Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Il peccato

Condividere 

Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 3 di 4]

51
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
brano da wiki (che fortunatamente NON è il vangelo:

Il Cristianesimo emerse dal Giudaismo nel I secolo. Il Cristianesimo delle origini si presenta con il duplice aspetto di Giudeo-cristianesimo ed Etno-cristianesimo ( o Cristianesimo dei Gentili), come si desume dai racconti degli Atti di Luca e da alcune lettere di Paolo (come la Lettera ai Galati, le lettere ai Corinzi). Tuttavia mostra che le due anime convivono senza alcuna scissione e di avere raggiunta una formula di concordia con il Primo Concilio di Gerusalemme (Atti 15).

I cristiani assunsero dal Giudaismo le sue Sacre scritture tradotte in greco ellenistico lette non nella maniera degli ebrei[7] (anche a causa della prevalente origine greco-romana della maggioranza dei primi adepti), dottrine fondamentali come il monoteismo, la fede in un messia o cristo, forme del culto (incluso il sacerdozio), concetti di luoghi e tempi sacri, l'idea che il culto debba essere modellato secondo il modello celeste, l'uso dei Salmi nelle preghiere comuni.

Forse il Cristianesimo inteso come religione distinta da quella ebraica lo possiamo individuare a partire dalla seconda metà del II secolo, dove i cristiani sono quasi soltanto i non ebrei che credono negli insegnamenti di Gesù[7].

Successivamente la Chiesa post apostolica lentamente si organizzò attorno ai cinque patriarcati di Roma, Costantinopoli, Alessandria, Antiochia e Gerusalemme.

interessante la parte in grassetto: quindi il CRISTIANESIMO COME RELIGIONE DISTINTA DALL'EBRAISMO LO POSSIAMO INDIVIDUARE DALLA SECONDA METà DEL SECONDO SECOLO E LA MAGGIORANZA DEI SUOI ADEPTI ERANO DI ORIGINE GRECO-ROMANA opss....avrai mica pestato una merda x? Possibile che anche wiki ti tradisca così?

Vedi il profilo dell'utente
52
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Sono aperto a tutti i fatti oggettivi. Quindi anche ai rotoli di kumran. Vedi big...probabilmente tu soffri di una ossessione maniaco-depressiva...per cui se ti parlo di "pane"...tu parti in quarta dicendo che le multinazionali americane affamano i poveri campesinos controllando le fabbriche di pane in combutta con Berlusconi. Il che sarà pure vero....ma non era l'oggetto del mio discorso.

Non sto parlando "dell'uso che le chiese hanno fatto della vicenda di gesù"...per cui blocca la tua ossessione. Sto solo cercando di fare delle ipotesi sul significato concreto che hanno certi concetti. Ma è più forte di te....se io parlo di Gesù, tu attacchi il solito disco rotto delle chiese, dei papi, delle guerre, degli americani e di berlusconi. Per te è tutto collegato in un immenso disegno paranoico.

Tra l'altro...mi parli dei rotoli di kumran...che potrebbero essere intesi anche come documenti a sostegno della tesi della reale esistenza di Gesù. Cioè...prima mi dici che gesù non è mai esistito, ma è stato inventato dai romani. E poi mi parli dei rotoli di kumran....mettendo tutto insieme in un disegno confuso che hai nella testa....dove è tutto mischiato in modo informe.

a meno che tu non pensi che i rotoli di kumran li hanno scritti i Romani e seppelliti in una grotta perchè venissero travati dai posteri, e quindi l'invenzione di Gesù risultasse più credibile. Cioè...addirittura un complotto che dura da 2000 anni.....manco fosse la Spectre



Ultima modifica di xmanx il Mar 24 Lug 2012 - 17:13, modificato 1 volta

Vedi il profilo dell'utente
53
Zadig
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@xmanx ha scritto:Da Nerone a Diocleziano...quindi nell'arco di 300 anni e fino all'editto di Costantino del 313, le persecuzioni furono massicce e ricorrenti. E' vero che ci furono anche imperatori "neutri" rispetto al cristianesimo e che non si accanirono contro i suoi seguaci, ma è innegabile che le persecuzioni contro i cristiani furono un fenomeno strutturale e ricorrente che copri 300 anni di storia....da Nerone a Costantino.

Mia cara signora pazza

Quindi...l'ipotesi in base alla quale il cristinesimo e la stessa figura di gesù, furono inventati dall'elite romana è una ipotesi da malati psichiatrici e pure gravi. Tra l'altro non confermata da nessun documento storico. E, tra l'altro, contraddetta dalla storia stessa.

@Pazza_di_Acerra ha scritto:Basterebbe così poco... Un semplice manuale di storia romana del liceo scientifico. Ma ho già perso sin troppo tempo con lei.

signora Pazza, signor Pirlmanpirl... come siete romantici e pucciosi...


Vedi il profilo dell'utente
54
^Sick_Boy
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
No, ok, qui occorre mettere un freno alle castronerie e ai deliri di onnipotenza.

Allora, XmenoX, capiamoci: se c'è una persona, tra i partecipanti a questa discussione, che non attinge da cultura altra se non quella che trova su internet, sei tu. Lanciarti l'osso di Nazareth e aspettare che tu lo riportassi indietro grondante di citazioni pescate al volo dalla pagina dei "Cattolici Razionali", è servito precisamente al suo scopo. Non contento, ti lanci anche in pericolose (per te) - e poco agili - dissertazioni storiche dove l'UNICA fonte che riesci a citare viene, per l'appunto, da internet.

Adesso, conoscendo la tecnica per la quale accusi gli altri di fare ciò che, in realtà, fai tu per primo, mi viene anche un po' di tristezza a pensare a come devi viverti in quanto essere umano, visti tutti i "complimenti" che lanci ai tuoi interlocutori e che, da quando sei rientrato, ti hanno già fruttato un paio di segnalazioni dai mod.

Capisco tutta questa ansia, questa paura del confronto e l'aggressività repressa che ne deriva ma, più che sfogarla su un forum, ti consiglierei di vedere uno specialista, uno psicologo se non direttamente uno psichiatra. Sono sicuro che ne gioveresti.


Quanto alle tue argomentazioni, è evidente che ne sei già a corto: l'ultima pagina di questa discussione non ne contiene - di tuo pugno - nemmeno mezza ed il meglio che riesci a fare è di tagliarti, metaforicamente, gli attributi (o, meglio, di tagliarli al tuo discorso) nel tentativo di maneggiare il "rasoio di Occam".

Perché, vedi, se si trattava di pescatori, ladri, prostitute e straccioni è facile dedurne che nessuno di loro padroneggiasse poi così bene la scrittura. Dal che è facile dedurre che la gran parte, se non la totalità, delle "testimonianze dirette di Gesù" che ci sono arrivate sotto il nome di Vangeli sia, essenzialmente, il frutto di una contraffazione. Deduzione che, incrociata con quello che sappiamo dai rotoli di Qumran e del concilio di Nicea, diviene una verosimile certezza.

Complimenti, non solo sei riuscito a convincerci dell'inesistenza di qualsivoglia prova di un "Gesù storico", ma anche del fatto che la bibbia è, essenzialmente, una frode.
Ottimo lavoro ma direi che, a parte te, ne eravamo già tutti al corrente, grazie lo stesso.

Trovo tra l'altro molto buffo che uno come te, che si da arie di grande pensatore e non esita a tirare in ballo scienza, storia, filosofia, teologia (con esiti disastrosi, ma questo dipende dal fatto che si tratta di discipline di cui sai poco o nulla) prenda sul serio l'ipotesi di un "unicum" (la concezione cristiana dell'amore, che sembrerebbe scaturita dal nulla, stando alle tue parole) nella storia del pensiero, dimenticandosi che TUTTA quella concezione ha precedenti solidissimi nella filosofia greca ed in quella orientale e, dunque, non rappresentava nulla di "nuovo".

Vedi il profilo dell'utente
55
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Caro Sick...hai detto che Nazareth non è mai esistita ed io ti ho portato la testimonianza di scienziati (tra l'altro israeliani) che, grazie alle loro scoperte archeologiche, ti smentiscono clamorosamente.
Forse ti brucia perchè sono israeliani? E per te sono degli sporchi sionisti? Vabbè...ti devi rassegnare...hai detto una cazzata per dare aria ai denti e fare sfoggio delle tue pseudoargomentazioni, rimediando una figura di merda da ignorante. A cuccia

Tu parli di contraffazioni....bene, siccome immagino che tu costruisci i tuoi convincimenti su solide basi razionali e su solide argomentazioni, ti chiederei di portarmi e di indicarmi "le prove" di quelle che tu definisci "contraffazioni"....sono tutto orecchi

E' del tutto evidente, caro Sick, che non essendo Gesù un condottiero alla Don Chisciotte, non girava con uno scrivano che scriveva in diretta tutte le sue imprese. Quindi è del tutto ovvio che l'insegnamento di Gesù è stato "tramandato"...e che è stato scritto diversi anni dopo che i fatti sono accaduti.
E ciò che dici è falso poichè i tratti fondamentali dell'insegnamento di Gesù compaio in tutti i "papiri" ritrovati, anche nei più antichi, i quali risalgono a ben prima del concilio di Nicea, per cui il concilio di Nicea non ha contraffatto proprio nulla. Però....se hai delle prove, sono qua. Fai con comodo è

Prove, ragazzo....per fare delle affermazioni ci vogliono prove. E le tue, a partire da Nazareth, sono tutte chiacchiere di un farluccone.

Per quanto riguarda l'Amore....anche qui, vorrei che tu mi portassi delle prove di scritti Greci e orientali paragonabili a "amate i vostri nemici, porgi l'altra guancia, se uno ti chiede la tunica tu dagli anche il mantello..ama il prossimo tuo come te stesso, ama coloro che ti odiano". Non mi risulta che i Greci e gli asiatici di cui tu parli teorizzassero di essere fratelli dei propri schiavi e dei propri nemici e di amarli come loro stessi (se lo avessero teorizzato non avrebbero avuto schiavi nè nemici...caro il mio "giovine Sick").

Però non voglio precludermi nessuna strada. Portami un sistema di pensiero greco o asiatico che sia soltanto lontanamente paragonabile all'insegnamento di Gesù. Sono tutto orecchi
Fai con comodo eh...non vorrei mai che ti venisse un attacco di bile

Vedi il profilo dell'utente
56
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
agape sick agape, che la comunione del movimento panico sia con te...è ovvio che ci stiamo burlando del povero x, ma così facendo tu ci rovini il giochino: potrebbe anche accorgersi di aver detto un sacco di stronzate...nooo anche se lo capisse non lo ammetterebbe mai, certo che diventa difficile parlare di qualcosa di sensato in un 3d di x, mi spiace perchè appunto sul debito-peccato e sul condonare il debito-rimettere i peccati c'era una bella discussione attuale da fare... per quel che riguarda x, vedi ciccio io ti rispondo per cui prova ad andare a vedere da dove sei partito, se parti dicendo "il peccato non l'ha creato gesù ma quattro fdp di pretonzoli che vogliono il potere" mi corre l'obbligo di informarti che:

- gesù non è un personaggio storico ma mitico,

- anche in quanto inesistente in realtà non GLI HANNO MAI FATTO abiurare l'ebraismo,

- superman era di metropolis anche se è inventato non posso dire che sia di caltanissetta, gesù, allo stesso modo, non era della stessa nazionalità dei suoi primi adepti che hanno letto "vangeli" tradotti dall'aramaico al greco e dal greco al latino con un sacco (documentati) di errori ed omissioni (anche se non è esistito e gli hanno messo in bocca parole dette da altri cristi precedenti, comunque un confronti dei testi consente di vedere le manomissioni)

- ha due genealogie e due luoghi di nascita (non dovrebbe stupire considerando che nell'AT ci sono due alberi, due compagne di adamo, un diluvio fatto per azzerare l'umanità che non corrispondeva al prototipo, una torre di babele distrutta da un dio piccolo e geloso delle conquiste umane che ne confonde le lingue, c'è mosè che fa una gara di magia con i sacerdoti degli dei egizi (manco fosse grifondoro contro serpeverde), c'è l'inspiegabile trasformazione dei dio dei deserti in un pantheon con molti altri dei, nel dio padre buono unico universale e totalizzante....

io ti volevo dire queste cose per il tuo bene, perchè la smettessi di prendertela con quei quei pretucoli che emergono da una chiesa COSTRUITA PER DOMINARE LE COSCIENZE (così come ogni altra chiesa del resto)

Vedi il profilo dell'utente
57
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@big
Vabbè, big...le tue affermazioni sono deliri pieni di ossessioni maniaco-depressive. Però...dico anche a te quell oche ho detto a Sick (tuo degno compare di merende). Se hai delle prove per supportare le tue affermazioni (ne hai fatte 4...che, per me, originano da qualche ossessione che hai dentro la testa) sarò ben contento di leggerle

Prove, big. ci vogliono le prove. Ed io in tutto quello che hai scritto non ho trovato lo straccio di una prova a sostegno delle tue strampalate idee deliranti e ossessive.

Vedi il profilo dell'utente
58
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
sei tu che devi provare che ci sia qualcosa, non io che non ci sia, l'onere della prova spetta sempre a chi sostiene che ci sia una cosa non a chi sostiene che non ci sia.

La bibbia è lì il vecchio ed il nuovo testamento leggili vedrai che ci sono due geneaologie, ci sono due luoghi di nascita, c'è una evoluzione di dio dall'antico al nuovo testamento, che gesù non ha mai abiurato l'ebraismo, ecc ecc è tutto lì, basta leggere...sai leggere?

Vedi il profilo dell'utente
59
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@big e sick
Il buon vecchio big, riportando il brano da Wiki, ha trascritto una cosa che, sicuramente, non ha nemmeno capito. E cioè che nella prima chiesa c'erano due anime: la prima, quella di Pietro, sosteneva che il messaggio di gesù era destinato solo agli ebrei; la seconda quella di Paolo sosteneva che il messaggio di Gesù fosse universale e rivolto a tutta l'umanità.

La diatriba fu sanata nel primo concilio, quello di Gerusalemme, riportato negli Atti e che si svolse intorno al 50dc. Per cui Paolo divenne "l'apostolo delle genti", cioè rivolto ai Gentili...mentre Pietro si sarebbe dedicato a portare il messaggio di Gesù agli Ebrei.

La vostra ignoranza è totale. E' più grande della vostra stessa mente. Parlate di cose che nemmeno conoscete....e volete pure fare la parte dei "dotti". In effetti si...mi diverto un casino

@Big
Ma cosa devo dimostrare? Ciò che non ho mai dichiarato?
Non ho mai detto che gesù è esistito sicuramente....perchè non sono un imbecille, mi baso sui documenti storici. Mentre sei tu che hai detto che sicuramente non è esistito

Vedi il profilo dell'utente
60
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
non ho detto sicuramente ho detto storicamente...la sicurezza e la Verità le lascio a quelli come te

Vedi il profilo dell'utente
61
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@BigBossStigazzi ha scritto:non ho detto sicuramente ho detto storicamente...la sicurezza e la Verità le lascio a quelli come te
Ah bene Secondo Big....quando si parla di "realtà storica"...si allude a una "realtà virtuale". Caro big...per "realtà storica" si intende la "realtà reale". Può essere soggetta a modificazioni...perchè possono sempre subentrare documenti nuovi che descrivono una nuova "realtà storica" e quindi una una nuova realtà. Ma certo è che quando si afferma che Napoleone è storicamente vissuto si intende che è stato un essere umano reale appartenuto alla realtà. La tua distinzione tra "storicamente reale" e "veramente reale"....ha del surreale e, scusami, del ridicolo

Non per niente quando si parla di "negazionisti", non si parla di gente che nega solamente una "realtà storica"....ma di gente che nega "la realtà". Ho idea che tu sia dissociato da te stesso

Vedi il profilo dell'utente
62
Pazza_di_Acerra
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
A proposito di "realtà storica", sarebbe interessante determinare qual era la religione prevalente presso le ricche famiglie latifondiste romane a partire dalla seconda metà del II secolo d.C. Come dite? Che si sa dai tempi del Mommsen? Ma allora com'è la storia che sino al 313... Ah, capisco, quel cavolo di manuale bisognerebbe proprio aprirlo!

Vedi il profilo dell'utente
63
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@x.....io mi meraviglio più di me che continuo a cercare di parlare con persone come te refrattarie a qualsiasi comprensione richieda lo sforzo di abbandonare un attimino i propri paraocchi...e visto che NON capisci quello che dico io sono dissociato...beh certo se Cortes invece di approfittare delle profezie che lo rendevano dio avesse detto "guarda che sono un uomo bianco e sarà la tua fine" sarebbe stato visto come un pazzo... bene x non c'è problema, non tengo alla tua considerazione ma solo per un puntiglio, chiedi in giro, esci di casa e vai a parlare con un docente di storia, un professore universitario con una certa preparazione, uno studioso e chiedigli "la Storia è unica e vera, vero...è reale? La prego mi dica di sì, mi dica che non ho speso vent'anni ad imparare i sette re di roma per nulla...numa pompilio c'è stato vero? e la lupa??" Poi ascolta cosa ti risponde.

Vedi il profilo dell'utente
64
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@pazza

EDITTO DI MILANO del 313 (l'italia non finisce a Napoli...si informi)

Costantino (Augusto d'Occidente) scelse Mediolanum come sede del matrimonio di Licinio (suo corrispettivo nell'Impero d'Oriente) con la sorella Costanza nel febbraio 313.

Il precedente editto, emanato nel 311, concedeva una indulgenza ai cristiani, ovvero i cittadini che avendo "assecondato un capriccio erano stati presi da follia e non obbedivano più alle antiche usanze". Il documento affermava che
« in nome di tale indulgenza, essi farebbero bene a pregare il loro Dio per la Nostra salute, per quella della Repubblica e per la loro città, affinché la Repubblica possa continuare ad esistere ovunque integra e loro a vivere tranquilli nelle loro case. »

L'Editto di Milano, nel testo che abbiamo oggi, andava oltre, stabilendo esplicitamente che i luoghi di incontro ed ogni altra proprietà confiscati ai cristiani ed incamerati dall'erario dovessero:
« ... essere restituite ai cristiani senza richiesta di pagamento o compenso alcuno e senza alcun tipo di frode o imbroglio... »

Di fatto esso concedeva al cristianesimo uno status giuridico equivalente alla religione tradizionale romana e agli altri culti religiosi professati nei territori dell'Impero.

Ma guarda un pò...signora pazza...i cristiani potevano essere ESPROPRIATI prima dell'editto di Milano.
Ora...lei dice che già nel II secolo le più grandi famiglie latifondiste romane erano cristiane?
Bè...lo dica a quei farfalloni che vanno in giro a dire che il cristianesimo è nato nel concilio di Nicea del 325 o che addirittura gesù fu inventato in quella data

Certo che di imbecilli in giro c'è n'è parecchi eh

Vedi il profilo dell'utente
65
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@big
Caro big....solo tu puoi pensare, leggendo un documento originale che parla del concilio di gerusalemme del 50dc (Atti degli apostoli) , che tale documento disegni solo una "realtà storica"....ma che nella realtà vera, invece, c'erano gli americani e la CIA che complottavano per creare insieme ai romani una nuova religione sotterrando le pergamente nelle grotte di Qumran perchè noi le potessimo ritrovare 2000 anni dopo

Fai tenerezza

Vedi il profilo dell'utente
66
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
deliri e proietti i tuoi deliri su di me...ho mai parlato di cia e complotti? sei patetico però per me basta qui continua pure a divertirti da solo

Vedi il profilo dell'utente
67
Pazza_di_Acerra
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@xmanx ha scritto:@pazza

EDITTO DI MILANO del 313 (l'italia non finisce a Napoli...si informi)

Costantino (Augusto d'Occidente) scelse Mediolanum come sede del matrimonio di Licinio (suo corrispettivo nell'Impero d'Oriente) con la sorella Costanza nel febbraio 313.

Il precedente editto, emanato nel 311, concedeva una indulgenza ai cristiani, ovvero i cittadini che avendo "assecondato un capriccio erano stati presi da follia e non obbedivano più alle antiche usanze". Il documento affermava che
« in nome di tale indulgenza, essi farebbero bene a pregare il loro Dio per la Nostra salute, per quella della Repubblica e per la loro città, affinché la Repubblica possa continuare ad esistere ovunque integra e loro a vivere tranquilli nelle loro case. »

L'Editto di Milano, nel testo che abbiamo oggi, andava oltre, stabilendo esplicitamente che i luoghi di incontro ed ogni altra proprietà confiscati ai cristiani ed incamerati dall'erario dovessero:
« ... essere restituite ai cristiani senza richiesta di pagamento o compenso alcuno e senza alcun tipo di frode o imbroglio... »

Di fatto esso concedeva al cristianesimo uno status giuridico equivalente alla religione tradizionale romana e agli altri culti religiosi professati nei territori dell'Impero.

Ma guarda un pò...signora pazza...i cristiani potevano essere ESPROPRIATI prima dell'editto di Milano.
Ora...lei dice che già nel II secolo le più grandi famiglie latifondiste romane erano cristiane?
Bè...lo dica a quei farfalloni che vanno in giro a dire che il cristianesimo è nato nel concilio di Nicea del 325 o che addirittura gesù fu inventato in quella data

Certo che di imbecilli in giro c'è n'è parecchi eh

L'editto di MIlano prende atto di una situazione che si protraeva da almeno un secolo e mezzo perché vede, caro sapientone, dall'inizio del terzo secolo gli attriti tra impero e cristianesimo erano di natura più economica che religiosa. Le epigrafi dimostrano che i cristiani, lungi dal venire espropriati, potevano fare carriera: del resto, la moglie del "persecutore" Diocleziano era cristiana. Anche a proposito delle persecuzioni, gli stessi autori apologetici cristiani sono stati così gonzi da riportare, in più di un passo, che il tal martire era accompagnato al supplizio dai suoi fratelli di fede, il che dimostra che lo stato stava punendo il singolo e non la sua religione.
Ha ragione lei, ce n'è di idioti sulla piazza, ed anche ignoranti e presuntuosi, ma anche chi li asseconda è idiota quanto loro.

Vedi il profilo dell'utente
68
freeweb
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
@xmanx ha scritto:
Per quanto riguarda l'Amore....anche qui, vorrei che tu mi portassi delle prove di scritti Greci e orientali paragonabili a "amate i vostri nemici, porgi l'altra guancia, se uno ti chiede la tunica tu dagli anche il mantello..ama il prossimo tuo come te stesso, ama coloro che ti odiano". Non mi risulta che i Greci e gli asiatici di cui tu parli teorizzassero di essere fratelli dei propri schiavi e dei propri nemici e di amarli come loro stessi (se lo avessero teorizzato non avrebbero avuto schiavi nè nemici...caro il mio "giovine Sick").
Socrate; c'è il famoso esempio del cavallo che ti da un calcio. Ma anche Pitagora. Platone.

Cmq è inutile accanirsi sul nulla riguardo all'esistenza di Gesù; la storiografia, a parte Flavio, non ne parla, e lì si annotava tutto, non solo le gesta dei condottieri; ricordi il censimento?
Quindi, proprio per il tuo Occam è più facile dedurre che non sia esistito, quantomeno non come ci è descritto.
La descrizione, infatti, porta a divinizzare quella figura e il divinizzare un uomo è più romano che ebreo.
I concetti li trovi già nel buddismo e nell'induismo, ben più antichi, adirittura potremmo risalire ai tempi del monoteismo egizio.

E sempre secondo un concetto buddista, antecedente, un budda non è un extraterrestre ma un UOMO che ha raggiunto l'illuminazione. Dunque il "fantomatico" Gesù era un budda.

Dimostrami che non è vero cool

Vedi il profilo dell'utente
69
^Sick_Boy
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Volendo si potrebbe aggiungere che il rito dell'eucaristia, che pure ha un profondo legame con tutta la teoria dell'amore come com-unione spirituale e disponibilità al sacrificio per il "prossimo", è chiaramente un innesto di cultura ellenica sulla base di un rituale (quello della condivisione del pasto con i discepoli) giudaico.

Risulta difficile, infatti, credere che nella Palestina di oltre 2000 anni fa, in un territorio culturalmente dominato dalle sette ebraiche più estremiste, un tizio - proveniente da quella cultura - abbia proposto ai suoi seguaci - altrettanto provenienti dalla medesima cultura - di "mangiare il corpo" e soprattutto "bere il sangue" di chicchessia, anche solo in accezione simbolica.
Tutta la faccenda del "mangiare il corpo" e "bere il sangue" della divinità è un rituale teofagico, di chiara provenienza greca (in particolare dei culti misterici).

Quanto al buddismo e all'induismo, che come sottolinea freeweb sono molto, molto più antichi del cristianesimo primitivo, si può notare che esprimono un concetto di "amore universale e rispetto per la vita" (in senso totale, non solo umana) molto più profondo e complesso di qualsiasi cosa "detta" da "Gesù" e riportata nella bibbia.

XmenoX, fai i compiti a casa: il cristianesimo, per come è arrivato a noi, per come è stato impostato da Shaul di Tarso e poi rifinita, interpolata, rimaneggiata infinite volte nel tempo (spesso volontariamente, per ragioni di comodo, spesso per errori, omissioni o difficoltà di traduzione), ha molto poco a che fare con qualunque cosa possa essere stata detta o fatta 2000 anni fa ed è, sostanzialmente, un'ottima operazione di marketing.

Vedi il profilo dell'utente
70
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Prove, caro "giovine sick"...prove. Altrimenti le tue sono chiacchiere...esattamente come quelle che vai blaterando da quando sei nato. Chiecchiere..opinioni vagamente kitch.
Un'ottima operazione di marketing? Prove, giovine sick, prove documentali e documentate a sostegno delle tue tesi. Altrimenti le tue sono solo chiacchiere

Vedi il profilo dell'utente
71
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
...chiacchiere e distintivo...sei solo chiacchiere e distintivo (cazzo sick non metterlo in un angolo che poi mi diventa al xmanx capone

Vedi il profilo dell'utente
72
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@pazza

Gli Atti dei martiri di Scillio, redatti in un tribunale africano, durante il regno di Commodo (180-192), costituiscono una sorta di “verbale” di un processo contro i cristiani.


1. Essendo consoli Presente (per la seconda volta) e Claudiano, sedici giorni
prima delle calende di agosto a Cartagine, dopo aver trascinati in tribunale Sperato, Nartzalo e Cittino, Donata, Seconda e Vestia, il proconsole Saturnino disse: Potrete meritare l’indulgenza del nostro imperatore se ritornerete a sani propositi.

Sperato disse: Non abbiamo mai fatto del male, né mai abbiamo dato opera ad alcuna iniquità; mai abbiamo portato ingiuria, ma maltrattati abbiamo reso grazie: e perciò teniamo in onore il nostro imperatore.

Il proconsole Saturnino disse: E noi siamo religiosi e semplice è la nostra religione; noi giuriamo per il genio del nostro imperatore e porgiamo suppliche agli dei per la sua prosperità: ed è ciò che anche voi dovete fare.

Sperato disse: Se ascolterai tranquillamente ti dirò un mistero di innocenza.

Il proconsole Saturnino rispose: Non porgerò le mie orecchie a te che inizi a
dir male della nostra religione; piuttosto giurate per il genio del nostro imperatore.

Sperato disse: Io non riconosco l’impero di questo secolo, ma servo quel Dio
che nessun uomo ha visto né può vedere coi suoi occhi. Non ho commesso alcun furto: se acquisto qualche cosa pago l’intero prezzo, perché conosco il mio Signore, che è l’imperatore dei re di tutti i popoli.

-------------------------------------------------------------------------

"Il rapporto tra cristiani e impero romano è conflittuale. Dal secondo al
quarto secolo si susseguono diversi periodi in cui i cristiani sono perseguitati, in tutto l’Impero romano o in parti di esso. Fino alla prima metà
del terzo secolo queste persecuzioni, talvolta molto violente, hanno carattere locale e le autorità romane oscillano tra un atteggiamento di tolleranza e misure di repressione. A partire dalla metà del terzo secolo, con
l’imperatore Decio e poi con Valeriano e Diocleziano, si impone una politica
generalizzata di persecuzione dei cristiani."

Cara signora pazza...provo una profonda pena per lei. E per i nostri giovani studenti...dati in mano a una accozzaglia di nulla pietra



Ultima modifica di xmanx il Mer 25 Lug 2012 - 12:12, modificato 1 volta

Vedi il profilo dell'utente
73
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@pazza
“I motivi che diedero origine alla persecuzione dei cristiani nell’impero
romano furono diversi. La causa principale è da riporsi nella congiunzione
intima tra l’organizzazione statale e la religione ufficiale dell’impero romano.
In esso la vita ufficiale era strettamente unita, mediante cerimonie religiose,
al culto delle divinità romane. Il riconoscimento di queste divinità statali
e del culto ad esse attribuito fu richiesto, naturalmente, alle varie nazioni
che a poco a poco entrarono nel complesso del vasto impero. Queste nazioni
potevano senza difficoltà continuare a prestare il culto alle loro divinità, le
quali, anzi, spesse volte trovarono ingresso nel pantheon delle divinità romane;
come pure i cittadini romani potevano liberamente, sotto l’influenza del
sincretismo religioso dei primi secoli dell’impero, seguire le pratiche dei culti
stranieri. Ma, con tutto ciò, il riconoscimento del culto pubblico ufficiale
era sempre considerato come espressione della disposizione corretta e patriottica
verso lo Stato e fu perciò domandato senz’altro a tutti gli abitanti
dell’impero. Questo concetto della manifestazione dei veri sentimenti di patriottismo
romano mediante la partecipazione al culto pubblico ufficiale divenne
anche più pronunciato con la professione del culto verso gli imperatori
a Roma. L’apoteosi di Cesare e di Augusto divenne il punto di partenza del
culto dell’imperatore divinizzato, unito con quello della stessa Roma; e questo
culto si considerò quasi la religione ufficiale dell’impero, di modo che rifiutarne
la partecipazione era considerato come un vero crimen contro la divinità
e contro lo stato. Tutte le varie nazionalità riunite nell’impero romano
avevano accettato questa religione ufficiale né, sotto questo punto di vista,
erano mai sorte difficoltà. I Giudei, i quali erano i soli abitanti dell’impero
che non partecipavano a questi atti di culto pagano, erano in condizioni di
favore eccezionale; la loro religione era stata riconosciuta esplicitamente religio
licita, ed essi avevano ricevuto privilegi speciali, sotto l’aspetto religioso e nazionale. Ma questa situazione privilegiata non impedì misure restrittive
e di persecuzione contro i Giudei, quando questi mostrarono di fare una
propaganda religiosa troppo attiva presso concittadini di altra nazionalità,
come accadde per esempio sotto Domiziano (Dione Casssio, LXVII, 14) e
sotto Adriano (Sparziano, Hadr., 14)”

(Giovanni Pietro Kirsch, Persecuzione,
in Enciclopedia Treccani, vol. XXVI, p. 796).

-----------------------------------------------------------------

Questa persecuzione dei cristiani nasce dal fatto che i romani, a partire
dalla propria concezione di religione, non riuscirono mai a capire perché
i cristiani rifiutassero di fare sacrifici all’imperatore. Nessuno chiedeva ai
cristiani di rinnegare il proprio Dio: ad essi si chiedeva semplicemente di
aggiungere al culto del proprio Dio quello dell’imperatore (v. doc. 5). I
cristiani, a partire dalla propria concezione monoteistica della religione,
non potevano accedere a questa richiesta ed il loro rifiuto di prestare il
culto all’imperatore venne interpretato dalle autorità politiche romane
nell’unico modo che ad esse pareva sensato: come un atto di sedizione,
un attacco allo Stato da reprimere per garantire l’ordine pubblico.

Io le consiglio vivamente di studiare, cara signora pazza....perchè vivere - come fa lei - in una cultura che si rifiuta e che si ignora può causarle gravi disturbi psichici

Vedi il profilo dell'utente
74
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Cara signora pazzerella

"Le persecuzioni finiscono nel quarto secolo, con l’editto di Milano del
313 con cui viene garantita a tutti i sudditi dell’Impero romano la libertà
di adottare e professare la religione di loro scelta. Ma tre secoli di persecuzione
lasciano una traccia importante sul modo in cui la comunità cristiana
concepisce i rapporti con lo Stato. Lungo tutto questo arco di tempo
infatti essa deve darsi una struttura ed un’organizzazione autonoma:
non potendo ricorrere ai tribunali dello Stato i cristiani debbono creare un
proprio sistema giudiziario, non potendo contare sul sostegno economico
del potere politico essi debbono inventare un autonomo sistema di finanziamento,
non potendo condividere la concezione del matrimonio e della
famiglia prevalente nel diritto romano debbono dar vita ad un proprio diritto
di famiglia. Tutto ciò accentua l’autonomia e l’indipendenza della
comunità cristiana rispetto al mondo romano ed alle sue istituzioni. In tal
modo la distinzione tra Dio e Cesare contenuta nel Vangelo (“Date a Dio
quel che è di Dio, date a Cesare quel che è di Cesare”: doc. 7) si consolida
ed acquista una consistenza istituzionale. A partire dalla seconda metà
del quarto secolo le cose cambieranno ed il cristianesimo diverrà la religione
di Stato: ma l’esperienza delle persecuzioni rafforza il senso di autonomia
e di indipendenza della comunità cristiana rispetto al mondo romano
ed alle sue strutture. Sta soprattutto qui l’importanza, nella storia
del cristianesimo, dell’esperienza maturata nel corso dei primi tre secoli:
il principio dualistico originariamente presente nell’insegnamento cristiano
ha il tempo di svilupparsi e rafforzarsi in modo tale che neppure il
mutato contesto politico e sociale dei secoli seguenti potrà farne dimenticare il significato e la portata."

Studi signora....studi. Che ne ha di cose da imparare....uhhhhhh se ne ha

Vedi il profilo dell'utente
75
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@big
E pensa, caro big...il cristianesimo fu una operazione di marketing così ben orchestrata, che esistono documenti storici del 180dc che dimostrano i processi ai cristiani....documenti falsi, ovviamente. Che i romani hanno redatto apposta per costruire "il mito delle persecuzioni", in modo da inventare una religione...e pure i suoi martiri

E sai chi ha escogitato tutto questo? cool
Te lo dico io...me lo ha detto hakim: la CIA insieme a Berlusconi in combutta coi romani

Ah, ovviamente anche la lettera tra Plinio il Giovane e Traiano, risalente al II sec, è un falso storico preparato dalla CIA, insieme a Berlusconi, e sotterrato nei secoli, perchè noi potessimo scoprirla e, così, credere erroneamente che il cristianesimo c'era già nel IIsec...quando invece è stato inventato dai romani nel concilio di Nicea del 321
Tutto orchestrato da Berlusconi in combutta con la CIA...ovviamente. Avranno sicuramente utilizzato una macchina del tempo per andare e tornare dal secondo secolo Chissà....forse lo stesos Plinio era Berlusconi travestito ahahahahahahah

Vedi il profilo dell'utente
76
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 3 di 4]

Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum