Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Un avvocato, un medico, una dilpomata del classico, un giornalista....

Condividi 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
Blasel
avatar
Banned
Banned

Un avvocato, un medico, una dilpomata del classico, un giornalista....


Questi sono i titoli accademici degli ultimi, in ordine decrescente, ministri della salute.

Fino alle prossime elezioni, rimane al dicastero l'avv. Renato Balduzzi che di sanità ne comprende quanto di ingegnieria, architettura e magari fisica, cioè : nulla (o quasi)

Ha sostituito Ferruccio Fazio, nominato in corsa, nel IV governo Berlusconi, perchè non previsto inizialmente, tale dicastero, in quanto considerato un surplus secondo il premier. Almeno Fazio, con tutti i casini combinati, vedi vaccini antinfluenzali Novartis, ad esempio, era laureato in medicina.

In precedenza il dicastero della salute era stato affidato a Livia Turco, titolo accademico : diploma del liceo classico.
Insomma : l'incompiuta di Schubert, che forse, quella sinfonia, incompiuta non è, mentre invece....

E, meglio ancora, prima di lei c'era Francesco Storace i cui studi accademici, a quanto risulta, si sono limitati alla scuola dell'obbligo ed a quella del fascismo, nelle opportune sedi e come giornalista del Secolo d'Italia.

Ad ognuno il suo mestiere, ma non in politica e quindi i risultati, di tali scelte, fioccano e fioccano.

La novità fioccata oggi è che per poter accedere ad indagini strumentali, il medico di famiglia dovrà giustificarle con un'ipottica diagnosi preliminare, ciò servirebbe, secondo le intenzioni, a ridurre i costi per il ministero, per tali indagini. Forse otterranno tale risultato solo perchè scoraggeranno medici e pazienti, nel frattempo aumenterà, anche se di una piccola e modesta percentuale, la mortalità e con essa, diminuirà la spesa pubblica.

Tanto vale, a come è ridotta, meglio abolire il S.S.N. e dire ai cittadini : se potete permettervi l'assistenza medica privata bene, altrimenti ciccia.

D'altra parte i 'politici' grazie all'italico servilismo, se e quando accedono al S.S.N. godono di trattamenti molto diversi da quelli riservati ai comuni cittadini.

Visualizza il profilo dell'utente
2
rebel

Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Il ministro della sanità non è esattamente uno che debba saper operare a cuore aperto...
Il ministro della sanità è un funzionario che deve regolare l'apparato burocratico amministrativo della sanità nazionale, il fatto che non sia lui stesso un medico di per sè non è un danno. Anzi in molti casi se si vuol riformare qualcosa il riformatore non dovrebbe essere lui stesso parte della "casta" che deve riformare.
Quanto ai medici di famiglia, non vedo perchè uno scribacchino stamparicette dovrebbe essere preferibile a un medico che prima di farti fare un esame ti visita con cura e quindi motiva la richiesta dell'esame stesso.

Visualizza il profilo dell'utente
3
sentenza
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
sono d'accordo anch'io.
il ministro deve sapere organizzare la struttura della sanità pubblica, non operare direttamente: non è affatto importante avere un veronesi alla sanità (e pure c'è stato), come non è importante, anzi è sconsigliato, avere un questurino agli interni o un generale, o ammiraglio, alla difesa.
la prof fornero al lavoro e previdenza ha fatto più danni delle cavallette, esattamente come il prof berlinguer all'istruzione, pur con tutte le migliori intenzioni, almeno quest'ultimo.
da cui si vede che per far danni non è necessario essere incompetenti come la gelmini.

Visualizza il profilo dell'utente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum