Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Sfregiare opere d'arte: riflessioni a partire dal distatro del Tate

Condividi 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
Faust
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato

Uno sconosciuto ha sfregiato un'opera dell'espressionista astratto americano di origine russa Mark Rothko il cui valore è stimato in decine di milioni di sterline. Il dipinto fa parte di un gruppo di nove murales realizzati nel 1958 per il grattacielo Seagram di New York su incarico dell'architetto Philip Johnson e conservati alla Tate Modern.

Lo sfregio è stato fatto con un pennarello nero che ha lasciato una scritta sull'angolo destro inferiore dell'opera. Il testimone oculare Tim Wright ha scritto su Twitter: "Quest'uomo con calma si è avvicinato al murales, ha preso un pennarello e lo ha imbrattato".

http://www.cadoinpiedi.it/2012/10/08/disastro_al_tate_modern_sfregiata_lopera_di_rothko_-_foto.html





È una cosa che succede. Ma perchè secondo voi a certe persone viene questo schizzo?
Siete a favore di punizioni severe?

Visualizza il profilo dell'utente
2
galadriel
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Non ho mai capito perchè lo facciano.
Immagino sia un bisogno di apparire, ma non ne ho idea.

Visualizza il profilo dell'utente
3
victorinox
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
La psicologia ha cercato più volte di comprendere i meccanismi psicologici o le patologie mentali che spingono alcuni individui a scatenare la loro aggressività nei riguardi delle opere d'arte.
Per alcuni sarebbe una conseguenza della sindrome di Stendhal: il disagio causato dall’ intensità dei sentimenti che suscita la vista di un'opera genera un blocco psico fisico e poi uno stato allucinatorio in cui si crede di comprendere tutto e che si manifesta inizialmente con comportamenti molto vari che possono giungere anche ad un'isteria, la quale può spingere il soggetto alla distruzione del prodotto artistico

Visualizza il profilo dell'utente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Torna in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum