Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Il rapporto col cibo

Condividere 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
Ospite
avatar
Ospite
Il rapporto col cibo, in particolar modo per le donne, non è mai una cosa così semplice ed equilibrata, e spesso legata a stati emotivi. Problemi come anoressia e bulimia sembrano trovare terreno fertile in particolar modo fra le donne, anche se pare che negli ultimi anni i disturbi alimentari stiano prendendo piede anche nel genere maschile.
Si è delusi, tristi, insoddisfatti e cerchiamo quello che ci manca nel cibo.
Siamo arrabbiati, nervosi, furiosi, e spesso il nostro stomaco si chiude.
Rifiutiamo una situazione ed inconsciamente rifiutiamo anche il cibo.
C'è chi usa il cibo anche per mettere alla prova chi gli sta davanti o per allontanarlo: mangiare, mangiare, mangiare, ingrassando, per sformare il proprio corpo ed avere una buona "scusa" per non avere un rapporto.
Il rapporto col cibo spesso viene anche ricondotto al rapporto con la propria madre ed al rapporto col sesso.
Insomma, è un discorso che lascia molti spunti di riflessione, a mio avviso. Io non sono una psicologa, non ho una laurea, e forse sono stata anche molto semplice nel descrivere certe dinamiche, a voi relativi commenti più o meno competenti.

2
NinfaEco
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Io ho un pessimo rapporto con il cibo, cioè non mangio mai per fame ma per tutta una gamma di emozioni che con il sano appetito non centrano nulla. L'anno scorso per un grosso dolore, pur bevendoci sopra abbondantemente ho perso 12 chili in un mese. Non riuscivo a inghiottire ed ogni cosa buona si fermava in gola perchè il fatto che fosse buona mi faceva piangere. Sono però anche la stessa persona che amava preparare e consumare pranzettini con il suo "amor estinto", come se fossero un preliminare erotico e un rito d'amore. Sempre io. Il cibo mi serve a farmi del male, a piangermi addosso, a dimostrarmi che sono forte, a sentire tenerezza.... incredibile quante cose stanno dentro un pnino vero? Poi il cibo per me è un gioco. Amo le spezie strane, i paciughi e i piatti stranieri ... quelli dal cui nome non si capisce nulla.
Raccogliendo lo spunto del rapporto materno, mia madre è una persona poco consapevole di sè e molto ansiosa. Se stavi male c'era una causa organica ed un rimedio oggettivo: medicina. Ogni dono ed ogni carenza era comunicata attraverso oggettivazioni: il cibo era per lei garanzia di occuparsi di me e di essere una buona madre. I fornelli il simbolo del suo ancestrale potere materno di cui lei per prima non era sicura. Non voglio scrivere un papiro, e non lo faccio anche perchè le voglio bene. Ma purtroppo è grazie a lei che ho dovuto imparare a dialogare adottando il mio punto di vista, quello del ricevente e quello dello spettatore insieme.

Vedi il profilo dell'utente
3
herbaemme
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Penso anch'io che il rapporto con il cibo sia condizionato dal vissuto familiare.
L'alimentazione di un bambino, va oltre l'apporto di elementi nutritivi necessari al suo fabbisogno.
Quello che tanti genitori non capiscono.
Non è solo ciò che dài da mangiare, ma il modo in cui lo porgi, il rispetto per i gusti altrui, l'intuizione di certe preferenze e certe nausee, al di là di quella che i medici definiscono una sana alimentazione...

Vedi il profilo dell'utente
4
Jester

Viandante Storico
Viandante Storico
Non ho particolari problemi con il cibo, salvo in due situazioni precise : quando viaggio, mangio pochissimo...quando sono nervoso e incazzato, mangio come due cristiani! Sorriso Scemo

Vedi il profilo dell'utente
5
Ospite
avatar
Ospite
Rapporto complicatissimo, per me, col cibo.
Piccola premessa che può spiegarne anche il motivo: da piccola io ho passato moltissimo tempo da sola, mia madre sgobbava dalla mattina alla sera e mio padre se non boicottava il lavoro stava in giro per bar.
In casa cucinava comunque mio padre, gli piaceva, era bravo, di fondo comunque mi veniva dato di tutto, non mi è stata data un'educazione alimentare sana. Alle elementari essendo in sovrappeso e facendo il tempo pieno proposero ai miei di farmi fare la dieta, di cui non vi racconto il trauma dato che mi ingozzavano a forza di insalata che io già odiavo. Ora io guardo ogni foglia verde come se fosse pronta a trasformarsi ed attaccarmi nascondersi . Fino alla prima liceo sempre in sovrappeso, grossissimi complessi di inferiorità per le varie prese per il culo, quando mio padre se ne va' di casa io sono, all'età di 15anni, circa 98 kg. Vado da un dietologo, di mia iniziativa, e comincio pian piano a dimagrire. Sono rimasta una 44 per diverso tempo, per poi arrivare ad essere una 40 (e per la mia costituzione risultavo molto magra, fin troppo) in seguito ad un periodo in cui non mangiavo particolarmente.
Se ho rabbia lo stomaco mi si chiude, rifiuto tutto, non mangio; se ho delle mancanze, come poi è successo con l'ultima storia, e soprattutto se arrivo a non sfogare quelli che sono i miei problemi, io compenso tutto col cibo, cosa che mi ha portata ad aumentare non poco.
Di fatto ora il mio rapporto è radicalmente cambiato rispetto a due mesi fa, per esempio, non sentendo più il bisogno di abbuffarmi, di mangiare schifezze, raramente ho la voglia di carboidrati o cose dolci, mentre prima era impellente ed incontrollabile.

6
PorceDi
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Tutto è bene quel che finisce bene.

Vedi il profilo dell'utente
7
Ospite
avatar
Ospite
Amen.

8
Gèca

Viandante Storico
Viandante Storico
M'avete messo fame.

Vedi il profilo dell'utente
9
w.punci

Viandante Residente
Viandante Residente

Vedi il profilo dell'utente
10
w.punci

Viandante Residente
Viandante Residente

Vedi il profilo dell'utente
11
w.punci

Viandante Residente
Viandante Residente

Vedi il profilo dell'utente
12
The Royal
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico


Sono molto apprezzante di omelettes con patate fritte .

(Foto wiki)




Vedi il profilo dell'utente
13
Ospite
avatar
Ospite
Ok, dopo un po' di sano cazzeggio, però, ritornate in topic, altrimenti tiro fuori il frustino.

14
w.punci

Viandante Residente
Viandante Residente
...senza coulotte vedo!

@royal,che schifo di patate...

Vedi il profilo dell'utente
15
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum