Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Il Paradosso delle Vacanze

Condividi 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
Faust
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Tutti avranno fatto caso ad una cosa: se stiamo vivendo una piacevole esperienza, il tempo sembra correre all'impazzata mentre se siamo annoiati, è immobile . Il tempo delle ferie generalmente vola. Questo fenomeno è noto come "paradosso delle vacanze".
La ragione sta va nel nostro cervello e nei suoi diversi modi di giudicare il passare del tempo. Tutto dipende dalla quantità delle esperienze fatte durante i periodi di vacanza di solito molto maggiore di ciò che avviene nella routine. Se interrompendo la routine quotidiana, succede questo perchè non cambiare le abitudini quotidiane in modo da concedere al nostro cervello la possibilità di percepire in maniera diversa lo scorrere del tempo?
Infondo non ci vuole tanto sorriso

Vedi il profilo dell'utente
2
Lucio Musto
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
In realtà occorrerebbe stabilire se sia "meglio" vivere l'adrenalinico ritmo "vacanziero" o il soporifero quotidiano... e questo non è scontato come sembrerebbe!
Infatti è esperienza ricorrente che i neo-pensionati si stufino presto della "vacanza a tempo pieno" di cui possono finalmente godere e provino rimpianto per il precedente tran-tran da travet.

Probabilmente la vera differenza risiede nella concentrazione che mettiamo nell'affrontare le cose...

Comunque argomento assai interessante da sviscerare... grazie, Faust!

Vedi il profilo dell'utente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum