Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Gelosia in bilico tra emozioni e sentimenti

Condividere 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
victorinox
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
La gelosia ha una struttura complessa che la rende in parte assimilabile alla categoria delle emozioni, in quanto improvvisa e capace di alterare la condizione psicologica del soggetto, e in parte a quella dei sentimenti, dato che perdura e porta con se rappresentazioni mentali.
Inoltre la gelosia "non è mai una", perchè varia in base al suo oggetto. La gelosia materiale si rivolge agli oggetti, mentre quella gelosia romantica alle persone. Infine esiste la gelosi da competizione sociale, rivolta a qualsiasi cosa non si possieda.
Ogni tipo di gelosia, si caratterizza per una forte ambivalenza: amore ed odio diretti verso l'oggetto del nostro essere gelosi.
Nella gelosia rivolta a persone questo è evidente. Si è iper interessati alla persona ma anche arrabbiati con lei. Contemporaneamente la persona gelosa sperimenta verso il rivale odio e desiderio di annullamento che diventano tanto più forti quanto più il rivale è percepito con caratteristiche positive.

La gelosia è un sentimento che vi riguarda? Quale tipo di gelosia vi riguarda? Perchè secondo voi una persona nutre gelosia? Che effetti ha sulla persona gelosa e sull'oggetto della gelosia?



Vedi il profilo dell'utente
2
tulip
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Tempo faero gelosa in modo viscerale, col tempo mi sono resa conto di essere stata gelosa della persona per i suoi modi di fare, per le sue amicizie, per la sua serenità, per le sue conquiste. Solo dopo aver trovato un mio equilibrio, aver fatto le mie conquiste, aver avuto le mie amicizie non sono stata più gelosa. Era come una forma di dipendenza che mi faceva stare male e che ho superato diventando più forte

Vedi il profilo dell'utente
3
diananadia
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Non soffro in modo particolare di gelosia romantica, a meno che non ci sia qualcosa di veramente evidente e intollerabile, e questo mi è costato caro. Ma non mi interessa, son fatta così e non mi va di stare sempre all'erta, amen...
La gelosia materiale invece è uno dei miei più grossi difetti e anche qua sono stata punita severamente.
La gelosia da competizione sociale non si chiamava invidia una volta?
Mea culpa...ogni tanto ne soffro, specie se vedo che i fortunati hanno pochi meriti e tanto c.lo

Vedi il profilo dell'utente
4
victorinox
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
@diananadia ha scritto:
La gelosia materiale invece è uno dei miei più grossi difetti e anche qua sono stata punita severamente.

In particolare quale categoria di "cose" la scatena?

Vedi il profilo dell'utente
5
diananadia
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
In particolare sono stata gelosa della mia casa, ma in genere non amo condividere nulla di ciò che mi appartiene. Da bambina potevano essere i giocattoli o le cose di scuola. Ricordo che venivo spesso rimproverata dalla maestra perchè non volevo prestare colori o altro alle mie compagne. Non è tirchieria comunque, se faccio un regalo lo faccio volentieri, mi piace pensare a quello che può far piacere alle persone. Ma vedere oggetti che fanno parte della mia vita in mani altrui mi dà una sensazione di fastidio. Un libro poi, piuttosto che prestarlo lo regalo direttamente.
Però questo forse non è il senso che davi tu alla parola gelosia, probabilmente è senso del possesso.
Se per gelosia intendi il desiderio di avere qualcosa di materiale che io non mi posso permettere ma altri sì, la semplice invidia insomma, beh...la lista potrebbe essere lunga e banale, però con l'età perde sempre più consistenza, fortunatamente.

Vedi il profilo dell'utente
6
Lucio Musto
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
forse nel disegnare le caratteristiche della gelosia occorrerebbe metterci nche il livello di autoconsiderazione. Una bella fetta di gelosia è insoddisfazione di se, e quindi timore di perdere qualcosa che percepiamo come parte di noi stessi.

Vedi il profilo dell'utente
7
victorinox
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
@diananadia ha scritto:In particolare sono stata gelosa della mia casa, ma in genere non amo condividere nulla di ciò che mi appartiene.

La condivisione non è vissuta come tale, ma come un furto per il solo fatto di potersi anche tradurre in esso. Ma questa è solo un'eventualità a conti fatti. Ma il sentimento di delusione che ne deriva, altera la percezione statistica del rischio. E' una cosa molto comune.

Vedi il profilo dell'utente
8
victorinox
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
@Lucio Musto ha scritto: Una bella fetta di gelosia è insoddisfazione di se, e quindi timore di perdere qualcosa che percepiamo come parte di noi stessi.

Questo è un aspetto fondamentale. Si è tanto più gelosi, quanto più la nostra completezza "dipende" da esso, quando invece dovrebbe sussistere a prescindere.

In secondo luogo, c'è l'aspetto del furto, sottolineato riguardo agli oggetti da Dianadia ma valido anche per i sentimenti, che sono "nostri" e che nella relazione "doniamo" e "condividiamo".

Vedi il profilo dell'utente
9
anna85
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
[quote="victorinox"]
@Lucio Musto ha scritto: Una bella fetta di gelosia è insoddisfazione di se, e quindi timore di perdere qualcosa che percepiamo come parte di noi stessi.

una piccola percentuale di gelosia penso esista per tutti
la gelosia sana-sentimentalmente parlando,chi non e' geloso/a del proprio ragazzo/a
sempre che se ne abbia motivo valido! non superficiale del tipo che bella gnocca..l'occhio vuole la sua parte..pero' anche qua ogniuno e' com'e'

gelosia malsana-invidie in generale,queste le odio,le ritengo senza senso, in quanto
1) ogni donna e' bella per come mamma l'ha fatta
2) cio' che si ha lo si e' sudato
3)se uno sta' meglio di me ($) sono contenta,io sono ricca dentro
4) ogni uomo e' bello per come mamma l'ha fatto
ps.oh,l'uomo non deve essere bello ma affascinante,dote innata.......

Vedi il profilo dell'utente
10
Lucio Musto
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
.


Gelosia in prosa

Fra le varie manifestazioni della gelosia, atteggiamento spirituale complesso e profondo che permea condizionandole gran parte delle nostre azioni, la più semplice da analizzare è quella che attiene alla sfera amorosa, il senso di possesso del partner, sposo, fidanzato, amante o occasionale compagno che sia.

E non a caso, quando si parla di “gelosia” senz’altra specifica ci si riferisce a quest’aspetto; il più ovvio, banale e antico sentimento di possesso.

L’origine e la ragion d’essere di questa gelosia, la più rustica, istintiva, “necessaria” che ci sia, è squisitamente fisiologica a provvidenzialmente biologica.
Null’altro che l’urgenza di trasmettere il proprio patrimonio genetico alle generazioni future; punto.

Ma perché la provvida Madre Natura ci ha inculcato quest’istinto così prepotente, tanto forte da superare a volte addirittura quello della sopravvivenza, si che in innumerevoli specie il maschio è disposto a lottare fino alla morte pur di accaparrarsi il diritto di accoppiarsi?...
Detto molto brutalmente, perché statisticamente colui che vince ha i geni migliori, i più favorevoli alla sopravvivenza ed all’evoluzione della specie. E la specie, per Madre Natura, è sempre più importante del singolo individuo.

Ora so bene di essermi inimicato ogni spirito romantico (ed io sono fra questi!...), ogni sentimentale sognatore preso nel sogno d’amore del suo amato bene!.... so bene che è assolutamente spoetizzante il pensare che il palpito di angoscia che mi prende al pensare alla perdita del mio amato bene per colpa d’un infame si riveli solo una bestiale spinta ormonale… ma quando si ragiona bisogna sforzarsi di essere razionali!
Non dimentichiamo di essere tanto vicini al resto del regno animale da farne concretamente parte per forse il novantotto percento del nostro essere… e certamente percentualmente molto di più della nostra storia evolutiva!

Mi si potrebbe facilmente obiettare: «ma guarda che mica ogni gelosia ha una giustificazione sessuale!... la più parte sono legati alla figura intellettiva dell’altro, a quella spirituale, alle virtù matrimoniali!...»
Verissimo, e non ci piove!... ma semplicemente ciò dipende dal fatto che nella nostra specie all’aggettivo “sessuale” dobbiamo dare una connotazione un pochino più ampia di quella di un semplice accoppiamento genitale… sono veramente spiacente, ragazze…




Lucio Musto 21 luglio 2012
---------------------------------------------




Vedi il profilo dell'utente
11
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum