Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

aborto biblico

Condividere 

Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 2 di 3]

26
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Magari fossero solo deiezioni su di me.
Il problema è che caghi su tutto e tutti, in continuazione. Non sarà mica la proiezione della voglia che hai di cagarti in testa?

Fossi in te un pensierino lo farei pietra

Vedi il profilo dell'utente
27
Zadig
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@xmanx ha scritto:Magari fossero solo deiezioni su di me.
Il problema è che caghi su tutto e tutti, in continuazione. Non sarà mica la proiezione della voglia che hai di cagarti in testa?

Fossi in te un pensierino lo farei pietra
magari è piacevole, non so.
Tu, piuttosto, non rimestare troppo la merda che hai nella capoccia, che dopo puzza di più!

Vedi il profilo dell'utente
28
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
[quote="BigBossStigazzi"]
@BigBossStigazzi ha scritto:Nell'AT si parla in due punti dell'aborto, in uno (esodo 21,22) viene tollerato e lievemente sanzionato "quando alcuni uomini litigano e urtano una donna incinta, così da farla abortire, SE NON VI E' ALTRA DISGRAZIA, si esigerà un'ammenda..." nei numeri (5, 11-13) il signore parla a mosè e gli dice che nel caso di INFEDELTà della moglie di ricorrere a piante "amare" in maniera da avvelenare il ventre della moglie... quindi il problema cattolico riguardo all'aborto è una questione di metodi, il problema è la legge che lo rende un "diritto" della donna, se un uomo la butta per le scale non c'è problema?

Che ne pensate? sparirecesso

lo riquoto perchè ancora nessuno degli interventi ha colto il problema su cui volevo porre l'accento, non si tratta di parlare bene o male dell'aborto, non siamo cani di pavlov che si dice la parolina bistecca e saliviamo...orsù un pò di svegliaaaa! Dico che (per chi non lo sapesse) nell'antico testamento testo sacro di una delle più grandi religioni del mondo si parla non come un crimine dell'aborto ma come di un piccolo problema, risolvibile da parte dell'uomo (marito, contendente o sacerdote) con una spinta ed una caduta o con erbe velenose che avvelenino il feto se così DECIDE L'UOMO, per migliaia di anni la donna non ha potuto decidere sulla sua stessa sorte, e quando ha cominciato a pretenderlo è stata assimilata agli ASSASSINI ...perchè l'uomo sì e la donna no?
Perchè una tragedia che la donna cerca in tutti i modi di evitare se
- riceve l'istruzione e l'educazione corretta,
- non teme ritorsioni da parte della famiglia,
- ha gli strumenti e la serenità per affrontare il passo
viene ancora vista da alcuni uomini come un "modo per fare contraccezione"?

Sembra scandaloso solo a me tutto questo?

Vedi il profilo dell'utente
29
SergioAD

Viandante Storico
Viandante Storico
Premetto che personalmente trovo sia un vero problema privato ed estremamente triste di quelli che hanno voluto, dovuto o anche con superficialità praticato l'aborto. Una questione di coscienza.

Detto questo, rispetto al proto cristianesimo molte cose le hanno aggiustate i dotti delle chiese, patriarchi, vescovi nei loro concili anche in contrasto col passato al punto di provocare scismi e separazioni.

Oggi con il secolarismo la chiesa non ha potere sugli stati ma opera condizionando la vita pubblica attraverso i suoi "soldati" - poi coi referendum il popolo disse la sua sul divorzio e sull'aborto (da guardare asetticamente, senza condizionamenti emozionali).

Comunque posto un interessante ordine cronologico sul tema dal razionale/irrazionale religioso da cui si vede che l'aborto era una scelta da sanare col pentimento, l'indulgenza o con la scomunica. Non uno scontro sociale tra abortisti e antiabortisti. Inoltre, non è mai stato il problema per alcune classi sociali ma di quelli che hanno bisogno d'aiuto e questa è la tristezza maggiore, la pena maggiore.

Fonte:
http://difendilavita.altervista.org/fonti_dei_canoni.html

Le fonti dei Canoni

A cura di don Maurizio Poletti
docente di patrologia
Seminario teologico di Novara



CONCILIO DI ELVIRA, Spagna (Concilium Eliberitanum), 305 circa, cann. 63. 68. = MANSI 2,16

Sono le più antiche sanzioni canoniche sull’aborto (dell’anno 305 circa). Le pene inizialmente sono di particolare durezza: la scomunica che non può essere tolta neppure in articulo mortis (can. 63); e - per le catecumene che hanno abortito - il Battesimo è rimandato alla fine della vita (can. 68).

Can. 63. Sulle donne sposate che uccidono i figli nati da relazioni adulterine.
A una donna che, in assenza del marito, abbia concepito un figlio da una relazione adulterina, e dopo aver commesso peccato lo abbia ucciso, non si deve dare la comunione neppure in punto di morte, perché ha perpetrato un duplice misfatto.
Can. 68. Sulla catecumena adultera che uccide il proprio figlio.
Una catecumena che abbia concepito una creatura da una relazione adulterina, e l’abbia soffocata, sia battezzata solo in punto di morte.



CONCILIO DI ANCIRA, Galazia (Conc. Ancyranum), anno 314, can. 21 = MANSI 2,519

In un primo tempo per il peccato di aborto solo in articulo mortis veniva sciolta la scomunica, mentre ora subentra una legislazione più mite (penitenza ridotta nel tempo: 10 anni).

Le donne che fornicano e uccidono le creature del loro grembo o tentano di abortire erano scomunicate fino alla fine della loro vita dalle precedenti disposizioni, e ad esse si adattavano; avendo ora pensato a un trattamento più benevolo, si è deciso che si sottomettano per dieci anni alle pratiche penitenziali nei gradi fissati.



CONCILIO DI LERIDA (Concilium Ilerdense), anno 524, can. 2 = MANSI 8, 612

Il Concilio di Lerida dell’anno 524 recepisce e mitiga ulteriormente i canoni di Ancira. La pena viene ridotta a 7 anni, anche se il pentimento deve durare tutta la vita. I chierici sono sospesi. Chi somministra abortivi potrà essere perdonato solo in exitu, cioè al momento della morte.

Can.2. Su quelli che compiono l’aborto, o sopprimono i loro nati.
A quelli che hanno fatto in modo di eliminare i feti malamente concepiti da un rapporto adultero, quando erano già usciti alla luce, oppure uccidendoli con qualche veleno negli uteri delle madri, sia all’uomo che alla donna, si conceda la comunione soltanto dopo un periodo penitenziale di 7 anni; facendo però in modo che per tutto il tempo della loro vita continuino a pentirsi con lacrime e sentimenti di umiltà. Se costoro fossero dello stato clericale, non potranno più recuperare il loro ufficio ministeriale; tuttavia quando saranno tornati a ricevere la comunione (cioè dopo 7 anni) potranno presenziare in coro per la salmodia.
Invece a coloro che somministrano sostanze abortive sia data la comunione soltanto in punto di morte, purché si siano pentiti dei loro delitti per tutto il tempo della loro vita.


I CONCILIO DI MAGONZA (847), can. 21 = MANSI 14,909

Non fa che raccogliere insieme e confermare le pene stabilite dai concili precedenti (Ancira, can.21; Elvira, can.63; Lerida, can.2) contro l’aborto.

Can.21: Sulle donne che uccidono i loro parti.


GREGORIO III, Excerptum a beato Gregorio Papa III editum, ex Patrum dictis canonumque sententiis, De diversis criminibus et remediis eorum, o Decretum de paenitentia iis imponenda qui tale crimen admisissent (anno 731 d.C.) = MANSI 12,292, can.17.

Papa Gregorio III raccoglie in sintesi organica ed armonizzata le diverse sentenze penitenziali dei Padri e dei sacri canoni precedenti; il canone 17 è interamente dedicato alle penitenze canoniche per i casi di aborto e infanticidio, secondo le diverse circostanze in cui avvenga il fatto. E’ espressione di una morale penitenziale di tipo casuistico che allora si stava imponendo.

Can. 17: Sulle donne che fornicano e fanno aborto.
Se una donna ha commesso fornicazione e ha ucciso l’infante che ne è nato, o ha cercato di fare un aborto, e ha ucciso ciò che è stato concepito, o ha fatto comunque in modo di non concepire, sia in un rapporto adultero, sia nel legittimo coniugio: i precedenti canoni decretarono che donne come queste ricevessero la comunione soltanto in punto di morte; ma noi per clemenza giudichiamo che sia queste donne, sia quelle consapevoli delle medesime colpe, facciano penitenza per 10 anni.
Se una donna povera ha ucciso suo figlio, secondo il canone la sua penitenza deve durare 7 anni. La donna che ha concepito e ucciso il figlio o la figlia nell’utero prima di 40 giorni, faccia penitenza come omicida. Se colpevolmente lo ha ucciso e lasciato senza Battesimo, faccia penitenza per 3 anni; se è rimasto senza Battesimo non colpevolmente, faccia penitenza per tre Quaresime. Anche quelle che sopprimono i loro infanti trascurandoli, facciano penitenza come omicide; se avviene in altra maniera, la penitenza è lasciata al giudizio del sacerdote.




IVO DI CHARTRES (1040-1115), nelle sue opere (Decretum e Panormia) armonizzò tutte le leggi canoniche precedenti.



GRAZIANO (sec.XII), Concordia discordantium canonum o Decretum Gratiani

Causa 2, quaestio 5, cap. 20: cita la sentenza di papa Stefano V: «E’ omicida colui che fa perire mediante aborto ciò che era stato concepito»; anche se poi – seguendo IVO DI CHARTRES e sempre in base alla distinzione tra “feto formato” e “non formato” di Esodo 21,22ss - nella causa 32, quaestio 2, cap. 8 non ritiene omicida chi abortisce «prima che l’anima sia infusa nel corpo».



Codice di Diritto Canonico 1917 (promulgato da Benedetto XV il 27 maggio 1917):

Canone 2350, § 1. Chi procura l’aborto, compresa la madre, ottenendo l’effetto, incorre nella scomunica latae sententiae riservata all’Ordinario; se si tratta di chierici inoltre siano deposti.

Codice di Diritto Canonico 1983 (promulgato da Giovanni Paolo II il 25 gennaio 1983):

Canone 1398. Chi procura l’aborto ottenendo l’effetto incorre nella scomunica latae sententiae.
Canone 871. I feti abortivi, se vivono, nei limiti del possibile, siano battezzati.
Canone 1041. Sono irregolari a ricevere gli ordini: […] 4° chi ha commesso omicidio volontario o ha procurato l’aborto, ottenuto l’effetto, e tutti coloro che vi hanno cooperato positivamente.



Codice dei Canoni delle Chiese Orientali 1990 - CCCO (promulgato da Giovanni Paolo II il 18 ottobre 1990):

Canone 1450, § 1. Chi ha commesso un omicidio, sia punito con scomunica maggiore; il chierico sia punito inoltre con altre pene, non esclusa la deposizione. § 2. Nello stesso modo sia punito chi ha procurato un aborto conseguendone l’effetto, fermo restando il can. 728, §2.
Canone 728, § 2. E’ riservato al Vescovo eparchiale assolvere dal peccato di aborto procurato, se ne segue l’effetto.
Canone 762, § 1. E’ impedito dal ricevere gli ordini sacri: […]4° chi ha commesso omicidio volontario oppure ha procurato un aborto, conseguendone l’effetto, e tutti coloro che vi hanno cooperato positivamente…

Vedi il profilo dell'utente
30
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
dal 350 al 1990 eppure i due esempi che ho fatto sono nella bibbia, per quale motivo una religione basata sul verbo...ossia sulla parola e su due testamenti scritti che vengono venduti come parola di dio il procurato aborto non è che da sanzionare con una multa, mentre l'aborto gestito dal sacerdote non necessita di alcuna penitenza?

Il punto è che l'antico testamento descrive comportamenti (quali far prostituire la moglie in cambio di vantaggi economici, fare schiavi, fare strage dei nemici battuti) che non hanno alcuna attinenza con la presunta sacralità della vita umana, quindi siamo di fronte ad un dio che, paradossalmente si è evoluto insieme ai suoi fedeli, è diventato "civile?"

...quale migliore dimostrazione del fatto che siamo di fronte ad un prodotto umano? ubik!!

Vedi il profilo dell'utente
31
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Come al solito a te non interessa affatto capire ma cogli ogni occasione per propagandare i tuoi deliri e la tua bassa ideologia.
Insomma...hai fatto tutto un giro di parole per arrivare finalmente alla tesi che volevi propagandare e cioè: "...quale migliore dimostrazione del fatto che siamo di fronte ad un prodotto umano?"

In effetti che il vecchio testamento fosse un prodotto umano lo sapevamo già. D'altra parte se una persona fosse davvero convinta che il vecchio testamento l'ha scritto dio in persona per mano dei suoi profeti...nessuna delle tue argomentazioni potrebbe mai convincerla del contrario (infatti tu dovresti saperlo...un fanatico non cambia mai idea)

Tu non lo sai caro Big...ma la morale (cioè i comportamenti privati) è legata ai tempi. Cento anni fa le donne portavano le gonne fino ai piedi perchè la morale impediva di mostrare le cosce in pubblico . Per fortuna i tempi cambiano...e anche la morale segue i tempi. Ma la morale NON è la religione....e anche qui tu fai l'errore grossolano di sovrappore e equiparare i due aspetti. Hai le idee molto confuse Big...un conto è la morale, altro cosa è la religiosità o la religione.

Infatti il messaggio religioso è indipendente dal tempo, è un messaggio universale che attraversa immutato la storia.
La morale, invece (che deriva anche dalla religione, ma non solo) è legata al tempo e muta col mutare dei tempi e dei costumi.

Detto questo arriviamo al punto da te sollevato. E' del tutto comprensibile e naturale che la Bibbia trasudi di maschilismo..poichè le società e i periodi storici nei quali la Bibbia è stata scritta erano contraddistinti da un forte maschilismo. Nelle società del medio oriente (dove è stata scritta la Bibbia) la donna non ha mai avuto un ruolo sociale ufficialmente riconosciuto (che non sia quello legato alla gestione del focolare domestico). Tanto è vero che negli stessi 10 comandamenti la donna viene equiparata a un "oggetto" di proprietà del maschio.
D'altra parte stiamo parlando di migliaia di anni fa. E nessuna persona sana di mente si sognerebbe di prendere pari pari le regole morali codificate nella Bibbia e che rispecchiano le società di 5000 anni fa...e calarle così come sono nei nostri tempi. Nessuna persona sana di mente, ho detto. E gli integralisti non sono sani di mente.

Vedi il profilo dell'utente
32
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
grazie per aver confermato quello che dicevo, visto che nella bibbia sono rappresentate mode che cambiano con il tempo non ci troviamo di fronte alla parola di dio valida ancora oggi ma di fronte ad annate vecchie di novella 2000, indi il dio dei cattolici e dei cristiani è basato su libri sacri che contengono la "parola di dio" la quale cambia valore con il tempo quindi è un prodotto umano...molte grazie x Sorriso Scemo

Vedi il profilo dell'utente
33
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@SergioAD
"Oggi con il secolarismo la chiesa non ha potere sugli stati ma opera condizionando la vita pubblica attraverso i suoi "soldati" - poi coi referendum il popolo disse la sua sul divorzio e sull'aborto (da guardare asetticamente, senza condizionamenti emozionali)."

La chiesa non condiziona affatto la vita pubblica. La chiesa promuove una propria visione della vita e una propria morale...e ci sono persone che fanno propria tale visione. D'altra parte la chiesa non è la sola. Anche la macchina pubblicitaria promuove una propria visione della vita, le singole aziende promuovono una loro visione della vita, anche la polisportiva sotto casa mia promuove una sua visione della vita. E perfino la sezione di partito che c'è sulla strada sotto casa tua.

Nelle società moderne e libere, le istituzioni o agenzie "educative" che promuovono una propria visione della vita, un proprio insieme di valori e una propria morale, sono molteplici. E la gente liberamente sceglie ciò che ritiene essere più valido...
D'altra parte se la chiesa, come dici tu, avesse questo enorme potere di condizionamento non sarebbero mai passati i referendum su aborto e divorzio. Evidentemente gli italiani sanno discernere...e non sono delle "pecorelle condizionate" come invece le tue parole sembrano voler sostenere.



Ultima modifica di xmanx il Mer 5 Set 2012 - 11:29, modificato 1 volta

Vedi il profilo dell'utente
34
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@BigBossStigazzi ha scritto:grazie per aver confermato quello che dicevo, visto che nella bibbia sono rappresentate mode che cambiano con il tempo non ci troviamo di fronte alla parola di dio valida ancora oggi ma di fronte ad annate vecchie di novella 2000, indi il dio dei cattolici e dei cristiani è basato su libri sacri che contengono la "parola di dio" la quale cambia valore con il tempo quindi è un prodotto umano...molte grazie x Sorriso Scemo

Mi vedo ancora costretto a citare me stesso:
"Infatti il messaggio religioso è indipendente dal tempo, è un messaggio universale che attraversa immutato la storia.
La morale, invece (che deriva anche dalla religione, ma non solo) è legata al tempo e muta col mutare dei tempi e dei costumi.
Ma la morale NON è la religione....e anche qui tu fai l'errore grossolano di sovrappore e equiparare i due aspetti. Hai le idee molto confuse Big...un conto è la morale, altro cosa è la religiosità o la religione."

Vedi il profilo dell'utente
35
Pazza_di_Acerra
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@xmanx ha scritto:E nessuna persona sana di mente si sognerebbe di prendere pari pari le regole morali codificate nella Bibbia e che rispecchiano le società di 5000 anni fa...e calarle così come sono nei nostri tempi. Nessuna persona sana di mente, ho detto. E gli integralisti non sono sani di mente.

Vedo che oggi ha iniziato presto con gli aperitivi... E poi accusa gli altri di avere le idee confuse... rotolarsi dal ridere

Vedi il profilo dell'utente
36
Zadig
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@Pazza_di_Acerra ha scritto:
@xmanx ha scritto:E nessuna persona sana di mente si sognerebbe di prendere pari pari le regole morali codificate nella Bibbia e che rispecchiano le società di 5000 anni fa...e calarle così come sono nei nostri tempi. Nessuna persona sana di mente, ho detto. E gli integralisti non sono sani di mente.

Vedo che oggi ha iniziato presto con gli aperitivi... E poi accusa gli altri di avere le idee confuse... rotolarsi dal ridere
ma per avere le idee confuse pirlino non ha mica bisogno degli aperitivi...

Vedi il profilo dell'utente
37
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
che fai zazza? adesso arrivi anche a rimorchio di quello che dicono altri? (proprio come avviene agli imbecilli che fanno parte di un branco) come sei caduto in basso. Stai diventando sempre più una macchietta...bisognosa di cure pietra

Fossi in te un pensierino lo farei

Vedi il profilo dell'utente
38
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@Pazza_di_Acerra ha scritto:
@xmanx ha scritto:E nessuna persona sana di mente si sognerebbe di prendere pari pari le regole morali codificate nella Bibbia e che rispecchiano le società di 5000 anni fa...e calarle così come sono nei nostri tempi. Nessuna persona sana di mente, ho detto. E gli integralisti non sono sani di mente.

Vedo che oggi ha iniziato presto con gli aperitivi... E poi accusa gli altri di avere le idee confuse... rotolarsi dal ridere

uffa signora pazza...stavamo parlando di antico testamento. E per gli ebrei la Genesi, cioè il primo libro della Bibbia, si riferisce a fatti avvenuti nel 3700 a.c. circa. Quindi parliamo di circa 5000 anni fa.

Ma le dò atto che lei si intende più di perizomi che di altro. L'ambito dei perizomi le si addice benissimo. Al di fuori di quello...brancola nel buio. D'altra parte non ha bisogno di sapere altro...mi sembra. Quello che sa è sufficiente

Vedi il profilo dell'utente
39
Zadig
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@xmanx ha scritto:che fai zazza? adesso arrivi anche a rimorchio di quello che dicono altri? (proprio come avviene agli imbecilli che fanno parte di un branco) come sei caduto in basso. Stai diventando sempre più una macchietta...bisognosa di cure pietra

Fossi in te un pensierino lo farei
che cosa curiosa: quando TU usi il termine "macchietta", non so perchè, ma mi si focalizza nella mente che ti vedo ed hai i pantaloni tutti sbrodolati (non specifico di cosa...)

Vedi il profilo dell'utente
40
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
bla bla bla bla.....che noia che sei zazza

Vedi il profilo dell'utente
41
Zadig
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
azz... non volendo ho fatto centro!

Vedi il profilo dell'utente
42
Pazza_di_Acerra
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@xmanx ha scritto:
@Pazza_di_Acerra ha scritto:
@xmanx ha scritto:E nessuna persona sana di mente si sognerebbe di prendere pari pari le regole morali codificate nella Bibbia e che rispecchiano le società di 5000 anni fa...e calarle così come sono nei nostri tempi. Nessuna persona sana di mente, ho detto. E gli integralisti non sono sani di mente.

Vedo che oggi ha iniziato presto con gli aperitivi... E poi accusa gli altri di avere le idee confuse... rotolarsi dal ridere

uffa signora pazza...stavamo parlando di antico testamento. E per gli ebrei la Genesi, cioè il primo libro della Bibbia, si riferisce a fatti avvenuti nel 3700 a.c. circa. Quindi parliamo di circa 5000 anni fa.

Ma le dò atto che lei si intende più di perizomi che di altro. L'ambito dei perizomi le si addice benissimo. Al di fuori di quello...brancola nel buio. D'altra parte non ha bisogno di sapere altro...mi sembra. Quello che sa è sufficiente

Davvero? Che cosa curiosa! IO ritenevo che chi scriveva il Vecchio Testamento, in quanto umano, fosse influenzato dalla società in cui viveva lui stesso, non avendo mai vissuto in quella del 3500. Preferiasco pensare che il suo tacco alcoolico non sia ancora così elevato da farle pensare che la Genesi sia stata scritta allora...

Vedi il profilo dell'utente
43
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Nessuno sa con precisione quando è stata scritta la Genesi per la prima volta...e nemmeno a quale periodo storico siano relativi i miti in essa narrati. E' probabile che i miti in essa narrati siano stati tramandati oralmente attraverso le generazioni...e quindi si riferiscono a un contesto sociale, ad usi e costumi molto antichi. Forse più antichi di 5000 anni fa.

Questo se vogliamo parlare seriamente.

Se invece vogliamo parlare del suo perizoma ogni tesi è valida...almeno per me

Vedi il profilo dell'utente
44
Pazza_di_Acerra
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
La Genesi è stata scritta al massimo nel 1800 a.C. (alcuni si spingono al 1300) ed è più che certo che riportino miti tramandati oralmente da generazioni, ma altrettanto certamente riveduti e modificati nel corso dei secoli e influenzatianche dall'epoca in cui avvenne la prima stesura.
Questo se vogliamo parlare seriamente.
Se poi lei continua a essere ossessionato dai miei slip, chieda e le sarà dato.

Vedi il profilo dell'utente
45
Zadig
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@Pazza_di_Acerra ha scritto:La Genesi è stata scritta al massimo nel 1800 a.C. (alcuni si spingono al 1300) ed è più che certo che riportino miti tramandati oralmente da generazioni, ma altrettanto certamente riveduti e modificati nel corso dei secoli e influenzatianche dall'epoca in cui avvenne la prima stesura.
Questo se vogliamo parlare seriamente.
Se poi lei continua a essere ossessionato dai miei slip, chieda e le sarà dato.
no: PAGHI e le sarà dato!

Vedi il profilo dell'utente
46
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
io capisco che il feticismo intrinseco a ciascuno di noi spinge il discorso verso il CONTENUTO degli slip della pazza ma ...orsù non mischiamo la crema e la merda, ovviamente se il topic è sulla bibbia lei pazza è una sfogliatella! Sorriso Scemo

Vedi il profilo dell'utente
47
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@Pazza_di_Acerra ha scritto:La Genesi è stata scritta al massimo nel 1800 a.C. (alcuni si spingono al 1300)

Inutile farle notare che non esiste alcun documento o reperto storico che supporti una tale ipotesi. Che è e rimane solo una ipotesi.
Infatti io ho detto che "Nessuno sa con precisione quando è stata scritta la Genesi la prima volta".

Cosa assai diversa è la datazione di un papiro. La anticipo su questo perchè sicuramente lei avrebbe obiettato su questo, sbagliando come al solito.
Infatti...un conto è la datazione di un papiro (tra l'altro i papiri che noi abbiamo sono "trascrizioni" più recenti di testi più antichi). Altra cosa è fare delle ipotesi su quando sia nato (cioè scritto la prima volta) un testo. Quindi il fatto che lei dica che la Genesi "è stata scritta al massimo nel 1800 ac" è una ipotesi non supportata da alcun reperto storico.

Non è il suo perizoma ad ossessionarmi

Vedi il profilo dell'utente
48
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem

...e tu che cazzo ne sai di quando sarebbe stato scritto PER LA PRIMA VOLTA se quel primo documento non c'è?
Allora possiamo dire che è stato scritto la prima volta 11000 anni fa che ci frega, mica nessuno può dire il contrario...ottuoddio, sei veramente l'uomo qualunque autoeletto sssienziato de me cojoni

Vedi il profilo dell'utente
49
hakimsanai43
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
KleanaStupore
Valgono le seguenti equazioni:
Aborto = meno bambini da castrare.
Meno bambini castrati= meno fondamentalisti cattolici.
Meno fondamentalisti cattolici = meno soldi al Vaticano.

CVD

Vedi il profilo dell'utente
50
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@BigBossStigazzi ha scritto:
...e tu che cazzo ne sai di quando sarebbe stato scritto PER LA PRIMA VOLTA se quel primo documento non c'è?
Allora possiamo dire che è stato scritto la prima volta 11000 anni fa che ci frega, mica nessuno può dire il contrario...ottuoddio, sei veramente l'uomo qualunque autoeletto sssienziato de me cojoni

Mi vedo costretto, con te, a citarmi per l'ennesima volta, segno inequivocabile della tua innata tendenza a non comprendere concetti chiaramente espressi e che sarebbero comprensibili anche per una scimmia...segno inequivocabile che, nella scala evolutiva, tu vieni prima delle scimmie

cit.: "Infatti io ho detto che "Nessuno sa con precisione quando è stata scritta la Genesi la prima volta"."

Vedi il profilo dell'utente
51
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 2 di 3]

Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum