Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

La paura dell' abbandono non è semplice

Condividere 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
victorinox
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente

Dietro la paura dell'abbandono c'è la paura della solitudine, ma anche qualcosa di più profondo: la paura di non esistere. Quando siamo amati da qualcuno abbiamo anche la conferma della nostra esistenza: la persona che ci ama ci fa sentire importanti ed amati, ma prima di tutto ci fa sentire che ci siamo. Nel momento in cui questo amore viene a mancare ci sentiamo smarriti e proviamo un senso di vuoto. Non è così per tutti, ma per alcuni la perdita dell'amato ha a che fare con la perdita di se stessi.
In alcuni casi la paura della separazione e dell'abbandono è così forte che si comincia a non volere più nessuno accanto, per evitare di essere abbandonati. Si tratta di persone talmente terrorizzate all'idea di essere abbandonate e di trovarsi incapaci di governare le emozioni, che preferiscono anticiparle. Se sono loro stesse a provocare il distacco, cioè, hanno la sensazione di poterlo governare meglio. Infine la paura dell'abbandono, della perdita dell'altro ha anche un altra faccia:l a paura che l'amore emerso dal nostro inconscio, possa andare via così come è arrivato. Quindi perdita non intesa come perdita dell'altro, ma perdita dell'amore che si prova.


Non esistere più perchè si perde qualcun altro.
Causare la perdita che si teme.
Folle? Assurdo?
No, semplicemente umano

Qual'è il vostro rapporto con l'abbandono?



Vedi il profilo dell'utente
2
ReLear
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Tutti ne soffriamo

Vedi il profilo dell'utente
3
suzette1
avatar
Viandante Forestiero
Viandante Forestiero
Tocchi un tasto dolente per me , è vero quel che scrivi ma in tutta quella spiegazione che hai correttamente dato hai dimenticato di metterci una parola fondamentale che è " ansia " . Gestire l'ansia che scaturisce dopo un esperienza - direi trauma - di abbandono è dolorosissimo , oserei dire da panico , una situazione "invalidante" che sicuramente blocca e non fa vivere libaramente le emozioni così come invece dovrebbero

Vedi il profilo dell'utente
4
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum