Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Come eravamo.....anzi come siamo

Condividere 

Andare alla pagina : 1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 3]

1
The Royal
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Da qualche giorno sto pensando all'apertura di questo thread.Un thread che parafrasa il titolo di un celebre film. Lo scopo di questo topic, sarebbe quello di fare in modo che ognuno di noi, se lo desidera posti le proprie riflessioni su quelle che sono le coordinate culturali e la sensibilta' degli altri colleghi-e forumisti-e.Piu' semplicemente ognuno puo' scrivere cio' che pensa del collega.Uomo o donna.Ma qui inviterei alla massima attenzione:scrivere cio' che si pensa di un 'altra persona che interagisce e profonde le proprie energie nella redazione dei post, e' un'operazione seria e delicata che deve essere condotta con il massimo rispetto e sopratutto non deve avere una valenza offensiva.Il motivo di fondo latente del presente topic sarebbe quello dunque di evidenziare i pregi del forumista o della forumista che un qualsivoglia soggetto scrivente ritenga di porre al centro dell'attenzione.Quindi, essendo io l'autore del topic, daro' per primo una semplice e facile dimostrazione ai colleghi interessati di come potrebbe procedere lo sviluppo del thread,fatte salve le loro legittime varianti e possibili cambiamenti.E naturalmente evidenzio anche che lo scopo del topic non e' assolutamente quello di creare fronti contrapposti, bensi' di riflettere con tutta pacatezza sull'impostazione ed i valori che un qualsivolgia od una qualsivoglia forumista suggeriscano a chi voglia impostare appunto la riflessione ad hoc.
Ninfaeco: quando la genialita' e' donna.

Io credo che NinfaEco sia l'incarnazione vivente di un'avanguardia culturale basata su un movimento che non esiste ancora e che potremmo chiamare come quello del cognitivismo assoluto.E cioe' una dimensione eccellente della cultura, dove ogni aspetto, da quello descrittivo a quello creativo a quello filosofico viene improntato su un andamento autorevolmente artistico e dottrinario.In altre parole NinFaeco e' un polo dialettico che non ha mai tempi morti.La sua azione e' continuamente fondata su un operato che mira alla piu' alta qualita' espressiva e contenutistica possibile.Prosa, poesia, critica e ricerca gnoseologica si fondono in una prassi di altissima dottrinarieta'.Da questo modo squisitamente magistrale di procedere si sviluppa la immancabile qualita' dei suoi post e delle sue argomentazioni.Per quanto le mie modestissime cognizioni mi consentano, trovo che NinfaEco, in quanto analista abbia un pregio da lei valorizzato a modo proprio : e cioe' imposti sempre la propria speculazione analitica secondo precisi filoni dottrinari che diventano conseguentemente il metro di valutazione del tema trattato.Un esempio potrebbero essere i richiami abbastanza frequenti alla psicanalisi ed all'intimo autoesame, come se questa forumista considerasse il tema da dibattere come una realta' da interiorizzare e da elaborare intimamente.Operazione culturale difficilissima, poiche' a quanto io intravedo si fonda sulla convinzione che nella nostra interiorita' ci sia un mondo che sia esso stesso il metro di misura del tema analizzato.Con il rischio di banalizzarne il risultato, cosa che peraltro Ninfaeco evita nel modo piu' radicale ed assoluto.Termino questo mio post facendo riferimento, a modo di esempio analitico, al tipo di dedica che la forumista in questione mi ha rivolto e che non mi vergogno di ammettere, mi ha commosso, poiche' insieme ad altri frammenti di dedica, ha colto in pieno quelle tre componenti che sono in me e cioe' da una parte la reazionarieta', dall'altra la sovversione ed in terza un femminismo atipico che colloca la mia impostazione culturale (sperando di non usare una parola grossa) in una di quelle aree di mentalita' maledette con cui si avrebbe malvolentieri voglia di aver a che vedere.Posto la parte piu' eccellente di quella dedica


Evidentemente la forumista ha colto il tema conduttore a me' tanto caro delle donne e del potere proponendo le immagini di donne in uniforme al centro di azioni di rivalsa .Quindi femminilita' ed autoritarismo al tempo stesso.Ma cio' che e' sorprendente in quel video dedica, e' che NinfaEco lo ha scelto per una ragione di fondo:ha voluto mettere in evidenza il colore della pelle di quelle donne dal volto duro: sono di colore appunto.
Un'autentica sovversione per dimostrare che io potere e' nero e non bianco.La sovversione di NinfaEco.Era un esempio di interessamento descrittivo ed analitico di come potrebbe funzionare il topic: se avete figure forumistiche su cui serenamente riflettere, questo potrebbe essere il thread adeguato. BeautyfulSuina



Ultima modifica di The Royal il Lun 6 Set 2010 - 13:54, modificato 4 volte

Vedi il profilo dell'utente
2
PorceDi
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
The Royal ha scritto:Posto la parte piu' eccellente di quella dedica
Non so che tipo di sostanze usi, ma ti ci vedrei bene a decantare le virtù di opere quali "La colomba della pace" di Picasso.

Vedi il profilo dell'utente
3
The Royal
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Desidero dedicare questo post ad un membro che sprizza letteralmente simpatia rendendosi dialetticamente amabile e gradevole.Permette? Dottor Blasel: Simpatico.E lo e' veramente .Perche' Blasel denotando un'intelligenza acuta e penetrante, gestisce le proprie doti attraverso due strumenti che rendono mirabili la figura di un moderatore: e cioe' la signorilita'e la discrezione.Una discrezione austera e raffinata che rende il suo operato come una sorta di gradevolissimo sfondo che lentamente ma continuamente scorre: il forumista si sofferma a guardare e focalizza quegli spunti che ritiene maggiormente rilevanti riflettendoci su'.Naturalmente il "sale " ed il "pepe" non mancano Ma sono additivi che rendono le sue pietanze uno spassoso mix che non ci si stanca mai di gustare.Secondo me Blasel possiede almeno tre caratteristiche che essendo spesso compresenti nelle sue riflessioni alimentano un tanto travolgente quanto amabilissimo spasso di fondo.E sono il progressismo, il femminismo ed il maschilismo.Il maschilismo, che per altro anch'io possiedo come lui, diventa una componente che trasuda verita' quando si parli di donne.Quelle donne che in fondo si vogliono sempre mettere in prima linea in quanto noi uomini ne avvertiamo il fascino.E Blasel con quel suo aplomb cosi' calibrato ma non stucchevole le porta sempre ad esempio da una parte come realta' con cui ci si trovi ad aver che fare, dall'altra come spunto di ironia: ma un'ironia bonaria che vuole costruire riflessivamente e non distruggere. Ci sono due punti che mi hanno divertito parecchio. La figura dell'Avvocato: il tratteggio che ne hai fatto e' indovinatissimo.Se fosse stato un altro lo avrebbero messo in croce per tutti i versi.E la propria "ipoudenza". Scusami Blasel ma sei stato forte.Voglio provare a chiedere a qualche amico: scusa ma tu per caso sei mica ipoudente?E vedere cosa mi dice.E poi ancora sulle donne; te ne passo una io adesso: Le donne sono come i cicloni tropicali: quando arrivano sono calde e travolgenti, quando se ne vanno ti lasciano tutto rotto e si portano via anche l'automobile.Dottor Blasel dunque; un dottorato di cui questo simpatico amico e' degno a pieno titolo: ce ne vorrebbero tanti come lui.Lui, che dialoga raffinatamente e rilassantemente con la molteplicita' dei forumisti senza mai rintuzzare gli altri nelle loro prerogative.Un mito.E non potevo fare a meno di dirglielo, proprio ora , perche' ora vado a riposare due ore e prima di partire per il lavoro;poi forse passero' di qui, sapendo che Blasel ci sara', e se proprio non ci sara' in quel momento ci sara' dopo.Una bella certezza che tiene compagnia in modo squisito ed encomiabile. BeautyfulSuina :.-8:



Ultima modifica di The Royal il Lun 6 Set 2010 - 13:57, modificato 1 volta

Vedi il profilo dell'utente
4
falansterio
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
The Royal ha scritto:E la propria "ipoudenza". Scusami Blasel ma sei stato forte.
Forse non a caso blasel suona quasi come bias-el, dove bias è l'errore di polarizzazione del campo elettrostatico. Praticamente, rumore bianco.

























Lo so, come battuta faceva schifo, ma perdonatemi se potete. Anch'io ho i miei anni.

Vedi il profilo dell'utente
5
The Royal
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico

CignoNero: quando l'amore diventa un appassionante interrogativo.

Vorrei ora passare a riflettere su CignoNero, forumista e moderatrice dalla sensibilita' vivacissima che ha fatto dell'altruismo la propria bandiera.Un altruismo vero, impegnato, protagonistico, vissuto sulla propria persona con tutte le conseguenze che questo possa comportare.Sembra quasi che CignoNero abbia un motto ;analizzarsi per scoprire la verita': la propria verita' ,quella verita' che ci portiamo dentro, nella quale crediamo di cui noi ricerchiamo tutte le manifestazioni piu' autentiche.Ma secondo me, esiste un'altro notevole e lodevole spunto che ci offre questa forumista- moderartice:un atteggiamento continuamente propositivo e coinvolgente, che pero' non sia di peso e di sovraccarico nei confronti degli altri.Una relazione, una vicenda, un'amicizia e' per questa persona una dimensione che non ha ne' limiti, ne' confini:sono patrimonii che lasciano sempre e comunque segni e che non possono essere ne' dimenticati ne rinnegati.Trovo che ci sia poi un ulteriore pregio di questa moderatrice e cioe' l'accettazione morale delle posizioni altrui, cosa molto, molto difficile da realizzare.Perche' e' inevitabile che in un confronto si vengano a creare divergenze.E CignoNero gestisce queste divergenze con modalita' proprie che sono tono, gusto, mediazione ma nello stesso tempo un polso fermo e determinato che non ammette fuoriuscite dai canoni etici della correttezza e della professionalita'.Una CignoNero dalla personalita' controversa e ricca di risvolti misteriosi ed insondabili: una magica unita' che si frantuma in mille aspetti tutti nuovi e tutti insoliti: la banalita' non esiste nell'ottica di questa sensibile persona.E dunque la nostra moderatrice-forumista e' un altro tassello di una realta'mediatica che grazie proprio alla brillantezza dei propri conduttori, non finisce mai, non solo di stupire ma senz'altro di coinvolgerci.CignoNero e' un diario aperto su cui tutti dovremmo un attimo soffermarci per riflettere circa le nostre cosiddette certezze consolidate.Lei le rimette in gioco facendoci vedere quanto la personalita' umana sia profonda e quanto sarebbe doveroso per ognuno di noi, cercare di migliorare la nostra riflessivita' al fine di intuire quanto noi siamo complessi ed indefinibili.



Ultima modifica di The Royal il Lun 6 Set 2010 - 14:00, modificato 4 volte

Vedi il profilo dell'utente
6
The Royal
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Marimba e' una forumista scomoda.Superlativa e scomoda poiche' ha un raffinato pregio morale:quello di dire pane al pane e vino al vino.E dicendo le cose come stanno, automaticamente crea intorno a se un polo di interesse che s'impone subito all'attenzione.Ma potremmo anche definirla come la donna delle scelte civili e delle posizioni "contro".Ma contro a che cosa.Contro a tutte quelle concezioni critiche che tanto anonimamente quanto piattamente si sono conformate alla non critica.Marimba, per uno di quei misteriosi aspetti della dignita' umana, non mentisce alle proprie convinzioni: la coscienza, che e' il primo ambito della nostra credibilita' e come tale non deve mai essere tralasciata.Il compromesso e' un termine che non fa' per lei: sembra che Marimba continuamente ci dica."Una persona senza testa e' una persona senza idee ed una persona senza idee non e' degna del consenso di nessuno.Dicevo della contestazione a testa alta: la contestazione di una femminista di puro calibro e da prima linea, che mette in mora noi uomini e le nostre convinzioni poiche' spesso noi uomini, non siamo cosi' intransigenti verso il nostro credo, mentre Marimba lo e' ed a questo credo mai viene meno senza sconti per nessuno.Se ci si scontra dialetticamente con lei e' come andare contro un muro: si finisce per farsi male.La passione per l'umanismo, quindi, poiche' esistono l'umanesimo e l'umanismo: l'umanesimo inteso come crescita dell'uomo in senso spirituale, l'umanismo in senso materiale.Non materialistico.Le aspirazioni della natura umana trovano in Marimba il loro terreno ideale e lei ne sa essere interprete tanto fedele quanto appassionata.E la passione per la politica: quella politica che viene tanto bistrattata e che invece dovrebbe essere ponderata e vissuta. Ma come solo Marimba sa fare, pero'.



Ultima modifica di The Royal il Lun 6 Set 2010 - 14:03, modificato 3 volte

Vedi il profilo dell'utente
7
Gèca

Viandante Storico
Viandante Storico
The Royal è un forumista che fa complimenti.

Vedi il profilo dell'utente
8
The Royal
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Gèca ha scritto:The Royal è un forumista che fa complimenti.

Ehm.....Geca, permettimi: e' che dico quello che penso. Cosa ben diversa. BeautyfulSuina



Ultima modifica di The Royal il Lun 6 Set 2010 - 14:04, modificato 1 volta

Vedi il profilo dell'utente
9
Gèca

Viandante Storico
Viandante Storico
The Royal ha scritto:
Gèca ha scritto:The Royal è un forumista che fa complimenti.

Ehm.....Geca, permettimi: e' che dico quello che penso.

Cosa ben diversa. BeautyfulSuina

E uno non può pensare e dire complimenti? confused

Vedi il profilo dell'utente
10
The Royal
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Gèca ha scritto:
The Royal ha scritto:
Gèca ha scritto:The Royal è un forumista che fa complimenti.

Ehm.....Geca, permettimi: e' che dico quello che penso.
Cosa ben diversa. BeautyfulSuina

E uno non può pensare e dire complimenti? confused

Certamente, Geca, ma permettimi, senza voler creare spaccature; bisogna anche meritarseli questi complimenti.Detto con tutto l'atteggiamento il piu' scevro e compassato possibile. BeautyfulSuina



Ultima modifica di The Royal il Lun 6 Set 2010 - 14:05, modificato 1 volta

Vedi il profilo dell'utente
11
Gèca

Viandante Storico
Viandante Storico
Certamente, The Royal.
Non ero venuta a chiederteli.

Vedi il profilo dell'utente
12
The Royal
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Gèca ha scritto:Certamente, The Royal.
Non ero venuta a chiederteli.

Ciao, Geca, Come promesso ti rispondo qui. Ma intanto, a proposito dell'asserzione sopraquotata, ben comprendo che tu non me li abbia chiesti, ma se te li ho fatti e' perche' ritengo che tu te li meriti, altrimenti non mi sarei espresso.Ecco, vedi Geca, quando , e questa e' una mia prerogativa, reputo che un'argomentazione non meriti l'attribuzione di qualche interesse, ebbene ometto la valutazione.
Gèca ha scritto:
The Royal ha scritto:
Gèca ha scritto:Io no, ovviamente.

Questa e' una prerogativa tua.Scusa, ma adesso vado a mangiare. Eventuali repliche a dopo.Se ci saranno. BeautyfulSuina

Quale sarebbe la mia prerogativa?
Buona cena, The Royal BeautyfulSuina

Ti ringrazio per la buona cena di ieri sera...........ieri non ll'ho fatto poiche' ero preso dall'altra discussione,animosita' partecipativa.La tua prerogativa-e sarebbe semplicemente quella di apprezzare o meno chichessia.Si tratta di possibilita' nostre personali appunto: e' possibile infatti che noi apprezziamo le persone come no. BeautyfulSuina



Ultima modifica di The Royal il Mar 7 Set 2010 - 19:42, modificato 2 volte

Vedi il profilo dell'utente
13
Gèca

Viandante Storico
Viandante Storico
The Royal quella è una prerogativa di tutti.

Vedi il profilo dell'utente
14
The Royal
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Gèca ha scritto:The Royal quella è una prerogativa di tutti.

Vero, assolutamente vero.Ma nel tuo caso trovo che un apprezzamento critico o meno verso un'altra persona, sia sempre filtrato da gusto ed analisi profonde.Probabilmente tu apprezzi sapendone il perche', altri a volte apprezzano, se apprezzano, senza saperne le ragioni.Potrebbe essere questa la potenziale differenza tra te ed un'altra persona. BeautyfulSuina



Ultima modifica di The Royal il Mar 7 Set 2010 - 19:43, modificato 1 volta

Vedi il profilo dell'utente
15
Gèca

Viandante Storico
Viandante Storico
The Royal ha scritto:
Gèca ha scritto:The Royal quella è una prerogativa di tutti.

Vero, assolutamente vero.

Ma nel tuo caso trovo che un apprezzamento critico o meno verso un'altra persona, sia sempre filtrato da gusto ed analisi profonde.

Probabilmente tu apprezzi sapendone il perche', altri a volte apprezzano, se apprezzano, senza saperne le ragioni.
Potrebbe essere questa la potenziale differenza tra te ed un'altra persona. BeautyfulSuina

Non voglio e non ho la verità su niente,
ma tanto vale non sparare opinioni a membro di cane ( se non per far ridere ) quindi provo a dirne una, magari è quella giusta.

Vedi il profilo dell'utente
16
The Royal
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
La personalita' di Geca, il suo buon gusto e la sua discrezione nel gestire l'ambito della moderazione sono solo la punta di un iceberg fatto di innumerevoli spunti.E sono spunti che richiamano altri spunti.Si potrebbe dire all'infinito.La musica classica ed il jazz.Sembrano i biglietti da visita di una persona sensibile raffinata e discreta.Ma trovo che la signorile presenza di Geca sia solo uno dei modi di proporsi di una personalita' ermetica ma nello stesso tempo sensibile ed aperta ai temi altrui.Parlare di modelli e di tipologie, e' un metodo analitico che Geca sembra non gradire poiche' alla base della sua sensibilita' filosofica c'e' un misterioso stupore verso l'indefinitezza della vita.Ed e' proprio il fare riferimento all'indefinitezza della vita che talvolta mi pone in amichevole contrasto con lei,dalla cultura femministica cosi' raffinata da non volerla in fondo nemmeno ostentare.Ed e' logico che sia cosi', poiche' le grandi menti ed i grandi spiriti esercitano il loro silenzioso prestigio senza sapere di possederlo.E dietro quelle che sono le convinzioni culturali e filisofiche legittime di Geca, si nasconde anche un'altra cosa;e cioe' un temperamento ferreo, deciso, consapevole: talmente consapevole da giacere in una sorta di urna cristallina quasi fosse una sofisticatissima difesa verso un mondo che a volte non interpreta nel modo giusto.Gusti artistici nascosti, raffinatezze silenti ed a prima vista invisibili:sono tesori di cui Geca e' non solo depositaria, ma convinta detentrice.La immagino intenta nella sua attivita' e se qualcuno in quel mentre le rivolgesse la parola, alzerebbe lo sguardo portandosi dietro quella luce appassionata dell'intento impegnato e scrutando l'interlocutore con dottrinale attenzione.E come tutti gli "assi", probabilmente smentira' questo post, anche se la grandezza traspare proprio dalla ritrosia.Ciao Geca.Semplicemente ciao. BeautyfulSuina



Ultima modifica di The Royal il Mar 7 Set 2010 - 19:46, modificato 1 volta

Vedi il profilo dell'utente
17
Gèca

Viandante Storico
Viandante Storico
The Royal, t'avevo detto che non volevo dei complimenti!

Allora, ti devo correggere su un paio di cose:
non sono consapevole di niente, nè convinta detentrice di qualcosa,
sono piena d'insicurezze e quello che arriva agli altri, spesso, è un tantino diverso da come sono o meglio è una parte del tutto che, purtroppo per me, non è semplice.

Ti ringrazio molto, perché non sono abituata ai complimenti,
difficilmente ci credo e soprattutto so che non sono poi tanti i miei pregi.

Semplicemente grazie a te, The Royal.

Vedi il profilo dell'utente
18
The Royal
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
" Amico, stai attento perche' a discutere con me', potresti ritrovarti con le mutande di tela".Dovrebbe essere questo il biglietto da visita che Lucio Musto potrebbe decidere di appendere alla sua porta. Perche' quando si inizia a discutere con lui, la prima cosa da verificare e' ,di essere noi stessi convinti di quanto affermiamo, dal momento che se fosse diversamente, ci troveremmo a dover ragionare con un polemista brillante dalla inesauribile vena sagace.In realta' Lucio rappresenta involontariamente il nostro alter ego., cioe' quella parte di noi che ha recepito l'essenza delle cose, e quindi anche le verita' ultime e scomode, ma che per un gioco di opportunita' e circostanze, preferisce lasciar affondare nel mare dell'indifferenza. Un linguaggio crudo ed immediato, una sensibilita' vivacissima ed uno spirito di osservazione acuto e penetrante, concorrono a formare il tessuto di qualita' di un forumista eclettico e nello stesso tempo pieno di umanita'. Una umanita' vera, talmente tanto vera da doversi scontrare con molte false sovrastrutture ideologiche e farraginosi luoghi comuni scontati che Lucio non tollera, anzi ne e' acerrimo nemico. L'ho definito polemista, ma piu' che polemista avrei dovuto definirlo filosofo. Cioe' secondo l'etimologia della parola amico della sapienza.Una sapienza conquistata, vissuta combattuta ed aniamata da quella irresistibile fracassona polemicita' che denota semplicemente una virtu' di cui ognuno dovrebbe essere ben fiero, e cioe' l'onesta' morale. Ma non morale nel senso di "usanza" o"costume ",ma morale nel senso di fedelta' alla propria fede culturale ed intellettuale. Termino questo piccolo omaggio ad un amico affabile e schietto postando una sequenza famosissima del film gli Onorevoli.Li', tra le scene dei ridicolizzati c'e' un portiere che dice le cose come stanno e sfotte a pieno titolo gli illusi di un protagonismo che non fa' per loro.Ebbene, quel portiere sei tu, Lucio, ma non perche' tu sia professionalmente un portiere, ma perche' tu sei il "guardiano" di tutte quelle verita' culturali che per essere possedute necessitano di una rettitudine filosofica integerrima.La tua.


Vedi il profilo dell'utente
19
falansterio
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Eccoci infine giunti a discettare del geniale ideatore di codesto thread, The Royal.

Dal suo nick si potrebbe presupporre che trattasi di persona titolata, altolocata, altezzosa, con la classica puzza sotto il naso tipica di molti rampolli dal sangue blu. Nulla di più lontano dal vero.
Egli al contrario, ben lungi dal mantenere il raffinato distacco tipico delle casate d'antico pelo, cerca in maniera considerevole il confronto con gli altri utenti, di cui apprezza molto più marcatamente le virtù che i vizi. Virtù e vizi che peraltro i destinatari stessi stentano a riconoscersi, in quanto filtrati dalla luce di rara sensibilità e compostezza del nostro, che mal si confà al gusto comune, e talvolta financo al comune senso del pudore.
Non esiste argomento che The Royal non voglia affrontare, armato della sola forza della propria ragione corroborata da una cultura che, pur seconda a nessuna, riesce a rivestire magistralmente con un piglio sbarazzino, intriso del coraggio, della generosità e dell'incoscienza di un neofita. Il nostro eroe infatti è perfettamente consapevole che solo così gli è possibile tentare di mascherare l'enorme divario di conoscenza e di etichetta che lo separa dalla massa virtuale (n.b.: l'accostamento di termini non è casuale, come The Royal sa bene) d'internettiana memoria. La forma prevale sulla sostanza, e di questo motto egli ha fatto una ragion di vita.

Solo in questi panni, accolti per non dare nell'occhio e fatti propri da una condotta modesta, ma soprattutto irreprensibile, il nobile The Royal può rapportarsi al mondo senza che il mondo si rapporti a lui. Anche questa prerogativa si manifesta in lui nel migliore dei modi, e con una palpabile concretezza, al pari di tutte le altre doti in suo possesso per le quali, a differenza di quest'ultima, i fortunati mortali che possono affermare con sicurezza di averle viste all'opera sono in numero limitatissimo ed esclusivo.

Vedi il profilo dell'utente
20
The Royal
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Robert Frost, scrisse che la vita e' tonnellate di disciplina. Cosa probabilmente vera. Questa frase dovrebbe essere integrata con un'altra: E Leda vive la disciplina in una sorta di eroismo morale che solo lei riesce a propugnare con una determinazione ferrea ed una ammirevole intransigenza.Per parlare di Leda e di quella vivace simpatia che evoca in me ogni qualvolta mi imbatto nei suoi post, sarebbe meglio piu' che un testo completo usare slogans, poiche' anche se a suo tempo fu detto che lo slogan e' violenza, tant'e riesce a rendere molto bene l'ambito concettuale in cui Leda si muove.Una donna ferrea che non scende a compromessi.Mai.E che non mente mai alla propria coscienza:per nessuna ragione.Leda rappresenta quel modello di coerenza interiore che io ho sempre invidiato e che sempre invidiero'.Parola impegnativa "sempre". Eppure le cose stanno proprio cosi'.Alla base dell'intransigenza di Leda c'e' un mentalita' eccezionale , granitica, inattaccabile:felicemente inattaccabile. Una donna che vuole, sceglie ed agisce.E non cambia impostazione quando abbia deciso qualcosa. Vorrei dirle:"Leda, nella tua mente c'e' il sole", ma un sole intellettivo e spirituale che la porta a concepire la realta' come un iper-mondo dalla nitidezza siderale e nel quale lei agisce con irremovibile fluidita'.Il tema della depressione......che non c'e'. E non deve esserci perche' se ci fosse Leda non sarebbe quella mirabile personalita' ricoperta di un quarzo invisibile ed impenetrabile. Quel quarzo si chiama amor proprio, e l'amor proprio e' un valore che ci rende degni: ci rende talmente tanto degni , a volte, da farci risultare apparentemente urtanti, quando invece siamo i testimoni della nostra verita'. E adesso dedico a Leda i passaggi finali dell'Aida, atto secondo. Parlano del suo eroismo morale. Naturalmente sul podio c'e' quel direttore d'orchestra che nessuno ha mai eguagliato e che si chiama Arturo Toscanini.

Vedi il profilo dell'utente
21
Magonzo
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
oddio...
mi dovrò dar da fare per offrire sostanza alle possibili rime col mio nickname...
se dal regio diamante nascono cotanti profili, di quali augusti florilegi potrei mai esser generatore ? Sorriso Scemo

Vedi il profilo dell'utente
22
Leda

Viandante Storico
Viandante Storico
[quote="The Royal"]
Robert Frost, scrisse che la vita e' tonnellate di disciplina. Cosa probabilmente vera. Questa frase dovrebbe essere integrata con un'altra: E Leda vive la disciplina in una sorta di eroismo morale che solo lei riesce a propugnare con una determinazione ferrea ed una ammirevole intransigenza.Per parlare di Leda e di quella vivace simpatia che evoca in me ogni qualvolta mi imbatto nei suoi post, sarebbe meglio piu' che un testo completo usare slogans, poiche' anche se a suo tempo fu detto che lo slogan e' violenza, tant'e riesce a rendere molto bene l'ambito concettuale in cui Leda si muove.Una donna ferrea che non scende a compromessi.Mai.E che non mente mai alla propria coscienza:per nessuna ragione.Leda rappresenta quel modello di coerenza interiore che io ho sempre invidiato e che sempre invidiero'.Parola impegnativa "sempre". Eppure le cose stanno proprio cosi'.Alla base dell'intransigenza di Leda c'e' un mentalita' eccezionale , granitica, inattaccabile:felicemente inattaccabile. Una donna che vuole, sceglie ed agisce.E non cambia impostazione quando abbia deciso qualcosa. Vorrei dirle:"Leda, nella tua mente c'e' il sole", ma un sole intellettivo e spirituale che la porta a concepire la realta' come un iper-mondo dalla nitidezza siderale e nel quale lei agisce con irremovibile fluidita'.Il tema della depressione......che non c'e'. E non deve esserci perche' se ci fosse Leda non sarebbe quella mirabile personalita' ricoperta di un quarzo invisibile ed impenetrabile. Quel quarzo si chiama amor proprio, e l'amor proprio e' un valore che ci rende degni: ci rende talmente tanto degni , a volte, da farci risultare apparentemente urtanti, quando invece siamo i testimoni della nostra verita'. E adesso dedico a Leda i passaggi finali dell'Aida, atto secondo. Parlano del suo eroismo morale. Naturalmente sul podio c'e' quel direttore d'orchestra che nessuno ha mai eguagliato e che si chiama Arturo Toscanini.


Che dire? Mah, non lo so... grazie... ma...
celo un segreto di cui non vado particolarmente fiera, ma c'è. Ed è quello che mi rende quel che sono, nel bene e nel male.
E' quello che mi tiene sveglia la notte se non prendo sedativi e che mi permette di lavorare e studiare e dare 8 esami in un anno. Ma è anche quello che mi sprofonda in una crisi esistenziale globale e che mi fa desiderare la morte sopra ogni cosa.

Detta così sembrerebbe io alludessi a droghe di qualche tipo, ma non è così. Oggi mi sento onnipotente, domani sono una merda. Ma mi parte da dentro. Non lo controllo. Mai tra le righe, sempre sotto o sopra.
Per me la vita non è mai noia.

Vedi il profilo dell'utente
23
Ospite
avatar
Ospite
The Royal ha scritto:
CignoNero: quando l'amore diventa un appassionante interrogativo.

Vorrei ora passare a riflettere su CignoNero, forumista e moderatrice dalla sensibilita' vivacissima che ha fatto dell'altruismo la propria bandiera.Un altruismo vero, impegnato, protagonistico, vissuto sulla propria persona con tutte le conseguenze che questo possa comportare.Sembra quasi che CignoNero abbia un motto ;analizzarsi per scoprire la verita': la propria verita' ,quella verita' che ci portiamo dentro, nella quale crediamo di cui noi ricerchiamo tutte le manifestazioni piu' autentiche.Ma secondo me, esiste un'altro notevole e lodevole spunto che ci offre questa forumista- moderartice:un atteggiamento continuamente propositivo e coinvolgente, che pero' non sia di peso e di sovraccarico nei confronti degli altri.Una relazione, una vicenda, un'amicizia e' per questa persona una dimensione che non ha ne' limiti, ne' confini:sono patrimonii che lasciano sempre e comunque segni e che non possono essere ne' dimenticati ne rinnegati.Trovo che ci sia poi un ulteriore pregio di questa moderatrice e cioe' l'accettazione morale delle posizioni altrui, cosa molto, molto difficile da realizzare.Perche' e' inevitabile che in un confronto si vengano a creare divergenze.E CignoNero gestisce queste divergenze con modalita' proprie che sono tono, gusto, mediazione ma nello stesso tempo un polso fermo e determinato che non ammette fuoriuscite dai canoni etici della correttezza e della professionalita'.Una CignoNero dalla personalita' controversa e ricca di risvolti misteriosi ed insondabili: una magica unita' che si frantuma in mille aspetti tutti nuovi e tutti insoliti: la banalita' non esiste nell'ottica di questa sensibile persona.E dunque la nostra moderatrice-forumista e' un altro tassello di una realta'mediatica che grazie proprio alla brillantezza dei propri conduttori, non finisce mai, non solo di stupire ma senz'altro di coinvolgerci.CignoNero e' un diario aperto su cui tutti dovremmo un attimo soffermarci per riflettere circa le nostre cosiddette certezze consolidate.Lei le rimette in gioco facendoci vedere quanto la personalita' umana sia profonda e quanto sarebbe doveroso per ognuno di noi, cercare di migliorare la nostra riflessivita' al fine di intuire quanto noi siamo complessi ed indefinibili.

Io di qua non c'ero ancora passata, però qualcuno dovrebbe mettere un'iconcina accanto al titolo di questa discussione, il logo dei kleenex, qualcosa del genere insomma. :_-_:
Ironia a parte, cosa di cui non riesco proprio fare a meno, mi hai un po' commossa, sinceramente, anche perchè noi due ci troviamo sempre su fronti diversi, praticamente mai con idee simili, da quel che ho potuto constatare. Sotto alcuni punti di vista mi hai inquadrata piuttosto bene: ho un fortissimo rispetto per le posizioni e le idee altrui, e non accetto, effettivamente, fuoriuscite da una correttezza che io di solito pretendo. Non mi si vedrà mai (o quasi mai cool ) scrivere a qualcuno che sta dicendo delle stronzate, perchè trovo che per prima cosa non porti a niente, e come seconda cosa sia una mancanza di rispetto nei confronti del suo pensiero e del suo vissuto. Ed è vero, per me tutto lascia un segno, e niente deve essere dimenticato e/o rinnegato, al massimo elaborato per capire come migliorarci. Per me il confronto con gli altri è necessario, ed anche se ho le mie convinzioni, questo non significa che possa rimettermi in discussione. Fondamentalmente però non sono alla ricerca della verità, ma cerco solo di arrivare all'accettazione, un po' alla volta, delle mie parti d'ombra, per imparare a viverle un po' meglio. La mia sensibilità, però, non la trovo lodevole, perchè spesso per me è un duro prezzo da pagare, e nella mia ricerca, nel mio confronto, vorrei arrivare a farmi scivolare addosso molto di più ciò che mi circonda.

24
Ospite
avatar
Ospite
LEDA, COME GUARDARSI ALLO SPECCHIO

Come già scritto altrove, io non sono brava ad usare paroloni, scrivo in base al mio sentire, e mi piace farmi capire al meglio. A volte posso anche risultare sgradevole, forse troppo diretta, anche perchè non rimescolo solo me stessa, ma tendo a rimescolare anche gli altri.
Leda è entrata da poco qui dentro, ma in lei mi ci sono ritrovata molto, forse nella sofferenza, in un dolore che non vuole sentire, in una mancanza di accettazione dei propri errori, probabilmente nella convinzione che essere deboli ed insicuri, ogni tanto nella vita, sia così sbagliato.
L'ho letta più di una volta parlare in maniera o più diretta di questo dolore che non vuole ascoltare e che cerca di soffocare, l'ho letta stasera parlando di quelli che per lei sono stati i suoi errori come se sbagliare e cadere fosse la cosa peggiore che si potesse fare, come se non le fosse consentito farlo, essere umana, con i propri difetti e le proprie debolezze. Ho letto lo scambio con sognoinfranto, e l'ho letta sempre più massiccia nel sottolineare la sua forza e la sua sicurezza, e questo mi ha dato da pensare che sogno avesse colpito diretto, dove fa male, pungendo la corazza, come mi fa pensare che tra un po' arrivera non poco incazzata qui dentro nascondersi .
A volte mi fa male leggerla, perchè ritrovo in lei le mie ombre, i miei scudi, la mia paura di sbagliare, il non accettare di cadere e di essere col culo a terra, e le colpe che più ho riversato su di me che sugli altri. Mi fa male leggerla mentre scrive un "azzo, ho finito il tavor", primo perchè mi riporta a ricordi non troppo lontani di qualcuno che senza non ci sapeva stare, secondo perchè io stessa ne ho avuto bisogno, ed anche se non lo prendo oramai da un bel po', giusto sabato scorso ho messo via quelle tre pastiglie definitivamente, ma per diverso tempo mi hanno guardata, lì, appoggiate sul comodino.. Credo che tra un po', torneranno al mittente.
Leda, che è un po' come guardarmi allo specchio, in uno specchio un po' frantumato, se vogliamo...infranto.

25
Leda

Viandante Storico
Viandante Storico
ma, non so... io non mi vedo tutte queste insicurezze. In fondo l cose che voglio fare le affronto. Quello che la vita non mi ha dato non è stato per colpa mia. Incazzata per questo con la vita, sì, ma non esclusivamente per i miei vuoti, ma per quelli di tutti.
Vorrei poter fare del bene, ma non sempre è possibile.
Riconosco il dolore altrui perché ci son passata e so che ci ripasserò frequentemente. Questo non mi ha resa più dura, ma più disarmata.
Non so se sono una persona migliore o peggiore, ma son diversa, questo si. Ma questo nn significhi che sia un bene.
Vorrei essere normale, ma non lo sono. Ho una marcia in più che spesso si incastra e mi costringe a scalare di tre marce indietro.

Io non ti conosco, CignoNero, non so in cosa tu ti riconosca in me. Spero non nella sofferenza. Sono così e lo resterò. E questo implica anche che resterò sola.

Vedi il profilo dell'utente
26
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 3]

Andare alla pagina : 1, 2, 3  Seguente

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum