Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

L'Analisi come Percorso Circolare

Condividere 

Vai alla pagina : Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 2 di 2]

26
Admin@
avatar
Admin Founder
Admin Founder
Aleister ha scritto:
Inoltre credo che il doctor Faust dovrebbe, per rispetto e scrupolo morale nei confronti di chi tra gli utenti dovesse patire di disagi reali , evitare di spacciarsi per operatore nel settore, vantando lauree, master, e proponendo terapie in privato, elementi che pare già gli valsero la bannazione da alcuni forum e ripetuti richiami. Esistono modi più innocui, per sè e per gli altri, di rabberciare la propria claudicante autostima.


Aleister, moderiamo i toni. In questo forum gli utenti sono tenuti a confrontarsi all'insegna del rispetto reciproco. Tutto ciò che esula dal confronto delle opinioni e tocca gli altri utenti a livello personale contravviene a questa norma di buon senso. Evita di affermare cose di cui non hai le prove, relative tra l'altro a presunte vicende esterne a questo forum.
Ti assegno un cartellino giallo per questo intervento e colgo l'occasione per rassicurare gli utenti in merito all'eventualità che si verificono proposte di terapia in pubblico o privato: se dovessero verificarsi, interverremo prontamente sanzionando l'utente.

Ora riprendete pure a discutere dell'argomento.


_________________
Quanto più già si sa,
tanto più bisogna ancora imparare.
Con il sapere cresce nello stesso grado il non sapere,
o meglio il sapere del non sapere
Vedi il profilo dell'utente
27
musicante di brema
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
NinfaEco ha scritto:
Si la ritengo la stessa cosa. Cambia la "simbologia" ma non la natura simbolica dell'atto. L'analisi è una confessione e in fondo, anche se inconsapevolmente, è una ricerca di assoluzione.
L'analisi però non promette salvezza e lascia al paziente l'onere della propria discolpa.

E' una confessione in cui chi ti sta davanti è investito di un'aura simbolicamente salvifica: l'analista perchè circonfuso dell'aureola della competenza certificata, il sacerdote per lo stesso motivo, ma di derivazione spirituale.

Ambedue sono ritenuti detenere le chiavi del buio mondo della coscienza profonda e capaci di compiere un atto catartico che liberi dal "male" interiore regalando un nuovo equilibrio.

A conti fatti....se si trova un sacerdote intelligente si ottiene lo stesso, e forse di più, spendendo infinitamente meno.... Sorriso Scemo

Succede anche con un astrologo di quelli bravi davvero.

Vedi il profilo dell'utente
28
NinfaEco
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
musicante di brema ha scritto:
NinfaEco ha scritto:
Si la ritengo la stessa cosa. Cambia la "simbologia" ma non la natura simbolica dell'atto. L'analisi è una confessione e in fondo, anche se inconsapevolmente, è una ricerca di assoluzione.
L'analisi però non promette salvezza e lascia al paziente l'onere della propria discolpa.

E' una confessione in cui chi ti sta davanti è investito di un'aura simbolicamente salvifica: l'analista perchè circonfuso dell'aureola della competenza certificata, il sacerdote per lo stesso motivo, ma di derivazione spirituale.

Ambedue sono ritenuti detenere le chiavi del buio mondo della coscienza profonda e capaci di compiere un atto catartico che liberi dal "male" interiore regalando un nuovo equilibrio.

A conti fatti....se si trova un sacerdote intelligente si ottiene lo stesso, e forse di più, spendendo infinitamente meno.... Sorriso Scemo

Succede anche con un astrologo di quelli bravi davvero.

Paradossalmente sì.

Però non so che peso dare a questo aspetto...
conosci Jodorowski ?
Se estremizziamo questo discorso, arriviamo alla concezione di atto psico magico secondo cui ogni atto purchè simbolico è curativo.

Ci devono essere delle differenze.
Quali potrebero essere per te?

Vedi il profilo dell'utente
29
musicante di brema
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
NinfaEco ha scritto: Paradossalmente sì. Però non so che peso dare a questo aspetto... conosci Jodorowski ? Se estremizziamo questo discorso, arriviamo alla concezione di atto psico magico secondo cui ogni atto purchè simbolico è curativo. Ci devono essere delle differenze. Quali potrebero essere per te?

Conosco Jodorowski, ma non attribuisco potenzialità salvifica ad un atto psicomagico carico di valenza simbolica, a meno che l'operatore non sia un vero illuminato e dunque in possesso di carismi, ma so che l'essere umano necessita anche di una dimensione magica, quella che è stata espunta dalla sua vita a partire dall'illuminismo. Una dimensione magica che può anche essere vicariata da quella spirituale, per questo parlavo di confessione ad un sacerdote.

Ho parlato di astrologia (quella seria però) invece perchè l'astrologo dispone di una formidabile arma conoscitiva scritta nel cielo di nascita e studiandolo può tirarci fuori delle vere meraviglie sul carattere, personalità, capacità, storture, disagi, potenzialità, effettivo destino. E dare consigli e indicazioni che non sono di certo inferiori a quelli dell'analista, anzi...

Vedi il profilo dell'utente
30
NinfaEco
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
musicante di brema ha scritto:
Conosco Jodorowski, ma non attribuisco potenzialità salvifica ad un atto psicomagico carico di valenza simbolica, a meno che l'operatore non sia un vero illuminato e dunque in possesso di carismi, ma so che l'essere umano necessita anche di una dimensione magica, quella che è stata espunta dalla sua vita a partire dall'illuminismo. Una dimensione magica che può anche essere vicariata da quella spirituale, per questo parlavo di confessione ad un sacerdote.

Nemmeno io ci credo. Jodorowski ha preso una pratica radicata in ceerte culture, l'ha sradicata e trasposta qui. Può sortire effetti soltanto su persone fortemente suggestionabili. E che tipo di effetti poi?


Ho parlato di astrologia (quella seria però) invece perchè l'astrologo dispone di una formidabile arma conoscitiva scritta nel cielo di nascita e studiandolo può tirarci fuori delle vere meraviglie sul carattere, personalità, capacità, storture, disagi, potenzialità, effettivo destino. E dare consigli e indicazioni che non sono di certo inferiori a quelli dell'analista, anzi...

Non credo nemmeno a questo, ma sono curiosa.
Posso essere il tuo esperimento in un'altra sede? Magari in mare nostrum? Ti va?
Ti invio via mp i dati che ti servono e poi vediamo.
In ogni caso la trovo una cosa piacevole.

Vedi il profilo dell'utente
31
musicante di brema
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
NinfaEco ha scritto: Non credo nemmeno a questo, ma sono curiosa. Posso essere il tuo esperimento in un'altra sede? Magari in mare nostrum? Ti va? Ti invio via mp i dati che ti servono e poi vediamo. In ogni caso la trovo una cosa piacevole.

Ma io non ho detto di essere astrologo. Ho solo fatto riferimento ad astrologi perchè ne ho conosciuti di bravi e meno bravi e ho ascoltato esperienze di altri.

Mi spiace per le tue aspettative.

Vedi il profilo dell'utente
32
NinfaEco
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
rotolarsi dal ridere Ecco... mi faccio sempre prendere la mano.

Vedi il profilo dell'utente
33
musicante di brema
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
NinfaEco ha scritto: rotolarsi dal ridere Ecco... mi faccio sempre prendere la mano.

...o magari la spiegazione è anche un'altra.... rotolarsi dal ridere

Vedi il profilo dell'utente
34
Zadig
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
quindi se l'analisi è un percorso circolare, si potrebbe trattare di un tram.

Vedi il profilo dell'utente
35
Yale
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
Zadig ha scritto:quindi se l'analisi è un percorso circolare, si potrebbe trattare di un tram.

Sì, il solito tram-tram KleanaOcchiolino

Vedi il profilo dell'utente
36
musicante di brema
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Zadig ha scritto:quindi se l'analisi è un percorso circolare, si potrebbe trattare di un tram.

L'emoticon accanto alla tua firma ti rivela senza scampo. (Come se ce ne fosse stato bisogno!...)

Vedi il profilo dell'utente
37
doctor faust
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
NinfaEco ha scritto:

Ma se un malessere è presente, se permane agendo sulle cause immediate significa che esse sono accessorie o apparenti. In quei casi bisogna andare oltre i mascheramenti e avventurarsi nell'ombra perchè essa non è oblio, ma qualcosa di vivissimo e disturbante... proprio perchè nascosto e non compreso.]

E non so...vediamo. Le mie cognizioni mi dicono che un nevrosi[cioè il tentativo di adattamento] è già il tentativo di trovare una soluzione al problema che rode.
Cercare di annullare il sintomo è un pò come togliere il pesante scudo al guerriero prima di aver fatto pace col nemico.
Invece che sentirsi meglio, può essere investito da un nugolo di frecce avvelenate.


Ma essa è diversa da un'introspezione consapevole di se stessa, che mira soltanto a riappropriarsi dei propri affetti.

Infatti. Qui trovo la differenza di fondo fra psicoanalisi e analisi transazionale.
In psicoanalisi si va alla ricerca dell'Es e dei suoi intoppi, in AT si va a delimitare gli stati dell'Io. [quindi non si ruflola nell'inconscio, ma nel subconscio, che puo' essere riportato alla memoria con una certa facilità].


Si la ritengo la stessa cosa. Cambia la "simbologia" ma non la natura simbolica dell'atto. L'analisi è una confessione e in fondo, anche se inconsapevolmente, è una ricerca di assoluzione.
L'analisi però non promette salvezza e lascia al paziente l'onere della propria discolpa.
Riguardo al passante... le ritengo cose diverse. Nel tuo esempio il passante è violentato. È un mero contenitore muto. Non c'è dialogicità reale, e quindi non c'è trasformazione. Solo sfogo. L'analisi è anche sfogo, ma in minima parte.

...O ricerca di conciliazione? Comunque di benessere.
Rispetto al passante, non so. Uno lancia l'amo. Il passante non è obbligato ad abboccare. Poi cosa succede veramente e cosa cambia nel cervello dei due sara' tutto da scoprire.

Ecco perchè insisto sul fatto che non si sa che cosa è veramente terapia per la psiche.

musicante di brema ha scritto:
E' una confessione in cui chi ti sta davanti è investito di un'aura simbolicamente salvifica: l'analista perchè circonfuso dell'aureola della competenza certificata, il sacerdote per lo stesso motivo, ma di derivazione spirituale.

Ambedue sono ritenuti detenere le chiavi del buio mondo della coscienza profonda e capaci di compiere un atto catartico che liberi dal "male" interiore regalando un nuovo equilibrio.

A conti fatti....se si trova un sacerdote intelligente si ottiene lo stesso, e forse di più, spendendo infinitamente meno.... Sorriso Scemo

Succede anche con un astrologo di quelli bravi davvero.

Questo è il motivo per cui non è tanto valido il certificato di abilitazione, quanto il carisma che accompagna il modulatore, il referente della richiesta d'aiuto e la suscettibilità al condizionamento del richiedente.

Subentra quell'effetto placebo che era la vera arma vincente della medicina antica. La ritualità, il mistero, il clima in cui lo scambio si svolge crea le premesse per un cambiamento. Carpendo e incanalando le risorse vitali lungo una direttiva in grado di cambiare la situazione presente si possono ottenere benefici positivi.

Ciò, a mio parere, da spiegazione del successo di guaritori filippini, di elisir del mago, di pietre e amuleti, o dei miracoli nei santuari di tutte le religioni.
Ma i mezzi per colpire la fantasia e fungere da placebo sono tante. Perfino la parcella ha un efftto placebo. Per persone condizionate in un certo modo, il pagare molto equivale ad avere una sicurezza fondamentale.

Vedi il profilo dell'utente
38
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 2 di 2]

Vai alla pagina : Precedente  1, 2

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum