Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Sulle nostre paure - riflessioni a partire da Lucrezio

Condividere 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
victorinox
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Lucrezio osserva che l'uomo non è felice perchè vive costantemente assediato da un timore sordo che condiziona le sue scelte e le sue azioni, per esorcizzare il quale ha escogitato molti mezzi e ha edificato molte costruzioni intellettuali. Questa condizione di sofferenza, però è perpetuata da quegli stessi sistemi di pensiero che sono sorti per esorcizzarla.
L'essenza di questo timore e della sofferenza che lo accompagna è il pensiero della morte. La sua forza è l'ignoranza.
È l’ignoranza, a lasciare gli uomini in balia di questa paura condizionandone le azioni.
Questo timore è esorcizzabile riconoscendo nella morte una tappa della vita, come qualcosa di ineluttabile che però è essenzialmente esterno all’uomo stesso. La morte e l’uomo, infatti, non sono mai simultaneamente presenti come accade invece per l’uomo e la vita. Ecco perché è della vita che l’uomo dovrebbe preoccuparsi. Essa solo lo riguarda e lo concerne.


E di quante altre cose possiamo dire lo stesso? Quali e quanti timori ci assediano? A quali e quante false credenze ci affidiamo? Quanto queste ipotecano la nostra vista?
L'ignoranza nutre la paura. La paura nutre la sofferenza. La paura rende cattivi. Eppure spesso senza accorgecene, temiamo più di sapere che di non sapere.
Ed anche la strada dell'accettazione, come via per la felicità è dimenticata e misconosciuta. Io almeno ritengo che l'accettazione abbia questa funzione.

Vedi il profilo dell'utente
2
An Boum
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Io penso l'opposto.
Credo che sia l'ignoranza ad annullare la paura della morte.

Sono gli animali, che non ne hanno coscienza se non forse solo nel momento in cui la vivono, la loro ed altrui, a vivere la vita in modo pieno relegando la paura in quei pochi momenti dove ha motivo di esistere.
Per l'uomo è quasi impossibile.

Inoltre la morte è un argomento su cui, ahimè, se non crediamo ad una vita oltre la morte, siamo tutti ignoranti.

Vedi il profilo dell'utente
3
galadriel
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
La non coscienza per me è diversa dall'ignoranza.
Nel secondo caso si possiede la coscienza, cioè ci si rende conto inevitabilmente di certe cose, ma senza conoscerle. Quindi il problema si pone per forza.
Nel primo caso proprio non ci si rende conto. Quindi non si pone il problema.

Vedi il profilo dell'utente
4
hakimsanai43
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
KleanaStupore
La "nostra" paura è una sola: paura di non aver abbastanza soldi.

Tutte le altre paure sono immaginarie.

Io e Bertrand Russel.

hissfit

Vedi il profilo dell'utente
5
anna85
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
e' gia'
KleanaBacioNonCompro

Sono gli animali, che non ne hanno coscienza se non forse solo nel momento in cui la vivono, la loro ed altrui, a vivere la vita in modo pieno relegando la paura in quei pochi momenti dove ha motivo di esistere.
Per l'uomo è quasi impossibile.

Vedi il profilo dell'utente
6
Ika
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Le paure dicono quello che in realtà vorremmo


Ika confused

Vedi il profilo dell'utente
7
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum