrinsieme ed i preti un sottinsieme (è più una questione di concentrazione), la chiesa cattolica ha un problema di sessuofobia e concordo con le opinioni esposte precedentemente, ma il problema pedofilia è molto più ampio, ci sono pedofili in famiglia, pedofili fra insegnanti ed educatori e pedofili fra gli allenatori nei vari sport (calcio soprattutto). Il problema è dovuto al fatto che la pedofilia è come termine originario un termine NON NEGATIVO che indica un sentimento non necessariamente fisico per i bambini, quindi abbiamo adulti (come me) che scelgono di fare gli educatori perchè amano i bambini ma ovviamente non in senso fisico (E NON GLI VIENE NEPPURE IN MENTE PERCHè OPPOSTO AL CONCETTO DI CURAE ACCUDIMENTO) PERò fra gli educatori si nascondono anche coloro che invece hanno una visione distorta del rapporto fra adulti e bambini. Occhio che comunque FIN dalle origini il rapporto fra maestro e discepolo era un rapporto (si parla di antica grecia) che poteva comprendere anche la sfera sessuale ma qui il discorso si faREBBE lungo: insomma tirando delle conclusioni sommarie bisogna distinguere fra rapporto di cura e rapporto di abuso FINCHè NON AVREMO UNA CHIARA DISTINZIONE (cosa che manca anche nei rapporti uomo donna adulti cazzo!) fra cosa significa prendersi cura e cosa abusare non riusciremo a venirne a capo: BASTI DIRE CHE OGNI PRETE SI SPACCIA (e viene spacciato dai mass media) PER EDUCATORE SENZA ESSERLO E SENZA AVERNE LE COMPETENZE....ci sono tanti tipi di abuso oltre a quello sessuale e una persona che si spaccia per educatore senza averne le competenze anche non fosse un pedofilo potrebbe agire ugualmente in modo da danneggiare una personalità in formazione...

Vedi il profilo dell'utente
22
NinfaEco
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Visto che l'autore del topic mi ha chiesto di fare un intervento serio, lo faccio. Pigliatevela con lui.

Perchè ai preti piacciono i bambini?
Perchè si avvicinano al sacerdozio molto spesso persone che hanno un cattivo rapporto con la sessualità, ovvero persone che vivono con colpa l'esercizio della sessualità. Dato che la pulsione sessuale in loro è comunque presente essa devia a causa del rifiuto su oggetti sessuali ritenuti più leciti. In alcuni casi questi restano oggetti completi e l'eterosessualità si converte in una forma di omosessualità di ripiego ( molto diversa dall'omosessualità in generale, che non ha nulla in se di malato). Quando il soggetto vive con colpa l'intera sessualità matura la pulsineo si dirige sessuali "parziali", come possono essere i bambini, overo oggetti che non presentano quei tratti d'adultità soggetti a condanna. Nel rapporto sessuale con un minore il pedofilo ritorna minore, cioè rientra in quella condizione in cui stava tanto bene perchè la deforme sessualità non aveva corrotto la sua persona. Non è un caso che il sacederdozio implichi la sottomissione ad un padre elevato e superiore che amministra il bene e il male per il fedele. Non accade lo stesso ai bambini con il proprio padre? Il sacerdote vorrebbe essere un bambino. Come un bambino ama anche l'autorità paterna ma vuole esercitarla, come in un gioco che avviene sotto gli occhi del padre. E così si arriva alla parte attiva, cioè a quella non regressiva. Attraverso il rapporto con il minore il sacerdote insegna sostenuto nel suo delirio da tutto un repertorio di immagini derivate dalla tradizione. E nel fare tutto questo il sacerdote, in quanto pedofilo e in quando uomo afflitto dal peso della colpa, rievoca il suo conflitto irrisolto.
Staccandoci dai tratti specifici figura del prete e considerandolo esclusivamente come un'esponente delle professioni d'aiuto, posso dire che i pedofili sono attratti da esse. In questo senso quindi più che chiedersi perchè ai preti piacciono i bambini, dovremmo chiederci perchè è facile che chi "ama" i bambini scelga una professione d'aiuto, come il prete ad esempio. La risposta è semplice. Tale professione rende reperibile l'oggetto del desiderio e lo rende reperibile in un modo che il pedofilo gradisce, ovvero presentandogli l'atto sessuale epurato da quelle caratteristiche che non ha accettato e che rifiuta in se stesso.

Amen.
Mi è stato chiesto e ho dato cercando di essere comprensibile più che potevo.

Vedi il profilo dell'utente
23
Cenere79
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
@beautiful stranger ha scritto:La demonizzazione del desiderio nella sua forma normale,.

Ma davvero "oggi" in seminario il desiderio sessuale viene demonizzato?
Chiedo. Cioè non ho proprio idea dei termini nei quali viene affrontato
l'argomento sesso in seminario.

Vedi il profilo dell'utente
24
Stregatta
avatar
Viandante Forestiero
Viandante Forestiero
perchè sono sessualmente repressi, l'astensione forzata dai rapporti sessuali li porta a sviluppare questa perversione verso i bambini...
Non ho mai capito a cosa serva la castità dei preti, se uno desidera assecondare la sua natura umana di essere sessuale non può essere lo stesso un buon prete? Per me quello religioso è un mondo incomprensibile... echeneso

Vedi il profilo dell'utente
25
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
la castità è una deriva, all'origine stà il divieto al matrimonio e questo è stato vietato perchè i beni del prete non vengano ereditati dai figli ma restino nel "seno" di "madre chiesa"...furbi no?

Vedi il profilo dell'utente
26
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 2]

Vai alla pagina : 1, 2  Seguente

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum