Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Suono e Sentimento

Condividere 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
Violacremisi
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
"Ho preparato un pezzo che ho chiamato,parafrasando il libro di Abul'- Qasim Luci sulla scienza dei suoni e dei percorsi interni della voce. Ho delimitato la ricerca alla sola zona del sentimento,sperimentando che il punto che colpisco con una nota all'interno,risuona esattamente nello stesso punto all'esterno di chi ascolta ". Frutto di un segreto antico, quello della voce che colpisce simultaneamente i centri della percezione di chi emette quell suono e di chi lo sta ricevendo.


Quando ascoltai questa considerazione in un brano di Battiato,in uno dei tanti cd che io e il mio amico ascoltiamo nella natura,ricordo che mi si aprì un varco. La stessa cosa ho provato ieri,con un altro brano (questa volta il mio amico ho composto un cd sulle musiche del sud del mondo...sono cd "concept",dunque hanno sempre un tema e inoltre iniziano tutti,con un pezzo musicale (i suoi),con un pezzo di letteratura (i miei,molti meno però,in genere,anzi quasi sempre li fa lui),comunque nemmeno questa divisione ha più senso dato che si tratta di una "dimensione" nella quale entrambe siamo indispensabili. l'idea parte da lui per arrivare a me,ma alla dine arriva a "noi").
Oggi ri-ascoltando quest'ultimo cd e in particolare una musica nella quale prevale la chitarra acustica (il cui suono lo trovo di una sensualità struggente), ho provato la stessa identica sensazione di cui parlava battiato. Ossia, quando le mani cambiano corda,mentre suonano,proprio in quell'istante lì,quello stridìo repentino,ha creato in me un sussulto in un punto esatto dell'anima.


Cosa ne pensate?

Vedi il profilo dell'utente
2
Finalitario
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Capisco cosa vuol dire "quando le mani cambiano corda" e lo stridio repentino è dovuto sempre alla musica, le dita che scivolano sulle corde e non stringono le stesse producono degli armonici e altre volte dei glissati e quindi è normale che si provi una sensazione dovuta ad un "effetto" musicale.

La chitarra è uno strumento stupendo, può servire come base per cantarci oppure come solista o arpeggiando.

Quello che il suono può fare è veramente strepitoso. E' provato che il suono organizza la materia, ad esempio attraverso lo studio della Cimatica. L'emissione dei suoni fa vibrare per simpatia ciò che incontra e ogni frequenza ha un suo corrispettivo in un nostro organo interno o cellula.

Vedi il profilo dell'utente
3
Violacremisi
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Il suono tuttavia arriva a chi ha sentimento, non è per tutti. Intendo quel suono che arriva a parti di noi che nemmeno conosciamo,fino a quando quelle note s'insinuano prepotenti,con una struggente dolcezza,per svelarti strepitose verità.

Vedi il profilo dell'utente
4
Finalitario
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Il suono arriva a tutti indistintamente ma non tutti sono collegati con quella parte di se così alta

Vedi il profilo dell'utente
5
Violacremisi
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Io non credo. Se per arriva intendi che lo sente ok,ma non che lo "ascolti",credo sia diverso. Ma è una mia opinione.

Vedi il profilo dell'utente
6
Finalitario
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Si, si certo, ci mancherebbe. Io credo che la parte alta di noi sia in grado di capire ogni suono.
E' che poi il "noi di tutti i giorni" forse è sintonizzato in altre cose.Però possono esistere anche persone che non hanno "parti alte".

Vedi il profilo dell'utente
7
Violacremisi
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Diciamo la stessa cosa in due modi diversi! rotolarsi dal ridere

Vedi il profilo dell'utente
8
Finalitario
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Si è vero

Vedi il profilo dell'utente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum