Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Come eravamo.....anzi come siamo

Condividere 

Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 3 di 3]

51
The Royal
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Cortese Signora o Signorina che si chiama Pazza di Acerra,

ho deciso di darle del Lei, perche' in questo momento ho semplicemente le lacrime agli occhi provocate da quella straordinaria umanita' che trabocca dalle Sue espressioni e dal Suo tanto divertente quanto pittoresco linguaggio. Lei, con quella Sua unicita' espressiva mi ricorda tantissimo un mio inimitabile professore di latino e greco dei tempi del Liceo Classico, il quale nell'ultima sua lezione prima di accingersi al pensionamento, fece alcune brevissime considerazioni , molti di noi avevano le lacrime agli occhi. Io ero uno di quelli, completamente travolto da quel turbine di umanita' e schiettezze morali che solo egli sapeva comunicare. Le faccio un esempio: una volta mi stango' perche' a suo avviso io avevo copiato una traduzione dal greco da un mio amico, Ed io controbattei:"Ma Professore, non ci sono le prove che io abbia copiato" . Ed egli prontamente guardandomi apertamente negli occhi replico':" Lo credo che non ci sono, perche' se ci fossero ti annienterei". Oppure ancora, quando si accorgeva che la classe non dava il meglio di se stessa, esordiva: "Vedo che oggi nella vostra attivita' avete deciso di attenervi ai principi delfici della moderazione e dell'equilibrio", per dire che non avevamo voglia di fare alcunche'. Un mito da leggenda cui nessuno riusciva a tenere testa. E lei, Signora Pazza, possiede quella stessa causticita' dialettica che quel professore aveva ,al punto di farmi venire adesso le lacrime agli occhi. E cosi', ho ben pensato di scrivere un pensierino di poche righe, dove ci sono le visioni se vogliamo un poco infantili di me, un forumiusta che Lei ha letteralmente steso cosi' come faceva quel grand'uomo del mio ex insegnante di latino-greco.

QUEI GELATAI CHE SE LA TIRANO

Esco di casa e mi guardo attorno; all'angolo vedo un uomo vestito di bianco, in piedi, che forse sta aspettando qualcuno, e mi scappa da ridere. Percorro venti metri giro l'angolo e vedo due uomini, vestiti di bianco che parlano tra di loro passeggiando lentamente ed uno dice all'altro:"Ah, guarda ,io ti posso assicurare....." E mi scappa di nuovo da ridere, vado avanti e vedo un tizio vestito di bianco davanti ad un bar e gli domando" Ma cosa ci fa' lei li"? Ed egli :"Sto aspettando una signora........" "E' mica la Pazza di Acerra?", Si, lo e'......e da qualunque parte guardi vedo gelatai. Entro in un bar ed ironicamente chiedo:Mi scusi, qui si vendono gelati?",il barista mi guarda con gli occhi spalancati e mi risponde:"Certo che si vendono gelati, siamo in un bar", ed io ribatto:"Ma lei non e' vestito di bianco, per vendere gelati deve essere considerato a pieno titolo un gelataio e per essere considerati a pieno titolo gelatai e'necessario essere vestiti di bianco".Ed esco fuori di corsa, mentre mi scappa di nuovo da ridere ed ancora mentre rido, mi cade l'occhio sulla bacheca dell'edicola e leggo il titolo del giorno:Il PGI, Partito dei Gelatai italiani ha ottenuto il 77% dei voti. I gelatai formeranno il nuovo governo: adesso che lo so, sono tranquillo, perche' possiamo contare su gente che sa veramente il fatto suo.Gentile Signora, lei con la sua umanita' infinita mi ha dimostrato come si faccia ad amare il mondo. Lei e' la terza persona, nella mia vita che sia riuscita ad evocare in me lo struggente sentimento del pianto e dell'emozione:ma non quello della disfatta e del fallimento, bensi' quello di quel professore di latino e greco cui bastavano due parole in croce per sgominare un esercito. Lei, Signora Pazza di Acerra e' una persona travolgentemente simpatica ed io altro non potevo fare che scrivere queste piccole cose per esprimere la Sua Grandezza. Un linguaggio evoluto avrebbe fallito inevitabilmente. A presto.

A presto............

Ps:in questo post pieno di umanita', le ho dato del Lei. Sentivo di dovermi rivolgere a Lei in questo . Nelle altre discussioni riprendero' con il tu.(Magari, esistesse veramente "quel" partito dei gelatai........)

Vedi il profilo dell'utente
52
Lucio Musto
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Assolutamente perfetto, "The Royal"
Viva la Pazza di Acerra vestita di Bianco!

Vedi il profilo dell'utente
53
Pazza_di_Acerra
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
The Royal ha scritto:
Cortese Signora o Signorina che si chiama Pazza di Acerra,

ho deciso di darle del Lei, perche' in questo momento ho semplicemente le lacrime agli occhi provocate da quella straordinaria umanita' che trabocca dalle Sue espressioni e dal Suo tanto divertente quanto pittoresco linguaggio. Lei, con quella Sua unicita' espressiva mi ricorda tantissimo un mio inimitabile professore di latino e greco dei tempi del Liceo Classico, il quale nell'ultima sua lezione prima di accingersi al pensionamento, fece alcune brevissime considerazioni , molti di noi avevano le lacrime agli occhi. Io ero uno di quelli, completamente travolto da quel turbine di umanita' e schiettezze morali che solo egli sapeva comunicare. Le faccio un esempio: una volta mi stango' perche' a suo avviso io avevo copiato una traduzione dal greco da un mio amico, Ed io controbattei:"Ma Professore, non ci sono le prove che io abbia copiato" . Ed egli prontamente guardandomi apertamente negli occhi replico':" Lo credo che non ci sono, perche' se ci fossero ti annienterei". Oppure ancora, quando si accorgeva che la classe non dava il meglio di se stessa, esordiva: "Vedo che oggi nella vostra attivita' avete deciso di attenervi ai principi delfici della moderazione e dell'equilibrio", per dire che non avevamo voglia di fare alcunche'. Un mito da leggenda cui nessuno riusciva a tenere testa. E lei, Signora Pazza, possiede quella stessa causticita' dialettica che quel professore aveva ,al punto di farmi venire adesso le lacrime agli occhi. E cosi', ho ben pensato di scrivere un pensierino di poche righe, dove ci sono le visioni se vogliamo un poco infantili di me, un forumiusta che Lei ha letteralmente steso cosi' come faceva quel grand'uomo del mio ex insegnante di latino-greco.

QUEI GELATAI CHE SE LA TIRANO

Esco di casa e mi guardo attorno; all'angolo vedo un uomo vestito di bianco, in piedi, che forse sta aspettando qualcuno, e mi scappa da ridere. Percorro venti metri giro l'angolo e vedo due uomini, vestiti di bianco che parlano tra di loro passeggiando lentamente ed uno dice all'altro:"Ah, guarda ,io ti posso assicurare....." E mi scappa di nuovo da ridere, vado avanti e vedo un tizio vestito di bianco davanti ad un bar e gli domando" Ma cosa ci fa' lei li"? Ed egli :"Sto aspettando una signora........" "E' mica la Pazza di Acerra?", Si, lo e'......e da qualunque parte guardi vedo gelatai. Entro in un bar ed ironicamente chiedo:Mi scusi, qui si vendono gelati?",il barista mi guarda con gli occhi spalancati e mi risponde:"Certo che si vendono gelati, siamo in un bar", ed io ribatto:"Ma lei non e' vestito di bianco, per vendere gelati deve essere considerato a pieno titolo un gelataio e per essere considerati a pieno titolo gelatai e'necessario essere vestiti di bianco".Ed esco fuori di corsa, mentre mi scappa di nuovo da ridere ed ancora mentre rido, mi cade l'occhio sulla bacheca dell'edicola e leggo il titolo del giorno:Il PGI, Partito dei Gelatai italiani ha ottenuto il 77% dei voti. I gelatai formeranno il nuovo governo: adesso che lo so, sono tranquillo, perche' possiamo contare su gente che sa veramente il fatto suo.Gentile Signora, lei con la sua umanita' infinita mi ha dimostrato come si faccia ad amare il mondo. Lei e' la terza persona, nella mia vita che sia riuscita ad evocare in me lo struggente sentimento del pianto e dell'emozione:ma non quello della disfatta e del fallimento, bensi' quello di quel professore di latino e greco cui bastavano due parole in croce per sgominare un esercito. Lei, Signora Pazza di Acerra e' una persona travolgentemente simpatica ed io altro non potevo fare che scrivere queste piccole cose per esprimere la Sua Grandezza. Un linguaggio evoluto avrebbe fallito inevitabilmente. A presto.

A presto............

Ps:in questo post pieno di umanita', le ho dato del Lei. Sentivo di dovermi rivolgere a Lei in questo . Nelle altre discussioni riprendero' con il tu.(Magari, esistesse veramente "quel" partito dei gelatai........)

Lei è veramente troppo gentile! imbarazzo Crecherò di essere sempre più caustica (soda lo son già) per nn deludere le sue aspettative! BeautyfulSuina

Vedi il profilo dell'utente
54
The Royal
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
E' arrivato un uomo che conosce i misteri del linguaggio e dei suoi significati. Egli e' detentore di quelle misteriose cognizioni che provengono da lontano e di cui gli antichi erano in saldo possesso..Questa nuova persona che e' arrivata evoca in me' tutta una serie di riflessioni, emozioni e considerazioni che nel loro insieme vanno oltre l'apprezzamento della persona medesima. Perche' quest'uomo parla un linguaggio sapiente e vero come quello della terra e delle montagne. E le montagne sono quelle realta' che occupano il mondo ma occupano anche silenziosamente le nostre coscienze. Quando sento parlare delle montagne avverto subito il pulsare della vita e contemporaneamente provo la sensazione di essere in pace con il mondo.Quello che trovo piu' straordinario di quest'uomo e' che egli parlando penetra subito nella coscienza e mentre ti porta ad interrogarti ti apre davanti lo scenario della vita. Ma uno scenario non artificioso, bensi' vero: vero come le montagne la campagna e la notte. Potrebbe sembrare buonismo ed invece e' sapienza vera. Ci sono emozioni che si provano subito e d'impatto, e questa persona ha la capacita' di trasmettertele probabilmente perche' coglie l'essenza di tutto cio' che ci circonda e ne rende partecipe quello che potremmo definire come il resto del mondo.Si potrebbe parlare di talento e di comunicativita' di arte e di filosofia, di umanita' e filantropia, ma tovo che tutte queste virtu' non riuscirebbero a tratteggiare un uomo che ha il dono di insegnare agli altri il valore del silenzio. E coloro che vivono in fratellanza con la terra e con le montagne ne conoscono molto bene la portata e le implicazioni. Le parole non riescono ad esprimere una personalita' indefinibile in grado di conferire senso e significato anche a tutto cio' che senso parrebbe non avere. Questa musica esprimera' l'essenza della profondita' comunicativa di questa persona portatrice di una nuova verita' morale:quella della fedelta' a se stessi.

Vedi il profilo dell'utente
55
The Royal
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Vorrei dedicare questo post ad Arzach, colui che per me e' stato e rimane un maestro silenzioso. Ho interagito poco o nulla con lui, ma da lui ho appreso una modalita' che mi affascino' quando io lessi un suo racconto, ovvero lo scrivere giustificato. Ebbi una sensazione di perfezione, di completezza e di rigorismo organizzativo che sarebbero rimasti per sempre scolpiti dentro di me. Ebbi modo, inizialmente, di domandargli come si procedesse per giustificare i posts ed egli me lo spiego'. Da quel momento, per me inizio' una fase completamente diversa nell'ambito delle prerogative espressive . Io volli considerarlo come un mio personale punto di riferimento, poiche', egli nel mio intimo aveva fatto scuola proponendo uno stile presentativo che io trovai geniale e perfetto. Arzach, il Maestro dunque che io ammiro come realta' fondamentale alla base di quel pochissimo che faccio su questo forum. E desidererei rivolgergli una dedica amichevole che a mio avviso parla di lui e del suo stile felicemente dottrinario e scolastico.

Vedi il profilo dell'utente
56
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 3 di 3]

Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum