Libero forum di discussione, attualità e dibattiti, cultura, sentimenti, arte, psicologia, giochi, hobbies e tanto spazio per i tuoi pensieri

Le Iniziative in corso nella Valle dell'Eco forum



Nella Valle dell'Eco nasce Fake Collettivo, figlio di un audace esperimento di procreazione virtuale.
Per informazioni cliccate Qui


È in corso il I° Gioco di Ruolo della Valle Dell'Eco
Ambientazione: Il Medioevo -
Iniziativa proposta da Diego - Narratore: Zievatron
Per partecipare clicca Qui



Babel's Land opened.
Click here to visit it.
To register, please use the button "Registrati".

"Nome utente" means user name and "parola chiave" means password.


L'idea di Lucio Musto diventa ebook !
Se vuoi contribuire ad illustrarlo posta Qui la tua creazione grafica.

Femminicidio: alla ricerca delle cause

Condividere

galadriel
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato

Femminicidio: alla ricerca delle cause

Messaggio Da galadriel il 23.12.12 15:28

Il numero di donne uccise è in crescita. In genere ad ucciderle sono i loro compagni. Tutto questo ha portato molti a coniare il termine femminicidio.
Si tratta di un termine appropriato?
É effettivamente in atto un femminicidio?
È un fenomeno moderno?
Quali sono le cause?

xmanx
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem

Re: Femminicidio: alla ricerca delle cause

Messaggio Da xmanx il 23.12.12 16:59

Ci sono stati circa 100 casi di cosiddetto "femminicidio" in italia nel 2012...

Su una popolazione di 60 milioni di abitanti....parlare di femminicidio, mi sembra un'altra delle solite esagerazioni femminili nel dipingersi sempre vittime e deboli.
Insomma....le solite cazzate.

BigBossStigazzi
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem

Re: Femminicidio: alla ricerca delle cause

Messaggio Da BigBossStigazzi il 25.12.12 15:14

che gli uomini che vengono uccisi siano uccisi da estranei e che le donne siano uccise da partners o ex partners...beh direi che anche fossero due su duecento milioni farebbe pensare ugualmente, o meglio fa pensarte chi riesce a pensare, chi non ha neuroni bastanti per smuoversi dal proprio gretto maschilismo ovviamente non nota nulla.

Re: Femminicidio: alla ricerca delle cause

Messaggio Da blasel il 25.12.12 20:20

Innanzi tutto desidero ricordare che l'argomento in tema era già stato iniziato da Blasel con il thread :

http://www.lavalledelleco.net/t7194-o-mia-o-di-nessuno

inoltre desidero sottoporre alla vostra attenzione la seguente notizia apparsa oggi sul Televideo RAI, senza alcun ulteriore commento negativo da parte mia (convinto che anche tra i preti abbondando cretini nazifascisti) :


Pagina 144 - sottopagina 01

Rai VOLANTINO DA PARROCO DUBBI SU FEMMINICIDIO


Polemica tra parrocchiani a Lerici (Ge-
nova) per il manifesto affisso dal par-
roco fuori dalla chiesa e che, in so-
stanza, attribuisce alle donne parte di
responsabilità nei casi di femminicidio

Il volantino riporta l'estratto della
lettera apostolica "Mulieres dignita-
tem" e il commento dell'editorialista
del sito Pontifex.it dal titolo: "Le
donne e il femminicidio, facciano sana
autocritica. Quante volte provocano?".

Il sacerdote protagonista della vicenda
non è nuovo ad affissioni provocatorie:
aveva già appeso alla porta della chie-
sa fogli satirici contro l'Islam e con-
tro gli immigrati.


xmanx
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem

Re: Femminicidio: alla ricerca delle cause

Messaggio Da xmanx il 25.12.12 21:33

Mio caro Blasel...un professore dovrebbe, per correttezza, mostrare la realtà per quello che è. E non piegarla alle proprie perversioni.

Nel denunciare un generale aumento dei maltrattamenti in famiglia il Pubblico Ministero Carmen Pugliese squarcia il velo dell'ipocrisia da parte delle istituzioni riguardo alla diffusione delle accuse strumentali nelle separazioni. In un'intervista pubblicata su L'eco di Bergamo del 31 gennaio il PM Pugliese taglia corto e va diretta al punto:
”I maltrattamenti in famiglia stanno diventando un'arma di ritorsione per i contenziosi civili durante le separazioni” e ancora “ solo in due casi su 10 si tratta di maltrattamenti veri”. Il resto (l'80%. NdR) sono querele enfatizzate e usate come ricatto nei confronti dei mariti durante la separazione, come precisa il giornalista Stefano Serpellini nell'articolo.

Un'altra feroce critica viene mossa dal PM alle associazioni e centri protetti che operano a difesa delle donne: ”Non fanno l'operazione di filtro che dovrebbero fare: incitano le assistite a denunciare, ma poi si disinteressano del percorso giudiziario”.
Se è vero che una discreta parte delle denuncie si dimostra ancora purtroppo vera, è vero anche che un sistema che si lascia tenere in scacco da accuse "montate ad arte" e strumentali non può fare il bene dei nostri figli. Affrontare questa scomoda realtà deve essere una delle priorità del sistema giustizia e del nostro Parlamento.

E allora non abbiamo paura di dire la verità: un bel calcio nel culo a queste puttanelle che si mostrano vittime per avere vantaggi nella separazione....ci sta tutto SGHIGNAZZARE

PaperMoon
Viandante Mitico
Viandante Mitico

Re: Femminicidio: alla ricerca delle cause

Messaggio Da PaperMoon il 25.12.12 22:20

@x non mi piace la generalizzazione riguardo le puttanelle

Comunque spesso accuse di maltrattamenti in ambito famigliare non sono così facilmente dimostrabili a posteriori se non c'è stata una denuncia tempestiva subito dopo i fatti. A maggior ragione se si tratta di maltrattamenti psicologici.

Non metto in dubbio la possibilità che possano esserci anche strumentalizzazioni e forme di ricatto, ma qui parliamo di donne che sono state vittime di violenza al punto tale da essere state uccise dai propri compagni

Ora per quanto provocatoria possa essere la condotta di una donna non concepisco in alcun caso che possa diventare giustificazione alla sua soppressione o motivo di responsabilità per essersela cercata. Si tornerebbe alla mentalità da "delitto d'onore"

Coraline
Viandante Storico
Viandante Storico

Re: Femminicidio: alla ricerca delle cause

Messaggio Da Coraline il 26.12.12 10:16

PaperMoon ha scritto:psicologici.

Non metto in dubbio la possibilità che possano esserci anche strumentalizzazioni e forme di ricatto, ma qui parliamo di donne che sono state vittime di violenza al punto tale da essere state uccise dai propri compagni

Difatti Paper: di che cavolo stamo a parlà? Ancora che sono solo 100 le donne, una ogni 3/4giorni, ad essere uccise dai loro ex? Che sono state loro a provocare i poveri uomini destabilizzati dalla loro autonomia? Che magari indossavano minigonne e dunque se la sono cercata? Mi viene da vomitare vomito

xmanx
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem

Re: Femminicidio: alla ricerca delle cause

Messaggio Da xmanx il 26.12.12 12:20

Nessuno ha mai detto che "sono state loro a provocare i poveri uomini destabilizzati della loro autonomia".
Ho solo detto che per 120 casi di omicidi in un anno, su una popolazione di 60 milioni di abitanti....parlare di "femminicidio" è una stronzata.

Dopodichè ci sarebbe da chiedersi: ma come mai Parolisi ha ucciso la moglie se aveva una relazione con un'altra dolce fanciulla? Non poteva semplicemente unirsi alla sua nuova fiamma? Che motivo aveva di uccidere la moglie?
Non è per caso che Melania lo ha ricattato - come spesso e volentieri fanno le donne incatitvite - dicendogli che lo avrebbe rovinato economicamente e gli avrebbe portato via la figlia? eh? (cose assolutamente possibili con la legge attuale su separazione e divorzi?).

E allora smettetela di fare le santarelline.....che ormai ci credono solo i rammoliti.

PaperMoon
Viandante Mitico
Viandante Mitico

Re: Femminicidio: alla ricerca delle cause

Messaggio Da PaperMoon il 26.12.12 13:33

@x non si tratta di fare o essere delle santerelline
o delle puttanelle.

Non entro in merito al termine "femminicidio".

In quanto a Parolisi, avesse avuto tutti i motivi possibili e immaginabili per avercela con la moglie, per sentirsi sotto ricatto, per incazzarsi, per non sapere che pesci pigliare con una moglie incattivita
questi, semplicemente
non giustificano in alcun modo l'omicidio
nè, a parer mio, la necessità di una legge diversa su separazioni e divorzi per tutelare la vita alle donne

BigBossStigazzi
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem

Re: Femminicidio: alla ricerca delle cause

Messaggio Da BigBossStigazzi il 26.12.12 14:09

papera per x è tutto connesso, ha detto altrove che "chi limita la mia libertà ed il mio stile di vita non avrei esitazione a sparargli in fronte", evidentemente l'ex moglie rientra nel novero, sostiene che il problema femminicidio non esiste poi giustifica parolisi, dice che le donne sono puttanelle che provocano e quelle che non sono daccordo con lui fanno le santerelline, desidera le cubane, ma disprezza cuba ed è dalla parte delle donne in bianco cubane, non ha una visione coerente dei diritti e dei doveri ma distorce a seconda della convenienza personale, l'uno e l'altro. Basta leggere quello che scrive.

PaperMoon
Viandante Mitico
Viandante Mitico

Re: Femminicidio: alla ricerca delle cause

Messaggio Da PaperMoon il 26.12.12 14:14

"chi limita la mia libertà ed il mio stile di vita non avrei esitazione a sparargli in fronte"
questa me la cerco
detta così suona sinistra rotolarsi dal ridere assai big

xmanx
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem

Re: Femminicidio: alla ricerca delle cause

Messaggio Da xmanx il 26.12.12 15:29

Cara paper, il 3d parla di "ricerca delle cause".....e NON di trovare motivi per giustificare un assassinio.

Ora, la vulgata semplicistica e volgarotta vuole accreditare la tesi che l'uomo uccide perchè considera la donna una sua proprietà.
Ci sarà sicuramente qualche imbecille malato che uccide per questi motivi...ma come sempre avviene la realtà è molto più variegata.

E' molto probabile che ci siano uomini che arrivano al gesto estremo perchè esasperati da una compagna che lo umilia e lo colpisce con cattiveria e crudeltà nella sua dignità.
Voler chiudere gli occhi e far passare sempre le donne come vittime è falso, come ho ampiamente dimostrato riportando l'intervista al PM Carmen Puglise.....

....che è donna ma analizza le cose per quello che sono, evitando di nascondere l'ipocrisia dell'80% di donne che denunciano maltrattamenti che sono solo inventati ad arte per ricattare il proprio ex-compagno.

xmanx
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem

Re: Femminicidio: alla ricerca delle cause

Messaggio Da xmanx il 26.12.12 15:35

@big....sono puttanelle e provocano quel 80% di donne che denunciano maltrattamenti che non esistono e che in realtà sono inventati solo per ricattare e ctogliere diritti e dignità al loro ex-compagno.

Tu come le definiresti, big? fischio
Come sono definite nella tua visione messianica queste donne? eh?

Coraline
Viandante Storico
Viandante Storico

Re: Femminicidio: alla ricerca delle cause

Messaggio Da Coraline il 26.12.12 16:46

xmanx ha scritto:

Dopodichè ci sarebbe da chiedersi: ma come mai Parolisi ha ucciso la moglie se aveva una relazione con un'altra dolce fanciulla? Non poteva semplicemente unirsi alla sua nuova fiamma? Che motivo aveva di uccidere la moglie?
Non è per caso che Melania lo ha ricattato - come spesso e volentieri fanno le donne incatitvite - dicendogli che lo avrebbe rovinato economicamente e gli avrebbe portato via la figlia? eh? (cose assolutamente possibili con la legge attuale su separazione e divorzi?).

E allora smettetela di fare le santarelline.....che ormai ci credono solo i rammoliti.

Anche se, per caso eh, Melania avesse ricattato il marito, o lo avesse esaperato, esasperata lei stessa dai suoi tradimenti, anche se l'avesse minacciato riguardo la bambina, cosa diavolo significherebbe? Che lui sarebbe, anche solo in parte, giustificato per un eventuale omicidio? Ma stai scherzando o cosa?

xmanx ha scritto:

E' molto probabile che ci siano uomini che arrivano al gesto estremo perchè esasperati da una compagna che lo umilia e lo colpisce con cattiveria e crudeltà nella sua dignità.


Di uomini che maltrattano le donne umiliandole e ferendole continuamente, non solo nella loro dignità, ce n'è a bizzeffe, e non mi pare che ci siano decine e decine di "uominicidi" all'anno, forse neanche uno. Non si tratta di fare le vittime o le santarelline, ma di constatare dati di fatto: quando siamo maltrattate di solito cerchiamo aria altrove, ma a volte non ci viene permesso. Per me è completamente fuori luogo, in questi casi, ricercare le cause nei comportamenti di quelle che sono a tutti gli effetti delle vittime.


sorcetta
Viandante Residente
Viandante Residente

Re: Femminicidio: alla ricerca delle cause

Messaggio Da sorcetta il 26.12.12 17:08

xmanx ha scritto:@big....sono puttanelle e provocano quel 80% di donne che denunciano maltrattamenti che non esistono e che in realtà sono inventati solo per ricattare e ctogliere diritti e dignità al loro ex-compagno.

Tu come le definiresti, big? fischio
Come sono definite nella tua visione messianica queste donne? eh?

scusa se mi permetto... ma hai mai sentito parlare di denuncie cadute in un nulla di fatto perchè nn vi erano prove a sostegno?? la denuncia di una donna (che tu chiami puttanella e gia dice tanto di ke tipo sei) se nn è accompagnate da prove tangibili di maltrattamento, è destinata ad ammuffire in qualche scaffale della caserma senza mai arrivare davanti al giudice...figuriamoci quanto possa esser veritiera la storiella di "maltrattamenti ke nn esistono e inventati per ricattare qualcuno"

xmanx
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem

Re: Femminicidio: alla ricerca delle cause

Messaggio Da xmanx il 26.12.12 17:23

@Coraline
Cara Coraline, il 3d parla di "ricerca delle cause".....e NON di trovare motivi per giustificare un assassinio. Nesuno vuole giustificare nessuno. Semplicemente...da persona seria quale sono....cerco di ragionare su quali sono le cause.

Ora, la vulgata semplicistica e volgarotta vuole accreditare la tesi che l'uomo uccide SEMPRE perchè considera la donna una sua proprietà.
Ci sarà sicuramente qualche imbecille malato che uccide per questi motivi...ma come sempre avviene la realtà è molto più variegata.

xmanx
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem

Re: Femminicidio: alla ricerca delle cause

Messaggio Da xmanx il 26.12.12 17:27

Cara Sorcetta:
Nel denunciare un generale aumento dei maltrattamenti in famiglia il Pubblico Ministero Carmen Pugliese squarcia il velo dell'ipocrisia da parte delle istituzioni riguardo alla diffusione delle accuse strumentali nelle separazioni. In un'intervista pubblicata su L'eco di Bergamo del 31 gennaio il PM Pugliese taglia corto e va diretta al punto:
”I maltrattamenti in famiglia stanno diventando un'arma di ritorsione per i contenziosi civili durante le separazioni” e ancora “ solo in due casi su 10 si tratta di maltrattamenti veri”. Il resto (l'80%. NdR) sono querele enfatizzate e usate come ricatto nei confronti dei mariti durante la separazione, come precisa il giornalista Stefano Serpellini nell'articolo.

----------------------------------------------------------------

Come vedi ti ho smentito. Ti pregherei vivamente di formare le tue convinzioni in modo un po' più serio....quanto meno dopo un minimo di ricerche. Ma solo un minimo eh....mica ti sto dicendo che ti deve venire l'ernia.

Coraline
Viandante Storico
Viandante Storico

Re: Femminicidio: alla ricerca delle cause

Messaggio Da Coraline il 26.12.12 17:51

xmanx ha scritto:@Coraline
Cara Coraline, il 3d parla di "ricerca delle cause".....e NON di trovare motivi per giustificare un assassinio. Nesuno vuole giustificare nessuno.


Mi spiegheresti, se ne hai voglia, quale sarebbe la differenza fra le due cose?

xmanx
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem

Re: Femminicidio: alla ricerca delle cause

Messaggio Da xmanx il 26.12.12 18:00

Trovare le cause serve a svelare quali sono i motivi che portano a un gesto. E serve a capire la realtà delle cose.

Ben altra cosa è dire, una volta trovate le cause, che quelle cause "giustificano" l'assassinio.

---------------------------------------------------------------

Nessuno qui sta dicendo - tantomeno io - che ci sono delle cause che giustificano l'omicidio. Questo lo pensa big....ma big si sa, nella sua mania di fare il "messia" va a finire che la fa sempre fuori dal water.
Diciamo che....siamo fermi alla individuazione delle cause per cercare di capire come stanno realmente le cose e capire la realtà, senza leggerla con gli occhiali dell'ideologia.

Rupa Lauste
Viandante Storico
Viandante Storico

Re: Femminicidio: alla ricerca delle cause

Messaggio Da Rupa Lauste il 26.12.12 18:29

Ci sarebbe poi da considerare tutti quei casi di violenza sulle donne di cui, questo PM manco é a conoscenza perché sicuramente restano sommersi nel silenzio e nell'accettazione familiare.
Altro che 20%


BigBossStigazzi
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem

Re: Femminicidio: alla ricerca delle cause

Messaggio Da BigBossStigazzi il 26.12.12 20:17

sei una vergogna per il genere maschile x, il fatto che esistano uomini come te mi fa vergognare di essere uomo anch'io, ma per fortuna non ho nulla a che spartire con persone come te che di fatto cercando cause a sostegno del proprio maschilismo GIUSTIFICANO sia la violenza che l'omicidio delle donne (e ribadisco per gli altri, specie i mod, che se x venisse bannato mi mancherebbe una grossa fonte di "divertimento" di cui pensandoci molto bene potrei al limite fare a meno, ma penso che, come quel prete che è stato denunciato molte delle cose che dice x siano al limite dell'apologia di reato ED IO MI DISSOCIO ASSOLUTAMENTE e perfino IN OGNI VIRGOLA DA ESSE

xmanx
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem

Re: Femminicidio: alla ricerca delle cause

Messaggio Da xmanx il 26.12.12 21:28

Ti dissoci anche da quanto dice il PM Carmen Pugliese?
Bene. Abbiamo appurato che ti dissoci dalla realtà.
Ma questo già lo sapevamo...infatti vivi completamente racchiuso nel tuo delirio messianico nel quale i maschietti sono tutti cattivoni, i carabinieri sono tutti cattivoni, quelli che non odiano berlusconi sono tutti cattivoni, quelli che non odiano la chiesa sono tutti bigotti....e quelli che non amano il comunismo sono tutti fascisti. SGHIGNAZZARE

E dimmi, caro big....tutte queste "verità" te le ha rivelate dio....o sono una tua geniale intuizione? SGHIGNAZZARE

BigBossStigazzi
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem

Re: Femminicidio: alla ricerca delle cause

Messaggio Da BigBossStigazzi il 26.12.12 22:04

tu vivi di buoni e cattivi di bianchi e neri (anzi di neri e rossi Sorriso Scemo ) non io, di tutte le categorie che hai nominato non faccio nessun branco o fascio, ci sono i maschi che cercano di non fare violenza a nessuna/o, ci sono i preti che credono davvero a quel che dicono e lo fanno, ci sono anche i carabinieri onesti che non abusano del proprio potere, ci sono quelli che non odiano e magari hanno pure votato berlusconi che non sono disonesti e neppure coglioni (cosa che lui non concedeva -il non essere coglioni- a chi non lo votava) ci sono quelli che non hanno come ideale il comunismo che sono splendide persone che magari fanno un sacco di cose giuste nelle loro vite...io ho conosciuto tanta gente x, preti, suore, carabinieri, giudici, pm, lavandaie, meccanici e professori universitari...in nessuna categoria lavorativa o colore politico sono mai riuscito a fare di ogni erba un fascio, erano tutte persone una diversa dall'altra, contrariamente a te che giudichi anche senza capire cosa dice l'interlocutore di turno, sono i berlusconiani disonesti, i preti disonesti, i carabinieri disonesti, i fascisti disonesti e coloro che si dicono comunisti disonesti che io critico, non odio perchè le mie categorie di pensiero non viaggiano su idiozie da fan tipo odio o amore, anche i forumisti disonesti e tu CHE OGNI POST CAMBI IDEA, CHE DICI DI VOLTA IN VOLTA QUEL CHE GIUSTIFICA IL TUO PENSIERO DI TURNO SENZA SOLUZIONE DI CONTINUITà MI HAI DATO PROVA (a meno che non siate in cinque ad usare il nick xmanx) di essere o un pirla dissociato o un disonesto.

...esempio scrivere in una settimana:
- che avresti votato PD
- che piuttosto che votare pd ti davi fuoco
- che berlusconi è un genio
- che spari in fronte a chi limita la tua libertà ed il tuo stile di vita
- che hanno fatto bene ad impiccare calvi
- che bisognava accettare la mafia e la p2 per salvarsi dai comunisti cattivi
- che ora i comunisti cattivi non ci sono più

...o sei un agit-prop mandato dal minculpop o sei un paziente curato a litio Sorriso Scemo

sentenza
Viandante Residente
Viandante Residente

Re: Femminicidio: alla ricerca delle cause

Messaggio Da sentenza il 26.12.12 22:28

detto che lerici è in provincia della spezia e non di genova.
detto che in fondo in fondo xmax ha ragione a non sopportare il termine femminicidio.

detto questo, è vero che esiste una grossa fetta di persone di genere maschile che considerano le donne come oggetti di proprietà e che reagiscono con violenza quando questi "oggetti" provano ad affermare la propria identità e la propria libertà.
assolutamente inaccettabile: la libertà è di tutti o non è.

detto questo, provo fastidio fisico quando sento affermare che la ragazza in minigonna "si è cercata" la violenza. potrei dire che, nel caso, il violentatore si è cercato una fucilata tra i gioielli di famiglia, ma è civiltà questa?

Re: Femminicidio: alla ricerca delle cause

Messaggio Da blasel il 26.12.12 23:35

@ Big che parla di Uomini e non di maschi, ricordo quanto diceva il mio bisnonno palermitano :"Non sono tutti uomini quelli che pisciano 'o muro"

@ Sentenza il tuo esempio "Se l'è cercata", mi rammenta la prima trasmissione RAI di "Un giorno in pretura" di moltissimi anni fa, nella quale era ripreso un processo tenutosi a Latina vs. 3 giovani 'bene' accusati di stupro ai danni di una ragazza (non ricordo se maggiorenne), e ricordo bene le tesi difensive di due avvocati degli imputati :

il primo asseriva che nelle ore serali d'inverno, una ragazza di buona famiglia non deve stare per strada, ma accanto al caminetto (il reato fu commesso verso le ore 18,30 di una sera d'inverno e la ragazza era stata 'caricata' in macchina, contro la sua volontà, nelle vie del centro.

Un altro difensore degli imputati disse che la ragazza era consenziente, in quanto prima dello stupro indossava pantaloni jeans che sarebbe stato impossibile sfilarle senza la sua collaborazione attiva.

Non c'è, quindi, nulla da stupirsi se alcune persone (???) hanno elogiato e condiviso il pensiero del parroco di Lerici (Shelley, dove sei?)

    La data/ora di oggi è 25.10.14 23:04