Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Giustizia

Condividere 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
Blasel
avatar
Banned
Banned
Da Ius diritto, è derivato iustus giusto, e da questo iustitia che sta ad indicare una situazione esatta di diritto-ragione.

La parola giustizia l'adoperiamo spesso, magari accompagnandola da qualificativi quale, divina, umana, personale etc.

A mio avviso è solo un'utopia per illudere chi si ritiene offeso da persone, eventi, cose ed infatti vi elenco alcune assurdità inconciliabili con la nostra realtà :

giustizia sociale

giustizia amministrativa

giustizia penale

giustizia punitiva


Già nell'antica Grecia, Pitagora, Platone, Aristotele e molti altri scrissero i loro pensieri sulla giustizia, non trovando mai un accordo su di essa. Ai giorni nostri : nulla di diverso, e son trascorsi millenni.

Il contrario di giusto è ingiusto, ma dov'è il confine tra il primo ed il secondo? E chi lo stabilisce?

Leggiamo spesso, a proposito della giustizia degli uomini, le condanne inflitte ed a nostra volta le giudichiamo idonee, inadeguate, oppure in altro modo, ma sempre secondo il nostro metro di giudizio.

Voi siete giusti? Voi avete subito, o subite ingiustizie? Come vi comportate in proposito?

Siete facili a giudicare? E come tollerate i giudizi che altri hanno di voi?

Avete mai preso parte ad un processo di giustizia, sia esso penale o civile, in qualità di attore o di convenuto? Ed, in questo caso, avete ottenuto la vostra giustizia?

Vedi il profilo dell'utente
2
Yale
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
Caspita Blasel! Hai aperto giusto un argomentino! Cerco di riassumere il mio umilissimo pensiero: non so cosa sia la giustizia né come si possa stabilire quando qualcosa sia giusta o meno, ma sono abbastanza convinta che sia un concetto fortemente legato alla morale e ai valori di ciascuno di noi, per questo non potrà mai essere universalmente riconosciuto.
Porto un piccolo esempio: qualche giorno fa ho presentato un progetto di lavoro ad un convegno. Progetto che non sta funzionando; questa però è una considerazione che le mie collaboratrici mi hanno sconsigliato vivamente di esplicitare, pena il rischio del mancato rinnovo dei finanziamenti. Io ci ho provato ma è stato più forte di me: dopo mezz'ora di presentazione ho ceduto cominciando ad esporre le reali criticità del lavoro in questione. Ecco...probabilmente sono una fessa prossimamente disoccupata ma la sensazione di aver fatto la cosa giusta mi ha fatto stare bene.
Sulla relatività del concetto ti basti sapere che le collaboratrici non hanno apprezzato affatto, definendo quello che per me è stato "un atto di giustizia", una "grossissima cazzata".

Vedi il profilo dell'utente
3
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Il contrario di giusto è ingiusto, ma dov'è il confine tra il primo ed il secondo? E chi lo stabilisce?


la realtà è prismatica e non dualistica a mio avviso per cui il binomio giusto/ingiusto lascia fuori molti lati della questione, ad esempio la LEGGE dove la metti?

Anche il concetto di VERITà viene scomodato, tant'è che si parla di vari tipi di verità, quella vera e quella processuale....



Voi siete giusti?

Secondo chi? Secondo me sì, quando non sono ingiusto, secondo gli altri boh e secondo la GIUSTIZIA UNIVERSALE non ci credo per cui me ne frego

Voi avete subito, o subite ingiustizie?

Molte, alcune le ho compiute, altre le ho subite, moltissime le ho scordate, ma contro due di queste, le più grosse, continuo tuttora a battermi, vanamente

Come vi comportate in proposito?

Non mi faccio giustizia da me solo per evitare le conseguenze, altrimenti, se potessi vendicarmi senza timore di dovermene assumere le responsabilità lo farei

Siete facili a giudicare?

Non sono un giudice, non giudico, non sono facile in niente, sicuramente come tutti, giudico ciò che vedo a colpo d'occhio, ma cerco di non farmi influenzare da stereotipi per tranciare giudizi su persone

E come tollerate i giudizi che altri hanno di voi?

Se non ne vengo a conoscenza me ne frego, se li vengo a sapere mi domando se chi li ha formulati non possa avere ragione

Avete mai preso parte ad un processo di giustizia, sia esso penale o civile, in qualità di attore o di convenuto? Ed, in questo caso, avete ottenuto la vostra giustizia?


Sì, svariate volte, MAI avuto giustizia, ma la legge ha seguito il suo corso...

Vedi il profilo dell'utente
4
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum